of 24 /24
Facoltà di Economia L’offerta formativa dell’Università degli Studi di Palermo A.A. 2013/2014 Guida della Facoltà di Economia Corsi di Laurea Triennale Centro Orientamento e Tutorato Viale delle Scienze Edificio 2 – Palermo www.orientamento.unipa.it e-mail: [email protected] centralino: 091 23865500

Facolt di Economia Lauree Triennali - unipa.it · • Biblioteca di Facoltà e biblioteche dei Dipartimenti ... Economia e gestione delle imprese SECS-P/08 9 ... Scienza delle finanze

  • Author
    lelien

  • View
    216

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of Facolt di Economia Lauree Triennali - unipa.it · • Biblioteca di Facoltà e biblioteche dei...

Facolt di Economia

L offerta form ativa dellU niversit degli Studi di Palerm o

A .A . 2013/2014

G uida della F acolt di E conom ia

Corsi di L aurea Triennale

Centro O rientam ento e Tutorato

V iale delle Scienze E dificio 2 P alerm o

w w w .orientam ento.unipa.it

e-m ail: orientam [email protected] unipa.it

centralino: 091 23865500

Facolt di Economia

2

F acolt di E conom ia

Preside

Prof. Fabio Mazzola Facolt di Economia Viale delle Scienze - Edificio 13 [email protected]

Segreteria di presidenza

Facolt di Economia Viale delle Scienze - Edificio 13 091 238 95292/95111 Fax: 091 423794 [email protected]

Sedi didattiche e sedi distaccate Viale delle Scienze Edificio 13 Tel. 091 238 95111 Viale delle Scienze Edificio 19 (Polo didattico)

Manager didattico Alice Calafiore Edificio 13 Tel. 091 23895330 [email protected]

Ufficio di segreteria dei corsi di studio

Viale delle Scienze Edificio 13 Leonarda Capuano, Ferdinando Di Siena Tel. 091 238 95226 - 091 238 95289 [email protected] [email protected]

Ufficio di segreteria del consiglio di Facolt

Viale delle Scienze Edificio 13 Tel. 091 238 95289 Marco Rosolino Chifari [email protected]

Ufficio di segreteria programma Erasmus

Viale delle Scienze Edificio 13 Sabrina Richiusa Tel. 091 238 95328 [email protected]

Indirizzo sito della facolt www.economia.unipa.it

Orientamento e tutorato

Sportello SOFT Facolt di Economia, Edificio13 piano terra Tel. 091 238 95353 Sito web SOFT accessibile da http://portale.unipa.it/facolta/economia www.orientamento.unipa.it e-mail:[email protected]

Delegati della Facolt per lOrientamento

Rosalia Epifanio [email protected] Ornella Giambalvo [email protected]

Facolt di Economia

LAUREE TRIENNALI (3 anni)

Economia e amministrazione aziendale (L-18) http://offweb.unipa.it/offweb/public/corso/visualizzaCurriculum.seam?oidCurriculum=14647&cid=162

Economia e finanza (L-33)

curriculum: Economico finanziario http://offweb.unipa.it/offweb/public/corso/visualizzaCurriculum.seam?oidCurriculum=14648&cid=162

curriculum: Economico applicato

http://offweb.unipa.it/offweb/public/corso/visualizzaCurriculum.seam?oidCurriculum=14649&cid=162

Statistica per lanalisi dei dati (L-41)

http://offweb.unipa.it/offweb/public/corso/visualizzaCurriculum.seam?oidCurriculum=14651&cid=162

Scienze del turismo (L-15) (Interfacolt con Lettere e Filosofia)

http://offweb.unipa.it/offweb/public/corso/visualizzaCurriculum.seam?oidCurriculum=14646&cid=162

Sviluppo economico e cooperazione internazionale (L-37) (Interfacolt con Scienze della Formazione e Scienze Politiche) http://offweb.unipa.it/offweb/public/corso/visualizzaCurriculum.seam?oidCurriculum=14650&cid=162

NUMERO PROGRAMMATO

Per le procedure di accesso ai corsi a numero programmato si fa riferimento al bando pubblicato sul sito www.economia.unipa.it e www.unipa.it.

DIDATTICA Linizio delle lezioni previsto il I novembre 2013. La didattica organizzata in semestri. Le sessioni di esame sono previste al termine di ogni semestre e a settembre.

SERVIZI PER GLI STUDENTI DISPONIBILI IN FACOLT

Sito web Materiale didattico online Aule e spazi a disposizione per lo studio individuale Aule informatiche Biblioteca di Facolt e biblioteche dei Dipartimenti Iscrizione agli esami online Sportello Orientamento di Facolt (SOFT) Servizio di tutorato

Facolt di Economia

Facolt Economia Corso di laurea in Economia e amministrazione aziendale Classe L-18 Durata: 3 anni Crediti: 180 Sede del corso Palermo Numero programmato: 350 Posti riservati per stranieri 7 (+2 Progetto Marco Polo per i cittadini Cinesi)

Sbocchi occupazionali I laureati possono svolgere: 1. in tutte le aziende (c.d. private, pubbliche e non profit): attivit di organizzazione, di gestione, di rilevazione e di governo tipicamente fino ai livelli amministrativi di vertice delle aziende di minori dimensioni e complessit e nei livelli intermedi di quelle di maggiori dimensioni e complessit; 2. per tutte le aziende: attivit di consulenza in genere e le attivit professionali regolamentate di Esperti contabili (previo tirocinio triennale ed esame di Stato), di Revisori contabili (previo tirocinio triennale ed esame di Stato), di Consulenti del lavoro (previo praticantato almeno biennale ed esame di Stato) e di Consulenti tributari (per titoli o per esame previa attivit lavorativa, da due a cinque anni, nel settore o in altri contigui); 3. su tutte le aziende: attivit esterne ad esse di lavoro dipendente o autonomo di supporto a finalit conoscitive o operative d'interesse pubblico (di controllo, indirizzo, governo e simili) e privato (di assistenza, rappresentanza, tutela e simili).

