Depliant Turismo

  • View
    228

  • Download
    6

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Aurea - Turismo Religioso

Text of Depliant Turismo

  • Luoghi di Fede edi religiosit popolare inCalabria

    ITINERARI RELIGIOSI

    ABRAMO

    Imp. Depliant Turismo Religioso_ita_mod_Layout 1 28/02/12 16:20 Pagina 1

  • 2011 Abramo Editore Direzione e coordinamento editoriale: Mauro F. MinervinoAbramo Printing & Logistics S.p.A. Grafica ed impaginazione: Maria Paola QuattroneLocalit Difesa Zona IndustrialeCaraffa di Catanzaro (CZ) Foto: Archivio Abramo

    I edizione luglio 2011

    In copertina: Santa Maria della Roccella tra le rovine di Scolacium - Madonna della Neve, statua in marmo bianco del sec. XVI, nelSantuario di Santa Maria della Grotta, Praia a Mare

    Imp. Depliant Turismo Religioso_ita_mod_Layout 1 28/02/12 16:20 Pagina 2

  • Itinerari del turismo religioso in Calabria

    Questo strumento di informazione per le sue caratteristiche di qualit e di pregio, vaincontro alle opportunit di comunicazione, divulgazione e marketing attualmenteofferte dal settore del turismo religioso e alle attivit di promozione dellofferta tu-ristica territoriale sviluppate dallAssessorato Regionale al Turismo presso i portatori dinteresse

    (BIT, fiere e mercati, mostre, showing content e rappresentanze istituzionali). La nostra pubblica-

    zione punta a consolidare anche in Calabria uno standard di qualit riconoscibile per lofferta di

    beni e servizi dedicata al turismo religioso e culturale, eco-naturalistico e solidale. uno strumento

    di comunicazione e marketing territoriale in grado di potenziare i flussi turistici globali e quelli attesi

    nel settore specifico (concordemente alle linee guida gi adottate dallAssessorato al Turismo della

    Regione Calabria nella programmazione di interventi di promozione a sostegno dellofferta turistica

    regionale), per incrementare i flussi turistici in aree non interessate dai movimenti turistici tradizio-

    nali, in grado di sviluppare e qualificare i percorsi turistici esistenti, creare forme di integrazione

    tra i prodotti turistici dei territori interessati, promuovere forme di turismo legate a nuovi cammini

    della fede e siti religiosi, destagionalizzando i flussi. Scopo di questa guida, organizzata per aspetti

    tematici e per aree geografiche, dunque quello di fornire in forma gradevole e dettagliata un pron-

    tuario per il turista, che pu raccogliere attraverso testi e immagini di alto valore culturale e religioso,

    un agile road-show in grado di veicolare le necessarie informazioni sulle strutture ricettive dei luoghi

    di culto, sulle tappe devozionali, sui santuari e gli altri luoghi religiosi visitati dai fedeli, con lop-

    portunit di trasformare linteresse per lofferta turistica religiosa calabrese in opportunit di boo-

    king immediato, proponendo la promozione del territorio e la valorizzazione delle tradizioni religiose

    che ancora oggi maggiormente privilegiano le testimonianze della presenza di peculiari espressioni

    della cultura religiosa cristiana in Calabria e le modalit ecosostenibili del pellegrinaggio e della ge-

    nuina fede popolare.

    Abramo Editore

  • Nicotera

    Tropea

    CosenzaCrotone

    Reggiodi Calabria

    Umbriatico

    Santa Severina

    RossanoCalabroSan Demetrio

    Corone

    San MarcoArgentano

    Capo Colonna

    Conflenti

    CropaniGimigliano

    Pentone

    Squillace

    LameziaTerme

    Zagarise

    Torre diRuggiero

    Cassanoallo IonioLungro

    Luzzi

    Paola

    Cerchiara

    Stilo

    Paravati

    Gerace

    Serra San Bruno

    Seminara

    San Sosti

    San Luca

    Vallelonga

    Golfo diS. Eufemia

    Golfo diSquillace

    Catanzaro

    A3 SA-RC

    A3 SA-RC

    SS 18

    SS 18

    SS 106

    diCalabria

    SS 106

    SS 107SS 107

    SS 280

    SS 281

    San Giovanniin Fiore

    Vibo Valentia

    Itinerari religiosi calabresila CartinaLEGENDA

    Santuari e luoghi di culto

    Tradizioni popolari,santi patroni e nuovi culti

    Musei Diocesani

    Strutture di soggiornoe accoglienza turisticacollegateallospitalit religiosa

  • Santuari e luoghi di culto 6

    Catanzaro 6Cosenza 8Crotone 14Reggio Calabria 16Vibo Valentia 19

    Tradizioni popolari, santi patronie nuovi culti 21

    San Francesco di Paola,il Santo della Calabria,dellEuropa e del Mediterraneo 22

    Natuzza Evolo,carismatica e mistica di Paravati 23

    Musei Diocesani 27

    Rappresentazionidella religiosit popolare in Calabria 38

    Strutture di soggiornoe accoglienza turistica collegateallospitalit religiosa 41

    Indice

  • - 6 -

    Conflenti - Il Santuario della Madonna della Quercia

    Il Santuario della Madonna della Quercia che sorge nei pressi del piccolo centro montano di Con-flenti il pi importante della diocesi di Lamezia-Nicastro e ancora oggi uno dei pi visitati dellaCalabria. Le sue origini vengono fatte risalire al 1578, quando sul posto si verificarono le primetre apparizioni della Vergine. La madonna apparve a un pastore e a due donne manifestando il desiderio chenel luogo venisse eretto un tempio in suo onore. Ma le autorit ecclesiastiche accusando di malafede i popolanitestimoni dellapparizione negarono il voto fatto dalla Vergine. La tradizione vuole che la Madonna ribadissela sua volont ai prelati e al clero con altre apparizioni e con alcuni miracoli, fugando ogni perplessit per ledi-ficazione del Santuario, che fu subito avviata. Sullaltare maggiore della chiesa si conserva una bella statua vo-tiva in marmo che ritrae una Madonna in trono con Bambino del XVII secolo.

