of 44/44
LOMBARDY Bergamo _ Brescia _ Como _ Cremona _ Lecco _ Lodi _ Mantova _ Milano _ Monza _ Pavia _ Valtellina _ Varese Discover I

Discover Lombardy_italiano

  • View
    216

  • Download
    0

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Scopri la meravigliosa Regione Lombardia

Text of Discover Lombardy_italiano

  • LOMBARDYBergamo _ Brescia _ Como _ Cremona _ Lecco _ Lodi _ Mantova _ Milano _ Monza _ Pavia _ Valtellina _ Varese

    Discover

    I

  • www.iatlombardia.com - www.turismo.regione.lombardia.it

  • LOMBARDY AvAnguARDiA peR tRADiziOneDiscover

    Se si pensa ad una regione italiana conosciuta nel mondo per la finanza, lo sviluppo e linnovazione, immediato il richiamo alla Lombardia. In questa regione leccellenza di casa: dalla ricerca, alla tecnologia, al design, in ogni campo legato al progresso, allo sviluppo e allinnovazione.

    La Lombardia il luogo dove arte, natura, sport, enogastronomia ed eventi capaci di soddi-

    sfare anche il pi esigente visitatore si fondono per far vivere al turista grandi emozioni in

    unesperienza dal ricordo indelebile.

    Sulle nostre splendide montagne gli sciatori hanno lopportunit di praticare tutti gli sport

    invernali e vivere lemozione dei grandi campioni sulle piste da competizione, montagne che

    destate rivelano una natura fatta di paesaggi mozzafiato, fitti boschi, baite e rifugi dove

    praticare ogni tipo di attivit allaria aperta.

    La pianura lombarda, attraversata dal Po e dagli altri grandi fiumi, offre una originale propo-

    sta di itinerari di navigazione turistica e di percorsi ciclopedonali, alla scoperta di borghi e

    In questa pagina da sinistra:

    la suggestiva Piazza Vecchia,

    in Citt Alta a Bergamo,

    di sera e Capitolium a Brescia,

    Torrazzo e Cattedrale di Cremona,

    panoramica su Lecco

    (foto archivio Provincia di Lecco).

  • In questa pagina da sinistra:

    Piazza della Vittoria a Lodi,

    Mantova (foto aerea ufficiale

    Unesco di Roberto Merlo),

    Castello Sforzesco a Milano,

    Castel Grumello e i vigneti

    nella zona della Valtellina.

    citt darte, centri termali, paesaggi rurali dal fascino antico. Si tratta di una terra da vivere

    attivamente, grazie ad una ricca offerta di sport adatti a tutte le et e a tutti i gusti. Sono

    disponibili impianti allavanguardia dedicati a tante discipline diverse, collocati presso laghi

    e fiumi, in montagna, con proposte sia invernali che estive. Sono lombardi i migliori campi

    da golf a livello italiano. Appassionanti itinerari cicloturistici a lunga percorrenza attraver-

    sano pianure e rilievi, costeggiano i corsi dacqua e si snodano lungo i canali progettati da

    Leonardo da Vinci.

    Fra le tante meraviglie lombarde ha un posto di primo piano Milano, capitale finanziaria

    e degli affari, del design, della moda e dello shopping, dellarte e della cultura, con la sua

    offerta ricettiva di assoluta eccellenza e i suoi circuiti internazionali di fiere e congressi.

    La Lombardia pu assicurare per tutto lanno unofferta culturale distribuita nelle incantevoli

    e storiche piazze, chiese, castelli, musei, ville e palazzi unici al mondo, nei quali ammirare

    capolavori darte tra cui Mantegna nel Palazzo Ducale di Mantova, il Cenacolo Vinciano a

    S. Maria delle Grazie a Milano, i mosaici romani di S. Giulia a Brescia.

    Alle grandi realizzazioni architettoniche si accompagnano prodotti di altissima qualit che

    2

    www.iatlombardia.com

  • In questa pagina da sinistra:

    Eremo di S. Caterina

    del Sasso Ballaro -

    Leggiuno in provincia di Varese,

    panorama della citt di Como,

    Villa Reale a Monza e

    Ponte Coperto a Pavia

    spaziano dallenogastronomia al design, allartigianato, dai violini cremonesi allalta moda.

    Accanto a questa ricca offerta non poteva che svilupparsi una nutrita serie di appuntamenti

    dedicati ad eventi difficili da raccontare in poche righe, dalle rappresentazioni della Scala di

    Milano al festival della letteratura di Mantova.

    Non c area della Lombardia che non presenti attrattive culturali, dalle architetture liberty

    alle chiese, ai paesaggi unici che non a caso rendono la Lombardia una delle regioni con il

    maggior numero di siti riconosciuti dallUNESCO: il Sacro Monte di Varese e Ossuccio (CO),

    larte rupestre in Val Camonica, Santa Maria delle Grazie ed il Cenacolo Vinciano a Milano,

    Mantova e Sabbioneta, la Ferrovia retica nei paesaggi di Albula e Bernina, il villaggio operaio

    di Crespi dAdda, Monte San Giorgio, il sito seriale dei Longobardi in Italia (BS), i siti palafit-

    ticoli preistorici dellarco alpino. Inoltre incantevoli borghi storici che hanno ricevuto la certi-

    ficazione di Bandiera Arancione del TCI in passato, senza poi dimenticare il ricco patrimonio

    del FAI, e la rete degli itinerari culturali.

    Per scoprire tutte le mete dinteresse e tantissimi eventi in programma in Lombardia, visitate

    il sito www.turismo.regione.lombardia.it.

    3

    www.iatlombardia.com

  • BeRgAMODiscover

  • Se sei in cerca di una vacanza ricca e a pochi passi da te, che ti sappia emozionare ma al tempo stesso che ti dia occasioni per rilassarti, Bergamo il posto che stai cercando! Larte e la cultura, lo sport, lottima enogastronomia, le splendide valli, i laghi e il relax delle terme ti aspettano. Bergamo si contraddistingue per la variet delle offerte e la qualit dei

    servizi turistici e sapr accoglierti regalandoti svago ed emozioni.

    Bergamo distribuita tra una parte alta, cuore storico, e una bassa, pi moderna. Bergamo Alta,

    racchiusa dalle mura veneziane, uno straordinario insieme di capolavori darte e darchitettura.

    Si raggiunge comodamente con la funicolare ed essendo zona pedonale preserva intatta la sua

    bellezza, da godere passo dopo passo. La Citt Bassa permette piacevoli passeggiate allinsegna

    dello shopping affiancato da interessanti visite culturali.

    I due laghi bergamaschi, il Lago dIseo e il Lago dEndine, si trovano a soli 40 km dal centro

    cittadino. Sono caratteristici i loro paesaggi, da ammirare in diversi punti panoramici, e i piccoli

    e accoglienti borghi cittadini. Per godere appieno di una vacanza ai laghi non si possono non

    praticare gli sport acquatici, legati alla vita stessa del lago: windsurf, canoa, immersioni subac-

    quee, vela, sci nautico, rilassanti pedal e per chi preferisce la bicicletta, numerose piste ciclabili

    panoramiche costeggiano il lago. Le Prealpi Orobie con le sue valli principali: Seriana, Brembana

    e Scalve, offrono al visitatore piacevoli giornate allinsegna della natura, dello sport e del diver-

    timento, sia nel periodo estivo che invernale. Nel periodo estivo numerosi gli sport da praticare:

    trekking, equitazione, mountain-bike, nordic walking, arrampicata, canoa e piacevoli escursioni

    a piedi in un paesaggio incontaminato. Nel periodo invernale gli sport sulla neve vanno per la

    maggiore: sci da discesa e da fondo, snowboard, pattinaggio sul ghiaccio e motoslitte. E quando

    giunge la sera, il calore dei rifugi, la bont del cibo e i divertenti aprs-ski animano la tua serata.

    La pianura bergamasca un territorio naturale caratteristico che porta indelebili segni della

    storia. SullAdda imperdibile un viaggio sul traghetto disegnato da Leonardo da Vinci e una visita

    al villaggio operaio di Crespi dAdda, Patrimonio dellUmanit dellUNESCO. La pianura inoltre

    memoria di storiche fortificazioni come il Castello di Malpaga, il Castello di Brignano e la Rocca

    www.iatlombardia.com

    A sinistra: la suggestiva Piazza

    Vecchia, in Citt Alta.

    In basso da sinistra:

    Porta San Giacomo,

    Crespi dAdda

    affacciata sul fiume Adda,

    escursione in mountain-bike

    sui laghi Gemelli.