Obiettivi formativi I laureati devono acquisire: 1. una padronanza di metodi e contenuti scientifici generali di ambito aziendale, economico, matematico-statistico e giuridico che sia adeguata ad una prima conoscenza critica delle strutture, delle funzioni, dei processi e dei sistemi riguardanti tutte le macroclassi di aziende (c.d. private, pubbliche e non profit) secondo le rispettive condizioni di esistenza, dalla costituzione alla cessazione, e le principali manifestazioni di funzionamento; 2. i fondamentali contenuti teorici e tecnici delle discipline economico-aziendali secondo: - le aree istituzionali e amministrative di organizzazione, di gestione, di rilevazione e di governo; - le rispettive sub-aree funzionali preminenti (quali: selezione e formazione del personale, analisi e valutazione delle mansioni, modelli decisionali e di responsabilit, ecc.; finanza, marketing, produzione, distribuzione, ecc.; contabilit generali ed analitiche, bilanci ordinari e straordinari, analisi dei costi, controllo di gestione, pianificazione, reporting, ecc.; strategie aziendali, politiche generali e settoriali, ecc.); - le rispettive applicazioni alle pi diffuse classi di aziende per settori (industriali, commerciali, dei servizi e della pubblica amministrazione), per dimensioni (piccole, medie e grandi), per tecnologie (arretrate, mature, avanzate), ecc.; 3. le principali competenze ed alcune connesse abilit lavorative preordinate agli sbocchi occupazionali e professionali specificamente previsti per i laureati del Corso; 4. le abilit informatiche e telematiche di base e la possibile conoscenza in forma scritta e orale di una o due lingue dell'Unione Europea (oltre all'italiano). Gli indirizzi di fondo dell'ordinamento universitario, gli obiettivi formativi qualificanti della Classe e quelli specifici del Corso orientano il percorso formativo a bilanciare al meglio possibile le esigenze della formazione metodologica e contenutistica (peraltro da finalizzare al possibile accesso alla formazione successiva e superiore: soprattutto master di primo livello, corsi di specializzazione, lauree magistrali, master di secondo livello e dottorati di ricerca, oltre alla formazione permanente) con le competenze e le abilit pi o meno immediatamente spendibili nel mercato del lavoro. Per di pi, la poliedricit interdisciplinare e disciplinare della materia aziendale, da un lato, e la variet professionale e territoriale dei possibili sbocchi occupazionali nel tempo, dall'altro, rendono piuttosto problematici tutti i percorsi formativi che sono astrattamente ipotizzabili. Pertanto il Corso persegue soluzioni che siano pi compatibili che non pienamente coerenti tra gli orientamenti verso le conoscenze della formazione culturale, le competenze della preparazione professionale e le abilit dell'addestramento al lavoro. Per ci stesso queste soluzioni devono essere anche flessibili, attraverso anche un continuo monitoraggio della qualit dei percorsi formativi ed una costante interazione, sempre nel superiore interesse degli studi, con i vari interessi sociali e istituzionali ritenuti preminenti. Con queste premesse, il Corso di laurea l'unico della Classe L18 e tende ad una solida formazione comune di attivit formative di base e di talune caratterizzanti, affini e integrative, a valere anche per eventuali articolazioni didattiche del Corso (in curriculum, indirizzi, pacchetti formativi e simili); il tutto rafforzato da un elevato numero di propedeuticit interne ed esterne ai settori scientifico-disciplinari di medesimi ambiti e, in parte, di differenti ambiti. Con il vincolo delle venti prove di esame, compresa quella finale, gli insegnamenti sono abbastanza compatti in quanto sono previsti da 6, 8, 10 e 12 CFU ed al massimo due di quelli da almeno 10 CFU sono articolabili in moduli. Pi nel merito, la didattica articolata in due semestri o in tre quadrimestri per anno accademico e, nel rispetto dei vincoli "tecnici" della normativa e di una equa ripartizione temporale degli ambiti, dei SSD e dei CFU, essa distribuita come segue. Nel primo anno prevalgono attivit formative qualificanti ex DM 270/04 (di base e caratterizzanti nel DM 509/99), con in pi: - l'Organizzazione aziendale, che, pur essendo nell'ordinamento tra le affini e integrative, corrisponde notoriamente ad una fondamentale partizione delle

Facolt di Economia

5

Obiettivi formativi discipline economico-aziendali; - la Lingua inglese, che, pur originando nell'ordinamento dalla lett. c del DM 270/04, art. 10, c. 5, pu agevolare meglio molte delle successive attivit se posta agli inizi e come autonomo insegnamento. Nel secondo anno si completano le attivit di base, si intensificano le caratterizzanti, si introducono alcune affini e integrative e si realizzano le eventuali articolazioni didattiche del Corso (in curriculum, indirizzi, pacchetti formativi e simili) tramite alcune differenze prefissate ed altre a scelta degli studenti tra alternative prefissate. Nel terzo anno si completano le attivit caratterizzanti, le affini e integrative e si introducono quelle a scelta autonoma degli studenti, nonch le altre attivit, relative sia alla prova finale (DM 270/04, art. 10, c. 5, lett. c,) sia ad ulteriori attivit (ibidem, lett. d).

Caratteristiche della prova finale La prova finale verte su argomenti attinenti agli obiettivi formativi del Corso e mira a consentire un giudizio di sintesi su conoscenze, competenze ed eventuali abilit acquisite dai laureandi, anche in termini di verifica di alcuni risultati di apprendimento secondo i descrittori europei. Essa si fonda soprattutto sulla preparazione, l'esposizione e la discussione di un breve scritto, elaborato sotto la guida di un relatore e di un eventuale correlatore, che disgiuntamente concerne: 1. una dissertazione riguardante una o pi discipline di insegnamento; 2. un rapporto relativo ad indagini empiriche o sperimentali; 3. una rielaborazione critica in chiave professionale delle esperienze di tirocinio o di attivit similari.

Facolt di Economia

6

FACOLT DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA IN

ECONOMIA E AMMINISTRAZIONE AZIENDALE Sede: Palermo

INSEGNAMENTO SSD CFU I ANNO

Diritto privato IUS/01 6 Diritto pubblico IUS/09 6 Economia aziendale: - Economia aziendale I - Economia aziendale II

SECS-P/07 SECS-P/07

6 6

Economia politica SECS-P/01 9 Matematica generale SECS-S/06 7 Organizzazione aziendale SECS-P/10 6 Lingua inglese 6 Abilit informatiche e telematiche 4

II ANNO Bilanci aziendali SECS-P/07 8 Diritto commerciale IUS/04 6 Diritto del lavoro IUS/07 6 Economia e gestione delle imprese SECS-P/08 9 Economia dei settori produttivi SECS-P/06 6 Matematica finanziaria SECS-S/06 6 Ragioneria generale e applicata SECS-P/07 10 Statistica SECS-S/01 8

III ANNO Diritto tributario IUS/12 6 ntermediari finanziari e finanza aziendale: Economia e gestione degli intermediari finanziari II

Finanza aziendale e dei mercati

SECS-P/11 SECS-P/09

8 6

Marketing SECS-P/07 6 Programmazione e controllo SECS-P/07 8 Tirocini formativi e di orientamento 6 Attivit formative a scelta dello studente 12 Gruppo di attivit formative opzionali 8 Prova finale 5

Gruppo di attivit formative opzionali SSD CFU Politica economica SECS-P/02 8 Scienza delle finanze SECS-P/03 8