    Cropani - La rotula di San Marco

    San Marco il simbolo di Venezia. Ma non tutti sanno che le sue sacre reliquie giunsero salve nellacitt lagunare anche grazie ai calabresi. Pi precisamente grazie agli abitanti di Cropani. La tradizioneagiografica locale vuole, infatti, e lo riporta anche lerudito padre Giovanni Fiore da Cropani nel suoDella Calabria Illustrata (1691), che nellanno 831 alcuni mercanti veneziani trafugarono ad Alessandria dEgitto,dove San Marco era morto, il corpo dellevangelista. Ma durante la via del ritorno verso Venezia, la nave sulla qualeerano imbarcati si trov nel mezzo di una furiosa tempesta che la colse nel Golfo di Squillace, naufragando poi pro-prio nei pressi della spiaggia di Cropani. Gli abitanti del paese accolsero e rifocillarono i naufraghi e si prodigaronoaffinch potessero riprendere il loro cammino. I veneziani in segno di gratitudine per laccoglienza ricevuta, deciserocos di lasciare a Cropani una piccola reliquia del santo, la rotula del ginocchio destro dellevangelista.

    La reliquia venerata da allora, si vorrebbe conservata in unurna nella Cappella di Santa Rita, posta nellaCollegiata dellAssunta di Cropani. Osservando lo stemma sul portale della Chiesa di Santa Lucia, a Cropani,oltre ai simboli del paese, i tre fiori stilizzati, visibile il Leone di San Marco che comproverebbe cos lanticolegame che unisce nel nome di San Marco i cropanesi con Venezia.

    Gimigliano - Il Santuario della Madonna di Porto

    Sommariamente riedificato dopo notevoli danneggiamenti nel 1947 e recentemente restaurato in occa-sione dei lavori per il Giubileo, il santuario mariano della Madonna di Porto sorge in una contradadistante circa 4 km dal centro del piccolo comune di Gimigliano, presso Catanzaro. Il luogo era ginoto al culto locale sorgendovi in passato unantica chiesa rurale costruita intorno al 1753. Lorigine del culto legataalla grave epidemia di peste che afflisse Sicilia e Calabria nel 1625-29 e ai numerosi frequenti terremoti che devasta-rono larea. Gli abitanti del piccolo centro di Gimigliano, devoti al culto gi diffuso dopo una apparizione miracolosanella citt di Napoli e in molti centri del regno rivolto a Maria, Madonna di Costantinopoli, e per via della fama deimiracoli operati, decise di affidarsi alla devozione e al patronato di unimmagine della venerata effige della vergineodigitria (colei che indica la via) di Costantinopoli per invocarne la protezione dalle epidemie sulle comunit locali.

    Santuari e luoghi di culto - Catanzaro

  • - 7 -

    La tradizione agiografica locale narra che due sacerdoti del posto, Matteo Scorza e Massimiliano Scozzafava, inca-ricarono di realizzare il dipinto di un ritratto devozionale della vergine a un artista minore originario del vicinocentro di Gagliano, tale Marco Pizzuto. Il pittore nel realizzare limmagine che rappresentava la Vergine col Bambinoin braccio, appena abbozzato il quadro, il giorno successivo come riferisce un cronista del tempo rimase sorpresovedendo compto il lavoro, non da mano umana, ma angelica. La notizia del miracolo della madonna achiropita(non dipinta da mano umana) si propag da allora tra i fedeli locali richiamando via via numerosi proseliti e dandocos origine al culto e alla venerazione popolare delleffige ritenuta miracolosa e oggetto di affollati pellegrinaggi.Limmagine sacra della vergine venerata nel santuario della Madonna di Porto di Gimigliano stata ufficialmentevisitata nel corso del sua visita in Calabria e nella diocesi di Catanzaro da Papa Giovanni Paolo II il 6 ottobre 1984.

    Pentone - Il Santuario di Maria SS. delle Grazie di Termini

    Pochi chilometri prima di giungere nel piccolo centro di Pentone, in uno slargo lungo la dorsaledel monte Furro, in posizione pittoresca tra il verde dei lecci e dei castagni da dove si colgono beipanorami, sorge la Chiesa-Santuario della Madonna di Termini, uno dei pi noti e frequentatiSantuari Mariani della Calabria, inserito per la sua importanza negli itinerari giubilari. Il culto della Madonnadi Termini particolarmente sentito nel territorio catanzarese e ogni anno la festa della Patrona, che si celebranella seconda domenica di settembre e in onore della quale si svolgono anche pittoresche luminarie, richiamanumerosi fed