Click here to load reader

DIRIGENTE SCOLASTICO - giordanobrunonola.gov.it · DIRIGENTE SCOLASTICO PROF. SSA CARMELA MARIA NAPOLITANO . 2 SOMMARIO Pag. 3 Chi siamo Dove siamo ... Pag. 26-35 Obiettivi educativi

  • View
    259

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of DIRIGENTE SCOLASTICO - giordanobrunonola.gov.it · DIRIGENTE SCOLASTICO PROF. SSA CARMELA MARIA...

1

Unione Europea

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE

GIORDANO BRUNO-FIORE NOLA (NA)

PIANO DELLOFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2014/2015

DIRIGENTE SCOLASTICO PROF.SSA CARMELA MARIA NAPOLITANO

2

SOMMARIO

Pag. 3 Chi siamo Dove siamo

Pag. 4 Il territorio Pag. 6 La MISSION e la VISION dellIstituto Comprensivo

Pag. 7 Organigramma

Pag. 8-9-10 Elenco docenti e ATA Pag. 11-12-13-14 -Organigramma Compiti

Pag. 15 Coordinatori Pag. 16 Popolazione scolastica

Pag. 17 Spazi e risorse G. Bruno Pag. 18 Spazi e risorse plesso M. Fiore

Pag. 19 Offerta formativa G. Bruno Pag. 20 Modello Organizzativo scuola dellInfanzia e Primaria

Pag. 21-22Curricolo scuola dellinfanzia Pag. 23-24 Organizzazione dellattivit scolastica della scuola primaria Pag. 25 Bisogni formativi e finalit Pag. 26-35 Obiettivi educativi della Scuola Primaria

Pag. 36 Organizzazione scolastica della scuola secondaria di primo grado M. Fiore di Polvica di NOLA

Pag. 37 Organizzazione scolastica della scuola secondaria di primo grado

G. Bruno di Nola Pag. 38 Organizzazione ed attivit del Centro EDA

Pag. 39 Obiettivi di apprendimento disciplinari scuola secondaria di primo grado

Pag. 47 Calendario Scolastico 2014/2015 Pag. 48 Progetti di ampliamento dellofferta formativa

Pag. 51 Autoanalisi e Autovalutazione Pag. 53 Valutazione degli apprendimenti

Pag. 54 Strumenti per la valutazione del comportamento Pag. 55 Patto di corresponsabilit

Pag. 59 Statuto degli studenti e delle studentesse

3

CHI SIAMO Note storiche

LIstituto Comprensivo nasce nel 2008 dallaccorpamento tra la scuola media G.Bruno di Nola, una delle pi antiche del territorio fondata nel 1940/1941, e

la scuola M. Fiore fondata negli anni 1990 nella frazione di Polvica di Nola. La Scuola Media G. Bruno prende il nome dallomonimo filosofo, la scuola

M.Fiore prende il nome dal Maggiore del Genio Cav. Mario Fiore (1886-1918)

DOVE SIAMO

I.C. BRUNO-FIORE

AD INDIRIZZO INFORMATICO, LINGUISTICO, MUSICALE Centro Territoriale Permanente per lEducazione in Et Adulta

Sede Centrale Via Puccini, 1 80035 Nola (NA) telefax. 081/8231301

Succursale plesso FIORE Polvica di Nola telefax 0818210015

Cf. : 92019700639 - cod. mecc. : NAMM35600L

E-Mail : [email protected]

mailto:[email protected]

4

Il territorio Analisi del territorio

ANALISI DEL CONTESTO Socio -Economico

Nola una cittadina con una superficie territoriale di 39 Km e circa 33.000 abitanti. Punto di attrazione socioeconomica dei paesi circostanti, ospita

importanti uffici statali : Tribunale , Pretura, Ufficio del Registro, Imposte Dirette, INPS, Ufficio Scavi della Soprintendenza Archeologica, nonch la

struttura di vendita all'ingrosso pi importante del Mezzogiorno (CIS). E' sede di Distretto scolastico e vi insistono numerosi istituti dei vari gradi di

istruzione. Il settore di economia prevalente quello terziario, con presenze importanti

di molti insediamenti industriali concentrati nel distretto "CIS-Interporto-Vulcano Buono".

Questi insediamenti produttivi hanno portato nel tempo ad un significativo

aumento del numero di abitanti sia nella citt che nelle frazioni. A ci si aggiunge anche un crescente flusso migratorio che ha alterato lidentit

urbanistica e socioculturale preesistente. Importante si fa, infatti, la presenza di extracomunitari(arabi, africani, asiatici,) e dell'Est Europea in particolare

nelle frazioni. La popolazione scolastica dellIstituto Comprensivo assume connotazioni

diverse tra Centro e periferia. In periferia, a Polvica di Nola, prevalgono fasce di popolazione dedita allagricoltura e quindi la popolazione scolastica in gran

parte costituita da figli di contadini ed operai del vicino Polo industriale e commerciale. Nel Centro prevale la presenza di impiegati del settore pubblico e

privato e figli di professionisti. Rilevante anche la presenza di nuclei familiari che versano in gravi condizioni di disagio socio-economico dovuto alla

disoccupazione degli adulti componenti il nucleo familiare o a fenomeni di svantaggio culturale, insofferenza verso le istituzioni , disadattamento ed

isolamento dalla vita della comunit. Gli allievi provenienti da questi nuclei

familiari rifiutano il dialogo educativo e mettono in atto comportamenti che portano a qualificarli come alunni che necessitano di BES. Gran parte degli

allievi provenienti dalla periferia o dai nuclei familiari citati utilizza come lingua principale per la comunicazione il dialetto, per cui presenta difficolt di

comprensione e di comunicazione in lingua italiana che rendono difficoltoso il dialogo formativo. LIstituto Comprensivo attrae un gran numero di allievi

interessati a frequentare i corsi dedicati allapprendimento della musica. La scuola, prima del territorio, da alcuni decenni ha nella sua offerta formativa

lapprendimento delle tecniche di suono di alcuni strumenti musicali.

RAPPORTI CON IL TERRITORIO. La Scuola:

si propone come agenzia formativa di fondamentale importanza rispetto al territorio con il quale interagisce;

stabilisce una vasta rete di rapporti con i genitori, lAmministrazione

Comunale, la Protezione Civile, la Pro-loco, lASL; si raccorda con associazioni religiose, culturali, sportive, ambientali e di

volontariato con lobiettivo di promuovere al suo interno iniziative che abbiano una ricaduta educativa;

promuove attivit di continuit ed orientamento con le altre scuole. La Scuola si propone come

5

La MISSION e la VISION dellIstituto Comprensivo Con il termine Mission si indica il mandato e gli obiettivi strategici della

Scuola dettati dalla normativa nazionale e internazionale oltre che dalla Costituzione. La missione della nostra Scuola quella di:

garantire a ciascuno il diritto allo studio formare lUomo e il Cittadino (come previsto dalla Costituzione Italiana) con

solide basi a livello di: conoscenze culturali nei saperi fondanti, nelle nuove

tecnologie, nelle competenze socio-relazionali ed emotivo affettive sviluppare competenze di cittadinanza ispirate ai valori della partecipazione

democratica, della responsabilit e dellautonomia, dellimpegno personale, dei diritti/doveri costituzionalmente sanciti, dellaccoglienza e integrazione delle

diversit che caratterizzano la persona umana. La Vision dellIstituto esplicita ci che la nostra Scuola intende progettare e

realizzare, cosa si propone di fare per rispondere ai fini e ai valori della Mission.

LIstituto Comprensivo considerati: -la presenza di tre ordini di scuola

-di alunni dai 3 ai 15 anni -di una di alunni con cittadinanza non italiana

-di una elevata percentuale di alunni certificati DSA -i livelli di apprendimento rilevati

si propone quanto segue:

incrementare il successo scolastico e lintegrazione scolastica di ciascun alunno rafforzarne il senso di appartenenza alla comunit scolastica e alla collettivit

locale, provinciale, regionale, nazionale e internazionale secondo i valori costituzionali e i Documenti Internazionali. Consolidare il patto di

corresponsabilit educativa e di collaborazione con le famiglie e le altre realt formative del territorio.

Gli strumenti e le attivit da metter in essere sono esplicitati nel Piano dellOfferta Formativa che la carta didentit della scuola: in esso vengono

illustrate le linee distintive dellistituto, lispirazione culturale-pedagogica che lo muove, la progettazione curriculare, extra curriculare, didattica ed

organizzativa delle sue attivit. Lautonomia della scuola si esprime nel POF attraverso la descrizione :

1. delle discipline e delle attivit liberamente scelte dalla quota di curricolo loro riservata;

2. delle possibilit di opzione offerte agli studenti e alle famiglie;

3. delle discipline e attivit aggiuntive nella quota facoltativa del curricolo; 4. delle azioni di continuit, orientamento, sostegno e recupero corrispondenti

alle esigenze degli alunni concretamente rilevate; 5. dellarticolazione modulare dei monte ore annuali di ciascuna disciplina e

attivit; 6. dellarticolazione modulare di gruppi di alunni provenienti dalla stessa o da

diverse classi; 7. delle modalit e dei criteri per la valutazione degli alunni;

8. dellorganizzazione adottata per la realizzazione degli obiettivi generali e specifici dellazione didattica;

9. dei progetti di ricerca e sperimentazione. Il Piano dellOfferta Formativa stato progettato per rendere l'offerta

formativa sempre pi rispondente al patto educativo tra scuola, famiglia e

6

territorio, in coerenza con quanto previsto dal POF e nel rispetto delle priorit

emerse dall'Autodiagnosi, tenuto conto anche degli esiti delle prove INVALSI e

delle verifiche periodiche sul rendimento scolastico. Gli obiettivi formativi

comuni a tutta lOfferta formativa sono:

Lelaborazione annuale dei piani di offerta formativa oggi loccasione per le istituzioni scolastiche di dotarsi di percorsi formativi individualizzati e

caratterizzanti (i piani di studio personalizzati) che, pur aderendo agli obiettivi generali ed educativi definiti a livello nazionale, raccolgono e rispondono

allesigenza del contesto culturale, sociale ed economico in cui le scuole

operano.