Insegnamenti Insegnamenti Propedeutici Economia politica Matematica generale Diritto commerciale Diritto privato Economia dei settori produttivi Economia politica Matematica finanziaria Matematica generale

Diritto del lavoro Diritto privato Diritto pubblico

Economia e gestione delle imprese Ragioneria generale ed applicata Statistica Matematica generale Bilanci aziendali Ragioneria generale ed applicata Intermediari finanziari e finanza aziendale c.i. Bilanci aziendali Marketing Economia e gestione delle imprese Politica economica Economia politica Scienza delle finanze Economia politica

Diritto tributario Diritto pubblico Diritto privato

Facolt di Economia

7

Facolt Economia Corso di laurea in Economia e finanza Classe L-33 Durata: 3 anni Crediti: 180 Sede del corso Palermo Numero programmato: 300 Posti riservati per stranieri 7 (+2 Progetto Marco Polo per i cittadini Cinesi)

Curricula: Economico-Finanziario Economico-Applicato

Sbocchi occupazionali I laureati in Economia e Finanza svolgeranno la professione dell'economista o del consulente economico e finanziario nei diversi settori dell'economia privata e dell'economia sociale (imprese industriali e commerciali, banche, societ finanziarie e di assicurazione, societ di servizi, imprese che operano nel campo dell'editoria e delle telecomunicazioni) o, in alternativa, nei diversi settori della pubblica amministrazione, con particolare riferimento all'analisi e alla risoluzione di problemi economici riferiti a singoli mercati o a sistemi pi complessi. Potranno inoltre svolgere, oltre alla libera professione come esperti contabili (sezione riservata ai laureati triennali dell'albo dei dottori commercialisti ed esperti contabili), attivit private nell'ambito economico e finanziario, in qualit di analisti economici, analisti finanziari, agenti di sviluppo economico e promotori finanziari nonch funzioni di staff nell'ambito di uffici studi di organismi territoriali, enti di ricerca nazionali ed internazionali, associazioni professionali o sindacali. La capacit di interpretazione dei fenomeni socio-economici nei diversi contesti e la flessibilit di approccio consentiranno al laureato di trovare occupazione in molti campi. Alcuni profili formativi orienteranno maggiormente gli studenti alle professioni legati al mondo bancario, creditizio e finanziario o ad attivit di carattere finanziario in aziende private ed enti pubblici. Altri si rivolgeranno maggiormente alle professioni legate al mondo delle imprese e dell'economia reale con particolare riferimento agli aspetti applicati, nonch ad impieghi interni alla pubblica amministrazione o comunque connessi alla sua attivit.

Obiettivi formativi Il percorso formativo del Corso di Laurea in Economia e finanza rivolto a far acquisire agli studenti una adeguata comprensione del funzionamento dei moderni processi e sistemi economici e finanziari. Tale acquisizione avviene innanzitutto attraverso la conoscenza dei principi fondamentali delle quattro aree disciplinari che caratterizzano le lauree in Scienze economiche e cio la teoria economica, l'economia aziendale, i fondamenti del diritto pubblico e privato e le discipline matematiche e statistiche di base. In tal senso il corso di laurea risponde all'esigenza primaria di assicurare contenuti generali alla preparazione dello studente che risulta essere successivamente in grado di intraprendere profili professionali a maggiore contenuto di specializzazione. L'obiettivo quello di formare la figura dell'economista, in grado di descrivere e interpretare i fenomeni economici sia a livello di sistema che a livello di mercato con particolare attenzione alla comprensione delle interazioni tra economia e finanza. Tale figura sar in grado di operare a livello di quadro intermedio sia nell'ambito dell'impiego privato che in quello dell'impiego pubblico. Con riferimento precipuo all'aspetto legato alla interpretazione dei fenomeni, il laureato in Economia e finanza sar in grado di possedere ed utilizzare, da un lato, gli strumenti dell'analisi finanziaria e le tecniche connesse alla moderna finanza e, dall'altro, le conoscenze specifiche connesse alle problematiche legate alle politiche pubbliche e all'economia applicata, con particolare riferimento alle fenomenologie legate allo sviluppo economico e territoriale. Il corso intende offrire agli studenti gli strumenti analitici e quantitativi necessari alla moderna analisi economica e, al contempo, la conoscenza indispensabile degli assetti istituzionali che influenzano ed orientano le dinamiche dei mercati. In tal senso, il laureato in Economia e finanza sar in grado di esaminare processi decisionali individuali e di interpretare fatti sistemici anche attraverso la previsione dei movimenti economici e finanziari a livello micro e a livello macro. La struttura del Corso di laurea prevede un cospicuo nucleo di insegnamenti comuni (due nelle discipline teoriche dell'economia, almeno un insegnamento corso pi orientato agli aspetti normativi dell'economia, discipline storiche di ambito economico, matematica generale, almeno due corsi di contenuto statistico (di cui uno di base), diritto privato e diritto pubblico, lingua inglese, informatica, un gruppo di insegnamenti specifici rivolti all'analisi finanziaria (ulteriori discipline giuridiche privatistiche, economia monetaria, matematica finanziaria, gestione degli intermediari finanziari, finanza aziendale) e un altro gruppo di insegnamenti specifici rivolti all'analisi economica applicata (nel campo dell'economia territoriale, delle altre scienze sociali, dell'analisi del sistema delle imprese).Le possibili differenziazioni tra i profili formativi giustificano l'ampiezza di intervallo di crediti all'interno delle attivit caratterizzanti di ambito economico e statistico-matematico.

Facolt di Economia

8

Caratteristiche della prova finale La prova finale consiste in un esame solitamente fondato su un elaborato di dimensioni contenute condotto sotto la supervisione di uno o pi relatori o tutor, idoneo a verificare l'acquisizione di competenze diversificate nelle discipline economiche. L'elaborato pu basarsi sull'esperienza di tirocinio svolta.