  • www.iatlombardia.com

    Raggiungere Bergamo

    AutostradeA4 Milano - Venezia

    TrenoLinea Milano-Bergamo,Bergamo-Brescia, Bergamo-Lecco.

    INFO

    di Urgnano. Nella bergamasca sono tre i maggiori centri termali. San Pellegrino, la cui acqua

    rinomata in tutto il mondo, sede di terme curative in stile Liberty, frequentatissime gi nellOt-

    tocento. Nella verde e incontaminata Valle Imagna, si trascorre un soggiorno di relax presso

    il centro termale e curativo di SantOmobono grazie a massaggi e trattamenti con fanghi. In

    direzione laghi le terme di Trescore Balneario sono rinomate per le terapie curative, soprattutto

    alle vie respiratorie. Bergamo non soltanto cultura, natura e svago, ma anche e soprattutto

    buona cucina e buon vino. La regina della tavola in tutta la bergamasca sicuramente la po-

    lenta gialla, accompagnata da carne, insaccati e selvaggina bergamasca. Tra i primi piatti sono

    invece da gustare i casoncelli, ravioli conditi con burro fuso, salvia e pancetta. Il dolce tipico

    di Bergamo la polenta e osei, un tortino giallo guarnito da uccelletti di cioccolato. Sulla

    tavola immancabili i vini D.O.C. bergamaschi: il Valcalepio bianco per aperitivi o piatti leggeri,

    il Valcalepio rosso per formaggi, carni rosse e polenta e il Moscato di Scanzo, vino da dessert.

    Lofferta bergamasca non si esaurisce qui, ma si compone anche di itinerari spirituali, di percorsi

    naturalistici, di culture e di tradizioni tutte da scoprire nella sua fantastica provincia.

    6

    AereoOrio al Serio (5 km) Milano Malpensa (70 km)Milano Linate (50 km)Brescia Montichiari (50 km)

    Per informazioni:[email protected]@[email protected]ncia.bergamo.itwww.turismo.provincia.bergamo.it

    In questa pagina da sinistra:

    Bergamo in festa,

    la bianca cima di Colere

    e Predore sul Lago di Iseo.

  • BReSC iADiscover

  • www.iatlombardia.com

    Brescia, terra dei laghiOgni anno milioni di turisti sono catturati dalla bellezza del lago di Garda. Cittadine dinamiche, terme, sofisticate beauty farm con trattamenti davanguardia per il corpo e la mente, palestre di vela e surf: elementi che hanno portato il Garda a diventare il pi frequentato lago dEuropa. Allin-terno di spettacolari ville Liberty si trovano ristoranti di alta classe e hotel di charme: uno di questi stato recentemente dichiarato il migliore al mondo! Il Garda qualit, stile, armonia, divertimento e cultura, al centro di citt darte come Milano, Venezia, Verona e Brescia. Altre atmosfere sono quelle del lago dIseo, un luogo senza tempo, dai ritmi lenti e dai paesaggi incantati. Montisola la pi vasta isola lacustre dEuropa, dove le auto non sono ammesse a circolare e ci si muove a piedi, in bici o con piccoli bus, girovagando fra trattorie di pescatori, artigiani che costruiscono barche di legno e luoghi dove fare una foto, leggere un libro e rilassarsi. Idro il punto di confine fra lacqua e la montagna. Situato a poca distanza dal Garda, il luogo adatto alle famiglie e agli amanti dellopen air; allo stesso tempo, per, Idro palestra per giovani sportivi che, sul lago o fra le montagne che lo circondano, praticano vela, surf, canoa, canyoning, trekking, roccia, arrampicate.Brescia, citt darteNel 2011 il complesso monumentale San Salvatore - Santa Giulia stato inserito dallUnesco nella Heritage List, cio le destinazioni mondiali da salvaguardare per la loro importanza storica e artistica. Santa Giulia il secondo sito Unesco in provincia di Brescia, dopo le Incisioni Rupestri della Valle Ca-monica e contestualmente ai siti palafitticoli del lago di Garda (a Desenzano, Polpenazze, Sirmione e Manerba del Garda). Questo riconoscimento conferma come larte sia la componente fondamen-tale del turismo di Brescia e rende merito alla bellezza di una citt moderna, proiettata nel futuro, con un notevole patrimonio storico, artistico ed architettonico. Passeggiare per il centro o muoversi in bicicletta regala sensazioni di benessere e armonia. I musei della citt, le pinacoteche, le gallerie darte e di fotografia, i grandi eventi quali i festival musicali internazionali e la Mille Miglia (la pi bella corsa al mondo, come la definiva Enzo Ferrari) richiamano appassionati da tutto il mondo.

    8

    Nella pagina precedente:

    Capitolium.

    In questa pagina da sinistra:

    Croce di Desiderio -

    Santa Maria in Solario

    (Museo di Santa Giulia).

    Castello di Brescia,

    Chiesa di San Salvatore

    (museo di Santa Giulia).

  • www.iatlombardia.com

    Bergamo-Brescia, Parma-Bresciawww.trenitalia.com

    AereoBrescia-Montichiari (20 km)Verona (50 km)Bergamo Orio al Serio (50 km)

    Raggiungere Brescia

    AutostradeA4 Milano-Venezia e A21 Piacenza-Torinowww.autostrade.it

    TrenoLinea Milano-Venezia,

    INFO Milano Linate (100 km)Milano Malpensa (150 km)Servizi taxi e shuttle bus

    Per informazioni:[email protected]

    Brescia, luogo del gustoDai vigneti di Franciacorta viene uno dei vini pi importanti dItalia. Il termine Franciacorta defi-nisce il territorio, il metodo di produzione (il sistema della rifermentazione in bottiglia) e il vino; un privilegio condiviso in Europa solo con altre due denominazioni: il Cava, lo Champagne e, appunto, il Franciacorta. Le storiche cantine sono diventate moderne cattedrali di tecnologia enologica e al loro interno si possono degustare i migliori Franciacorta ed effettuare acquisti diretti. Grazie ai grandi laghi, gli sport dacqua la fanno da padrone. Ma sulle colline che li circondano che si trova un circuito di campi da golf fra i pi importanti dEuropa, con campi progettati dai maggiori esperti mondiali e sui quali ogni giorno, con brevi spostamenti, il golfista pu testare le proprie capacit. Il gusto del divertimento continua fra le montagne della Valle Camonica. A Pontedilegno e al Tonale si pu sciare anche in stagione avanzata, correre alla guida di una muta di cani da slitta, affrontare piste da fondo ai margini di un bosco, nellincantevole paesaggio dei parchi naturali dello Stelvio e dellAdamello.

    In questa pagina da sinistra:

    Limone sul Garda,

    Castello di Sirmione,

    Valcamonica.

    9

  • COMODiscover

  • Como, lantica Novocomum dei romani, una elegante citt splendidamente adagiata ai piedi dellomonimo lago. Conserva un magnifico centro storico ricco di monumenti e opere darte come il prezioso Duomo, splendido esempio di architettura rinascimentale e la chiesa roma-nica di San Fedele, che si affaccia su una suggestiva piazzetta medioevale. La citt protetta da una possente cerchia muraria del XII ad opera di Federico Barbarossa. Da non mancare il Tempio Voltiano, un piccolo museo che raccoglie i cimeli dellillustre comasco Alessandro Volta, come alcuni esemplari della famosa pila elettrica; il Museo della Seta, unico nel suo genere, che racconta la storia del prezioso filato dal baco al prodotto finito, i Musei Civici che raccolgono reperti archeologici della zona (Museo Archeologico), collezioni risorgimentali (Museo Garibaldi) e testimonianze artistiche di varie epoche (Civiche Raccolte dArte) i giardini di Villa Olmo, elegante dimora in stile neoclassico progettata dal celebre architetto Simone Cantoni. Cernobbio unaltra destinazione turistica, conosciuta per le sue ville: Villa Erba -Visconti di Modrone, ora prestigioso centro congressi e polo fieristico, Villa dEste, lussuoso albergo con uno splendido parco affacciato sul lago e Villa Pizzo con i suoi magnifici giardini. Il centro lago la zona pi famosa, sia da un punto di vista turistico che paesaggistico con le famose ville e gli spettacolari giardini. In primavera non c unaltra zona dItalia che possa offrire unesplosio-ne di colori cos intensa, in grado ancora oggi di attirare milioni di turisti provenienti da tutto il mondo. A Lenno si trova Villa del Balbianello, costruita nel 1700 e ora propriet del FAI ( Fondo Ambiente Ita-liano), uno degli angoli pi suggestivi del lago. La bellissima loggia panoramica si affaccia sul paese di Bellagio e sullIsola Comacina. Al piano pi alto della dimora si trova un singolare museo che raccoglie le collezioni darte e i ricordi di viaggio dellultimo proprietario, lesploratore Guido Monzino. Il giardino caratterizzato da terrazze e balaustre e segue fedelmente landamento del terreno, scosceso con ripide rocce in alcuni punti e pi dolce e digradante in altri. Tra i paesi di Tremezzo e Cadenabbia spicca la splendida Villa Carlotta al cui interno ospitato un significativo museo che raccoglie statue, dipinti e mobili del periodo neoclassico, tra cui pregevoli sculture di Antonio Canova e tele di Francesco Hayez. Nel giardino si possono ammirare alberi e piante provenienti da ogni parte del mondo: pergolati di agrumi, imponenti siepi di camelie, felci arboree australi, palme, piante tropicali, conifere rare e secolari. In primavera si assiste ad una meravigliosa fioritura di azalee delle quali qui sono presenti

    www.iatlombardia.com

    A sinistra:

    panoramica della citt Como.

