FACOLTÁ DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA Laurea in .Docente del corso di Fisica Tecnica ... modalità,

Embed Size (px)

Text of FACOLTÁ DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA Laurea in .Docente del corso di Fisica Tecnica ... modalità,

UNIVERSITADEGLISTUDIDICAGLIARIFACOLTDIINGEGNERIAEARCHITETTURA

LaureainArchite:ura

LABORATORIO INTEGRATO DI PROGETTAZIONE TECNICA E STRUTTURALE

A.A. 2016-2017 Presentazione del laboratorio Docenti: GIUSEPPE DESOGUS, FAUSTO MISTRETTA, ROBERTO RICCIU

Presentazione del laboratorio

Giuseppe Desogus 2000 Laurea in Ingegneria Civile Edile 2006 PhD in Ingegneria Edile Attivit didattica Dall AA 2008/09 : Docente del corso di Architettura Tecnica per il corso di Laurea in Architettura delle Costruzioni della Facolt di Architettura di Cagliari DallAA 2009/10 : Docente del corso di Progettazione degli Elementi Costruttivi per il corso di Laurea in Architettura delle Costruzioni della Facolt di Architettura di Cagliari DallAA 2010/11 : Docente del Laboratorio di Progettazione di Architetture Sostenibili per il corso di Laurea in Scienze dellArchitettura e di Laurea Magistrale in Architettura della Facolt di Architettura di Cagliari DallAA 2015/16 : Docente del Modulo AT del Laboratorio di Progettazione Tecnica e Strutturale per il corso di Laurea Magistrale in Architettura della Facolt di Ingegneria e Architettura di Cagliari. 2/32

Presentazione del laboratorio

Fausto Mistretta 1989 Laurea in Ingegneria Civile Strutture. 2010 Phd In Ingegneria Strutturale Attivit didattica AA 2002/05 : Docente del corso Tecnica delle Costruzioni C Laurea Magistrale Ingegneria Strutturale. AA 2004/07 : Docente del corso Scienza delle Costruzioni Corso di Laurea Ingegneria Ambientale per il Territorio Indirizzo Recupero Ambientale AUSI Iglesias AA 2006/10 : Docente del corso Tecnica delle Costruzioni Corso di Laurea Edilizia AA 2010/12 : Docente del corso Laboratorio Integrato di Progettazione I (modulo Tecnica delle Costruzioni) Laurea Magistrale Architettura Dal AA 2012/13 : Docente nel laboratorio di Progettazione Tecnica e Strutturale (modulo Tecnica delle Costruzioni) Laurea Magistrale Architettura . 3/32

Presentazione del laboratorio

Roberto Ricciu 2000 Laurea in Ingegneria Civile 2001 Master in certificazione di Qualit 2002 Ricercatore universitario presso la Facolt di Ingegneria di Cagliari 2004 Ingegnere Meccanico Navale Attivit didattica Dall AA 2013/14 : Docente del corso di Fisica Tecnica Ambientale (laurea scienze dellarchitettura). AA 2012/13 : Docente nel laboratorio integrato progettazione tecnica e strutturale del modulo Impianti tecnici (laurea magistrale in architettura).

4/32

Presentazione del laboratorio

Didattica: Dall AA 2010/11 212/13: assistente al corso di Impianti tecnici (laurea magistrale in architettura). Da Febbraio 2002 a gennaio 2010: Assistente del corso di Fondamenti di Misure Meccaniche e Termiche erogato annualmente per il Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica, Facolt di Ingegneria dellUniversit di Cagliari. Da Febbraio 2002 a gennaio 2010 : Assistente del corso di Misure Meccaniche e Termiche erogato annualmente per il Corso di Laurea specialistica/magistrale in Ingegneria Meccanica, Facolt di Ingegneria dellUniversit di Cagliari.

Ricerca: Autore di pubblicazioni scientifiche su riviste a diffusione nazionali ed internazionali, relatore a congressi nazionali ed internazionali e brevetti depositati con protezione nazionale ed internazionale

5/32

Presentazione del laboratorio: orario

6/32

Attenzione: articolazione di massima. Consultare sempre il calendario dei singoli moduli

Presentazione del laboratorio: orario

7/32

Attenzione: articolazione di massima. Consultare sempre il calendario dei singoli moduli

Presentazione del laboratorio: orario - Architettura Tecnica

8/32

Argomenti generali del corso

Presentazione del laboratorio: orario Tecnica delle Costruzioni

9/32

Argomenti generali del corso

Presentazione del laboratorio: orario Impianti Tecnici

10/32

Presentazione del laboratorio: Regole, modalit, prerequisiti, esame

Il laboratorio sar tenuto in aula dai docenti in collaborazione con i tutor. Al termine di ogni lezione (o gruppi di lezioni) saranno resi disponibili agli studenti le slide inerenti la parte di programma trattato. Il prerequisiti necessari sono:

11/32

Presentazione del laboratorio: Prerequisiti

Prerequisiti Modulo Architettura tecnica: Laboratorio integrato di Progetto e Costruzione 1, 2 e 3.