Facolt di Economia

9

FACOLT DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA IN

ECONOMIA E FINANZA Curriculum: ECONOMICOFINANZIARIO

Sede: Palermo

INSEGNAMENTO SSD CFU I ANNO

Economia politica 1 SECS-P/01 8 Storia economica e Storia del pensiero economico: - Storia economica - Storia del pensiero economico

SECS-P/12 SECS-P/04

6 6

Matematica generale SECS-S/06 9 Economia aziendale SECS-P/07 6 Diritto privato e Diritto privato delleconomia: - Diritto privato - Diritto privato delleconomia

IUS/01 IUS/05

6 6

Diritto pubblico IUS/09 6 Conoscenze informatiche 6

II ANNO Economia politica 2 SECS-P/01 8 Ragioneria SECS-P/07 6 Statistica 1 SECS-S/01 8 Matematica finanziaria SECS-S/06 8 Diritto commerciale IUS/04 6 Lingua inglese 6 Gruppo di attivit formative opzionali 6 Attivit formative a scelta dello studente 12

III ANNO Scienza delle finanze SECS-P/03 8 Statistica 2 SECS-S/01 10 Politica economica SECS-P/02 8 Econometria SECS-P/05 8 Economia e gestione degli intermediari finanziari SECS-P/11 10 Gruppo di attivit formative opzionali II Stage, Tirocini, altro 8 Prova finale 3

Gruppo di attivit formative opzionali SSD CFU Lingua spagnola 6 Lingua tedesca 6 Lingua francese 6

Gruppo di attivit formative opzionali II SSD CFU

Economia e gestione delle imprese SECS-P/08 6 Economia monetaria SECS-P/01 6

Stage, Tirocini, Altro SSD CFU

Tirocinio 8

Insegnamenti Insegnamenti Propedeutici Economia politica 1 Matematica generale Diritto commerciale Diritto privato e diritto privato dell'economia c.i. Statistica 1 Matematica generale Ragioneria Economia aziendale Economia politica 2 Economia politica 1

Facolt di Economia

10

Insegnamenti Insegnamenti Propedeutici Matematica finanziaria Matematica generale

Econometria Economia politica 2 Statistica 2

Economia e gestione delle imprese Economia aziendale Scienza delle finanze Economia politica 2 Statistica 2 Statistica 1 Economia monetaria Economia politica 2 Politica economica Economia politica 2

Facolt di Economia

11

FACOLT DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E FINANZA

Curriculum: ECONOMICOAPPLICATO Sede: Palermo

INSEGNAMENTO SSD CFU I ANNO

Economia politica 1 SECS-P/01 8 Storia economica e Storia del pensiero economico: - Storia economica - Storia del pensiero economico

SECS-P/12 SECS-P/04

6 6

Matematica generale SECS-S/06 9 Economia aziendale SECS-P/07 6 Diritto privato e Diritto privato delleconomia: - Diritto privato - Diritto privato delleconomia

IUS/01 IUS/05

6 6

Diritto pubblico IUS/09 6 Conoscenze informatiche 6

II ANNO Economia politica 2 SECS-P/01 8 Ragioneria SECS-P/07 6 Statistica 1 SECS-S/01 8 Statistica economica SECS-S/03 8 Diritto commerciale IUS/04 6 Lingua inglese 6 Gruppo di attivit formative opzionali 6 Attivit formative a scelta dello studente 12

III ANNO Scienza delle finanze SECS-P/03 8 Statistica 2 SECS-S/01 10 Politica economica SECS-P/02 8 Economia e gestione delle imprese SECS-P/08 10 Gruppo di attivit formative opzionali II 8 Gruppo di attivit formative opzionali III 6 Stage, Tirocini, altro 8 Prova finale 3

Stage, Tirocini, Altro SSD CFU Tirocinio 8

Gruppo di attivit formative opzionali SSD CFU Lingua spagnola 6 Lingua tedesca 6 Lingua francese 6

Gruppo di attivit formative opzionali II SSD CFU

Economia regionale SECS-P/06 8 Economia industriale SECS-P/06 8

Gruppo di attivit formative opzionali III SSD CFU

Geografia economica M-GGR/02 6 Sociologia SPS/07 6 Economia e gestione degli intermediari finanziari SECS-P/11 6

Insegnamenti Insegnamenti Propedeutici

Economia politica 1 Matematica generale Statistica 1 Matematica generale

Facolt di Economia

12

Insegnamenti Insegnamenti Propedeutici Ragioneria Economia aziendale Diritto commerciale Diritto privato e diritto privato dell'economia c.i. Economia politica 2 Economia politica 1 Statistica economica Statistica 1 Scienza delle finanze Economia politica 2 Statistica 2 Statistica 1 Economia regionale Economia politica 2 Economia industriale Economia politica 1 Politica economica Economia politica 2 Economia e gestione delle imprese Economia aziendale Economia e gestione degli intermediari finanziari Economia aziendale

Facolt di Economia

13

Facolt Economia Corso di laurea in Statistica per lanalisi dei dati Classe L-41 Durata: 3 anni Crediti: 180 Sede del corso Palermo Numero programmato: 75 Posti riservati per stranieri 5 (+2 Progetto Marco Polo per i cittadini Cinesi)

Sbocchi occupazionali Il corso di laurea progettato per fornire una preparazione in cui siano contemplate parimenti attivit generali e professionalizzanti, in modo da consentire sia la prosecuzione degli studi sia l'inserimento immediato nel mondo del lavoro. Per coloro che vogliono continuare nel percorso universitario, appaiono sbocchi possibili, oltre alle lauree magistrali della classe LM-82 - Scienze statistiche e LM-83 - Scienze statistiche attuariali e finanziarie, anche le lauree magistrali nelle classi LM-56 - Scienze dell'economia, LM-77 - Scienze economico aziendali, LM-88 - Sociologia e ricerca sociale. Per l'inserimento nel mercato del lavoro, la preparazione generale garantisce una grande flessibilit di impiego all'interno delle imprese e istituzioni pubbliche e private. Le indagini sulla collocazione sul mercato del lavoro confermano la buona prospettiva occupazionale dei laureati in Statistica, infatti la percentuale di laureati in Statistica ad un anno dalla laurea occupati della sessione estiva 2005 in Italia pari al 50% ed superiore alla media nazionale delle classi di laurea con le quali ha pi senso una comparazione (Fonte: Almalaurea). La tendenza nazionale confermata dai risultati delle indagini sui laureati palermitani del 2006 e 2007, condotta dal Consorzio Interuniversitario Stella, che hanno evidenziato, ad un anno dalla laurea, una percentuale del 50% di occupati e del 25% di studenti. I potenziali sbocchi professionali sono in generale individuabili soprattutto nelle attivit lavorative che richiedono una abilit nella produzione, elaborazione, gestione e interpretazione di dati relativi a fenomeni economici, aziendali, ambientali, sociali, sanitari. I laureati della Classe 41 potranno esercitare funzioni di tecnico statistico nelle pubbliche amministrazioni; in uffici di progettazione e sperimentazione di aziende operanti nei settori biomedico, epidemiologico, ecologico-ambientale; in uffici statistici di medio-grandi imprese, in uffici marketing di imprese di produzione e di distribuzione, in societ di gestione di sistemi informativi; in societ di consulenza statistica che svolgono attivit di supporto esterno ad aziende private e pubbliche; in centri ed istituti di ricerca pubblici e privati. In tali ambiti lavorativi, i laureati in Statistica potranno: condurre indagini statistiche non complesse attinenti ai campi specifici di specializzazione; partecipare alla progettazione e alla verifica dei risultati di esperimenti e prove cliniche controllate; condurre attivit di valutazione rivolte alla gestione della qualit e alla misurazione delle performance, alla certificazione dei dati statistici da rendere pubblici o da utilizzare in altre indagini statistiche; partecipare alla analisi e alla elaborazione dei dati per indagare i fenomeni e per effettuare previsioni nei vari ambiti applicativi; progettare e creare, per la parte di competenza statistica, banche dati per finalit varie. In particolare per ci che concerne gli sbocchi professionali in ambito pubblico, si segnala che, con l'introduzione del SISTAN, presso le amministrazioni centrali dello Stato, gli enti locali, ivi comprese le le unit sanitarie locali, e presso le aziende autonome, sono stati istituiti uffici di statistica, posti alle dipendenze funzionali dell'ISTAT. Inoltre, il Testo Unico delle leggi sull'Ordinamento degli Enti Locali (D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267) stabilisce che (art.12, comma 2) che gli enti locali, nello svolgimento delle attivit di rispettiva competenza e nella conseguente verifica dei risultati, debbono utilizzare sistemi informativo-statistici che operano in collegamento con gli uffici di statistica in applicazione del decreto legislativo 6 settembre 1989, n. 322. Per ci che concerne la classificazione ISTAT impiegata per la successiva descrizione della professione, si osserva che le definizioni di "Tecnico amministratore di basi di dati" e di "Tecnico statistico" non risultano comparire in alcun titolo conferito a livello di scuola superiore, e sono quindi univocamente riferibili a sbocchi professionali di livello universitario.

