Alla scoperta del Parco Pertini

  • View
    219

  • Download
    4

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Il Parco Pertini in via Sandro Pertini 2, a poche centinaia di metri dal centro di Cotignola. Percorrendo via Madonna di Genova in direzione Barbiano/Lugo, si svolta in via Ponte Pietra: il parco sulla sinistra. Dispone di un ampio parcheggio ed accessibile ai disabili. I cancelli sono aperti tutti i giorni dalle 6 alle 23.30. Info: www.comune.cotignola.ra.it

Transcript

  • ALLA SCOPERTA DEL PARCO PERTINI

    una guida nel verde di Cotignola

  • A cura di Matteo Mingazzini per lassociazione Primola di Cotignola

  • INTRODUZIONENasce da unalluvione una delle aree verdi pi belle della Bassa Romagna

    Era il 1976 quando incessanti piogge torrenziali ave-vano allagato i campi a sud del centro abitato di Co-tignola. I contadini, per liberare le colture, scavarono allora una rete di fossi che conduceva alla fornace situata nei pressi dellincrocio tra via Ponte Pietra e via Ma-donna di Genova, ormai in esaurimento: lacqua venne quindi convogliata nella grande buca, che decret la na-scita di un lago che prima non esisteva e il termine dei lavori di estrazione, che da l si spostarono in zone pi esterne al tessuto urbano.LAmministrazione comunale, guidata dal sindaco Fran-cesco Brusi, prese atto di quanto successo e contatt i proprietari della fornace, con i quali cerc una soluzione condivisa per larea, ritenuto che ormai non fosse pi conveniente prosciugare linvaso per riprendere gli scavi; larea includeva non solo la parte oggi occupata dal Par-co Pertini, ma tutta la zona che dal lago si affacciava sulle via Ponte Pietra e Madonna di Genova.

    4

  • La soluzione fu trovata guardando a quelle che erano le esigenze della citt cercando di analizzare la situazione con lungimiranza: fu approvata una variante ai piani urbanistici che decret da un lato la nascita della zona artigianale dove si insediarono un distributore di car-burante e altri servizi per autovetture (elettrauto, mec-canico, gommista), dallaltro il parco pubblico e unarea residenziale (che si poi concretizzata solo nei primi anni Duemila). Il bacino si presentava molto pi ampio ri-spetto a oggi e una parte fu interrata per permettere la realizzazione degli insediamenti artigianali e residenziali e per creare un perimetro pedonale attorno al lago, area questultima che, insieme allinvaso, divenne di propriet pubblica.

    Inizi cos un lento percorso di crescita per il nuovo par-co urbano (che ancora non aveva un nome), attorno al quale con gli anni fiorirono servizi e attrazioni. Oggi il parco, che nel 1990 stato intitolato al presidente della Repubblica Italiana Sandro Pertini, si presenta come una vasta area verde attrezzata che coniuga ambiente, sport e tempo libero. Fanno da contorno al parco urbano lo sta-dio comunale, il circuito protetto aperto a bici, pedoni, skater e pattinatori, e il Lago dei Gelsi, riserva naturale che d rifugio a molte specie di flora e fauna selvatica.

    5

  • CRONISTORIA DEL PARCO

    1976: Le piogge trasformano quella che era una cava della fornace in un lago.

    20 aprile 1982: La Fornace di Cotignola cede gratuitamente al Comune la propriet del terreno su cui si trovano il lago e il parco circostante: in tutto 45.110 metri quadrati da destinare alla creazione di una zona per attrezzature di tipo sportive e quindi alla realizzazione di opere di pubblica utilit, pertanto senza nessuna possibilit edificatoria privata.

    23 giugno 1986: La giunta comunale approva il progetto generale per la realizzazione di una nuova zona sportiva adiacente al parco, con ingresso da via Cenacchio.

    12 aprile 1988: Il Comune di Cotignola acquisisce il terreno su cui sorger la nuova area sportiva: in tutto, 45.870 metri quadri.

    19 marzo 1990: Il Comune di Cotignola accoglie la richiesta di Dina Neri e Mirco Baracani per la concessione di unarea del parco per la realizzazione di un chiosco al servizio degli impianti sportivi: nasce il Dinas Bar. I lavori di costruzione inizieranno il primo ottobre dello stesso anno.

    11 luglio 1991: cos appariva il Dinas bar, la cui struttura ancora presente

    6

  • 27 agosto 1993: Terminano i lavori di costruzione della nuova zona sportiva, che comprende campi da calcio, tribune, spogliatoi e biglietteria.

    21 settembre 1995: La Societ per azioni Industria Bolognese Laterizi (IBL, ex Fornace di Cotignola) propone al Comune di Cotignola la donazione di una ulteriore area di 4,28 ettari: si tratta di un altro lago derivato da scavi di fornace, la Buca 2 meglio nota oggi come Lago dei Gelsi.

    14 novembre 1998: Il parco viene intitolato a Sandro Pertini (1896-1990).

    22 marzo 1999: Il Comune di Cotignola accetta la donazione dellIBL: il Lago dei Gelsi diventa di propriet pubblica.

    6 aprile 2000: La zona sportiva di via Cenacchio viene intitolata al calciatore cotignolese Angelo Dalmonte, scomparso nel 1969, con tre giorni di eventi, dal 7 al 9 aprile.

    19 luglio 2001: Accogliendo la richiesta del Comune, il Gruppo Villa Maria dona al parco il percorso vita: arrivano nuovi arredi (panchine, tavoli, cestini) e gli attrezzi per la ginnastica.