7

8

ELENCO DEI DOCENTI 2014/2015

1 ALAIA REGINA (Sostegno) PRIMARIA

2 ACIERNO PASQUALE ED. MUSICALE

3 ADDEO ANNA MARIA INFANZIA

4 ALFIERI MARIA GRAZIA PRIMARIA

5 APPIERTO ADRIANA MATERIE LETTERARIE

6 ARIANIELLO GAETANO ED ARISTICA

7 AVELLA BARTOLOMEO SOSTEGNO

8 BALESTRA EMILIA COLL.SCOL.

9 BARBATO NICOLA ED.TECNICA

10 BARBATO ROSALIA SOSTEGNO

11 BARBATO ROSA INFANZIA

12 BIAGIONE CATERINA MATERIE LETTERARIE

13 BIFULCO FILOMENA PRIMARIA

14 BUSSONE MARZIA MATEMATICA

15 CACCAVALE GIANFRANCO MATEMATICA

16 CALAFIORE ANTONIETTA PRIMARIA

17 CAMPOSANO FAUSTA GLORIA PRIMARIA

18 CAMPOSANO FAUSTA GLORIA PRIMARIA

19 CAPPA MARIA CTP

20 CAPRARA TIZIANA (Sostegno) PRIMARIA

21 CARPINO RACHELE INGLESE

22 CARUSO MARIA ITALIANO

23 CERVONE CONCETTA COLL.SCOL.

24 CICCONE NICOLETTA INFANZIA

25 COMUNE ANTONIO FRANCESCO STRUMENTO MUS. TROMBA

26 CORBISIERO GIUSEPPINA CTP INGLESE

27 CORCIONE MICHELE SOSTEGNO

28 CRAVIOLATTI MARIA PIA ED.TECNICA

29 DAMIANO NICOLETTA SOSTEGNO

30 DE LUCA RAFFAELE COLL.SCOL.

31 DE CRESCENZO CARMELA PRIMARIA

32 DE LUCIA GIANCARLO (sostegno) PRIMARIA

33 DE LUCIA GIANCARLO SOSTEGNO

34 DE LUCIA CARMELA MATEMATICA

35 DE LUCIA ASSUNTA COLL.SCOL.

36 DE LUCIA SALVATORE COLL.SCOL.

37 DE LUCIA VINCENZO COLL.SCOL.

38 DE RISI FRANCESCO ED.FISICA

39 DE SARNO ANNA PRIMARIA

40 DELLE DONNE GIOVANNA MAT. LETT.

9

41 DI LAURO LUIGI MAT. LETT.

42 DI NAPOLI ANGELA MATEMATICA

43 DI PALMA GIUSEPPINA C.T.P. LETTERE

44 ESPOSITO ASSUNTA INFANZIA

45 ESPOSITO GIULIA ATA

46 FRESEGNA CLOTILDE PRAT.STR.MUS. TROMBA

47 GAETANO ANTONIO ARTE E IMMAGINE

48 GAETANO CHIARINA SOSTEGNO

49 GALASSO REGINA MAT.LETT.

50 GALLO MAURIZIO SCIENZE E MAT.

51 GALLUCCI ERNESTO ED.FIS.

52 GATTA GIOVANNA SOSTEGNO

53 GATTA AGNESE INFANZIA

54 GESUALDO MARIA ROSARIA MATEMATICA

55 IOVINO ANNA CARMELA MAT.LETT.

56 IOVINO MARIA MAT.LETT.

57 IOVINO CARMINE COLL.SCOL.

58 MAIELLA MARIA ANTONIETTA MAT.LETT.

59 MARITATO SILVANA PRIMARIA

60 MAROTTA ANNA RELIGIONE

61 MASCOLO MARIA PRIMARIA

62 MASCOLO MARIA PRIMARIA

63 MAZZOCCA CARMELINA PRIMARIA

64 MEO GIUSEPPINA LETTERE

65 MEO PIETRO (CTP) COLL.SCOL.

66 MEO ANNA ATA

67 MIRANDA MARIA INGLESE

68 MUOLLO STEFANIA LINGUA STRAN.SPAGNOLO

69 NAPOLITANO NUNZIA PRAT.STR.MUS. CHITARRA

70 NAPOLITANO SALVATORE CTP INFORMATICA

71 NAPPI LILIANA LINGUA STRAN.INGLESE

72 PEDALINO ANNA ATA

73 PELUSO ANNAMARIA (Sostegno) PRIMARIA

74 PELUSO FILOMENA COLL.SCOL.

75 PERITORE FRANCESCA INFANZIA

76 PICAZIO MICHELA FRANCA PRIMARIA

77 POLLICINO ANIELLO COLL.SCOL.

78 PREITE GIUSEPPA FRANCESE

79 PREVETE GIOVANNI COLL.SCOL.

80 PRIGNANO ROSANNA SOSTEGNO

10

81 PRINCIPATO MARIA ANTONIETTA INGLESE

82 RANIA RAFFAELA SOSTEGNO

83 RAPA ANTONELLA INFANZIA

84 RICCIARDIELLO ANNA (Sostegno a.t.d.) PRIMARIA

85 RICCIARDIELLO ANNA INFANZIA

86 ROMANO NENSI ED MUSICALE

87 ROMANO RACHELE TECNOLOGIA

88 ROSELLA ANTONELLA MAT.LETT.

89 SALAPETE MICHELE STRUMENTO MUS. FLAUTO

90 SANTANIELLO SALVATORE ATA

91 SORICE ANNA (Inglese) PRIMARIA

92 SORRENTINO FRANCESCO PRAT. STR.MUS. PIANOFORTE

93 SOSTO ARCHIMIO ANDREA PRAT.STR. CHITARRA

94 SPAMPANATO ROSA GIUSEPPINA MAT.LETT.

95 STEFANILE CONCETTA PRIMARIA

96 TORTORA ANNA MARIA SOSTEGNO

97 TORTORA FRANCESCA FRANCESE

98 TRIDENTI FILOMENA COLL.SCOL.

99 TUCCILLO M.TERESA (Religione) PRIMARIA

100 TUCCILLO ANTONIO ED.FISICA

101 VACCHIANO ELENA SCIENZA E MAT.

102 VASCO LUIGIA MAT.LETT.

103 VENERUSO LUCIA ED,MUSICALE

104 VINCENTI VITA INFANZIA

105 VISCARDI RAFFAELA PRAT.STRUMENTO VIOLINO

ELENCO PERSONALE ATA 2014/2015

DSGA PETRILLO GIACOMO "Bruno" Nola

ASS. AMM. ESPOSITO GIULIA "Bruno" Nola

ASS. AMM. MEO ANNA "Bruno" Nola

ASS. AMM. PEDALINO ANNA "Bruno" Nola

ASS. AMM. SANTANIELLO SALVATORE "Bruno" Nola

COLL. SCOLASTICI BALESTRA EMILIA "Bruno" Nola

COLL. SCOLASTICI MEO PIETRO (CTP) "Bruno" Nola

COLL. SCOLASTICI POLLICINO ANIELLO "Bruno" Nola

COLL. SCOLASTICI PREVETE GIOVANNI "Bruno" Nola

COLL. SCOLASTICI TRIDENTI FILOMENA "Bruno" Nola

COLL. SCOLASTICI CERVONE CONCETTA Fiore Polvica di Nola

COLL. SCOLASTICI DE LUCA RAFFAELE Fiore Polvica di Nola

COLL. SCOLASTICI DE LUCIA ASSUNTA Fiore Polvica di Nola

COLL. SCOLASTICI DE LUCIA SALVATORE Fiore Polvica di Nola

COLL. SCOLASTICI DE LUCIA VINCENZO Fiore Polvica di Nola

COLL. SCOLASTICI IOVINO CARMINE Fiore Polvica di Nola

COLL. SCOLASTICI PELUSO FILOMENA Fiore Polvica di Nola

11

COMPITI

ORGANIGRAMMA

DIRIGENTE SCOLASTICO : prof.ssa Carmela Maria Napolitano DIRETTORE S.S. GEN. E AMM/VI: Giacomo Petrillo

Collaboratori : Scuola Secondaria di Primo Grado G.BRUNO

Prof.ssa DI NAPOLI A. (vicaria) Prof.ssa ROMANO R.(collaboratore)

PLESSO FIORE POLVICA di Nola Scuola Secondaria di Primo Grado

Prof.ssa Vacchiano Elena fiduciario responsabile del plesso Prof.ssa Galasso R. seconda collaboratrice

PRIMARIA

Maestra Maritato Silvana responsabile della scuola primaria

INFANZIA

Maestra ESPOSITO A. responsabile della scuola dellinfanzia

Comitato di valutazione Scuola Primaria/Infanzia

Maestra Maritato Silvana Membro effettivo

Maestra Esposito Assunta Membro effettivo

Maestra Barbato Rosa Membro supplente

Maestra Calafiore Antonietta Membro supplente

Scuola Secondaria di I Grado

Prof.ssa Rosella Antonella Membro effettivo

Prof.ssa Maiella Maria Antonietta Membro effettivo

Prof.ssa Bussone Marzia Membro supplente

FUNZIONI STRUMENTALI Ambito 1 Gestione POF e qualit del servizio scolastico proff. SPAMPANATO R., GALLUCCI E. per il plesso di Polvica di Nola

Ambito 1-gestione POF

Progettare e coordinare le attivit educative e didattiche connesse al POF; Monitorare con rilevazioni periodiche landamento dei progetti ed altre

attivit finalizzate al miglioramento ed ampliamento dellofferta formativa;

Valutazione di istituto in funzione di verifica, correzione e sviluppo delle scelte del POF (Condivisione con larea 2 e con il nucleo di valutazione);

Revisione e aggiornamento del POF in relazione alle innovazioni introdotte dalla riforma;

Monitoraggio in itinere e finale delle attivit progettuali; Coordinamento e supporto delle attivit extracurriculari;

Progettazione e coordinamento attivit di valutazione; Revisione dossier delle competenze;

12

Pianificazione degli incontri con le famiglie e con i docenti al fine di

confrontarsi sullandamento del POF-Informazioni alle famiglie al fine di illustrare i percorsi educativi e didattici offerti;

Assicurare efficientemente il raccordo progettuale tra scuola dellinfanzia e scuola primaria;

Partecipare alle riunioni dello staff della Dirigenza; Collaborare con le altre funzioni strumentali al fine di migliorare la qualit

del servizio scolastico;

Partecipazioni a incontri di formazione promosse dal Polo Qualit di Napoli, nonch ad altre iniziative utili proposte dal MIUR;

Gestione sito web prof. Gallucci; Attivit in qualit di componente dellunit di autovalutazione prof.ssa

Spampanato Rosa

Ambito 2 Sostegno lavoro ai docenti prof.ssa Rosella A. sede Centrale - Galasso R plesso Polvica di Nola

Analisi dei bisogni formativi e gestione del Piano di formazione ed aggiornamento;

Organizzazione logistica Indicazione e/o fornitura di modulistica per la realizzazione della

programmazione scolastica, griglie di valutazione, software per prove strutturali ed altra documentazione per il lavoro dei docenti;

Gestione delle attivit preparatorie e conclusive dello svolgimento delle

prove Invalsi; Gestione dei contatti Web con lInvalsi;

Cura della documentazione educativa; Costruire contesti stimolanti per le attivit dei docenti;

Adeguare le scelte didattiche ai cambiamenti in atto; Raccolta e archiviazione dei materiali didattici e informatici prodotti

dallIstituto o provenienti da altri; Supporto alla progettazione dei progetti PON/ POR/FESR;

Accoglienza nuovi docenti; Collaborazione con le altre funzioni strumentali al fine di migliorare la

qualit del servizio scolastico; Indire riunioni periodiche con le altre funzioni al fine del confronto e della

pianificazione degli interventi da mettere in essere; Responsabili laboratori di informatica ciascuna per la propria sede.

Ambito 3 Interventi a sostegno per il successo formativo degli alunni prof.ssa MAIELLA per il plesso di Polvica di Nola

Accertare i bisogni formativi degli alunni - mappa dei bisogni; Ricognizione delle offerte disponibili sul territorio;

Interventi e servizi per gli alunni finalizzati al contenimento della dispersione scolastica ed alla piena integrazione degli alunni ;

Coordinare e supportare le attivit e gli interventi rivolti agli studenti; Verificare la coerenza delle uscite didattiche con le programmazioni

educative; Predisporre e/o coordinare attivit di orientamento in ingresso ed in uscita,

costruire rapporti di collaborazione con gli altri ordini di scuola; Promuovere la costruzione dei curricoli in verticale;

Predisporre azioni dirette ed indirette di orientamento e tutoraggio;

13

Costruzione e coordinamento delle attivit di compensazione, integrazione

e recupero; Promozione del rinnovamento della didattica anche mediante lutilizzo di

tecnologie informatiche e multimediali ; Collaborare con le altre funzioni strumentali al fine di migliorare la qualit

del servizio scolastico; Partecipare alle riunioni dello staff della Dirigenza;

Svolgere il proprio incarico al di fuori dellorario di servizio

Indire riunioni periodiche con le altre funzioni al fine del confronto e della

pianificazione degli interventi da mettere in essere .