Obiettivi formativi Le indicazioni provenienti dalle parti interessate (mondo del lavoro, studenti, docenti), nonch da una recente Indagine sul fabbisogno di Alta formazione condotta dall'Ateneo di Palermo, confermano l'esigenza di figure professionali esperte nella produzione e gestione di informazioni quantitative e qualitative e nella valorizzazione dei patrimoni informativi di aziende e istituzioni al fine di coadiuvare l'attivit di gestione, di valutare gli effetti delle decisioni. Il Corso di studio in Statistica, coerentemente con quanto richiesto dagli obiettivi formativi qualificanti della classe, si propone di ottenere una figura di laureato che, dotato di una adeguata preparazione di base nell'ambito della Matematica, della Statistica e della Gestione informatica dei dati, sia capace di operare in vari settori di applicazione con buon grado di autonomia e responsabilit e di inserirsi sul mercato del lavoro come esperto qualificato, in grado di produrre e gestire flussi informativi e nonch utilizzare sistemi informatici e reti telematiche per raccogliere informazioni, elaborarle e ricavarne

Facolt di Economia

14

indicazioni strategiche, distribuirle ai giusti livelli di dettaglio e con le modalit tecnologiche pi opportune. L'assetto formativo del Corso di laurea si caratterizza per: presenza di una attivit formativa di base negli ambiti Informatico, Matematico, Statistico-probabilistico, che assicuri allo studente un'adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali; attivazione di un unico percorso comune a tutti gli studenti, abbandonando l'idea di formare gi al primo livello degli "specialisti" per adottare, invece, un modello che miri a fornire competenze nei vari campi di applicazione della statistica. A questo fine, previsto che gli studenti spendano un ragguardevole numero di crediti in attivit formative incluse in tre dei cinque ambiti caratterizzanti previsti dal DM: Statistico, statistico applicato, demografico, Economico aziendale, Informatico-matematico applicato; indicazione di una discreta gamma di attivit formative affini e integrative, suddivise essenzialmente in tre gruppi. I primi due gruppi contengono settori disciplinari gi presenti tra le attivit caratterizzanti (ovvero quello economico e quello aziendale) mentre il terzo gruppo contiene insegnamenti che serviranno ad integrare in maniera varia la preparazione del laureato. Essi sono insegnamenti di settori applicativi di tipo sperimentale-sanitario e di conoscenze trasversali come quelle dell'ambito giuridico; possibilit di migliorare o ampliare le conoscenze linguistiche attraverso l'offerta di un corso mirato alle abilit linguistiche tecniche relative a registri utilizzati nel mondo del lavoro; formazione non basata solo su lezioni frontali, ma integrata con laboratori, che affiancheranno l'attivit didattica tradizionale e nei quali saranno discussi casi, si approfondiranno temi di rilevanza economico-sociale. L'attivit di laboratorio sar rivolta ad applicazioni statistiche di tipo generale, e applicato, attraverso il contatto diretto con operatori del settore in modo da chiarire i limiti e le opportunit dello statistico nei vari campi di applicazione. In questo modo, si cercher di indurre lo studente a sviluppare un'adeguata capacit critica che, partendo da una solida base metodologica, lo porti a mantenere costante attenzione anche al processo di formazione dei dati - nei suoi aspetti di concettualizzazione, definizione e misura - e a un uso critico di teorie e metodi in relazione alla natura e al significato delle informazioni disponibili; ridotto numero di esami, che si raggiunge attraverso una razionalizzazione dei contenuti dei vari insegnamenti e l'attribuzione a ciascuna attivit formativa per la quale prevista l'esame di profitto di un consistente numero di CFU (generalmente 8 o 10); possibilit di svolgere un tirocinio formativo presso aziende o organizzazioni private e pubbliche con una durata che va da 8 a 14 CFU. Questa opzione verr suggerita agli studenti che intendono concludere il percorso formativo con la laurea. Coloro che invece intendono continuare gli studi potranno eventualmente sostituire il tirocinio con altre attivit formative orientate al percorso successivo, secondo modalit e procedure previste nel Regolamento del Corso di Studi.

Caratteristiche della prova finale Prova finale consistente in una breve relazione scritta su un tema concordato con un docente o in un rapporto di stage.

