Click here to load reader

DIARIO SPIRITUALE

  • View
    242

  • Download
    8

Embed Size (px)

DESCRIPTION

DIARIO SPIRITUALE di P. Francesco Maria della Croce Jordan

Text of DIARIO SPIRITUALE

  • PADRE FRANCESCO MARIA DELLA CROCEJORDAN

    DIARIO SPIRITUALE

  • PADRE FRANCESCO MARIA DELLA CROCE JORDAN

    DIARIO SPIRITUALE

    Dalla edizione in italiano del 1992, tradotta dalloriginale da Padre Angelo Sebastiano Capparella SDS

    Trascrizione curata dei Salvatoriani Laici di Roma Franco Altieri

    Roma Dicembre 2007

    Abbreviazione delle lingue usate nel Diario Spirituale

    A Arabo O Olandese E Ebreo P Polacco

    F Francese Po Portoghese

    G Greco S-C Serbo-Croato In Inglese Sir Siriano I Italiano S Spagnolo

    L Latino T Tedesco

  • Pag. 2 di 128

    * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

    Parte I 1875 - 1894

    * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

    I, 1 Approvo quanto la Chiesa approva e disapprovo

    quello che la Chiesa disapprova. (L) Fr. a Cr. 1901

    1 LUGLIO 1875 (S-C)

    O. A. M. D. G. E. A. S. A. Tutto per la maggior gloria di Dio e per la salvezza delle anime. (L)

    Alfa e Omega (G)

    Che cosa luomo perch te ne ricordi? Il Signore ha avuto piet del servo peccatore. Egli lha visitato con la sua grazia. Chi mai star contro di me, se il Signore con me? Convertitevi, voi popoli,alleterno Padre, al santo e giusto Dio. Voi lo avete provocato, e avete rigettato il vostro Creatore. Alzatevi e non indugiate, perch il Signore vicino! Il Giudice onnipotente, in giusta ira, si seduto sul suo s. Trono per giudicare i popoli, che calpestano la sua sposa acquistata con sangue prezioso! Convertitevi, popoli e nazioni, perch il Signore giudicher le generazioni. E tu, o Germania, perch sfidi il tuo Dio, perch disprezzi la sua sposa preziosa? Con ira veemente Egli pronuncer il suo s. Giudizio su di te. (T)

    I, 2 Elia Giovanni il Battista Paolo G. Cr., il Figlio di Dio ed il Redentore del mondo Mos presso Ietro nel Giona Se il mondo non ti odia, non puoi essere mio discepolo. (T)

    Prima che tu v almeno chiedi ill (illuminazione) conduci una s.v. (santa vita). Vivi solo con . (Dio) Vivi solo per . (Dio) Agisci solo per mezzo degli insegnamenti di (Dio). Abbi tratto solo con .. (Ges) ricevi spesso ogni respiro per Non far nulla senza confida solo tu potrai tutto con Prega prega prega .. (T)

  • Pag. 3 di 128

    2 LUGLIO (S-C)

    Perch, o uomo, cerchi la patria in terra straniera! Perch, o uomo, cerchi di piacere a coloro con i quali tu non puoi restare! Dirigi dunque in alto il tuo sguardo, dove gli amici eterni continuamente ti mostrano la patria celeste! Cerca di piacere a colui con il quale puoi rimanere sempre. (T)

    I, 3 O uomo, il mondo non ti deve assicurare mai la tranquillit, in santa testimonianza contro di te, ch esso non la tua patria! Strappa il tuo cuore da lui ed assapora lintuito della tua patria! Non ti rattristare se il mondo ti odia, perch lui il nemico di Dio! Non piangete se i figli di questo mondo vi perseguitano, ma piangete sul fatto che essi non conoscono il Signore! (T)

    8 LUGLIO (S-C)

    O uomo, rendi santo il tuo corpo, perch esso un tempio dello Spirito Santo! Gettati pazientemente nelle braccia del tuo Salvatore, quando nere nubi si posano su di te e quando freddo gelo invade il tuo cuore! O figlio, vieni e cammina con me, gusta la dolcezza del mio cammino! O figlio mio, dove vuoi andare, che cerchi? Io solo ti posso dare la vera tranquillit! (T)

    I, 4 Chiedi al tuo Signore e Dio che tutti gli uomini lo lodino e lo glorifichino quando, per mezzo suo, fai qualcosa di buono; e al contrario disprezzino te, indegno strumento. (T)

    Offri al tuo santo e grande Dio ogni giorno, almeno una volta, un sacrificio di preziosa mirra, specialmente la mortificazione. Non dimenticare mai qual razza di messaggeri del cielo santi, puri e gigliati taccompagnano molto vicino, per tutte le tue strade. - Oh! Non contristarli mai, ma mettiti in mezzo a loro e servi sempre come essi il tuo Padre amoroso. Riconosci, o uomo, la tua debolezza e buttati nelle braccia del tuo divin Redentore. Stai allerta ed esaminati in tutto il tuo fare, perch la superbia, velata di virt, non distrugga le tue buone opere; questo verme velenoso e pericoloso rode pi di tutto le opere altamente meritorie. (T)

    I, 5 La vera umilt la chiave con la quale tu apri i tesori di grazie del cielo. Alzati coraggiosamente, o pellegrino, quando inciampi nella scabrosa strada della vita. Dirigi verso il cielo i tuoi sguardi e cammina senza titubanze, finch tu sia arrivato alla porta della vita eterna. O viandante, non ti stancare e non ti scoraggiare, perch lAltissimo ti dar forza e ti protegger nel viaggio, pieno di fatiche e pericoli, verso il paradiso eterno. Quando, o Signore e Re del cielo e della terra, ti potr contemplare? Troppo lungo mi sembra il tempo finch io ti possa amare completamente nel cielo. Quanto tempo indulgerai ancora, o Padre, oh! potessi io gi essere unito del tutto a Te! (T)