Ambito 4- Rapporti con gli enti esterni

prof.ssa ROMANO N. per la sede Centrale di Nola Superamento dellisolamento istituzionale della scuola;

Valorizzazione delle risorse umane, strumentali, ambientali, economiche, culturali, associazionistiche ed artistiche presenti sul territorio;

Coordinamento delle attivit di progettazione e ampliamento dellofferta formativa;

Raccordo scuola- territorio; Coordinamento progetti esterni;

Promozione e partecipazione ad iniziative culturali; Coordinamento visite guidate e viaggi di istruzione;

Accordi con lAgenzia dei bus individuata nella gara; Accordi con i responsabili che accolgono gli alunni nelle visite guidate;

Distribuire informativa alle famiglie degli alunni, raccogliere e custodire le autorizzazioni;

Deve provvedere alla diffusione interna ed esterna dei prodotti scolastici in

accordo con le altre Funzioni; Dovr svolgere il proprio incarico al di fuori dellorario di servizio, deve

indire riunioni periodiche con le altre funzioni al fine del confronto e della pianificazione degli interventi da mettere in essere.

Ambito 5:Integrazione e sostegno alla persona( Diversamente abili, BES, DSA)

Coordinamento degli insegnanti di sostegno scuola primaria e secondaria di primo grado;

Supporto ai nuovi colleghi nella misura necessaria ad un positivo inserimento nella scuola;

Contattare, definire e coordinare i rapporti con gli operatori ASL ed enti locali per i casi segnalati o certificati;

Cura della documentazione riguardante gli alunni disabili: aggiornamento e

archiviazione; Coordinamento di GLH operativi e GLH dIstituto;

Responsabile sussidi didattici alunni disabili; Consulenza per la stesura della documentazione (P.D.F.-, P.E.I.,

Programmazione Individualizzata, Verifica della programmazione, sia in itinere che finale) relativa agli allievi individuati ai sensi della legge 104/92;

Consulenza su questioni specifiche relative ad alunni in difficolt dapprendimento (DSA);

Formulazione di materiale su: disturbi Specifici di Apprendimento; Controlla la stesura dei Piani Didattici Personalizzati degli alunni ;

14

Favorisce la Partecipazione a corsi di aggiornamento su temi concernenti

lintegrazione scolastica; Cura i rapporti con gruppi di lavoro interni allI.C.;

Cura i rapporti con enti esterni (ASL - CTS); Coordina gli incontri tra assistenti sociali, servizi socio-sanitari e referenti

di plesso; Ricerca materiale utile allautoaggiornamento dei docenti di sostegno;

Resoconto degli incontri con equipe di riferimento;

Prepara la Modulistica inerente la disabilit: modulo di segnalazione, PDF, PEI

Collabora con il Dirigente Scolastico per la tempestiva informazione sulle problematiche emergenti e per laggiornamento della parte del POF inerente

la Funzione Strumentale attribuita; Incontri di coordinamento tra FF.SS.;

Stesura della relazione finale sul lavoro svolto durante il corrente anno scolastico.

COMMISSIONI

Commissione orario:

- proff.sse Romano N., Di Napoli A. per la sede Centrale; - prof.ssa Galasso; per il plesso di Polvica di Nola;

- maestra Stefanile scuola primaria plesso di Polvica;

Commissione continuit - proff.sse Caruso, Iovino AC e Biagione.

Referente Trinity: - Carpino R. e Principato sede Centrale Nola

Ed. sanitaria, ambientale e alimentare: - prof.ssa De Lucia C. sede Centrale Nola

- prof. Caccavale plesso di Polvica di Nola

Ref. Ed. alla legalit, alla solidariet, pace e diritti umani:

Prof.ssa Marotta

Ref. Laboratorio grafico-pittorico Prof. Gaetano A. Sede Centrale di Nola

Prof. Arianiello Scuola Secondaria Primo Grado plesso di Polvica

Referente per la sicurezza R.S.S.P per entrambi i plessi il prof. GALLUCCI

Ref. Palestra: prof. TUCCILLO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO BRUNO NOLA

prof. GALLUCCI SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO FIORE Polvica di NOLA

15

ELENCO DEI COORDINATORI

CLASSI PRIME-SECONDETERZE MEDIA a.s. 2014-15

1 A SPAMPANATO ROSA

1 B BUSSONE MARZIA 1 C ROSELLA ANTONELLA

1 D GESUALDO MARIA ROSARIA

1 F DELLE DONNE GIOVANNA 1 G NAPPI LILIANA

2 A DI NAPOLI ANGELA 2 B CARPINO RACHELE

2 C DE LUCIA CARMELA 2 D PRINCIPATO ANTONIETTA

2 F VASCO LUIGIA 2 G IOVINO MARIA

3 A DI LAURO LUIGI 3 B CARUSO MARIA

3 C IOVINO ANNA CARMELA 3 D APPIERTO ADRIANA

3 E BIAGIONE CATERINA 3 F MAIELLA M.A.

3 G GALASSO REGINA

Coordinatore della pratica strumentale Acierno

Coordinatrice del Centro EDA prof.ssa Corbisiero

16

POPOLAZIONE SCOLASTICA ANNO SCOLASTICO 2014/2015

SCUOLA DELLINFANZIA

CLASSE SEZIONE N ALUNNI

I A 25

II B 24

III C 25

TOT. N 74

TOTALE ALUNNI: N 74 ALUNNI D.A. N1

SCUOLA PRIMARIA

I II III IV V

A 15 A 17 A 16 A 19 A 16

B 15 B 17 B 18 B 15 B 21

TOT. 30 TOT. 34 TOT. 34 TOT. 34 TOT.37

TOTALE ALUNNI: N 169 ALUNNI D.A. N5

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO G. BRUNO NOLA

I II III

A 31 A 26 A 24

B 32 B 27 B 27

C 28 C 22 C 24

D 12 D 12 D 20

E 17

TOT. N 113 TOT. N 87 TOT. N 112

TOTALE ALUNNI: N 312 ALUNNI D.A. N 10

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO FIORE POLVICA DI NOLA

I II III

F 18 F 17 F 15

G 18 G 19 G 16

TOT. N 36 TOT. N 36 TOT. N 31

TOTALE ALUNNI: N 103 ALUNNI D.A. N 4

TOTALE ALUNNI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO: 312+103=

415 ALUNNI D. A. N14

TOTALE ALUNNI ISTITUTO COMPRENSIVO: 658 D.A. 20

17

SPAZI E RISORSE STRUTTURALI

PLESSO G. BRUNO A. SPAZI COMUNI

Sono a disposizione: AULA MAGNA, con circa 80 posti, dotata di impianto di videoproiezioni ed

apparecchiature di amplificazione; 2 PALESTRE COPERTE, con campo polifunzionale, rete da palla a volo,

canestri per la palla a canestro; SPAZI POLIVALENTI ESTERNI quali la PALESTRA SCOPERTA, con campo

polifunzionale.

B. LABORATORI LIstituto dotato di laboratori ben attrezzati al fine di attuare una didattica

orientata allapprendimento efficace delle competenze 13 AULE dove ciascuna classe svolge la sua attivit normale

LABORATORIO MULTIMEDIALE LINGUISTICO: fornito di postazioni di personal computer in numero tale da permettere a tutta

la classe l'esercitazione immediata sugli argomenti trattati, attrezzati anche

con lavagna interattiva e stampanti a getto d'inchiostro e laser; LABORATORIO DI INFORMATICA con 21 postazioni complete e LIM per lezioni

interattive; LABORATORIO MULTIMEDIALE per la formazione ed autoformazione del

personale LABORATORIO DI SCIENZE con banchi e postazioni complete per

esperimenti; BIBLIOTECA;

VIDEOTECA;

C. ALTRI STRUMENTI Aula informatica per docenti attrezzata con pc portatili e LIM

Altri computer sono installati in alcune aule in cui sono presenti le LIM, in vicepresidenza, in segreteria e sono dotati di alcuni scanner e masterizzatori.

In particolare

6 pc completi in segreteria con collegamento internet 1 pc in vicepresidenza con collegamento internet

1 video proiettore 1 televisori con video VHS e DVD

cablaggio della scuola con rete wireless

18

PLESSO M. FIORE PRIMO GRADO

A. SPAZI COMUNI Sono a disposizione:

AULA MENSA utilizzata anche per riunioni, con circa 120 posti, dotata di impianto di videoproiezioni ed apparecchiature di amplificazione;

1 PALESTRA COPERTA, con campo polifunzionale, rete da palla a volo, canestri per la palla a canestro;

SPAZI ESTERNI quali 2 campi da calcetto.

B. LABORATORI

LIstituto dotato di un laboratorio attrezzato al fine di attuare una didattica orientata allapprendimento efficace delle competenze

6 AULE dove ciascuna classe svolge la sua attivit normale LABORATORIO DI INFORMATICA con 21 postazioni complete

1 aula LIM per lezioni interattive; LABORATORIO DI SCIENZE;

LABORATORIO DI ARTISTICA; BIBLIOTECA;

VIDEOTECA;

C. ALTRI STRUMENTI Altri computer sono installati:

1 pc portatile in vicepresidenza con collegamento internet

1 pc portatile nellaula LIM 2 video proiettore

PLESSO M. FIORE INFANZIA E PRIMARIA

A. SPAZI COMUNI

Sono a disposizione: AULA MENSA

B. AULE e LABORATORI 9 AULE dove ciascuna classe svolge la sua attivit normale

LABORATORIO DI INFORMATICA con 21 postazioni complete 1 aula LIM per lezioni interattive;

LABORATORIO DI ARTISTICA;

C. ALTRI STRUMENTI

Altri computer sono installati: 1 pc portatile nellaula LIM

19

OFFERTA FORMATIVA G. Bruno

CARATTERISTICHE DELLOFFERTA FORMATIVA Servizi offerti dalla scuola La scuola, dopo unattenta analisi dei bisogni della Comunit, offre i seguenti servizi :

Lingue studiate: inglese obbligatorio e francese o spagnolo

Corso musicale ad indirizzo specifico e diversificato: flauto, chitarra, violino, pianoforte, tromba e clarinetto.

20

MODELLO ORGANIZZATIVO

SCUOLA DELLINFANZIA SCUOLA PRIMARIA La scuola dellinfanzia organizzata

secondo il modello della sezione. Nella sezione operano:

Due insegnanti che si alternano

nellorario antimeridiano e pomeridiano.

Un insegnante di religione( Tuccillo Maria Teresa) nelle sezioni I B e III A e unaltra (Peritore Francesca)

nella sezione II B. Un insegnante di sostegno per un

bambino diversamente abile nella sez. II C.

Settimana tipo

Dal luned al venerd: 8,30 ingresso

16,30 uscita Sabato

8,30 ingresso 13,05 uscita

La scuola primaria organizzata su un

orario settimanale di 27 ore settimanali comprensive della lingua straniera e di religione cattolica.

Settimana tipo

Dal luned al sabato per 27 ore -08.10 ingresso

-12.40 uscita

ORARIO SETTIMANALE

SCUOLA DELLINFANZIA SCUOLA PRIMARIA Dal luned al venerd: Orario docenti :

Turno antimeridiano 8,25 - 12,30 Turno pomeridiano 11,30 16,30 Sabato: Orario docenti

Turno antimeridiano 8,25 13,05 RISORSE STRUTTURALI

La scuola dellinfanzia si compone di tre aule nelle quali si svolgono tutte le attivit didattiche, compresi i laboratori.