Facolt di Economia

15

FACOLT DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA

IN STATISTICA PER LANALISI DEI DATI

INSEGNAMENTO SSD CFU I ANNO

Informatica INF/01 8 Matematica SECS-S/06 12 Statistica 1 SECS-S/01 10 Economia politica SECS-P/01 10 Calcolo delle probabilit MAT/06 10 Economia aziendale SECS-P/07 6

II ANNO Lingua Inglese 6 Statistica 2 SECS-S/01 10 Statistica 3 SECS-S/01 10 Statistica sociale 1 SECS-S/05 10 Statistica economica 1 SECS-S/03 10 Gruppo di attivit formative opzionali 12

III ANNO Statistica sociale 2 SECS-S/05 10 Statistica economica 2 SECS-S/03 10 Statistica 4 SECS-S/01 8 Stage 8 Seminari 2 Gruppo di attivit formative opzionali II 6 Attivit formative a scelta dello studente 6 Attivit formative a scelta dello studente II 6 Prova finale 4

Gruppo di attivit formative opzionali SSD CFU Politica economica SECS-P/02 6 Diritto dell'informatica e del trattamento dei dati IUS/01 6 Ecologia BIO/07 6 Epidemiologia MED/42 6

Gruppo di attivit formative opzionali II SSD CFU

Demografia SECS-S/04 6 Indagini campion.e sond.demoscopici SECS-S/05 6 Modelli statist.comportamenti econ. SECS-S/03 6 Analisi delle serie spaziali e temporali 6

Facolt di Economia

16

Insegnamenti Insegnamenti Propedeutici

Statistica 2 Statistica 1 Calcolo delle probabilita'

Statistica sociale I Statistica 1 Calcolo delle probabilita'

Statistica 3 Statistica 2

Statistica economica 1 Economia politica Statistica 1

Demografia Statistica 1 Indagini campion.e sond.demoscopici Statistica sociale 1 Modelli statist.comportamenti econ. Statistica economica 1

Statistica ECONOMICA 2 Statistica economica 1 Statistica 2

Statistica SOCIALE 2 Statistica 2 Statistica sociale 1

Analisi delle serie spaziali e temporali Statistica 2 Statistica 4 Statistica 3

Facolt di Economia

17

Facolt Economia Corso di laurea in Scienze del turismo Classe L-15 Durata: 3 anni Crediti: 180 Sede del corso Palermo Numero programmato: 230 Posti riservati per stranieri 5 (+2 Progetto Marco Polo per i cittadini Cinesi) Note: Corso interfacolt con Lettere e Filosofia

Sbocchi occupazionali Il Corso finalizzato alla preparazione di laureati con una solida preparazione polivalente di base, che possano trovare sbocchi professionali in vari ambiti del settore turistico pubblico e privato. I laureati del Corso si possono inquadrare nel settore 2.5 Specialisti in scienze umane, sociali e gestionali, della classificazione ISTAT. Il Corso di Laurea pertanto mira a creare ruoli differenziati, ma che abbiano una professionalit di base omogenea, rispondente alle conoscenze e competenze generali del settore turistico, con particolare riferimento agli aspetti economici, gestionali e organizzativi. I laureati saranno in grado di esercitare, tra gli altri, i seguenti ruoli: - Imprenditore di azienda turistica; - Esperto nella organizzazione e gestione di imprese turistiche: responsabile area aziendale di imprese turistiche; responsabile di indagine statistica e rilevazione dati; - Esperto nella pianificazione di eventi turistici; - Esperto di comunicazione turistica; - Esperto delle attivit di servizi alle imprese turistiche; - Esperto di turismo sostenibile; - Consulente di imprese turistiche.

Obiettivi formativi Nella precedente offerta formativa la Facolt di Economia aveva attivati un Corso di Laurea triennale in "Economia e Gestione dei Servizi Turistici", classe 39, con un'immatricolazione media negli anni di circa 300 iscritti, e un Corso di Laurea Specialistico in "Economia e Gestione del Territorio e del Turismo", con circa 100 iscritti annui, avvalendosi del sostegno e della cooperazione del mondo imprenditoriale del settore specifico afferente a Federturismo Sicilia, Assonautica, Council of Europe, Fiavet, Federalberghi, Parco archeologico Valle dei Templi, Aeroviaggi, etc, con i cui rappresentanti stato costituito il soprannominato Comitato di Indirizzo, con cui il Corso di Studi ha monitorato annualmente la validit del Piano di Studi innovando e rinnovandolo li dove necessario. Gli stessi soggetti hanno espresso parere favorevole per l'offerta formativa proposta nel presente RAD nella riunione tenutasi presso la Facolt di Economia il 18 dicembre 2008. Va osservato, inoltre,che a partire dall'anno accademico 2008/2009 la Facolt di Lettere ha disattivato il Corso di Laurea triennale in "Scienze del turismo Culturale" gi Operatore del Turismo Culturale, con una media annua di iscritti pari a 150 studenti, partecipando al Corso di Laurea proposto nel presente RAD classe 15. Il laureato nel corso di laurea in "Scienze del Turismo" possiede conoscenze in ambito economico, aziendale, statistico, giuridico, geografico, storico, archeologico, storico-artistico e demoetnoantropologico, maggiormente accentuate in determinati ambiti disciplinari, in relazione al percorso formativo scelto. Infatti il Corso di Laurea prevede alcune "alternative" a scelta dello studente che consentono la presentazione di Piani di Studi ad approvazione automatica . In particolare, i laureati del Corso di Laurea sono stati istruiti ad una lettura integrata delle varie discipline del corso, essendo il turismo caratterizzato da una notevole e dinamica interdisciplinariet. Pertanto essi sono idonei a fare di un insieme di beni e di servizi un sistema integrato di offerta, in quanto dotati di capacit relazionali e di metodologie di "problem solving", finalizzate a fare crescere la coesione tra gli stakeholders e a perseguire obiettivi unitari di sviluppo. Il campo di studio comprende perci, relativamente alla domanda: le motivazioni che spingono a viaggiare, il processo che determina la scelta del servizio, i comportamenti di consumo, la demassificazione del turismo, le esigenze nei confronti degli operatori del turismo (in termini professionali e culturali), i modelli culturali degli utenti, l'evoluzione sociale degli stili di vita. Relativamente all'offerta: la valorizzazione delle risorse ambientali naturali e storico-culturali, l'organizzazione e la gestione degli spazi ospitali e delle attrattive delle localit, la produzione culturale locale, la segmentazione del mercato ed i diversi tipi di turismo, la qualit del servizio, l'utilizzo delle nuove tecnologie. Oltre alla lingua italiana sa utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, la lingua inglese e sa comunicare in una seconda lingua dell'Unione Europea, a scelta dello studente tra francese, spagnolo e tedesco. Infine, sa utilizzare efficacemente gli strumenti informatici utili per la fruizione e la gestione dei contenuti e dei dati statistici pertinenti il settore turistico. Dette competenze vengono acquisite dallo studente laureato seguendo un percorso formativo che comprende lezioni frontali, esercitazioni, laboratori linguistici ed anche la partecipazione a convegni e seminari, organizzati dal Corso di Studio. Il laureato, durante la frequenza al CdS, viene sottoposto a verifiche, sotto forma scritta ed orale, per la maggior parte delle discipline di base e caratterizzanti. Particolare attenzione, inoltre, viene riservata dal CdS all'organizzazione e gestione del tirocinio, ritenendolo