    In basso, da sinistra:

    Nesso - ponticello romanico,

    Duomo di Como e in basso,

    Villa Olmo a Como.

  • www.iatlombardia.com

    circa 150 variet. Menaggio una elegante cittadina ai piedi della valle che fa da collegamento tra il Lario e il Ceresio dove, sulla parte italiana del lago di Lugano situata la pittoresca Porlezza. Il paese di Bellagio, adagiato sullestremit del promontorio che divide in due rami il Lago di Como forse il pi conosciuto del Lario, con scalinate, piazzette, negozi e botteghe artigianali dove i produttori mostrano al passante la loro arte. Da visitare: i giardini di Villa Melzi, con piante tropicali ed esotiche, sculture, fra cui spicca il celebre gruppo con Dante e Beatrice, un tempietto moresco ed un laghetto giapponese. Villa Serbelloni, costruita nel 1605 nella parte alta del paese, attualmente di propriet della Fondazione Rockefeller che la utilizza come centro studi e conferenze. Accessibile al pubblico il vasto e scenografico parco, che occupa gran parte del promontorio con quasi 18 chilometri di viali. Gravedona il cuore dellalto lago, con la splendida chiesa di Santa Maria del Tiglio, unico esempio nel suo genere, che incorpora nella facciata il campanile. Fu costruita nella met del XII sec. e conserva al suo interno preziosi affreschi ed un pregevole crocifisso ligneo. Altro monumento di grande interesse il Palazzo Gallio, del XVI sec., una solida mole quadrata che nelle quattro torri angolari ricorda lantica vocazione castellana del sito.

    12

    Raggiungere Como

    AutostradeDa Milano Autostrada A9

    TrenoDa Milano: Ferrovie Nord Milano (Milano Cadorna) ogni 30 minuti.La stazione ferroviaria di Como

    INFO S. Giovanni unisce Como alle maggiori citt italiane ed europee.

    Aereo

    Milano Malpensa (60 km)

    Milano Linate (70 km)

    Bergamo Orio al Serio (90 km)

    Lugano - Svizzera (32 km)

    Per informazioni:

    [email protected] - www.lakecomo.it

    www.bellagiolakecomo.com

    [email protected]

    www.menaggio.com

    www.imagolario.com

    In questa pagina da sinistra:

    Villa Carlotta a Tremezzo,

    vele nellaltro lago e

    panorama di Bellagio.

  • CReMOnADiscover

  • www.iatlombardia.com

    L a provincia di Cremona si allunga pianeggiante da nord ovest a sud est entro i confini segnati dai fiumi Oglio, Adda e Po. Al suo interno si riconoscono tre aree distinte fra loro per storia, tradizione, cultura aggregate attorno ai centri maggiori: il capoluogo Cremona, Crema e Casalmaggiore. Lungo le sponde dei fiumi e corsi dacqua minori cresco-

    no coltivazioni di pioppi e una rigogliosa vegetazione spontanea. Per proteggere il paesaggio

    naturale e la biodiversit sono stati creati il Parco dellAdda Sud, i Parchi dellOglio Nord e

    dellOglio Sud e il Parco del Serio. Un ambiente unico che pu essere scoperto attraverso le

    numerose piste ciclabili e gli itinerari cicloturistici o la navigazione fluviale. Crocevia di commerci

    ed area di forte produzione agricola, il territorio cremonese sempre stato presidiato da castelli

    e fortificazioni. Esempi di citt murate sono Crema, Soncino e Pizzighettone, racchiuso entro un

    sistema di fortificazioni fra i pi integri dellItalia settentrionale, ma palazzi fortificati si trovano

    su tutto il territorio, da Pandino, con limponente Castello Visconteo, a S. Giovanni in Croce con

    Villa Medici del Vascello, residenza di Cecilia Gallerani, la celebre Dama con lermellino ritratta

    da Leonardo. Da sempre eccellenza di Cremona e del suo territorio la musica. Cremona,

    14

    Raggiungere Cremona

    AutostradeA21 Piacenza-Torinowww.autostrade.it

    TrenoLinea Milano-Mantova, Bergamo-Cremona,

    INFO Parma-Cremona, Piacenza-Cremona.www.trenitalia.com

    AereoBrescia-Montichiari (54 km)Verona (113 km)Bergamo (100 km)

    Milano Linate (85 km)Milano Malpensa (151 km)Servizi taxi e bus

    Per informazioni:www.turismocremona.itwww.cr.camcom.it

    Nella pagina precedente:

    Torrazzo e Cattedrale

    di Cremona.

    In questa pagina da sinistra:

    Piazza della Pilotta

    a Casalmaggiore,

    vista aerea di Crema,

    prodotti tipici di Cremona.

  • www.iatlombardia.com

    capitale internazionale della liuteria, anche citt natale di Claudio Monteverdi. In citt hanno

    operato le pi celebri famiglie di liutai, gli Amati, i Guarneri ed Antonio Stradivari. La loro arte

    ancora praticata da oltre 130 botteghe e viene insegnata alla Scuola Internazionale di Liuteria.

    Il Museo Stradivariano, la Collezione Civica di Archi, lesposizione permanente dei vincitori delle

    XI edizioni del Concorso Triennale Internazionale degli Strumenti ad Arco in Palazzo Pallavicino

    Ariguzzi e Mondomusica, lannuale salone di strumenti musicali ed accessori per la liuteria,

    costituiscono importanti tasselli dellimmagine di Cremona citt della musica e della liuteria.

    Crema celebre per larte organaria, giunta a fama internazionale nellOttocento e oggi sede

    di corsi di restauro degli strumenti antichi, ed anche patria di Giovanni Bottesini detto il

    Paganini del Contrabbasso; Casalmaggiore ospita ogni anno il Casalmaggiore International

    Festival con master class che portano sul territorio musicisti di grande talento. Proprio per qua-

    lificare il legame che unisce il territorio alla musica, stato realizzato il Distretto della Musica,

    un progetto di marketing territoriale. Altra eccellenza del territorio la cucina. Uno dei prodotti

    pi rinomati il Salame Cremona IGP che si caratterizza per la presenza di aglio e spezie. Molto

    apprezzati sono il cotechino cremonese vaniglia, cos chiamato per la delicatezza del sapore, ed

    il salame da pentola, uno dei componenti del Gran Bollito Cremonese da servire con Mostarda

    di Cremona leggermente piccante o con le amarognole radici di Soncino. Da provare i formaggi

    DOP Grana Padano, Provolone Valpadana, Salva Cremasco, Taleggio, Quartirolo Lombardo e

    Gorgonzola e le paste ripiene: i marubini di carne cotti nei tre brodi a Cremona, i tortelli

    cremaschi a Crema e i blisgon a Casalmaggiore che riflettono le divisioni storiche che hanno

    visto tali centri legati rispettivamente a Milano, a Venezia e a Mantova. Fra i dolci cremonesi il

    pi famoso il Torrone, ma da non perdere sono anche il bussolano di Soresina, i bumbunen,

    la torta Bertolina di Crema, gli isolini di Isola Dovarese con il Melone di Casteldidone a rappre-

    sentare il frutto tipico di questa terra generosa. Numerose sono le iniziative per valorizzare i

    prodotti tradizionali del territorio: il Festival del Gusto, la Festa del Torrone, Caseifici, Salumifici

    ed Aziende Agricole aperti, Il Bont.

    In basso da sinistra:

    navigazione fluviale,

    La Rocca di Soncino

    e la liuteria cremonese.