Consta, inoltre, di un aula nella quale i bambini espletano le attivit psicomotorie

e ricreative. E anche presente un saloncino adibito a sala gioco e un ampio refettorio per il pranzo. I suddetti spazi

sono situati tutti al piano terra delledificio e si affacciano su un atrio

ampissimo dove c la scala e lascensore che conducono al piano superiore e una

guardiola C allesterno delledificio uno spazio verde non attrezzato.

Limpegno temporale settimanale cos suddiviso:

Insegnamento frontale h 22 Programmazione e verifica h 02

Totale h 24

Settimanalmente i docenti si incontrano

per programmare e/o organizzare le attivit didattiche

RISORSE STRUTTURALI

La scuola Primaria si compone di 11 aule ,tre situate al piano inferiore e 8 al primo

piano. In esse si svolgono sia le attivit didattiche sia i laboratori linguistico , pittorico - manipolativo, video - musicale,

e scientifico. Unaula riservata per interventi individualizzati, unaltra aula

riservata per il laboratorio di creativit . Inoltre, al l piano superiore c un salone

per le attivit psicomotorie. Infine c un laboratorio informatico situato al piano terra, vicino a una stanza adibita a

deposito. RISORSE MATERIALI

La scuola dotata di una biblioteca

21

CURRICOLO SCUOLA DELLINFANZIA CAMPI DI ESPERIENZA

I DISCORSI E LE PAROLE

COMUNICAZIONE-LINGUA-CULTURA

OBIETTIVI Tre anni 1. Sviluppare la capacit di ascolto e comprensione dei messaggi verbali.

2. Sviluppare la capacit di esprimere emozioni richieste Quattro anni 1. Utilizzare il linguaggio per rappresentare la realt per esprimere limmaginario, per regolare il comportamento altrui. 2. Sviluppare la capacit di esprimere emozioni. Cinque anni

1. Sviluppare la capacit di descrivere gli avvenimenti secondo lesatta successione temporale (prima-dopo) e collocazione spaziale. 2. Sviluppare un repertorio linguistico adeguato alle esperienze. CAMPO DI ESPERIENZA: LA CONOSCENZA DEL MONDO

ORDINE-MISURA-SPAZIO-TEMPO-NATURA OBIETTIVI

Tre anni 1. Raggruppare oggetti in base a una propriet comune. 2. Osservare lambiente: esplorare e manipolare materiali diversi. Quattro anni 1. Classificare in base ad uno o pi attributi. 2. Seriare elementi in relazione alla lunghezza e allaltezza. 3. Rilevare analogie e differenze tra ambienti diversi.

Cinque anni 1. Riconoscere a enunciati il valore di verit (vero-falso) 2. Cogliere i simboli grafici numerici nellambiente. 3. Formulare semplici ipotesi utilizzando il nesso causa-effetto CAMPO DI ESPERIENZA: IL CORPO IN MOVIMENTO

IDENTIT-AUTONOMIA-SALUTE

OBIETTIVI Tre anni 1. Sviluppare la capacit di scoprire e vivere uno spazio 2. Promuovere corrette abitudini igienico-sanitarie. Quattro anni

1. Sviluppare la capacit di uso del proprio corpo 2. Promuovere corrette abitudini igienico-sanitarie. 3. Potenziare la coordinazione di base dei movimenti Cinque anni 1. Acquisire schemi motori di base statici e dinamici. 2. Conoscere gli organi di senso e le loro funzioni. 3. Promuovere corrette abitudini igienico-sanitarie

CAMPO DI ESPERIENZA: IL S E LALTRO

LE GRANDI AUTONOMIE-IL SENSO MORALE- IL VIVERE INSIEME

OBIETTIVI Tre anni

1. Vivere con serenit lesperienza del primo impatto con lambiente scolastico Quattro anni 1. Acquisire abilit sociali e relazionali nellambito scolastico Cinque anni 1. Partecipare attivamente alla vita sociale CAMPO DI ESPERIENZA: LINGUAGGI, CREATIVIT, ESPRESSIONE

GESTUALIT-ARTE-MUSICA-MULTIMEDIALIT OBIETTIVI

22

Tre anni 1.Sperimentare nelle diverse fasce det la possibilit di espressione attraverso le attivit grafico-

pittoriche, drammatico-teatrale, sonore e artistiche.. Quattro anni

1.Sperimentare nelle diverse fasce det la possibilit di espressione attraverso le attivit grafico-pittoriche, drammatico-teatrale, sonore e artistiche.. Cinque anni 1. Sperimentare nelle diverse fasce det la possibilit di espressione attraverso le attivit grafico-

pittoriche, drammatico-teatrale, sonore e artistiche..

SCELTE EDUCATIVE (ORGANIZZARE UNA SCUOLA A MISURA DI BAMBINO)

Progettazione Realizzazione di Progetti curricolari ed extra curricolari per favorire Lo star bene a scuola Integrazione

Rispetto degli stili e ritmi di apprendimento di ciascun bambino

Percorsi individualizzati a favore di soggetti diversamente abili o in situazione di disagio

Laboratori per offrire agli alunni varie opportunit

Rapporti ScuolaFamiglia

Coinvolgimento dei genitori nelle attivit promosse dalla Scuola (collaborazione e suggerimenti. di pareri e proposte

Rapporti con lextrascuola

Progetti in collaborazione con le agenzie che operano sul territorio

FINALITA' EDUCATIVE DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA

Il modello educativo pone al centro il bambino quale soggetto di diritti e promuove leducazione delluomo e del cittadino. In questo quadro le finalit sono: Maturazione dellidentit

Conquista dellautonomia

Sviluppo delle competenze

Senso della cittadinanza

BISOGNI FORMATIVI DELLA SCUOLA PRIMARIA

Bisogno di relazionarsi in maniera positiva con gli altri Bisogno di indirizzare le emozioni (positive e negative) per star bene con se stesso e con gli altri Bisogno di ampliare la comunicazione verbale Bisogno di rapportarsi con realt diverse Bisogno di conoscere e confrontarsi con le altre culture

Acquisire una coscienza ecologica Bisogno di mantenere vive le proprie tradizioni sociali e culturali Bisogno di esprimersi attraverso codici e linguaggi diversi.

FINALIT EDUCATIVE DELLA SCUOLA PRIMARIA

La nostra scuola realizza unefficace azione educativa al fine di:

aiutare gli alunni a conquistare la propria identit

facilitare il percorso formativo di crescita umana culturale e sociale

raggiungere adeguati standard di preparazione, nel rispetto delle inclinazioni e delle motivazioni individuali

23

ORGANIZZAZIONE DELLATTIVIT SCOLASTICA DELLA SCUOLA PRIMARIA

ANNO SCOLASTICO 2014/2015

CLASSE

DOCENTE DI BASE

DOCENTE DI

INGLESE

DOCENTE DI RELIGIONE

DOCENTI (completamento

orario)

TOTALE ORE

Prima A

ALFIERI MARIA GRAZIA ore 11 (Italiano, Storia Citt. e Cost., Ed. Fisica) MARITATO SILVANA ore 11 (Matematica, Scienze, Tecnologia, Musica, Arte e Immagine).

ALAIA REGINA

ora 1

TUCCILLO MT ore 2

CALAFIORE ANTONIETTA

ore 2 (Geografia)

27

Prima B

ALFIERI MARIA GRAZIA ore 11 (Italiano, Storia Citt. e Cost., Ed. Fisica) STEFANILE CONCETTA ore 11 (Matematica, Scienze, Tecnologia, Musica, Arte e Immagine).

ALAIA REGINA

ora 1

TUCCILLO MT ore 2

CALAFIORE ANTONIETTA

ore 2 (Geografia)

27

Seconda A

DE SARNO ANNA ore 10 (Italiano, Storia Citt. e Cost., Arte e Immagine). MASCOLO MARIA ore 11 (Matematica, Scienze, Tecnologia, Ed. Fisica, Musica).

SORICE ore 2

TUCCILLO MT ore 2

CAMPOSANO FAUSTA

Ore 2 (Geografia)

27

Seconda B

DE SARNO ANNA ore 10 (Italiano, Storia Citt. e Cost., Arte e Immagine). MASCOLO MARIA ore 11 (Matematica, Scienze, Tecnologia, Ed. Fisica, Musica).

SORICE ore 2

TUCCILLO MT ore 2

CALAFIORE ANTONELLA

ore 2 (Geografia).

27

Terza A

DE CRESCENZO CARMELA ore 13 (Italiano, Storia Cittadinanza e costituzione, Geografia, Ed. allImmagine, Scienze). CALAFIORE ANTONIETTA Ore 9 (Matematica, Tecnologia, Musica, Ed. Fisica). ALAIA REGINA Sostegno

SORICE ore 3

TUCCILLO MT ore 2

27

Terza B

STEFANILE CONCETTA ore 11 (Italiano, Storia Cittadinanza e costituzione, Ed. allImmagine, Scienze). MARITATO SILVANA Ore 9 (Matematica, Tecnologia, Musica, Ed. Fisica). CAPRARA TIZIANA Sostegno

SORICE ore 3

TUCCILLO MT ore 2

DE CRESCENZZO CARMELA

ore 2 (Storia).

27

Quarta A

MAZZOCCA CARMELINA ore 10 (Italiano, Arte e Immagine, Scienze, Tecnologia).

SORICE ore 3

TUCCILLO MT ore 2

DE CRESCENZZO CARMELA

ore 2 (Storia).

27

24

N.B. Per garantire un ottimale espletamento delle attivit educativo-didattiche,

le ore di disponibilit saranno convogliate per la sostituzione delle insegnanti assenti.

DISCIPLINE CLASSI

PRIMA SECONDA TERZA QUARTA QUINTA

ITALIANO 8 7 6 6 6

MATEMATICA 6 6 6 5 5

STORIA

CITTAD. E COST.

2 2 3 3 3

GEOGRAFIA 2 2 2 2 2

SCIENZE 2 2 2 2 2

TECNOLOGIA

E INFORMATICA

1 1 1 1 1

IMMAGINE 1 1 1 1 1

MOTORIA 1 1 1 1 1

MUSICA 1 1 1 1 1

INGLESE 1 2 3 3 3

INGLESE 2 2 2 2 2

TOTALE 27 27 27 27 27

Ore di disponibilit 3 Storia BIFULCO FILOMENA ore 10 (Matematica, Geografia, Musica, Ed. Fisica, Cittadinanza e costituzione).

Quarta B

MAZZOCCA CARMELINA ore 10 (Italiano, Storia Citt. e Cost., Geografia, Scienze, Motoria, Ed. allImmagine). CALAFIORE ANTONIETTA ore 10 (Matematica, Geografia, Musica, Ed. Fisica, Cittadinanza e costituzione) PELUSO ANNAMARIA Sostegno

SORICE ore 3

TUCCILLO MT ore 2

DE CRESCENZZO CARMELA

ore 2 (Storia).

27

Quinta A

CAMPOSANO FAUSTA ore 15 (Italiano, Arte e Immagine, Storia Cittadinanza e Costituzione, Scienze, Ed. Fisica). CALAFIORE ANTONIETTA ore 6 (Matematica, Tecnologia).