Facolt di Economia

18

infatti funzionale alla maturazione di un'esperienza che consenta al laureando non solo una conoscenza delle dinamiche proprie del mondo del lavoro, ma soprattutto una verifica di quanto appreso nelle aule universitarie: l'imparare mentre si fa (il "learning by doing") infatti fondamentale. Sono state previste in ingresso procedure per la verifica dei requisiti minimi richiesti realizzate a livello di Ateneo. I saperi essenziali sui quali verter tale verifica, sono stati individuati in specifiche competenze di matematica, informatica e lingua inglese, sulla base dei programmi ministeriali di scuola media superiore. Su tali discipline verter la prova di verifica a seguito della quale verranno individuati gli eventuali obblighi formativi aggiuntivi. La frequenza ai corsi di recupero con eventuale superamento di un ulteriore test, attester l'avvenuto soddisfacimento degli obblighi formativi aggiuntivi. Un secondo livello di verifica delle competenze e attitudini specifiche pe il Corso di Laurea viene previsto dal Regolamento didattico del Corso di Studi, che discipliner conenuti e modalit di verifica di tali requisiti. Il metodo d'insegnamento perseguito nel Cds di tipo descrittivo, con l'analisi dei diversi fenomeni cos come si presentano nel mondo del turismo; induttivo, con la ricerca delle cause e lo sviluppo dei fenomeni stessi; deduttivo, con lo studio delle conseguenze prodotte dal verificarsi dei fenomeni; comparativo con il confronto fra le soluzioni e le scelte operative adottate. Il materiale didattico utilizza anche i risultati delle ricerche condotte dai docenti su tematiche specifiche, al fine di trasferire ai discenti non solo i principi e gli strumenti pi avanzati dal punto di vista teorico, ma anche le esperienze pi innovative delle imprese di successo.

Caratteristiche della prova finale Al termine del percorso formativo previsto un elaborato finale scritto, presentato e discusso in sede di Commissione di Laurea, riguardante temi dottrinari relativi ad una o pi discipline d'insegnamento (dissertazione), oppure indagini empiriche o sperimentali mono o interdisciplinari (rapporto), ovvero una relazione riguardante aspetti professionali del tirocinio compiuto. La valutazione della prova finale considerer l'argomento trattato con riferimento al percorso di studi compiuti e comunque definiti entro il Regolamento didattico del CdS.

Facolt di Economia

19

FACOLT DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA IN

SCIENZE DEL TURISMO

INSEGNAMENTO SSD CFU I ANNO

Economia aziendale e Contabilit e bilancio - Economia aziendale - Contabilit e bilancio

SECS-P/07 SECS-P/07

6 6

Istituzioni di Diritto: - Diritto privato - Diritto pubblico

IUS/01 IUS/09

6 6

Matematica ed elementi di informatica SECS-S/06 8 Lingua inglese L-LIN/12 12 Geografia M-GGR/01 8 Storia economica SECS-P/12 8

II ANNO Statistica SECS-S/01 6 Istituzioni di economia SECS-P/01 8 Statistica economica SECS-S/03 6 Economia del turismo SECS-P/06 8 Statistica del turismo SECS-S/05 6 Diritto dei trasporti e del turismo IUS/06 6 Gruppo di attivit formative opzionali 10 Gruppo di attivit formative opzionali II 8

III ANNO Organizzazione aziendale SECS-P/10 6 Economia e gestione delle imprese SECS-P/08 6 Storia delle tradizioni popolari M-DEA/01 8 Tirocinio formativo e dorientamento 10 Ulteriori conoscenze linguistiche 4 Gruppo di attivit formative opzionali III 6 Gruppo di attivit formative opzionali IV 6 Attivit formative a scelta dello studente 12 Prova finale 4

Gruppo di attivit formative opzionali SSD CFU Lingua francese L-LIN/04 10 Lingua spagnola L-LIN/07 10

Gruppo di attivit formative opzionali II SSD CFU

Storia dell'arte moderna L-ART/02 8 Museologia e critica artistica del restauro L-ART/04 8 Storia moderna M-STO/02 8

Gruppo di attivit formative opzionali III SSD CFU

Matematica finanziaria SECS-S/06 6 Tecniche di rilevazione e analisi dei consumi turistici SECS-S/05 6

Gruppo di attivit formative opzionali IV SSD CFU

Politica economica SECS-P/02 6 Scienza delle finanze SECS-P/03 6

Insegnamenti Insegnamenti Propedeutici

Economia del turismo Istituzioni di economia Statistica del turismo Statistica Statistica economica Statistica

Facolt di Economia

20

Insegnamenti Insegnamenti Propedeutici Diritto dei trasporti e del turismo Istituzioni di Diritto C.I. Economia e gestione delle imprese Economia aziendale e Contabilit e bilancio Organizzazione aziendale Economia aziendale e Contabilit e bilancio Matematica finanziaria Matematica ed elementi di informatica Tecniche di rilevazione e analisi dei consumi turistici Statistica Politica economica Istituzioni di economia Scienza delle finanze Istituzioni di economia

Facolt di Economia

21

Facolt Economia Corso di laurea in Sviluppo economico e cooperazione internazionale Classe L-37 Durata: 3 anni Crediti: 180 Sede del corso Palermo Numero programmato: 150 Posti riservati per stranieri 5 (+2 Progetto Marco Polo per i cittadini Cinesi) Note: Corso interfacolt con Scienze della Formazione e Scienze Politiche

Sbocchi occupazionali I laureati del corso in "Sviluppo economico e cooperazione internazionale" potranno svolgere attivit professionali nella pubblica amministrazione, nelle organizzazioni non governative e del terzo settore, nelle istituzioni educative, nel sistema della cooperazione sociale e culturale e nelle organizzazioni internazionali . L'esperto in Sviluppo Economico e Cooperazione Internazionale potr essere coinvolto come attore primario nelle attivit di analisi dei contesti in cui si intende intervenire al fine di svolgere una attivit di cooperazione e sviluppo. Esso sar inoltre capace di individuare e approfondire le necessit di intervento all'interno della sua progettazione e, inoltre, monitorare e valutare i risultati dell'intervento progettato o di altre azioni di sviluppo e cooperazione internazionale. Altro sbocco occupazionale quello rappresentato da attivit, in forma individuale o di studi associati e cooperative giovanili, indirizzate alla cooperazione, agli interventi sociali verso gli immigrati, all'assistenza e all'osservazione elettorale nelle aree di crisi internazionale, alla promozione e tutela dei diritti umani e civili e al conseguimento delle pari opportunit nei paesi a ritardo di sviluppo o in quelle aree in cui il ruolo della donna ancora marginale rispetto ai processi sociali ed economici. Il laureato potr trovare occupazione anche presso organizzazioni che si occupano di progettazione e gestione di programmi e progetti di sviluppo, presso enti di cooperazione decentrata (Regione, Provincia e Comune), ONG, imprese con interessi in paesi in via di sviluppo. Nell'elenco codici professioni non si riscontrano categorie o unit professionali esattamente corrispondenti agli sbocchi professionali del corso di laurea.