    Archivio fotografico

    della Camera di Commercio

    di Cremona e della Provincia

    di Cremona.

  • L eCCODiscover

  • Il territorio del lecchese situato nel cuore della Lombardia e si estende ad oriente del lago di Como, abbracciandone le acque. La ricchezza lalternanza di paesaggi differenti ma ugualmente spettacolari in un contesto culturale, ambientale e turistico davvero completo: lago, montagna e collina. Il paesaggio alpino ci fa godere di panorami impressionanti, quello lacustre di scorci dalla bellezza mozzafiato e la dolce area collinare ci permette di riposare lo sguardo e la mente. La citt di Lecco accoglie il turista con la proposta dellitinerario Manzoniano. Il percorso si svolge tra Pescarenico, ove ben poco resta del convento di Fra Cristoforo e ad Olate. Sul promontorio dello Zucco, sarebbe stato individuato il Palazzotto di Don Rodrigo e a Chiuso sarebbe avvenuta la celebre conversione dellInnominato, il cui castello si scorge verso sud, in localit Somasca. Resta concreta la Villa della famiglia Manzoni in localit Caleotto, abitata dalla famiglia sin dai primi anni del 1600 e che fu venduta a malincuore dallo scrittore nel 1815.Il Lago propone splendidi scenari naturali che si alternano a centri urbani di antica costituzio-ne, ricchi di arte e storia. Su queste rive si affacciano ville prestigiose. Consigliamo di percorre-re a piedi il Sentiero del Viandante, unantica via di passaggio dal Milanese alla Svizzera, che accanto alla via lacuale, testimonia il ruolo del territorio lariano nei traffici commerciali. Meta obbligata Varenna, perla del lago, dominata dalle rovine del Castello di Vezio. Custo-disce ville grandiose delle quali possibile ammirare i giardini. Ricordiamo anche le cittadine di Bellano e di Colico nelle cui vicinanze sorge lAbbazia di Piona. Diffusissime lungo tutta la costa le attivit nautiche: vela, sci nautico, attivit subacquea e altro. Completano il mosaico di panorami le montagne che incoronano il territorio: il Resegone ed il gruppo delle Grigne, ambita meta per tutti gli amanti dellalpinismo della natura. La Valsassina situata fra i gruppi montuosi prealpini da un lato e gli altri massicci che diramano nelle valli bergamasche e che svettano nel Pizzo dei Tre Signori. Lambiente valorizzato dalla presenza di funivie, sciovie, piste di fondo e palestre di roccia e quale posto ideale per attivit escursionistiche, mountain bike, arrampicata, sci e scialpinismo.

    www.iatlombardia.com

    A sinistra:

    panoramica su Lecco

    (foto archivio Provincia di Lecco).

    In basso da sinistra:

    Villa Monastero a Varenna

    (foto di Alessandro Perathoner),

    il Battistero a Oggiono

    (foto di Vittorio Buratti),

    il Ponte Azzone Visconti

    (foto archivio Provincia di Lecco).

  • www.iatlombardia.com

    Si passa poi in Valvarrone, che gravita intorno al paese di Premana, centro conosciuto per la tipica lavorazione di forbici e coltelli. Per addentrarsi in queste tranquille valli consigliamo di proseguire a piedi o in bicicletta, oppure in inverno con gli sci, per ammirare incantevoli e infiniti panorami. Le colline sono di assoluto interesse paesaggistico e ambientale. Il territorio in grado di soddisfare le esigenze del turista e del villeggiante, come dello sportivo pi esigente. Lasciandosi Lecco alle spalle e dirigendosi verso sud, la pianura va ad incontrare le montagne del Triangolo Lariano, ai cui piedi troviamo piccoli specchi dacqua, tra cui quello di Pusiano, di Annone e di Garlate. Nella vicina Civate segnaliamo la Basilica romanica di San Pietro al Monte.LAdda lambisce il complesso di colline che rappresentano la zona nominata Brianza. Litine-rario che segue il corso del fiume parte da Brivio, presidiato da un poderoso castello e prose-gue verso il traghetto di Imbersago, la cui struttura ed il cui funzionamento sono documentati in alcuni disegni di Leonardo da Vinci, e poi fino al ponte di Paderno, splendido esempio di archeologia industriale.

    18

    Raggiungere Lecco

    AutostradeDa Milano (55 km) lungo la SS 36.Da Como (30 km) SS 342, 639 e 36.Da Bergamo (40 km) SS 342 e 639.

    TrenoDa Milano Centrale e Porta Garibaldi.Da Bergamo

    INFO AereoAeroporto di Bergamo - Orio al Serio. Collegamento con Shuttle bus alla stazione ferroviaria di Bergamo, oppure shuttle bus per Milano Centrale.

    Per informazioni:Ufficio Informazioni Turistiche LeccoVia Nazario Sauro, 6 - 23900 LeccoTel. + 39 0341 295720/721Fax + 39 0341 295730 [email protected]

    In alto da sinistra:

    il Castello di Vezio a Perledo

    (foto archivio Provincia di Lecco),

    vista sullAbbazia di Piona

    (foto di Alberto Locatelli)

    e San Pietro al Monte a Civate

    (foto di Alessandro Perathoner).

  • LOD iDiscover

  • www.iatlombardia.com

    Il Lodigiano si estende nella parte centro occidentale del Sud della Lombardia. E quasi in-teramente delimitato dalla riva destra dellAdda, dalla sponda sinistra del Lambro e dalla riva sinistra del Po, con alcune propaggini nella Gera dAdda sulla sinistra dellAdda e la zona del Santangiolino con le Colline di San Colombano. Confina con le Province di Pavia, di Cremona, di Piacenza e con lhinterland milanese. Capoluogo del territorio larmonica e misurata cittadina di Lodi (44.000 abitanti), fondata nel 1158 dallImperatore Federico Barba-rossa del quale, unica citt italiana, conserva ancora oggi un busto marmoreo. Cuore pulsante della vita cittadina lodigiana, Piazza della Vittoria rappresenta un notevole esempio di piazza alto-medievale con un magnifico porticato che si estende su tutti i quattro lati. Tale singolare peculiarit dovuta alla preziosa selciatura della piazza nel tipico ricciato lombardo, costituito da ciottoli di fiume, e alleleganza dei bellissimi palazzi che vi si affacciano, la rendono un luogo particolarmente suggestivo e scenografico, scelto per ospitare eventi di interesse nazionale e registrazioni di spot pubblicitari per la televisione. Sulla splendida piazza si affacciano il Pa-lazzo Municipale (Palazzo Broletto) in stile chiaramente gotico e la meravigliosa Cattedrale romanica, con il suo maestoso portale sul quale si trovano importanti sculture del sec. XII, e la cripta dove si possono ammirare le reliquie di san Bassiano, patrono della citt. Dalla Piazza si dipartono le principali vie cittadine, tra cui la via Incoronata lungo la quale ha sede il Tempio Civico dellIncoronata, gioiello del Rinascimento lombardo e monumento pi prestigioso della citt dal punto di vista artistico. Immersa nel Parco dellAdda Sud, Abbadia Cerreto la testi-monianza pi evidente della presenza dei monaci cistercensi che la fondarono nel 1084 dopo aver bonificato la zona. LAbbazia, intitolata a San Pietro e Paolo, presenta un esterno in stile romanico, molto semplice con due campanili sulle facciate. La campagna lodigiana si presenta ricca di colori e di odori rimasti intatti nel tempo e nelle stagioni dei secoli. Lintero territorio conosciuto e apprezzato per laspetto rurale dove la bellezza della pianura con le sue rogge e i suoi canali, si mescola ai vigneti e allordine dei campi coltivati animati dal profilo dei cascinali,

    20

    Nella pagina precedente:

    Piazza della Vittoria a Lodi.

    In questa pagina da sinistra:

    il Passaggio del Po sulla

    Via Francigena, Cupola

    dellIncoronata a Lodi,

    tipico scorcio della campagna

    lodigiana.

  • www.iatlombardia.com

    TrenoSi trova sulla linea Milano-Bologna delle Ferrovie dello Stato.www.trenitalia.com

    AereoLaeroporto di Linate dista 40 Km da Lodi; quello di

    Raggiungere Lodi

    AutostradeLodi raggiungibile percorrendo lAutostrada A1 che la collega a Milano, Bologna e Piacenza.In alternativa possibile utilizzare la statale n. 9 Via Emilia da Milano e Piacenza.