SORICE ore 3

TUCCILLO MT ore 2

PICAZIO MICHELA FRANCA

ore 1 (Musica)

27

Quinta B

PICAZIO MICHELA ore 19 (Italiano, Storia Citt. e Cost., Geografia, Matematica, Scienze, Tecnologia, Musica, Ed. Fisica, Arte e Immagine). RICCIARDIELLO ANNA Sostegno

SORICE ore 3

TUCCILLO MT ore 2

DE CRESCENZZO CARMELA

ore 3 (Storia, Cittadinanza e

Costituzione)

27

25

BISOGNI FORMATIVI DELLA SCUOLA PRIMARIA Bisogno di relazionarsi in maniera positiva con gli altri.

Bisogno di indirizzare le emozioni (positive e negative) per star bene con se stesso e con gli altri.

Bisogno di ampliare la comunicazione verbale. Bisogno di rapportarsi con realt diverse.

Bisogno di conoscere e confrontarsi con le altre culture.

Acquisire una coscienza ecologica. Bisogno di mantenere vive le proprie tradizioni sociali e culturali.

Bisogno di esprimersi attraverso codici e linguaggi diversi.

FINALITA' EDUCATIVE DELLA SCUOLA PRIMARIA La nostra scuola realizza unefficace azione educativa al fine di:

aiutare gli alunni a conquistare la propria identit; facilitare il percorso formativo di crescita umana culturale e sociale;

raggiungere adeguati standard di preparazione, nel rispetto delle inclinazioni e delle motivazioni individuali.

26

OBIETTIVI FORMATIVI DELLA SCUOLA PRIMARIA CLASSI PRIME

ITALIANO Intervenire in una conversazione in modo ordinato e con messaggi semplici,

chiari e pertinenti esprimendo oralmente emozioni e desideri. Raccontare semplici esperienze personali e storie fantastiche, secondo un

ordine logico e/o cronologico. Comprendere un testo ascoltato riferendone i contenuti principali.

Leggere e comprendere brevi e semplici testi, dimostrando di aver acquisito la

competenza tecnica della lettura ( lettura strumentale). Comunicare il proprio pensiero per iscritto con frasi compiute rispettando le

fondamentali convenzioni ortografiche

STORIA Riconoscere la successione in storie lette o ascoltate

Raccontare esperienze vissute utilizzando unadeguata terminologia temporale. Collocare avvenimenti vissuti sulla linea del tempo.

Utilizzare strumenti convenzionali per la misurazione del tempo.

GEOGRAFIA Orientarsi nellambiente scolastico.

Conoscere le funzioni di locali e arredi e le regole di utilizzo degli spazi scolastici.

Rappresentare uno spazio conosciuto attraverso mappe e simboli.

Riconoscere e mettere in relazione elementi e funzioni degli spazi scolastici.

MATEMATICA Contare oggetti o eventi, a voce e a mente, in senso progressivo e regressivo.

Leggere e scrivere i numeri naturali fino a 20 con consapevolezza del valore posizionale delle cifre.

Confrontare e ordinare i numeri naturali anche rappresentandoli sulla retta numerica.

Risolvere problemi che richiedono luso delle addizioni e sottrazioni senza il cambio entro il 20.

Comunicare la posizione di oggetti nello spazio fisico usando termini adeguati. Eseguire e descrivere un percorso

Riconoscere, denominare e descrivere alcune figure geometriche. Riconoscere caratteristiche comuni a una raccolta mettendo in relazione

elementi.

Organizzare raccolte di dati in rappresentazioni iconiche

SCIENZE E TECNOLOGIA Riconoscere gli organi di senso e le loro funzioni

Distinguere esseri viventi e non raggruppandoli in base a una caratteristica Osservare piante, animali e oggetti riconoscerne le parti principali.

ATTIVITA ESPRESSIVE (Arte e immagine, musica, scienze motorie e

sportive) Usare il corpo per comunicare.

Usare le tecniche proposte per esprimersi attraverso codici vari. Percepire e discriminare eventi sonori riconoscendone le caratteristiche .

27

Conoscere e identificare i rapporti spaziali allinterno delle immagini.

RELIGIONE CATTOLICA

Sapere che per la religione cristiana Dio creatore e Padre. Conoscere Ges come figlio di Dio e portatore del suo messaggio damore.

Conoscere nei suoi tratti essenziali la comunit Chiesa e la sua missione Conoscere i segni essenziali del Natale e della Pasqua.

Comprendere che la religione cristiana si fonda sul comandamento dellamore

verso Dio e verso il prossimo.

INGLESE Riconoscere semplici messaggi orali e comunicare con espressioni memorizzate

in scambi di informazioni semplici. Interagire nel gioco utilizzando espressioni memorizzate.

Svolgere compiti secondo indicazioni fornite in lingua straniera.

CLASSI SECONDE ITALIANO Ascoltare e interagire nelle conversazioni su argomenti di esperienza diretta

intervenendo in modo ordinato, chiedendo e dando informazioni ed esprimendo il proprio punto di vista

Raccontare oralmente unesperienza personale o una storia rispettando la successine cronologica ed esprimendo le proprie emozioni

Ascoltare la lettura o il racconto dellinsegnante o dei compagni, mantenendo lattenzione e comprendendone il contenuto

Leggere ad alta voce e comprendere testi di vario tipo individuandone gli elementi essenziali.

Scrivere brevi testi narrativi e descrittivi rispettando le fondamentali convenzioni ortografiche.

Riconoscere le regole ortografiche e gli elementi logici di base.

STORIA

Riconoscere relazioni di successione e di contemporaneit Padroneggiare la terminologia relativa a giorno, mese, settimana, stagione..

Attribuire a oggetti, scritti, immagini funzioni informative sul passato. Localizzare fatti ed eventi nel tempo ricostruendo esperienze vissute.

GEOGRAFIA

Orientarsi nello spazio usando gli indicatori temporali Rappresentare luoghi conosciuti utilizzando una terminologia non

convenzionale Riconoscere in una rappresentazione grafica i confini e le regioni interne ed

esterne. Localizzare oggetti e costruzioni nello spazio

Riconoscere la funzione degli elementi in uno spazio conosciuto.

MATEMATICA

Leggere e scrivere i numeri naturali entro il 100, con la consapevolezza del valore posizionale delle cifre.

Utilizzare metodi, strumenti e tecniche diverse per eseguire, entro il 100, addizioni e sottrazioni con il cambio e moltiplicazioni e divisioni senza.

28

Risolvere situazioni problematiche che richiedono luso delle quattro operazioni.

Osservare, descrivere e classificare , rispetto a caratteristiche indicate, alcune figure geometriche.

Classificare le linee sulla base di caratteristiche definite. Identificare simmetrie assiali.

Organizzare uninchiesta, rappresentare con grafici i dati raccolti e saper interpretare grafici realizzati.

Effettuare misurazioni con unit di misura non convenzionali.

SCIENZE E TECNOLOGIA

Riconoscere il tempo atmosferico e i fattori che lo determinano. Mettere in relazione la forma del corpo degli animali con lambiente in cui

vivono o con le loro abitudini alimentari. Operare prime classificazioni in base ad alcuni criteri osservabili.

Riconoscere e descrivere le principali caratteristiche degli elementi terra e acqua.

Descrivere e classificare frutti e semi in base alle loro caratteristiche.

ATTIVITA ESPRESSIVE (Arte e immagine, musica, scienze motorie e sportive) Usare il corpo, orientandosi nello spazio, in relazione a s e agli altri, nel

rispetto delle regole. Esprimere sensazioni, emozioni, pensieri utilizzando materiali e tecniche

adeguate, integrando diversi linguaggi.

Esplorare e riconoscere immagini, forme e oggetti presenti nellambiente usando i cinque sensi e il corpo.

Cogliere nellascolto gli aspetti strutturali e comunicativi dei suoni e della musica, traducendoli anche in altri ambiti espressivi.

Utilizzare i diversi linguaggi dellarea espressiva come strumenti di comunicazione.

Usare le conoscenze dei diversi linguaggi espressivi per produrre e rielaborare esperienze e situazioni attraverso le tecniche a disposizione.

RELIGIONE CATTOLICA

Conoscere la storia e limportanza di alcuni personaggi chiave della storia della salvezza.

Conoscere Ges di Nazareth come Emmanuel e Messia, testimoniato e risorto Sapere quando, come e perch nata la Chiesa.

Saper individuare i tratti essenziali della Chiesa e della sua missione.

INGLESE

Comprendere frasi ed espressioni di uso frequente. Comunicare in modo comprensibile attraverso scambi di informazioni semplici

e di rutine. Svolgere compiti secondo indicazioni date in lingua straniera.

CLASSI TERZE ITALIANO

Partecipare a una conversazione su argomenti noti, intervenendo in modo adeguato per chiedere/dare informazioni ed esprimere il proprio punto di vista

Raccontare oralmente una storia personale o fantastica rispettando lordine cronologico e logico.

29

Comprendere il contenuto di testi ascoltati riconoscendone la funzione e

individuandone gli elementi essenziali e il senso globale. Leggere testi ad alta voce o in modo silenzioso cogliendone il senso globale e

le informazioni essenziali. Scrivere testi di vario tipo.

Riconoscere e classificare alcune parti variabili e invariabili del discorso. Comprendere alcuni meccanismi di formazione delle parole riconoscendo

relazioni di forma e significato tra di esse

Riconoscere gli elementi della frase semplice.

STORIA Riconoscere e utilizzare gli indicatori temporali per orientarsi nel tempo.

Conoscere e utilizzare strumenti convenzionali per la misurazione del tempo. Collocare nel tempo fatti storici in base al sistema convenzionale

Leggere e ricavare informazioni storiche da elementi informativi diversi. Classificare e organizzare informazioni storiche in schemi di sintesi.

Riconoscere e descrivere contesti di vita preistorici, individuandone mutamenti e permanenze.

GEOGRAFIA

Saper orientarsi nello spazio attraverso punti di riferimento corporei e astronomici.

Conoscere e descrivere gli elementi fisici e antropici caratteristici di ambienti

diversi. Usare fonti diverse per ricavare informazioni geografiche.

Usare in modo sempre pi autonomo il linguaggio specifico della disciplina. Esplorare il territorio attraverso losservazione diretta e indiretta.

Rappresentare schematicamente ambienti e percorsi vissuti

MATEMATICA

Riconoscere nella scrittura in base 10 il valore posizionale delle cifre con numeri entro il 1000.

Leggere, scrivere e ordinare i numeri naturali entro il 1000. Eseguire le quattro operazioni con padronanza con numeri entro il 1000.

Comprendere il testo di un problema, risolverlo giustificando le operazioni eseguite e le strategie adottate.

Rappresentare e denominare opportune frazioni di figure.

Conoscere e usare le unit di misura convenzionali e non. Disegnare, denominare e descrivere alcune figure geometriche.

Distinguere linee curve, spezzate e miste e linee perpendicolari e parallele. Classificare oggetti, figure e numeri in base a una o pi propriet realizzando

adeguate rappresentazioni.

SCIENZE E TECNOLOGIA Sviluppare un atteggiamento curioso ed esplorativo.

Analizzare e descrivere i fenomeni proposti nei loro aspetti pi evidenti. Acquisire una prima consapevolezza delle relazioni che sottendono i fenomeni.

Esprimere le proprie riflessioni su quanto osservato. Proporre soluzioni operative.

Conoscere alcune modalit per rappresentare i dati di unesperienza.

30

ATTIVITA ESPRESSIVE (Arte e immagine, musica, scienze motorie e sportive) Usare il corpo, orientandosi nello spazio, in relazione a s e agli altri, nel

rispetto delle regole. Esprimere sensazioni, emozioni, pensieri utilizzando materiali e tecniche

adeguate, integrando diversi linguaggi. Esplorare e riconoscere immagini, forme e oggetti presenti nellambiente

usando i cinque sensi e il corpo.