Obiettivi formativi Il percorso formativo del corso di laurea triennale essenzialmente finalizzato a fornire conoscenze e competenze multidisciplinari nel campo delle scienze sociali, economiche e demoetnoantropologiche che consentano di comprendere, affrontare e gestire con adeguatezza e professionalit i problemi derivanti dagli interventi di cooperazione e sviluppo economico nelle aree, a vario titolo, definite depresse o a ritardo di sviluppo. La formazione mira anche a trasmettere quelle attitudini necessarie a operare all'interno di contesti organizzati come quelli della pubblica amministrazione, sia a livello locale che nazionale, ma anche delle organizzazioni internazionali, governative e non, e del terzo settore, oltre, ovviamente, a tutte quelle imprese private, nazionali ed internazionali, che abbiamo interesse specifico a intraprendere un processo di investimento nelle aree economiche meno sviluppate. Caratteristica peculiare del corso di laurea , inoltre, quello di creare profili professionali capaci di gestire con attenzione e accuratezza tutte le fasi che contraddistinguono l'intervento di cooperazione per lo sviluppo. Lo studente verr dunque accompagnato lungo un percorso formativo che lo condurr a sviluppare una approfondita conoscenza: - dei processi di relazione sociale, con una visione particolareggiata degli aspetti demoetnoantropologici con riferimento alle tradizioni passate e moderne, attraverso le discipline antropologiche, sociologiche, storiche e demografiche; - delle dinamiche sottostanti ai principali processi di sviluppo e convergenza economica, a livello micro e macro attraverso le discipline di carattere economico; - delle principali nozioni legate ai diritti con particolare attenzione al diritto internazionale e al diritto dell'Unione Europea, attraverso l discipline giuridiche; - di quegli strumenti e di quelle metodologie di statistica, metodologica, sociale ed economica, necessari a descrivere fenomeni complessi. Il corso mira, inoltre, a fornire agli studenti approfondimenti specifici legati ai flussi migratori e alle problematiche d'integrazione dei cittadini stranieri, nonch agli aspetti concernenti i programmi politici internazionali. Per questi approfondimenti gli studenti hanno a disposizione anche 12 CFU per le attivit a scelta. Il corso di laurea in Sviluppo Economico e Cooperazione Internazionale mira a formare professionalit attive nel campo della cooperazione e dello sviluppo in possesso di strumenti relativi alla comprensione delle realt del sottosviluppo, dei problemi inerenti la crescita economica e lo sviluppo sostenibile, delle politiche di lotta alla povert e dei processi di modellizzazione, democratizzazione, globalizzazione e regolazione internazionale. E questo anche attraverso una lunga attivit di tirocinio obbligatorio alla quale vengono assegnati 12 CFU.

Caratteristiche della prova finale La prova finale consiste in un elaborato scritto che verte su argomenti attinenti agli obiettivi formativi

Facolt di Economia

22

qualificanti del corso di laurea, con preferenza per gli insegnamenti caratterizzanti. La prova potr essere: - una dissertazione su argomenti riguardanti una o pi discipline di insegnamento; - un rapporto relativi a indagini empiriche o sperimentali mono o interdisciplinari; - una relazione riguardante gli aspetti professionali dei tirocini compiuti. Essa dovr permettere un giudizio sulle conoscenze, sulle competenze e sulle abilit acquisite dai laureandi.

Facolt di Economia

23

FACOLT DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA IN

SVILUPPO ECONOMICO E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

Sede: Palermo

INSEGNAMENTO SSD CFU I ANNO

Antropologia culturale M-DEA/01 8 Micro e macroeconomia SECS-P/01 8 Sociologia generale SPS/07 8 Sistemi giuridici europei: - Diritto privato dellUnione Europea - Sistemi giuridici europei e comparati

IUS/02 IUS/02

6 6

Lingua inglese L-LIN/12 8 Fondamenti di matematica ed elementi di informatica SECS-S/06 6 Gruppo di attivit formative opzionali 8

II ANNO Scienza politica ed Elementi di progettazione per lo sviluppo

- Elementi di progettazione per lo sviluppo

- Scienza politica

SPS/04 SPS/04

4 6

Economia del no profit SECS-P/06 6 Economia e politica dello sviluppo SECS-P/02 6 Statistica SECS-S/02 8 Statistica economica SECS-S/03 6 Metodologia della ricerca sociale SPS/07 6 Diritto internazionale IUS/13 6 Gruppo di attivit formative opzionali II 6 Attivit formative a scelta dello studente 6

III ANNO Politica economica e dellintegrazione europea SECS-P/02 6 Scienza delle finanze SECS-P/03 6 Statistica sociale e demografia: - Statistica sociale - Demografia

SECS-S/05 SECS-S/04

6 6

Ambiente e regolazione internazionale e Geografia economica per lo sviluppo: - Ambiente e regolazione internazionale - Geografia economica per lo sviluppo

M-GGR/01 M-GGR/02

6 6

Gruppo di attivit formative opzionali III Attivit formative a scelta dello studente II 6 Stage, Tirocini e altre attivit professionalizzanti 10 Prova finale 4

Gruppo di attivit formative opzionali SSD CFU Storia economica SECS-P/12 8 Storia moderna e contemporanea M-STO/02 8

Gruppo di attivit formative opzionali II SSD CFU

Sociologia dei fenomeni politici SPS/11 6 Sociologia giuridica, della devianza e dei processi sociali SPS/12 6

Gruppo di attivit formative opzionali III SSD CFU

Lingua araba 6 Lingua francese 6 Lingua tedesca 6 Lingua e traduzione cinese I 6 Lingua spagnola 6

Facolt di Economia

24

Stage, Tirocini, Altro SSD CFU Stage 6 Stage 8 Stage 10 Stage 3 Altre attivita' formative 3 Altre attivita' formative 4 Altre attivita' formative 5 Altre attivita' formative 6 Altre attivita' formative 7 Altre attivita' formative 8 Altre attivita' formative 9 Altre attivita' formative 10 Stage 7 Stage 5

Insegnamenti Insegnamenti Propedeutici

Micro e macroeconomia Fondamenti di matematica ed elementi di informatica Sociologia dei fenomeni politici Sociologia generale Statistica Fondamenti di matematica ed elementi di informatica Sociologia giuridica, della devianza e dei processi sociali

Sociologia generale

Economia e politica dello sviluppo Micro e macroeconomia Metodologia della ricerca sociale Sociologia generale Statistica economica Statistica Economia del non-profit Micro e macroeconomia Scienza delle finanze Micro e macroeconomia Politica economica e dell'integrazione europea Micro e macroeconomia Statistica sociale e demografia c.i. Statistica