    INFO Orio al Serio 51 Km.Per informazioni:IAT LODIPiazza Broletto [email protected]@lo.camcom.it

    dei campanili e delle torri che la punteggiano. Girovagare per le campagne lodigiane significa immergersi nella natura fatta di scorci meravigliosi e di panorami suggestivi, di immense distese di pascoli, dove le lanche formate dai canali offrono un passatempo agli appassionati di pesca. Il territorio della provincia di Lodi offre una fitta rete di itinerari ciclabili in cui luso della bicicletta rappresenta il modo migliore e pi semplice per apprezzarne a pieno i profumi e i colori. Molto interessante il percorso della Dorsale dellAdda, la ciclabile che percorre tutta la provincia di Lodi, parallelamente al fiume Adda e al territorio del Parco Regionale Adda Sud, sino al ponte fiume Po, passando per la citt di Lodi. Di grande fascino anche il percorso ciclabile che at-traversa le stradine dellAnello Periurbano di Lodi e che forma un anello tuttattorno alla citt. raggiungibile da Lodi per mezzo di una serie di piste ciclabili che corrono accanto alle varie strade provinciali di accesso alla citt. Tra i pi apprezzati prodotti offerti dalla campagna lodi-giana spicca la Raspadura, la raschiatura in scaglie di un grana padano giovane, fatta con un apposito coltellone piatto. Insieme al Granone lodigiano, la raspatura il simbolo gastronomico della provincia di Lodi.

    In questa pagina da sinistra:

    Abbazia dei Santi Pietro

    e Paolo a Abbadia

    Cerreto, la Raspadura

    e Piazza Broletto a Lodi.

    21

  • MAntOvADiscover

  • Mantova, geograficamente situata nel nord Italia e al sud della Lombardia, una citt di circa 49.000 abitanti. Abitata gi allepoca degli Etruschi, deve il suo fascino e la sua eccellenza alleredit di arte e cultura di epoca medievale e soprattutto alla lunga signoria dei Gonzaga (1328-1707), che fece della citt capoluogo e dei centri maggiori altrettante corti rinascimentali, rese uniche dallattivit di maestri come Andrea Mantegna, Leon Battista Alberti, Giulio Romano e Benvenuto Cellini.Nella provincia, il complesso dei castelli e dei borghi dellalto mantovano (oggi teatro delle celebrazioni del 150 anniversario della battaglia di Solferino e San Martino), la citt rinascimentale di Sabbioneta, che con Mantova dal luglio 2008 Patrimonio Mondiale dellUmanit dellUNESCO, labbazia di San Benedetto in Polirone, insieme con le numero-se chiese romaniche legate a Matilde di Canossa sparse lungo il Po, costituiscono le tappe irrinunciabili di una visita e di un soggiorno che fanno rivivere la ricchezza della storia e gustare le prelibatezze di una tradizione culinaria di primo livello per qualit e variet.In ogni periodo dellanno la citt dei Gonzaga e il territorio virgiliano sanno accogliere il turista con le bellezze dei paesaggi, il patrimonio culturale e artistico e con le molteplici e poliedriche iniziative che, di mese in mese, vengono proposte, pi nota tra tutte il Festivaletteratura in settembre.Dalle Colline Moreniche al Destra Secchia, da Sabbioneta a San Benedetto Po, la provincia mantovana non deluder chi lha scelta come meta per una vacanza o un breve soggiorno. Ad accogliere il visitatore non solo Palazzo Ducale e Palazzo Te, ma anche diversi musei meno conosciuti, ma non per questo di minor interesse, i percorsi naturalistici nel Parco del Mincio e nel Parco dellOglio o gli itinerari lungo il Po. Lacqua elemento caratte-rizzante del territorio mantovano. Ben cinque sono i fiumi che lattraversano: dal Po al Mincio, dal Chiese allOglio al Secchia e a questi va aggiunto un fitto reticolo di canali di bonifica che danno al paesaggio una precisa connotazione. La dolcezza verde del pa-esaggio si pu apprezzare ancor meglio a bordo di una motonave in crociera dal Mincio al Po, passando per i laghi di Mantova, ma anche sullasta fluviale che va da Viadana

    www.iatlombardia.com

    A sinistra:

    veduta aerea di Mantova

    (foto ufficiale Unesco

    di Roberto Merlo).

    In basso a destra:

    Palazzo Te, i fiori di loto,

    e il Castello di San Giorgio.

  • www.iatlombardia.com

    a Felonica, o sulle barche che si addentrano nei canneti delle paludi. Qui si svela tutto un mondo: una flora e una fauna di insospettabile bellezza che colpiscono il visitatore e danno sensazioni di grande piacere e dolcezza. Gli argini, poi, disegnano delle piste ciclabili naturali con percorsi di grande suggestione paesaggistica, che si aggiungono agli itinerari costruiti dalluomo, quali la ciclabile che collega Mantova a Peschiera.Un cenno meritano le specialit enogastronomiche del territorio: ricette a volte semplici, ma che esprimono al meglio la tipicit di una terra fra le pi produttive e rinomate. La provincia di Mantova, unica zona di produzione del Grana Padano e del Parmigiano Reggiano, vanta numerosissime eccellenze enogastronomiche: dalla cipolla al melone, dalla pera al riso, dalla mostarda alle salamelle, numerosissime sono le specialit da gustare alla tavola mantovana.Storia, arte, natura, tradizioni e gastronomia. Mantova e la sua provincia offrono tutto, non vi resta da fare altro che venirci presto a trovare!

    24

    Raggiungere Mantova

    AutostradeAutostrada A22 BrenneroModena uscite di Mantova Nord, Mantova Sud, Pegognaga. Autostrada A4 Milano-Venezia uscite di Desenzano, Sirmione, Peschiera e Verona Sud.

    INFO Autostrada del Sole A1 uscite di Parma Est e Reggio Emilia.

    AereoCatullo di Verona Villafranca (Km. 20)Gabriele DAnnunzio di Montichiari (Km. 60)

    Giuseppe Verdi di Parma (Km. 60) Orio al Serio di Bergamo (Km. 100)Marco Polo di Venezia (Km 180)

    Per informazioni:Tel. +39 0376 [email protected]

    In alto da sinistra:

    Abbazia del Polirone

    a San Benedetto Po, il Parco

    del Mincio e il Palazzo Ducale.

    Archivio fotografico

    della provincia di Mantova.

  • MiLAnODiscover

  • www.iatlombardia.com

    Itre aeroporti che servono la citt (Linate, Malpensa ed Orio al Serio) ospitano migliaia di pas-seggeri allanno. La citt offre a costoro prospettive uniche ed interessanti non solo dal punto di vista turistico ma anche dal punto di vista del business e dello shopping.DuomoE il simbolo di Milano nel mondo. Sorge nellomonima piazza al centro della citt ed dedicato a Santa Maria Nascente. Considerata una delle pi belle costruzioni in stile gotico di tutti i tempi.Cenacolo Vinciano - Santa Maria delle GrazieLa Chiesa di Santa Maria delle Grazie uno dei monumenti pi suggestivi del Rinascimento lombar-do. Nel refettorio della chiesa quattrocentesca, antica sede del Tribunale dellInquisizione, custodito uno dei capolavori assoluti della storia dellarte, nonch bene dellumanit secondo lUNESCO: lUl-tima Cena di Leonardo da Vinci.Teatro alla ScalaIl Teatro alla Scala, situato nel cuore storico della citt, il pi importante tempio della lirica italiano e uno dei suoi simboli nel mondo. La stagione teatrale e musicale del teatro stesso allieta e arricchisce i bellissimi inverni milanesi.Castello SforzescoIl Castello Sforzesco uno dei monumenti pi curiosi e ricchi di fascino della citt: rocca difensiva, reggia ducale, caserma militare e infine sede di musei e istituzioni culturali. Si tratta del massimo monumento civile del periodo rinascimentale a Milano. Sede dei Civici Musei, stato recentemente dotato di un nuovo sistema di illuminazione che ne fa risaltare linconfondibile profilo nelle ore serali.NavigliAnche Milano ha i suoi corsi dacqua: la cosiddetta cerchia dei Navigli, infatti, percorre la citt da oltre nove secoli. Fino agli anni Trenta, lintero percorso dei tre Navigli principali era scoperto e Milano assomigliava a una piccola Amsterdam. La Darsena, antico porto cittadino, ora punto di ritrovo per la nightlife milanese. Unatmosfera unica: accanto a locali di tendenza vivono ancora le ultime botteghe artigianali, i cortili delle case risplendono spesso di colori accesi e curiosando qua

    26

    Nella pagina precedente:

    il Castello Sforzesco.