Cogliere nellascolto gli aspetti strutturali e comunicativi dei suoni e della musica, traducendoli anche in altri ambiti espressivi.

Utilizzare i diversi linguaggi dellarea espressiva come strumenti di comunicazione.

Usare le conoscenze dei diversi linguaggi espressivi per produrre e rielaborare esperienze e situazioni attraverso le tecniche a disposizione.

RELIGIONE CATTOLICA

Conoscere la storia e limportanza di alcuni personaggi chiave della storia della salvezza.

Conoscere Ges di Nazareth come Emmanuel e Messia, testimoniato e risorto Sapere quando, come e perch nata la Chiesa.

Saper individuare i tratti essenziali della Chiesa e della sua missione.

INGLESE

Svolgere i compiti secondo le indicazioni date in lingua straniera dallinsegnante.

Descrivere in termini semplici aspetti del proprio ambiente. Interagire nel gioco e comunicare informazioni basilari in lingua straniera.

CLASSI QUARTE ITALIANO

Prendere la parola negli scambi comunicativi dimostrando di aver colto largomento dei discorsi altrui e rispettando le regole stabilite.

Esporre a voce esperienze personali in modo chiaro esprimendo emozioni e stati danimo

Comprendere testi di tipo diverso ascoltati o letti in vista di scopi funzionali, di intrattenimento e/o svago, di studio e ne individua il senso globale e/o le

informazioni principali. Ricercare informazioni nei testi scritti, per scopi diversi, applicando semplici

tecniche di supporto. Leggere in modo scorrevole, con espressivit e intonazione, testi letterari sia

poetici sia narrativi. Produrre testi coerenti e coesi, legati a scopi diversi.

Completare, manipolare, trasformare e rielaborare testi. Riconoscere e utilizzare consapevolmente le parti del discorso.

Analizzare la frase nei suoi elementi.

Comprendere le relazioni di significato tra le parole. Conoscere i principali meccanismi di formazione delle parole.

Comprendere e utilizzare il significato di parole e termini specifici legati alle discipline di studio.

31

STORIA

Riconoscere diverse tipologie di elementi informativi da cui ricavare informazioni.

Conoscere gli aspetti pi significativi delle antiche civilt, con i quali elabora rappresentazioni sintetiche.

Confrontare le civilt studiate Mettere in relazione aspetti di civilt con elementi della sua vita quotidiana.

Individuare collegamenti tra elementi del territorio ed eventi storici.

Leggere ed usare carte geografiche e storiche. Conoscere la periodizzazione convenzionale utilizzata in Occidente e altri

sistemi cronologici sviluppati in altre civilt. Riconoscere le relazioni tra gli aspetti della civilt e il patrimonio artistico e

culturale. Prendere coscienza dei comportamenti collettivi civilmente responsabili.

GEOGRAFIA

Osservare lambiente. Localizzare la propria posizione e orientarsi in un ambiente, utilizzando la

bussola. Produrre informazioni mediante carte geografiche e rappresentazioni grafiche

di vario genere. Costruire proprie mappe mentali del territorio italiano rappresentandone gli

elementi pi rilevanti.

Conoscere la collocazione spaziale, gli elementi fisici e antropici pi caratteristici delle diverse regioni fisiche.

Riconoscere le caratteristiche dei territori sono prodotte dalle attivit umane o dai gruppi umani.

MATEMATICA

Operare con numeri naturali e decimali ed eseguire le quattro operazioni con sicurezza, valutando lopportunit di ricorrere al calcolo mentale o per iscritto.

Conoscere la divisione tra numeri naturali ed essere in grado di stabilire il resto.

Padroneggiare concetto, significati, diverse rappresentazioni delle frazioni e risolvere problemi relativi.

Usare in maniera operativa, in contesti diversi, il concetto di angolo. Riconoscere figure equiscomponibili e usare il concetto di equiscomponibilit

per determinare aree.

Calcolare aree e perimetri di triangoli e quadrilateri. Effettuare traslazioni e rotazioni di figure e oggetti.

Riconoscere, utilizzare, trasformare, risolvere problemi con le unit di misura convenzionali: di lunghezza, capacit, peso, valore, superficie.

Analizzare e confrontare raccolte di dati mediante gli indici: moda, mediana, media aritmetica.

Affrontare e risolvere problemi in contesti diversi.

SCIENZE E TECNOLOGIA Avere un atteggiamento curioso ed esplorativo nei confronti della realt

circostante. Analizzare e descrivere i fenomeni proposti.

Formulare ipotesi e previsioni proponendo soluzioni operative.

32

Rappresentare con schemi e grafici i dati di unesperienza.

Rafforzare la consapevolezza della complessit delle relazioni che sottendono i fenomeni

Essere consapevole della necessit di un lessico specifico.

ARTE E IMMAGINE Riconoscere la struttura compositiva presente nel linguaggio delle immagini e

nelle opere darte.

Esprimere sensazioni, emozioni e pensieri attraverso il linguaggio delle arti visive.

Utilizzare e ricercare strumenti e regole per produrre immagini grafiche, pittoriche, plastiche.

Osservare, manipolare, rielaborare e associare codici, tecniche e materiali diversi tra loro.

MUSICA

Esplorare le qualit sonore dei materiali e scoprire alcuni elementi fisici della produzione del suono.

Rappresentare gli elementi sintattici musicali attraverso sistemi simbolici convenzionali e non.

Eseguire in gruppo brani vocali , ritmici e musicali curando lespressivit e laccuratezza esecutiva in relazione ai diversi parametri musicali.

Riconoscere la struttura di un brano musicale.

Muoversi ed esprimersi seguendo la musica.

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Usare in forma creativa le modalit espressive attraverso il linguaggio non

verbale. Rispettare le regole e applicare il fair play.

Assumere comportamenti adeguati rispetto alla sicurezza propria e altrui.

RELIGIONE CATTOLICA Conoscere limportanza di scegliere liberamente la propria religione.

Sapere che il peccato la scelta del no alla legge di Dio. Sapere che Ges ha scelto la povert e i poveri.

Scoprire che le scelte di Ges esprimono sempre un messaggio damore e di pace.

Scoprire limportanza della scelta di un personale progetto di vita.

INGLESE

Conoscere e utilizzare codici comunicativi diversi per promuovere la motivazione ad apprendere, la ricerca e lapprendimento personale.

Stabilire relazioni tra elementi linguistico-comunicativi appartenenti alla lingua materna e alla lingua straniera.

CLASSI QUINTE

ITALIANO

Partecipare a scambi comunicativi: cogliere le posizioni espresse dai compagni, esprimere opinioni personali e punti di vista con interventi chiari e pertinenti;

33

porre domande per acquisire informazioni, per chiarire concetti, per sviluppare

idee; rispettare i turni di parola. Raccontare oralmente unesperienza con propriet lessicale e organizzazione

logica, inserendo elementi descrittivi funzionali al racconto. Comprendere testi ascoltati di tipo diverso individuando e/o le informazioni

principali. Leggere e comprendere testi di vario tipo adottando molteplici strategie di

lettura, funzionali ai diversi scopi per cui si legge.

Consultare testi per larricchimento e il potenziamento delle proprie conoscenze; ne estrapola informazioni, che riorganizza in vista dellesposizione

orale o di varie forma di scrittura. Leggere testi letterari di vario genere e formulare su di essi pareri personali.

Produrre testi sulla base di scopi e destinatari assegnati , corretti dal punto di vista ortografico, morfosintattico, lessicale nel rispetto delle funzioni sintattiche

e semantiche dei punti interpuntivi. Riconoscere e classificare le parti del discorso e analizzare la frase nelle sue

funzioni. Conoscere i principali meccanismi di formazione delle parole.

Comprendere e utilizzare il significato di parole e termini specifici legati alle discipline di studio.

STORIA

Conoscere gli aspetti fondamentali della storia delle antiche civilt

organizzando le conoscenze utilizzando schemi di sintesi. Ricavare informazioni da fonti di diverso tipo, comprese carte geo-storiche,

individuando relazioni fra contesto spaziale e azione degli uomini. Comunicare i fatti storici studiati, mettendoli in relazione.

Usare le conoscenze del passato per comprendere aspetti del mondo attuale e per prendere coscienza dellimportanza di comportamenti civilmente e

socialmente responsabili

GEOGRAFIA Conoscere e applicare il concetto di regione geografica allo studio del contesto

italiano. Conoscere e descrivere le principali caratteristiche delle regioni italiane

cogliendo le interrelazioni tra territorio, sviluppo economico e forme dinsediamento.

Analizzare fenomeni locali e globali, interpretando carte geografiche e

tematiche a diversa scala, grafici, immagini da satelliti Riconoscere le relazioni tra le caratteristiche del territorio e il patrimonio

culturale che lo contrassegna.

MATEMATICA Operare tra numeri naturali e decimali per iscritto, a mente, con strumenti di

calcolo. Risolvere problemi nellambito dellaritmetica facendo uso di strategie diverse.

Descrivere e classificare figure in base a caratteristiche geometriche; operare su di esse usando trasformazioni geometriche.

Risolvere problemi nellambito geometrico usando la relativa modellazione. Utilizzare rappresentazioni di dati adeguate, in situazioni significative, per

ricavare informazioni.

34

Misurare grandezze e rappresentare misure risolvendo problemi con i dati

ottenuti. Affrontare, elaborare, risolvere problemi sulle frazioni.

SCIENZE E TECNOLOGIA

Analizzare e descrivere fenomeni individuandone le manifestazioni pi significative.

Formulare ipotesi e previsioni e proporre soluzioni operative argomentandone

le scelte. Rappresentare con le modalit opportune i dati di unesperienza.

Essere consapevole dellesistenza di molteplici relazioni che sottendono i fenomeni osservati .

Utilizzare le proprie conoscenze in contesti diversi utilizzando un lessico specifico.

ARTE E IMMAGINE

Riconoscere la struttura compositiva presente nel linguaggio delle immagini e nelle opere darte.

Esprimere sensazioni, emozioni e pensieri attraverso il linguaggio delle arti visive.

Utilizzare e ricercare strumenti e regole per produrre immagini grafiche, pittoriche, plastiche.

Osservare, manipolare, rielaborare e associare codici, tecniche e materiali

diversi tra loro.

MUSICA Esplorare le qualit sonore dei materiali e scoprire alcuni elementi fisici della

produzione del suono. Rappresentare gli elementi sintattici musicali attraverso sistemi simbolici non

convenzionali. Eseguire in gruppo brani vocali e ritmici, curando lespressivit e laccuratezza

esecutiva in relazione ai diversi parametri musicali. Riconoscere la struttura di un brano musicale.

Muoversi ed esprimersi seguendo la musica.

EDUCAZIONE FISICA Usare in forma creativa le modalit espressive attraverso il linguaggio non

verbale.

Rispettare le regole e applicare il fair play. Assumere comportamenti adeguati rispetto alla sicurezza propria e altrui.

RELIGIONE CATTOLICA

Conoscere limportanza di scegliere liberamente la propria religione. Sapere che il peccato la scelta del no alla legge di Dio.

Sapere che Ges ha scelto la povert e i poveri. Scoprire che le scelte di Ges esprimono sempre un messaggio damore e di

pace. Scoprire limportanza della scelta di un personale progetto di vita.

35

INGLESE

Conoscere e utilizzare codici comunicativi diversi per promuovere la motivazione ad apprendere, la ricerca e lapprofondimento personale.

Essere in grado di leggere e scrivere in inglese. Saper interagire grazie a semplici e chiari messaggi su argomenti familiari, con

lessico e strutture noti. Stabilire relazioni tra elementi linguistico-comunicativi appartenenti alla lingua

materna e alla lingua straniera.