    11 dicembre 2003: Il Comune di Cotignola acquista il terreno, ancora di propriet privata, che si frappone tra i due laghi, dove sorger il circuito protetto: il Parco Pertini si amplia quindi ulteriormente di circa 14.000 metri quadri.

    13 maggio 2004: Viene approvato il progetto esecutivo per la costruzione del nuovo centro polivalente del Parco Pertini.

    7

  • 7 agosto 2007: Terminano i lavori di costruzione del nuovo centro ricreativo polivalente del parco, dove oggi si trovano i servizi di bar, mensa, ristorante, due sale polivalenti e una veranda chiusa.

    3 settembre 2007: Vengono realizzate le casette per il ricovero degli animali ospiti del parco.

    20 giugno 2008: Il centro sociale per anziani Il Cotogno si trasferisce dalla stazione ferroviaria di Cotignola al Parco Pertini, inaugurando la propria sede allinterno del centro polivalente.

    20 luglio 2009: Iniziano i lavori di costruzione del circuito protetto del parco.

    18 settembre 2009: La Provincia di Ravenna lancia il progetto Rivivr (Riequilibrio della vegetazione, degli invertebrati e dei vertebrati nella Romagna occidentale) che include il Lago dei Gelsi. la prima azione di tutela ambientale nellarea.

    13 maggio 2010: Inaugura il circuito protetto del Parco Pertini.

    29 marzo 2011: Ai sensi del Programma per il sistema regionale e siti Rete Natura 2000, con delibera provinciale, il Lago dei Gelsi diventa ARE (Area di Riequilibrio Ecologico): la prima forma di tutela concreta attuata sullarea.

    2 luglio 2012: La Regione Emilia-Romagna, accogliendo la richiesta del Comune di Cotignola istituisce per il lago dei Gelsi i livelli di tutela SIC (Sito di Interesse Comunitario) e ZPS (Zona di Protezione Speciale).

    8

  • 9

  • 20 settembre 1980: lingresso alle auto era consentito lungo il perimetro del lago; larea giochi e il percorso pedonale erano ancora lontani a venire e sulle sponde si riconoscono i segni freschi dei lavori di escavazione della fornace 4 agosto 1981: pescatori della Nino Grilli.

    Il lago ancora completamente privo di vegetazione e ha un aspetto quasi

    irriconoscibile. Sullo sfondo, il concessionario dauto in costruzione

    10

  • 11

  • 26 ottobre 1983: in alto, il lato adiacente al campo sportivo lasciato alla vegetazione. Nella foto in basso: continuano i lavori di urbanizzazione su via Madonna di Genova (sullo sfondo)

    12

  • 14 settembre 1989: pescatori al lago

    30 luglio 1991: negli anni Novanta il lago gi in parte attrezzato. Si notano sullo sfondo le prime casette per gli animali

    13

  • LA PESCA SPORTIVA

    La pesca sportiva la pi anziana delle attivit insediatesi al Parco Pertini, tant che la sua nascita - di fatto - contemporanea alla creazione del lago.Lassociazione che regolamenta la pesca, costituitasi formalmente solo nel 1986, inti-tolata a uno dei fondatori dellattivit, il cotignolese Nino Grilli.

    Oggi la societ di pesca conta circa unottantina di soci, che svolgono un ruolo fon-damentale per la cura del lago: si occupano infatti della pulizia del bacino e del suo perimetro, ed effettuano al bisogno controlli sulla qualit dellacqua; sono inoltre i guardiani del lago, attenti che i bambini che giocano al parco non si avvicinino trop-po alle sponde.

    La pesca al lago, riservata ai soci, cambia insieme alle stagioni. In inverno ogni venerd vengono liberate nuove trote e i pescatori ne possono estrarre al massimo cinque nei giorni feriali e otto nei festivi, pescando a scelta solamente in uno dei due turni previsti (dalle 7 a mezzogiorno e fino al tramonto). In estate, invece, il turno unico e si posso-no pescare senza limiti di tempo carpe, black bass, pesce gatto nostrano e americano. I soci possono pescare tutti i giorni, senza bisogno di licenza. Per le carpe vige lobbligo del rilascio.

    Ogni anno in aprile la Nino Grilli organizza una gara gratuita di pesca alla trota per i ragazzi delle scuole medie ed elementari di Barbiano e Cotignola.

    14

  • 6 settembre 2014: pescatori della Nino Grilli alla Festa dello Sport di Cotignola

    15

  • TEMPO LIBERO

    Attorno al lago della pesca sportiva si dipanano il per-corso salute e i tracciati per chi vuole fare jogging. Ovunque, numerose panchine invitano al relax e al treb-bo, mentre unarea giochi per bambini permette anche ai pi piccoli di godersi il parco.

    Associazioni e singoli cittadini possono inoltre fruire di un centro con due sale polivalenti; queste, sia per la loro posizione allinterno del parco, sia per le attrezzature di cui dispongono, sono molto apprezzate per la loro fun-zionalit e costituiscono un importante servizio per la co-munit: qui infatti si organizzano conferenze pubbliche, convegni, dibattiti, ma anche feste e cerimonie.

    16

  • La struttura gestita dal centro so-ciale Il Cotogno, che con quasi 300 iscritti persegue il compito di sviluppare programmi di carat-tere ricreativo, culturale, ludico-sportivo, sociale e assistenziale che vedano gli associati sia destinatari, sia protagonisti. Il Cotogno gesti-sc