    In alto da sinistra:

    il Duomo,

    ponte sul Naviglio,

    il nuovo complesso

    Rho Fiera Milano.

  • www.iatlombardia.com

    Milano-Torino Milano-Genova Milano-Napoli.

    AereoMilano Linate ( 7,4 km)Milano Malpensa (53 km)www.malpensashuttle.it

    Raggiungere Milano

    AutostradeA1 Milano-Napoli A4 Torino-Milano-VeneziaA7 Milano-Genova e A8 Milano-Varese e Como.

    TrenoLinea Milano-Venezia

    INFO Per informazioni:[email protected].itwww.turismo.comune.milano.itwww.provincia.milano.it/turismo

    e l si possono scorgere gli artisti al lavoro. Sullacqua si affaccia un caratteristico quartiere della vecchia Milano, dove si svolgono, ai primi di giugno, la popolare Festa dei Navigli e, ogni ultima domenica del mese, il noto Mercatone del Naviglio Grande, di antiquariato e brocantage. Diverse multinazionali e fondazioni culturali hanno scelto questa zona come sede, inserendosi nel tessuto urbano grazie allintervento di noti architetti e designer. Unico ricordo del passato resta il Vicolo dei Lavandai che, con i vecchi lavatoi in pietra e i tetti di paglia, stato elevato a monumento nazionale.Pinacoteca di BreraLa Vergine con Bambino e Santi di Piero della Francesca e il Cristo morto di Mantegna, queste due opere basterebbero a fare della Pinacoteca di Brera il polo di attrazione pi importante della citt, dato che sono considerate i capisaldi della pittura occidentale. In realt la Pinacoteca, nata nellOttocento come sala di studio dei modelli per gli allievi della vicina Accademia di Brera, contiene una quantit incredibile di capolavori dellarte italiana. In fondo alla Pinacoteca si trova la Biblioteca Nazionale di Brera che ospita antichi manoscritti, incunaboli e miniature. A sinistra del complesso si trova lOsservatorio Astronomico che oggi in realt un museo.

    In alto da sinistra:

    il Grattacielo Pirelli

    (sede degli uffici

    della Regione Lombardia),

    caratteristici palazzi

    sul lungo Naviglio e

    la Galleria Vittorio Emanuele II

    con vista da Piazza Duomo.

    27

  • MOnzAeBRiAnzADiscover

  • La nuova Provincia di Monza e Brianza, costituita da cinquanta comuni, terra di impresa e di alta qualit della vita. Loperosit di migliaia di aziende, laboratori, mobilifici si mescola con le bellezze paesaggistiche e naturalistiche, come il Parco di Monza il parco recintato pi grande dEuropa , allinterno del parco della Valle del Lambro, le cascine e le maestose ville, dalla pi nota Villa Reale a palazzo Arese Borro-meo di Cesano Maderno fino a palazzo Trotti a Vimercate, a cui si aggiungono alcuni capolavori romanici come la basilica dei SS. Pietro e Paolo ad Agliate di Carate Brianza.Le tracce di un antico passatoLe tracce della permanenza longobarda a Monza si ritrovano nel Duomo di Monza che conserva la celeberrima corona ferrea, tra i manufatti pi noti del periodo. Nel Duomo di Monza, e anche nel museo che si trova al suo interno, sono conservate opere darte deccelso valore, massime testimonianze per larte gotica lombarda del trecento e quat-trocento. Il museo del Duomo accoglie altri importanti capolavori come la Chioccia con i sette pulcini in argento dorato e la corona votiva di Teodolinda.Le ville La Villa Reale, larchitettura del Piermarini, un tempo residenza di villeggiatura della famiglia reale dAustria, la villa pi nota del territorio, anche se tutta la Brianza vanta un vasto pa-trimonio architettonico, costituito da ville che interpretano i diversi periodi storici e culturali. Oltre alle ville che popolano il parco da Villa Mirabello e Mirabellino altre dimore storiche degne di nota, per citarne solo alcune, sono Villa Cusani Traversi Tittoni a Desio e Villa Galla-rati Scotti a Oreno (Vimercate). Alla sinuosit delle forme barocche e limponenza della ville neoclassiche si affianca lessenzialit di alcune Ville di pi recente costruzione, come Villa Bianca a Seregno opera del genio architettonico razionalista Giuseppe Terragni.Lautodromo di MonzaLautodromo di Monza ospita dal 1922 il Gran Premio dItalia ed uno dei principali attrattori turistici. Limpianto per utilizzato anche come centro per il tempo libero e gli sport non motoristici, ospita infatti manifestazioni podistiche, ciclistiche e di altre discipline sportive.

    www.iatlombardia.com

    A sinistra:

    la Villa Reale a Monza.

    In basso da sinistra:

    scorcio del Parco di Monza,

    Villa Mirabello e

    il Duomo di Monza.

  • www.iatlombardia.com

    I parchiLa presenza di numerose aree verdi valso alla Brianza lappellativo di giardino della Lom-bardia, aree oggi qualificate da un punto di vista naturalistico sia come parchi regionali (Parco delle Groane, Parco della Valle del Lambro) che come parchi di interesse sovracomu-nale (Parco della Brughiera Briantea, Parco della Brianza Centrale, Parco dei Colli Briantei, Parco della Valletta, Parco del Molgora, Parco del Rio Vallone, Parco Grugnotorto Villoresi, Parco della Cavallera, Parco della Media Valle del Lambro, Parco Est delle Cave).La tradizione gastronomica brianzolaLa tradizione enogastronomica della Brianza fatta di piatti di sostanza, frutto di in-gredienti poveri, come la cassoeula, la buseca, el pan moijaa, il risotto con luganega, il salame di Brianza, la torta paesana, il pane di San Gerardo, i biscotti di San Gerardo. La Camera di Commercio di Monza e Brianza ha assegnato il marchio, Made in Brianza ad alcune eccellenze locali, come la patata di Oreno, lasparago rosa di Mezzago e il Pan Tramvai per valorizzare la specificit e qualit di questi prodotti.

    30

    Raggiungere Monza

    AutostradeDa Milano, V.le Fulvio Testi dir. Mon-za, poi SS36 dir. Lecco, uscita Monza Villa Reale. Da Torino o Venezia, A4 uscita Cinisello - Sesto San Giovanni, poi SS36 dir. Lecco, uscita Monza Villa Reale. Da Bologna, A1, tangenziale est poi tangenziale nord

    INFO dir. Como, uscita Monza Centro.

    TrenoMonza fermata lungo le linee FS Milano - Bergamo, Milano - Como/Chiasso e Milano - Lecco.

    AereoDa Linate e da Malpensa www.sea-aeroportimilano.it da Orio al Serio www.orioaeroporto.it

    Per informazioni:Ufficio IAT Monza e Brianza [email protected] e fax +39 039 323222

    In alto da sinistra:

    il fiume Lambro,

    la Basilica dei SS. Pietro e Paolo

    ad Agliate (Carate Brianza)

    e il Ponte dei Leoni a Monza.

  • pAv iADiscover

  • www.iatlombardia.com

    Adagiata sulla riva sinistra del fiume Ticino, dove fu fondata oltre duemila anni fa Pavia pu contare su di un ricco patrimonio storico, artistico e naturale con il quale presen-tarsi agli occhi di turisti e visitatori. Come punto di partenza, il Castello Visconteo, fondato da Galeazzo II Visconti nella seconda met del XIV sec., attualmente sede dei Musei Civici, e la vicina chiesa di S. Pietro in Ciel d Oro, del XII sec., notevole esempio di romanico pavese, ospitante le spoglie di S. Agostino, di Severino Boezio e del re longobardo Liutprando. Lungo Strada Nuova (ex-cardo) si trova la sede centrale dell Universit (lo studio generale fu ufficialmente fondato dai Visconti nel 1361), a cui si aggiungono numerosi istituti e collegi. Recandosi in Piazza Leonardo da Vinci si possono ammirare tre Torri Medioevali, un tempo cos numerose da conferire a Pavia la denominazione di Citt dalle Cento Torri. In Corso Mazzini (ex-decumano) situato Palazzo Mezzabarba, sede municipale dal 1875. In Piazza della Vit-toria si distingue il Broletto, risalente al XII-XIII sec., sede municipale fino al 1875, Palazzo de Diversi (XIV sec.) e il complesso absidale del Duomo, fondato nella seconda met del XV sec. dal Cardinale Ascanio Sforza, con il campanile (XVIII sec.) e la cupola (per dimensioni, la terza in

    32

    Raggiungere Pavia

    AutostradeA7 Milano-Genova,uscite Bereguardo-Gropello.A21 Torino-Piacenza-Brescia,uscite Casteggio-Stradella.S.S.35 dei Giovi (Milano-Pavia).