36

ORGANIZZAZIONE SCOLASTICA DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO

GRADO M. FIORE POLVICA di NOLA

Tempo scuola prolungato 36 ore per le classi seconde e terze DISCIPLINA ORE

Lettere 15

Matematica / Scienze 9

Lingua inglese 3

Seconda lingua francese 2

Tecnologia 2

Arte e immagine 2

Musica 2

Scienze motorie e sportive 2

Religione 1

ATTIVIT OPZIONALI OFFERTE

Con il monte ore assegnato per il tempo prolungato 6 ore in pi a settimana per la cattedra di lettere

3 ore in pi a settimana per matematica lIstituto organizza attivit di mensa, approfondimento e potenziamento

Esperienze dintegrazione tra scuola e territorio e

tra i diversi gradi di scuola Significative sono le esperienze relative alla continuit fra ordini di scuola

diversi:

scuola elementare, per quanto riguarda gli aspetti metodologici e didattici; scuola Secondaria Primo Grado per quanto riguarda gli aspetti relativi

allorientamento e allelevazione dellobbligo scolastico da parte degli istituti presenti sul territorio.

Vengono, inoltre, attivati rapporti con gli Enti Locali e Associazioni.

Lintegrazione tra scuola e territorio curata attraverso attivit da svolgersi in collaborazione con gli Enti presenti sul territorio.

CRITERI PER LA COMPOSIZIONE DELLE CLASSI

I genitori hanno facolt di scegliere allatto delliscrizione tra tempo breve

(31 ore) e tempo aggiuntivo (33 ore settimanali). Unapposita commissione di docenti con la partecipazione del Dirigente Scolastico, esamina i giudizi finali

dei singoli alunni provenienti dalla scuola elementare al fine di costituire

raggruppamenti omogenei per giudizio.

In base ai criteri fissati dal Collegio dei Docenti ed approvati dal consiglio dIstituto, le prime classi sono formate dal Dirigente Scolastico, tenendo conto

delle richieste avanzate dai genitori e dal principio di equo eterogeneit allinterno delle classi.

Per linserimento delle classi ad indirizzo musicale prevista una prova

fisico-attitudinale che prevede la rilevazione degli interessi, delle attitudini e orientamento riguardante luso delle voci, lorecchio melodico, il senso ritmico.

37

ORGANIZZAZIONE SCOLASTICA DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO

GRADO G. BRUNO di NOLA

ORARIO DELLE DISCIPLINE MODULI

Ore settimanali Modulo A

30 ore settimanali

con lingua Inglese e Francese

Materie letterarie 9

Scienze matematiche 6

Lingua inglese 3

Lingua francese 2 Modulo B

30 ore settimanali

con Inglese e Spagnolo

Lingua spagnola 2

Tecnologia 2

Arte e Immagine 2

Scienze motorie 2 Modulo C

32 ore settimanali

(A o B + 2 ore di pratica Strumentale)

Approfondimento linguistico 1

Scienze religiose 1

PRATICA STRUMENTALE La pratica strumentale costituisce unulteriore offerta formativa dellIstituto

Comprensivo Statale G. Bruno-Fiore . Essa offre la possibilit ad ogni alunno di poter studiare uno strumento

musicale a scelta tra: chitarra, clarinetto, flauto, pianoforte, tromba, violino. Tali attivit ( rare sul territorio ) si svolgono in orario pomeridiano con una

scansione settimanale di due ore ben distinte: la prima dedicata a una lezione frontale ed individuale con lo strumento scelto; la seconda allo studio

teorico ed alla musica dinsieme (orchestra ). Linsegnamento della musica e il rapporto diretto docente-allievo

contribuiscono a potenziare le capacit comunicative ed espressive di ogni allievo.

Dal secondo anno gli alunni entrano a fare parte dellorchestra che da anni si

esibisce con lusinghieri risultati a livello regionale e nazionale

Latrio della Scuola G. BRUNO con il Murales

38

ORGANIZZAZIONE ED ATTIVIT DEL CENTRO EDA

La scuola, in quanto centro E.D.A., propone percorsi di formazione per adulti. Il Centro Territoriale Permanente per leducazione e la formazione in et

adulta, istituito ai sensi dellO.M. n.455 del 29/07/1997 operativo presso la S.M.S. G. Bruno intende rispondere alle mutate esigenze della societ

moderna ed ai diversi bisogni dei cittadini, che necessitano di una formazione

culturale continua. Le attivit si svolgono mediante corsi lunghi di istruzione o a mezzo di corsi brevi. Al termine delle attivit previsto il rilascio di titoli e

certificazioni o attestazioni dei crediti formativi acquisiti. Il Centro si avvale dei docenti messi a disposizione dal Provveditorato agli Studi o degli operatori

messi a disposizione da altri soggetti pubblici o in convenzione da altri istituti o assunti con contratti dopera. Particolare attenzione va rivolta alla presenza sul

territorio dei numerosi extracomunitari accolti dalla Caritas Diocesana ed ai relativi disagi che essi incontrano nelladeguarsi a nuove situazioni e ai centri di

accoglienza e di recupero minorile Case Famiglie a cui sono affidati i ragazzi dai Tribunali Minorili.

Il Centro si caratterizza quale soluzione al problema del recupero scolastico

rivolgendosi alle seguenti fasce : 1. italiani analfabeti non in possesso della licenza elementare o dei prerequisiti

per la frequenza dei corsi di scuola Secondaria Primo Grado per adulti;

2. utenti interessati al conseguimento della licenza media; 3. utenti in possesso di licenza Secondaria Primo Grado ed interessati ad

approfondimenti sui temi dellinterculturalit, della storia e del diritto; 4. stranieri bisognosi di alfabetizzazione primaria ;

5. stranieri bisognosi di alfabetizzazione avanzata; 6. utenti interessati allalfabetizzazione informatica e allinformatica di 2 e 3

livello; 7. utenti interessati allacquisizione di competenze di lingua inglese di 1 e 2

livello; 8. utenti interessati allacquisizione di competenze tecniche di cucito, di

competenze nellambito vocale e strumentale per la partecipazione a cori polifonici, di competenze di pratica strumentale, di competenze nellambito

dellassistenza alla prima infanzia, agli anziani e agli ospedalizzati.

Il Centro si prefigura i seguenti obiettivi :

1. listituzione di percorsi individualizzati di istruzione per adulti; 2. la costituzione di un punto di riferimento nel territorio del 30 Distretto per

la promozione della collaborazione tra scuola e centro di formazione; 3. leducazione della popolazione adulta allinterculturalit e alla multimedialit;

4. la creazione di opportunit distruzione permanente anche per fasce di nuovi utenti;

5. lorganizzazione di momenti di incontri indirizzati ad estendere lattivit del centro a tematiche riguardanti gli strati deboli della societ;

6. la diffusione nel territorio di esperienze culturali sensibili ai problemi degli utenti pi bisognosi.

39

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO DISCIPLINARI

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

CLASSE PRIMA

ITALIANO : 1) Predisporsi allascolto attivo, utilizzare tecniche opportune, riconoscere la

fonte e individuare : scopo, argomento e informazioni principali, punto di vista

dellemittente; 2) Comprendere ed interpretare testi letterari e non individuando personaggi,

loro caratteristiche, ruoli, relazioni e motivazioni delle loro azioni; ambientazione spazio-tempo; relazioni causali; tema principale e tema di

sfondo; genere di appartenenza; 3) Saper produrre testi scritti espositivi, poetici, regolativi, informativi, a

seconda degli scopi e dei destinatari.

STORIA : 1. Esporre con linguaggio adeguato fenomeni ed avvenimenti storici;

riconoscere relazioni di successione e di contemporaneit, cicli temporanei, mutamenti, permanenze in fenomeni ed esperienze vissute e narrate;

2. Distinguere e selezionare vari tipi di fonti storiche; ricavare da fonti di tipo diverso conoscenze semplici su momenti del passato, locali e non.

EDUCAZIONE CIVICA : 1. Comprendere levoluzione storica della famiglia;

2. Individuare il ruolo della scuola e limportanza della scuola.

GEOGRAFIA : 1. Arricchire e organizzare in modo significativo la carta mentale dellambiente

vicino, della regione di appartenenza, dellItalia, dellEuropa; 2. Riconoscere, comprendere e utilizzare lazione delluomo sul territorio con

luso di concetti-cardine delle strutture logiche della geografia : ubicazione, localizzazione, regione, paesaggio, ambiente, territorio, sistema antropofisico.

INGLESE :

1. Comprendere i punti essenziali di semplici testi su argomenti familiari; 2. Interagire comunicando semplici informazioni, descrivere e presentare in

modo semplice cose, persone e luoghi;

3. Scrivere brevi e semplici messaggi; 4. Conoscere ed usare le strutture e le funzioni della lingua;

5. Conoscere alcuni aspetti della civilt e cultura anglo-americana;

FRANCESE/SPAGNOLO : 1. Mettere in relazione grafemi e fonemi, associando semplici parole e frasi al

rispettivo suono. Identificare la principale funzione comunicativa in un messaggio utilizzando ritmi, accenti. Comprendere semplici messaggi.

2. Interagire e comunicare semplici informazioni di routine; descrivere in modo semplice cose, persone e luoghi.

3. Comprendere brevi e semplici testi duso e semplici descrizioni. 4. Scrivere brevi e semplici messaggi.

40

5. Conoscere ed usare le strutture e le funzioni della lingua.

6. Conoscere alcuni aspetti della civilt e cultura francofona.

MATEMATICA : 1. Risolvere problemi mediante luso delle 4 operazioni;

2. Eseguire le 4 operazioni con i numeri interi, decimali e frazioni; 3. Risolvere espressioni utilizzando le 4 operazioni;

4. Individuare multipli e divisori di un numero naturale;

5. Comprendere il significato dellutilit del m.c.m. e del M.C.D. ; 6. Usare le propriet delle potenze anche per semplificare i calcoli e notazioni ;

7. Conoscere definizioni e propriet significative delle principali figure piane; 8. Imparare a tabulare semplici dati statistici .

SCIENZE :

1. Sapere effettuare misurazioni ; 2. Sapere utilizzare tabelle e grafici ;

3. Sapere osservare fatti e fenomeni, usando un linguaggio scientifico appropriato

4. Conoscere le caratteristiche dellambiente circostante.

TECNOLOGIA : 1. Conseguire nuove conoscenze attraverso lo studio delle materie prime e

delle loro trasformazioni tecnologiche;

2. Acquisire consapevolezza dei fondamentali problemi relativi allinquinamento ambientale;

3. Conseguire conoscenze sullutilizzo del linguaggio grafico; 4. Utilizzare programmi specifici per presentazioni e comunicazioni di idee,

contenuti immagini ecc.; 5. Tradurre in programmi algoritmi (ordinamento, calcolo, ragionamento logico-

matematico), utilizzare un semplice linguaggio di programmazione; 6. Utilizzare computer e software specifici per approfondire o recuperare aspetti

disciplinari e interdisciplinari; 7. Utilizzare le risorse reperibili sia in Internet sia negli archivi locali.

INFORMATICA :

Conoscere il computer ed utilizzarlo per approfondire e recuperare aspetti disciplinari ed interdisciplinari

MUSICA : 1. Conoscere gli elementi di base della notazione tradizionale;

2. Acquisire le tecniche vocali di base in esecuzioni individuali e/o collettive; 3. Eseguire facili sequenze musicali con strumenti ritmici e/o melodici;

4. Distinguere i caratteri del suono; riconoscere il timbro dei principali strumenti dellorchestra; conoscere il ruolo e limportanza della musica dalle

origini al Rinascimento; 5. Scegliere commenti sonori per testi verbali o figurativi o per azioni sceniche.