    I, 6 Il mio spirito ha sete e forte desiderio di anime per guidarle la loro amoroso Dio e creatore. O uomo, salva la tua anima, abbi piet di essa e non la consegnare al severo giudizio di Dio. O creatura, guarda se c qualcosa di pi dolce che servire il Signore ed averlo come amico. O voi anime comperate a caro prezzo, vi potessi salvare, offrirei volentieri la mia vita. (T)

  • Pag. 4 di 128

    2 NOVEMBRE (S-C)

    Inizio della tribolazione ed afflizione. (L)

    Per quanto tempo ancora, Signore, lascerai che mi perseguitino le potenze delle tenebre? Quando le dissiper la tua onnipotenza affinch io possa annunciare la tua gloria? Che c di pi gravoso per un pellegrino di questa terra se non quando Dio si ritira da lui e lo abbandona a se stesso. (T)

    I, 7 La sua sorte somiglia a quella di un marinaio abbandonato che, nella notte nera, in mare solitario, abbandonato da tutti, su un fragile vascello, viene sballottato qua e l dalla tempesta e dal maltempo. I pericoli minaccianti da tutte le parti, mi spremono il grido di paura salvami, Signore, ch affondo. O Signore, accetta i giorni della mia tribolazione in espiazione della mia colpa. Giorno e notte grido a te ed come se tu non ascoltassi la mia supplica. Il dolore consuma la mia spoglia, eppure tu mi salverai presto. Anche se mavvolge notte di morte, io spero in te; e non sar confuso. Una stella brilla ancora per me, anche nella notte pi faticosa, che mi anticipa certamente la redenzione. (T)

    Ho sperato nel Signore, non sar confuso in eterno. (L)

    I, 8 15 NOVEMBRE (S-C)

    Come un bambino che, in tenera et, viene allontanato dai suoi cari genitori ed in terra straniera sente nostalgia della patria, cos desidera te, o cibo degli Angeli, il tuo inutile servitore. Quando, o pane della vita, rafforzerai tu le mie spossate forze? Quanto tempo ancora debbo attendere lontano da te, mia unica speranza, mia unica fiducia, tu, mio Unico e mio Tutto? Quando, o Signore, sar io totalmente unito a te; quando vivrai ed agirai solo Tu in me? Quando trasformerai tu, con la tua onnipotenza e con il tuo amore, questo corpo di morte in un corpo di vita che solo in te riposa e gode? (T)

    I, 9 Mi butto nelle tue braccia, o mio Salvatore e Redentore, con te, per te e per mezzo di te ed in te, voglio io vivere e morire. (T)

    16 NOVEMBRE (S-C)

    Glorifica, anima mia il Signore, perch la sua misericordia grande di generazione in generazione. Rallegratevi, voi Cherubini e Serafini, rallegratevi voi Angeli ed Arcangeli, rallegratevi, voi tutti Angeli del cielo, e glorificate il Signore; rallegratevi voi santi Apostoli ed Evangelisti, rallegratevi voi Patriarchi e Profeti, rallegratevi voi santi Martiri, rallegratevi voi santi giovani e Vergini, rallegratevi voi fanciulli innocenti, rallegratevi voi tutti Santi della corte celeste, rallegratevi ed esultate perch il Signore fa cose grandi in me; egli entrer nel suo indegno servo; per questo rallegratevi, esultate e stupite, il Signore mirabile. (T)

  • Pag. 5 di 128

    I, 10 DICEMBRE 1875 (S-C)

    Anche se i nemici assalgono con terribile furore e minacciano di ingoiarti, non temere, ch il Signore porr loro un limite e un termine; innalza il tuo cuore e tutti i tuoi pensieri a Dio, lui unicamente il tuo aiuto. Quando, o Signore, quando io tamer completamente - ! Oh! Abbatti questo muro di separazione, questostacolo, e consuma il mio cuore con il tuo. O Padre, guarda, come un orfano in un periglioso deserto, insidiato da bestie feroci, abbandonato da tutti i mortali non pu trovare salvezza che presso di te, e singhiozza e sospira, cos, o Signore, desidera, cos sospira, cos singhiozza verso di te il tuo indegno servo. (T)

    GENNAIO (S-C) Quando tu vuoi far qualcosa, domandati: a che serve questo per leternit? (T)

    I, 11 Sappi che tu sei totalmente consacrato a Dio; egli solo ha diritto e pretesa sulle tue facolt. Tu puoi dunque solo volere quando o perch Dio vuole. In tutto il tuo agire, non domandarti ci che tu vuoi, ma ci che Dio vuole da te. Sii sempre lieto e loda continuamente Dio, sopravvenga su di te quel che sia; anzi rallegrati sempre quando in te si compie la volont di Dio, sia per mezzo di prove, sia di afflizioni, sia di ricompense. Rimani sempre lo stesso, perch tu stai sotto la protezione dellAltissimo. Nulla turbi tanto il tuo cuore quanto il peccato, ti accada quel che sia. Non ti lasciar agitare da nulla e turbare la pace interiore; ma sii sempre pronto a percepire chiaramente la voce interiore. Stai sempre attento, se puoi fare qualcosa per la gloria di Dio e la salute delle anime, sii sempre pieno di coraggio, perch quello che pi debole in Dio, sempre pi forte di ogni potenza del mondo. (T)

    I, 12 O Padre, concedi che io muoia per te e per le anime riscattate a tanto caro prezzo. O Padre amorevolissimo, guarda, esse siedono in ombra di morte e non ti

Search related