    INFO PullmanDa Milano-Voghera

    TrenoLinea Milano-Genova-Ventimiglia-La Spezia

    AereoPavia dista 58 km da Linate

    e 85 km da Malpensa.www.migliavaccabus.itAutostazione PaviaTel. +39 0382 303307

    Per informazioni:[email protected]

    Nella pagina precedente:

    Pavia Ponte Coperto.

    In alto da sinistra:

    la Certosa di Pavia,

    le risaie di Lomellina,

    la Piazza Ducale a Vigevano

  • www.iatlombardia.com

    Italia ). Davanti al Palazzo Vescovile (XVI sec.) suscita curiosit il Regisole (1937), monumento equestre per anni simbolo e sigillo della citt e opera di Francesco Messina, autore anche della statua della Minerva nellomonima piazza. Meritano una visita le chiese di S. Maria del Carmine, notevole esempio di architettura gotica e S. Teodoro, tardo-romanica, con due interessanti ve-dute affrescate di Pavia cinquecentesca. Nei pressi del lungofiume la chiesa di S. Michele. Non lontano da questa il Ponte Coperto, rifacimento del preesistente ponte trecentesco, distrutto durante la seconda guerra mondiale. Altre chiese tardo-romaniche che meritano la visita sono: S. Maria in Betlem, S. Lanfranco e S. Lazzaro. La provincia di Pavia tra le pi vaste dItalia, si estende su di unarea di 2965 kmq e conta oltre mezzo milione di abitanti. Pavese, Lomellina e Oltrep sono le tre zone in cui il territorio provinciale distinto dal corso dei fiumi Po e Ticino. Il Pavese, che gravita intorno al capoluogo, la parte nord-orientale del territorio provinciale. Zona di pianura, annovera numerose localit dinteresse, tra cui Certosa, famosa per lomonimo monastero in origine certosino, attualmente affidato ai monaci cistercensi della comunit di Calamari. Fondato da Gian Galeazzo Visconti il 27 agosto 1396, costituito non solo dalla chiesa (interno a tre navate con 14 cappelle laterali interamente decorate e ricche di opere di artisti) ma anche dai chiostri - Chiostro Piccolo, decorato in cotto; Chiostro Grande con le 24 celle dei monaci - e dal Palazzo Ducale, risalente al XVII sec., nonch da vari cortili. La Lomel-lina, inconfondibile per risaie, marcite e pioppeti, occupa la parte occidentale della provincia. Centro principale Vigevano, capitale dellindustria calzaturiera della provincia di Pavia. Nucleo storico-artistico di questa citt Piazza Ducale, Castello Sforzesco e la Torre del Bramante. Terra generosa ed ospitale, che il corso del fiume Po separa a nord dal Pavese e dalla Lomellina, lOltrep si insinua tra Piemonte ed Emilia ed , tra le tre zone della provincia di Pavia, quella dal paesaggio pi vario. Infatti, alla pianura, che si estende immediatamente lungo la riva destra del Po, si sostituisce la collina, ove la diffusissima coltura della vite garantisce una produzione vinicola notevole per quantit e qualit. Centro principale dellOltrep Voghera, attraversata dal 45 parallelo, dove si segnalano, per la visita, limponente cattedrale di S. Stefano Martire (XVII sec.) e la chiesa dei SS. Ilario e Giorgio (XII sec.), meglio nota come Chiesa Rossa.

    In basso da sinistra:

    il Battistero di San Giovanni

    ad Fontes a Lomello,

    alcuni prodotti tipici

    e il panorama

    dellOltrep pavese.

    Le fotografie sono state fornite

    dal Sig. Umberto Barcella e dal

    Comune di Vigevano.

  • vA L t e L L i n ADiscover

  • A rea di confine tra Italia e Svizzera, Lombardia e Cantone dei Grigioni, la Valtelli-na si estende per quasi 200 km dalla sommit del lago di Como ai 4000 metri di quota del gruppo montuoso del Bernina, offrendo ai suoi ospiti paesaggi molto diversi tra loro e di sicuro fascino. La Valtellina unimportante meta turistica e vanta localit famose come Livigno, Bor-mio, Madesimo, Aprica, Santa Caterina Valfurva, Teglio, la Valmalenco, la Valmasino, la Valgerola solo per fare alcuni nomi e offre al turista infinite possibilit per trascorrere il tempo libero, dalle terme alle visite culturali, dagli spettacoli musicali alle sagre tradi-zionali, dallo sci alla mountain bike. Un piccolo mondo incastonato tra le Alpi dove ancora possibile trovare il bianco infi-nito delle vette innevate, il caldo abbraccio delle acque termali, i sapori autentici della cucina tipica e dei vini, e insieme la sincera amicizia della gente di montagna, in un ambiente di rara bellezza coperto per oltre un terzo del suo territorio da Parchi e Riserve. La Valtellina ricca di arte e di cultura, ha una lunga storia con radici nella preistoria, com testimoniato dalle incisioni rupestri di Grosio che risalgono al 2200-1100 avan-ti Cristo. Vi sopravvivono antiche tradizioni che il profondo rispetto per il passato ha preservato, che si esprimono attraverso rievocazioni ed eventi che richiamano un folto pubblico tutto lanno. Anche i sapori sono antichi, la cucina locale trae ispirazione dalla tradizione con piatti che soddisfano i palati pi esigenti: i pizzoccheri, gli sciatt, la polenta taragna, a base di grano saraceno, la bresaola IGP, un salume tipico che deve la sua qualit sopraffina alla delicata preparazione e alle condizioni ambientali; i formaggi Bitto e Valtellina Casera che si fregiano della Dop. Su tutte queste specialit si ergono i vini di Valtellina, il Valtel-lina Superiore DOCG e lo Sforzato DOCG, decantati da Leonardo Da Vinci nel suo Codi-ce Atlantico, la cui zona di produzione inizia a pochi chilometri da Morbegno sullasso-lata costiera retica, dove, nel corso dei secoli, pi di 50 chilometri di versante sono stati trasformati in vigneti terrazzati ricavandone ben 2.500 chilometri di muretti a secco che oggi rappresentano una attrazione unica per lItalia.

    www.iatlombardia.com

    A sinistra:

    Castel Grumello e i vigneti

    nella zona di Sondrio.

    In basso da sinistra:

    il chiostro di S. Antonio

    a Morbegno,

    la skiarea dellAprica

    e le terme di Bormio.

  • www.iatlombardia.com

    Gli itinerari tra i vigneti, nelle diverse zone di produzione, consentono di scoprire insie-me lambiente, larte e la storia con le visite alle cantine nel cuore della Valtellina, tra Sondrio e Tirano. Accanto ai vini, ai formaggi, alla bresaola e alle mele IGP, dobbiamo ricordare anche il miele, i funghi, le marmellate, i prodotti con le erbe, gli amari, le grappe e le acque minerali. La Valtellina ha anche un fiorente artigianato tipico con antiche lavorazioni tramandate di generazione in generazione come, tra le altre, i pezzotti (i tappeti rustici che mischia-no i colori con gusto e creativit) e gli utensili in pietra ollare. Da non perdere una gita con il Trenino Rosso del Bernina, patrimonio mondiale dellUNESCO, e la visita ai tanti borghi che costellano la valle, per chi ama la bicicletta il sentiero Valtellina, percorso ci-clabile di fondovalle che corre per buona parte a fianco del fiume Adda, pu essere una piacevole sorpresa. La Valtellina in inverno si trasforma nel paradiso dello sci con 436 km di piste da sci, 119 impianti di risalita e 9 grandi skiaree e in estate per chi ama la neve c la possibilit di sciare sul ghiacciaio dello Stelvio.

    36

    Raggiungere la Valtellina

    AutostradeLe principali Strade Statali:S.S. 36 Spluga - S.S. 37 Maloja S.S. 340 Regina - S.S. 39 Aprica S.S. 38 Stelvio - N. 27 Zernez (CH) N. 29 Bernina (CH).

    TrenoLinea Trenitalia: Milano - Sondrio/

    INFO Tirano Linea Ferrovia Retica (CH): Chur - St. Moritz - Tirano.

    AereoE possibile raggiungere la Valtellina dai principali aeroporti della Lombardia collegati con servizio Bus alla Stazione Centrale di Milano.