ARTE E IMMAGINE :

1. Utilizzare i segni linguistici di base (punto, linea, colore superficie e simmetria);

2. Produrre testi visivi considerando gli elementi della comunicazione iconica;

41

3. Utilizzare le principali tecniche espressive;

4. Inquadrare lopera nel periodo storico in cui stata prodotta.

EDUCAZIONE FISICA: 1. Rilevare i principali cambiamenti morfologici del corpo;

2. Mantenere un impegno motorio prolungato nel tempo, manifestare autocontrollo;

3. Orientarsi nello spazio e nel tempo;

4. Conoscere ed applicare semplici tecniche di espressione corporea; 5. Conoscere ed applicare correttamente il regolamento tecnico dei giochi

sportivi. RELIGIONE CATTOLICA :

1. Riconoscere il legame tra Dio e luomo e lo sviluppo della propria persona; 2. Analizzare le fonti storiche della religione;

3. Riflettere sui diritti/doveri degli uomini alla luce degli insegnamenti civili e religiosi;

4. Approfondire la figura di Ges e i suoi insegnamenti.

CLASSE SECONDA ITALIANO

1. Interagire con flessibilit in unampia gamma di situazioni comunicative, rispettando tempi e turni di parola, tenendo conto del destinatario ed

eventualmente riformando il proprio discorso in base alle reazioni altrui;

2. Leggere utilizzando tecniche adeguate, applicando tecniche di supporto alla comprensione e mettere in atto strategie differenziate;

3. Riconoscere e usare correttamente categorie grammaticali e funzioni logiche; conoscere le principali relazioni fra significati (sinonimia, contrariet,

polisemia, gradazione, inclusione).

STORIA: 1. Collocare nel tempo e nello spazio fatti e fenomeni storici; individuare

analogie e differenze fra quadri storico-sociali diversi, lontani nello spazio e nel tempo;

2. Individuare le radici storiche, medioevali e moderne, nella realt locale e regionale; selezionare, schedare organizzare le informazioni con mappe,

schemi, tabelle e grafici.

EDUCAZIONE CIVICA :

1. Conoscere i diritti e i doveri dei minori; 2. Acquisire un comportamento responsabile a piedi , in bicicletta, in motorino.

GEOGRAFIA:

1. Orientarsi usando gli strumenti propri della disciplina; arricchire e organizzare in modo significativo la carta mentale dellambiente vicino, della

regione amministrativa di appartenenza dellItalia e dellEuropa; 2. Individuare nella complessit territoriale le varie scale geografiche, i pi

evidenti collegamenti spaziali e ambientali.

INGLESE: 1. Comprendere i punti essenziali di un discorso su argomenti familiari;

42

2. Comprendere ed individuare informazioni specifiche in semplici testi di uso

quotidiano; 3. Interagire e comunicare con uno o pi interlocutori, capire i punti chiave ed

esporre le proprie idee; descrivere o presentare cose, persone, luoghi in modo semplice;

4. Produrre semplice testi su argomenti di vita quotidiana; 5. Conoscere ed usare le strutture e le funzioni della lingua;

6. Conoscere vari ambiti della cultura e civilt anglo-americana;

FRANCESE:

1. Comprendere semplici e chiari messaggi orali riguardanti la vita quotidiana; 2. Interagire e comunicare con uno o pi interlocutori, capire i punti chiavi ed

esprimere possesso, descrivere i luoghi, oggetti o persone. Chiedere e parlare di abitudini, di condizioni, di salute e di tempo;

3. Comprendere ed individuare informazioni specifiche in semplici testi di uso quotidiano;

4. Produrre semplici testi su argomentazioni di vita quotidiana; 5. Conoscere ed usare le strutture e le funzioni della lingua;

6. Confrontare modelli di civilt e cultura diversi.

MATEMATICA : 1. Eseguire calcoli con numeri decimali e frazioni ;

2. Conoscere la radice quadrata come operazione inversa dellelevamento al

quadrato ; 3. Conoscere i rapporti e la proporzionalit diretta e inversa;

4. Conoscere e comprendere i concetti di perimetro ed area; 5. Conoscere il teorema di Pitagora e saperlo applicare alle diverse figure

geometriche ; 6. Riconoscere figure piane simili ;

SCIENZE :

1. Descrivere sistemi ed apparati del corpo umano ; 2. Capire la stretta connessione tra ambienti, alimentazione e salute.

EDUCAZIONE FISICA:

1. Rilevare i principali cambiamenti morfologici del corpo per raggiungere unottimale efficienza.

2. Riutilizzare e correlare variabili spazio-temporali per la realizzazione del

gesto tecnico 3. Decodificare i gesti arbitrali in relazione al gioco.

4. Conoscere ed applicare correttamente il regolamento tecnico dei giochi sportivi.

5. Acquisire consapevolezza delle funzioni fisiologiche e dei loro cambiamenti conseguenti all attivit motoria.

ARTE E IMMAGINE :

1. Apprendere la struttura del linguaggio visuale; 2. Produrre in modo creativo;

3. Cogliere la diversit delle tecniche e visualizzare correttamente gli strumenti specifici;

4. Analizzare una produzione artistica.

43

MUSICA:

1. Decodificare ed utilizzare correttamente la notazione tradizionale; 2. Riprodurre con la voce brani corali curando lespressione e il sincronismo,

3. Utilizzare le tecniche esecutive di base degli strumenti didattici per eseguire i semplici brani,

4. Riconoscere strumenti ed organici strumentali, 5. Conoscere la realt musicale dal 500 al 700 con riferimento alle principali

forme,

6. Realizzare facili arrangiamenti di musiche preesistenti.

TECNOLOGIA: 1. Conseguire nuove conoscenze, attraverso lo studio delle materie prime e

delle loro trasformazioni tecnologiche; 2. Conoscere le macchine utilizzate nella produzione industriale di beni di

consumo, 3. Acquisire consapevolezza dei fondamentali problemi relativi all

inquinamento ambientale, 4. Conseguire conoscenze sull utilizzo delllinguaggio grafico quale importante

mezzo di comunicazione,

INFORMATICA: Conoscere il computer ed utilizzarlo per approfondire e recuperare aspetti

disciplinari ed interdisciplinari

RELIGIONE CATTOLICA:

1. Ricercare elementi di comunicazione e informazioni caratterizzanti di corresponsabilit nel mondo;

2. Conoscere le fondamenta del cristianesimo; 3. Individuare nelle fonti storiche la storia della chiesa;

4. Approfondire il ruolo della chiesa nel mondo contemporaneo.

CLASSE TERZA

ITALIANO: 1. Utilizzare le proprie conoscenze sui tipi di testo da ascoltare e mettere in

atto strategie differenziate; 2. Riferire oralmente su un argomento di studio ed esplicitare lo scopo e

presentare in modo chiaro largomento;

3. Ricavare informazioni esplicite e implicite dai vari testi; 4. Confrontare, su uno stesso argomento, informazioni ricavabili da pi fonti;

5. Comprendere testi letterari di vario tipo e forma, individuare personaggi, caratteristiche, ruoli, relazioni e motivazioni delle loro azioni;

6. Utilizzare nei propri testi, sotto forma di citazione esplicita e, o, di paragrafi, parti di testi prodotti da altri e tratti da fonti diverse;

7. Conoscere la costruzione della frase complessa e riconosce i principali tipi di proposizioni subordinate principali;

8. Stabilire relazioni tra varie forme di testo lessico specialistico eccetera; 9. Applicare le conoscenze metalinguistiche per monitorare e migliorare luso

orale e scritto della lingua.

44

STORIA:

1. Conoscere alcune procedure e tecniche di lavoro nei siti archeologici, nelle biblioteche e negli archivi;

2. Costruire grafici e mappe spazio-temporali per organizzare le conoscenze studiate;

3. Usare le conoscenze apprese per comprendere problemi; 4. Produrre testi, utilizzando conoscenze selezionate e schedate da fonti di

informazione diverse.

GEOGRAFIA:

1. Leggere e comunicare consapevolmente in relazione al sistema territoriale, attraverso il linguaggio specifico della geo-graficit, ovvero attraverso termini

geografici, carte, grafici; 2. Osservare in modo corretto e coerente, paesaggi e sistemi territoriali lontani

(anche nel tempo) di diversi aspetti, utilizzare carte, grafici, dati statistici, relazione di viaggiatori, testi descrittivi eccetera;

3. Utilizzare nuovi strumenti e metodi di rappresentazione dello spazio geografico.

EDUCAZIONE CIVICA :

1. Conoscere le principali caratteristiche dello stato italiano; 2. Comprendere i diritti e i doveri dei cittadini di uno Stato.

MATEMATICA : 1. Riconoscere i vari insiemi numerici con le propriet formali e operare in essi

; 2. Conoscere e comprendere il calcolo letterale ;

3. Risolvere le equazioni di 1 grado ; 4. Interpretare dati statistici ;

5. Calcolare le probabilit di evento ; 6. Risolvere problemi utilizzando le propriet geometriche delle figure solide .

SCIENZE :

1. Conoscere la storia e la struttura del sistema solare e in particolare della Terra;

2. Conoscere il concetto di forza e le macchine semplici ; 3. Conoscere e riflettere sullevoluzione dei viventi ;

4. Conoscere la stretta connessione tra ambienti e salute .

EDUCAZIONE FISICA:

1. Mantenere un impegno motorio prolungato nel tempo, manifestare autocontrollo;

2. Applicare schemi ed azioni di movimento per risolvere determinati problemi motori;

3. Decodificare gesti arbitrali in relazione al gioco; 4. Partecipare in forma propositiva alla scelta di strategie di gioco;

5. Assumere consapevolezza della propria efficienza fisica.

ARTE E IMMAGINE : 1. Produrre e rielaborare messaggi visivi,

2. Acquisire uno stile personale di esecuzione grafica-pittorica-plastica;

45

3. Sviluppare loriginalit creativa;

4. Cogliere il significato culturale di unopera darte collocandola nel periodo storico.

MUSICA :

Leggere ed analizzare una pratica in tutte le sue forme; 1. Acquisire un adeguato grado di padronanza tecnica ed espressiva nelluso

della voce, spaziare in repertori di diversi generi, stili e culture;

2. Leggere ed analizzare una pratica in tutte le sue forme; 3. Acquisire un adeguato grado di padronanza tecnica ed espressiva nelluso

della voce, spaziare in repertori di diversi generi, stili e culture; 4. Eseguire con lo strumento brani ritmico-melodici complessi con cambi di

tempo e tonalit; 5. Riconoscere generi, forme e stili musicali;

6. Conoscere levoluzione della musica dal periodo classico ai nostri giorni, con particolare riferimento alla funzione sociale;

7. Individuare i rapporti fra la musica e gli altri linguaggi sia in brani musicali che in messaggi multimediali.

INGLESE:

1. Individuare le informazioni principali di messaggi orali di varie tipologie inerenti la sfera personale;

2. Comprendere gradualmente testi relativamente a luoghi e cogliere

informazioni specifiche; 3. Interagire con uno o pi interlocutori su argomenti di routine e scambiare

idee; 4. Descrivere o presentare cose, persone, luoghi esprimendo opinioni.

5. Tradurre semplici testi ( lettere, questionari); 6. Raccontare avvenimenti, esperienze;

7. Conoscere ed usare le strutture e le funzioni della lin