    Durante la stagione invernale collegamenti bus con gli aeroporti di Milano Malpensa e Bergamo Orio al Serio - www.mtbus.it

    Per informazioni:Valtellina TurismoTel. +39 0342 215921 - [email protected]

    In alto da sinistra:

    goloso spuntino durante

    una escursione in montagna,

    mountain bike in Valfurva,

    il Trenino Rosso del Bernina e

    la Basilica di Madonna di Tirano.

  • vA R e S eDiscover

  • www.iatlombardia.com

    La provincia di Varese terra dacqua grazie ai suoi numerosi laghi. La felice posizione geo-grafica, allo sbocco di alcune valli alpine e in mezzo a due importanti direttrici come le vie del Sempione e del Gottardo, ne fa da sempre un territorio attrattivo per chi cerca la possibilit di trascorrere momenti di relax in un ambiente di rara bellezza. Unarea turistica che ha saputo coniugare il fascino dei suoi laghi, delle sue valli incontaminate e dei suoi parchi con una dotazione di strutture in grado di soddisfare ogni esigenza: alberghi, residenze turistiche, campeggi, aziende agrituristiche, bed and breakfast, aree sosta camper, affittacamere, rifugi con camere, case vacanze e per ferie, cos come impianti sportivi ben distribuiti sul territorio. Unottima accessibilit, grazie anche alla presenza dellaeroporto internazionale di Malpensa, ne fanno una meta piacevole e attraente, capace di unofferta differenziata che spazia dal soggiorno tranquillo sui laghi prealpini allescursio-ne nel borgo darte, dalla vacanza agrituristica al pellegrinaggio lungo le vie dei Sacri Monti prealpini o alleremo di Santa Caterina del Sasso, a picco sul lago Maggiore, dalla visita culturale a ville e giardini alla passeggiata a piedi o in bicicletta su sentieri che percorrono le verdi vallate varesine. Insieme allo sfondo della catena prealpina, i laghi sono una delle peculiarit di questa area ricca di elementi dinteresse: se ne contano una decina e quasi tutti si possono abbracciare con lo sguardo dalla cima del Campo dei Fiori, il monte che sovrasta pressoch tutto il territorio provinciale. Nella regione turistica dei grandi laghi italiani, il Maggiore (o Verbano) quello pi occidentale con le sue acque che lambiscono le sponde lombarda e piemontese oltre che quella del Canton Ticino, nella vi-cina Svizzera. Le valli della provincia di Varese sono caratterizzate dal verde di una ricca vegetazione e sono attraversate da fiumi e torrenti che scorrono lenti e che raccordano, in un perfetto sistema, i differenti livelli dei diversi laghi, fino al Ticino che avvia lacqua al Po e quindi al mare Adriatico. La provincia di Varese possiede inoltre un patrimonio artistico e culturale di tutto rispetto, sia per quan-tit di testimonianze, sia per distribuzione sullintero territorio provinciale. Tra i principali punti di inte-resse culturale si possono ricordare: il Sacro Monte di Varese Patrimonio dellUmanit, il borgo darte di Castiglione Olona, vero Angolo di Toscana in Lombardia, il complesso di Castelseprio, una tra le pi importanti testimonianze della presenza locale dei longobardi, sempre patrimonio dellUmanit UNESCO, lEremo di Santa Caterina del Sasso che si colloca a strapiombo sul Lago Maggiore, e

    38

    Nella pagina precedente:

    Eremo di S. Caterina

    del Sasso Ballaro, Leggiuno.

    In alto da sinistra:

    Castello Visconteo

    di Fagnano Olona,

    veduta dallalto

    del lago Maggiore e

    Arcumeggia paese dipinto.

  • www.iatlombardia.com

    AereoBergamo (100 km)Milano Linate (75 km)Milano Malpensa (40 km)Servizi taxi e shuttle bus.

    Raggiungere Varese

    AutostradeA8 Milano-Laghi www.autostrade.it

    TrenoLinea Milano-Varese, (Trenord) www.trenord.it

    INFO Per informazioni:Agenzia del Turismo della provincia di VareseViale Ippodromo 9 - 21100 Varesewww.vareselandoftourism.it [email protected] Tel. +39 0332 286163

    lisolino Virginia, anchesso bene culturale dellUmanit. Il capoluogo Varese vanta un patrimonio di civilt e storia che affonda le sue radici nella notte dei tempi, in quella civilt dellacqua che inizia nel Neolitico e documentata dai resti di palafitte nei luoghi circostanti lomonimo lago. Varese stata inoltre storicamente favorita da tutte le vicende passate legate ad un territorio fortemente trafficato; della sua millenaria storia rimangono numerose testimonianze sparse su tutto il territorio. In provincia di Varese possibile praticare attivit sportive di vario genere, e oltre agli itinerari percor-ribili a piedi, a cavallo o in mountain bike, lungo i tanti sentieri prealpini, la presenza dei laghi rende questa terra ideale per sport come la vela e il canottaggio. Alti sui cieli si scorgono frequentemente i deltaplani, i parapendii e gli alianti del volo a vela, mentre appena al largo si scrutano le profondit lacustri con maschera e bombole. Arrampicate su roccia e discese in grotta arricchiscono unofferta che ha quale elemento principale le escursioni allaria aperta. Il golf, il nuoto, il ciclismo, il tennis e il pattinaggio su ghiaccio si giovano di strutture di primordine, moderne e aperte a tutti, in buona parte anche a persone disabili, grazie alla presenza di numerose associazioni polisportive dedicate. Nel periodo invernale, possibile anche sciare in alcune localit del nord della provincia, grazie alla presenza di impianti sportivi di sci di fondo e nordico.

    In alto da sinistra:

    Sacro Monte di Varese

    (patrimonio dellUNESCO),

    Palazzo Estense e

    Centro Congressi Ville Ponti.

    39

  • IN AereO

    Aeroporto MilAno MAlpensA Call Center +39 02 74852200www.sea-aeroportimilano.it

    Aeroporto MilAno linAte Call Center +39 02 74852200www.sea-aeroportimilano.it

    Aeroporto BergAMo orio Al serio Call Center +39 035 326323www.orioaeroporto.it

    Aeroporto di BresciA MontichiAriCall Center +39 030 2041599www.aeroportobrescia.it

    IN TreNO

    possibile raggiungere le principali citt lombarde an-che in treno. Per maggiori informazioni consultare il sito www.trenitalia.com. Allinterno della regione Lombar-dia sono presenti anche altre reti ferroviarie come le Fer-rovie Nord (www.ferrovienord.it) che offrono anche il servizio Malpensa Express, lunico collegamento ferrovia-rio fra il capoluogo lombardo e laeroporto intercontinen-tale di Malpensa (www.malpensaexpress.it).

    IN AuTOwww.autostrade.itLe autostrade che attraversano il territorio lombardo sono le seguenti:l A1 o Autostrada del Sole collega Milano con Napoli via Bologna, Firenze, Roma.

    l A4 o Serenissima collega Torino con Trieste via Mila-no, Bergamo e Brescia attraversando tutta la pianura padana.

    l A7 o Milano Serravalle collega Milano a Genova via Pavia e Voghera.

    l A8 e A9 o Autostrada dei Laghi parte da Milano e a Lainate si divide proseguendo per Varese (A8) o per Chiasso passando per Como Grandate e prendendo il nome di A9.

    l A21 o Autostrada dei vini collega Torino con Brescia via Voghera, Piacenza e Cremona.

    l A22 o Autostrada del Brennero collega Modena con il passo del Brennero via Mantova.

    l A50 Tangenziale Ovest di Milano.l A51 Tangenziale Est di Milano.l A52 Tangenziale Nord di Milano.

    A1A4A7A8 o A9A21A22

    TOrINO

    GeNOVA

    SISTIANA

    NAPOLI

    MILANO

    VAreSe COMO

    BreSCIABerGAMO

    MODeNA

    rOMA

    BreNNerO

    FIreNZe

    BOLOGNA

    TOrINO

    ANCONA

    LAQuILA

    BArI

    MATerA

    VeNeZIA

    reGGIO CALABrIAPALerMO

    CAGLIArI

    uDINeAOSTA

    BOLZANO

    PeruGIA

    CAMPOBASSO

    LA LOMBARDiACome raggiungere

  • www.iatlombardia.com - www.turismo.regione.lombardia.it

  • Lago dIseo

    MILANO

    PAVIA LODI

    SONDRIO

    BRESCIA

    CREMONA

    MANTOVA

    VARESE BERGAMO

    MONZA

    COMO

    LECCOLago di Como

    Lago Maggiore

    Lago di Garda

    LOMBARDYDiscover

    Edizione Dicembre 2011