12/32

Presentazione del laboratorio: Prerequisiti

Prerequisiti Modulo Tecnica delle costruzioni: Scienza delle Costruzioni Tecnica delle Costruzioni

13/32

Presentazione del laboratorio: Prerequisiti

Prerequisiti Modulo Impianti tecnici:

Comfort di Fanger;

Trasmissione del calore (concetti base, modo

stazionario e dinamico)

Termodinamica (le macchine frigorifere e le

pompe di calore)

14/32

Presentazione del laboratorio: modalit, prerequisiti, esame

Svolgimento dellesame: Lesame si svolger in due fasi: - 4 Maggio 2017 (esame intermedio) - Date ufficiali (Esame di fine laboratorio) Esame: orale (discussione del progetto redatto durante il corso, con eventuali approfondimenti teorici). Ogni appello avr pi date.

15/32

Presentazione del laboratorio: modalit, prerequisiti, esame

Documentazione didattica di riferimento: -Slide del corso

-Dispense docenti

-Bibliografia segnalata

16/32

Presentazione del laboratorio: modalit, prerequisiti, esame

Materiale didattico: http://people.unica.it/giuseppedesogus/didattica/materiale-didattico/ http://people.unica.it/faustomistretta/didattica/ http://people.unica.it/strutture-edilizia/ http://people.unica.it/robertoricciu/didattica/materiale-didattico/impianti-tecnici/

17/32

Presentazione del laboratorio: modalit, prerequisiti, esame

Alcuni argomenti potrebbero essere trattati con laiuto di esperti esterni (es., edifici a basso consumo,...) Posizioni particolari (iscrizioni pregresse, ordinamenti diversi,...) saranno discussi singolarmente con il docente e la segreteria didattica.

18/32

Presentazione del laboratorio: obbiettivi del laboratorio

19/32

SVOLGIMENTO DEL LABORATORIO: Il corso prevalentemente applicativo. Nelle prime 3 settimane ogni docente svolger delle lezioni frontali per inquadrare i temi progettuali e fornire le conoscenze di base per affrontare la progettazione nella fase applicativa.

Presentazione del laboratorio: obbiettivi del laboratorio

20/32

SVOLGIMENTO DEL LABORATORIO: Lesercitazione da svolgersi durante il laboratorio ha lo scopo di arrivare alla definizione dei dettagli costruttivi dellinvolucro, di dimensionare gli elementi di tamponatura, chiusura, portanti ed impiantistici e verificare le prestazioni energetiche di un edificio assegnato. Il tema di questanno basato sui lavori dellarchitetto Mario De Renzi, uno dei maggiori esponenti del razionalismo italiano. http://www.archidiap.com/opera/quartiere-tuscolano-ii/ http://www.archidiap.com/opera/quartiere-valco-san-paolo-torri-stellari/

Presentazione del laboratorio: obbiettivi del corso

21/32

Come raggiungere gli obbiettivi: Gli studenti lavoreranno in gruppi di 3 o 4 e a ciascun gruppo sar assegnato uno dei temi scelti. Entro le prime 3 settimane: Fare una ricerca sul tema assegnato restituire gli elaborati consegnati ad ogni gruppo in formato digitale. eventualmente consentito luso di programmi informatici di building information modelling (BIM). In questa fase richiesta la restituzione di elaborati in scala 1:100 delle piante (copertura inclusa), prospetti e sezioni (almeno 2) delledificio. Gli elaborati non presenti nel materiale consegnato potranno essere frutto della libera interpretazione degli allievi. La scadenza per questa fase fissata al 30 marzo.

Presentazione del laboratorio: obbiettivi del corso

22/32

Come raggiungere gli obbiettivi: Gli studenti lavoreranno in gruppi di 3 o 4 e a ciascun gruppo sar assegnato uno dei temi scelti. Il progetto delledificio inquadrato e orientato in un lotto di terreno e sar ubicato, a seconda dei gruppi, nelle citt di: Cagliari, Roma, Milano

Presentazione del laboratorio: obbiettivi del corso

23/32

Come raggiungere gli obbiettivi: Terminate le lezioni frontali ogni gruppo proceder alla elaborazione del proprio tema secondo la trattazione pi specifica delle parti del laboratorio e in particolare: Modulo di Architettura tecnica: Individuazione degli elementi costruttivi dellinvolucro esterno, sia per quanto riguarda le chiusure verticali (opache ed orizzontali) sia per quanto riguarda quelle trasparenti. Questo dovr essere fatto principalmente partendo dalle piante e dalle sezioni al 100 e salendo di scala fino ad arrivare alla definizione delle stratigrafie e dei dettagli costruttivi. Sar ovviamente necessario tenere conto delle verifiche statiche ed energetiche di cui agli altri moduli del corso.

Presentazione del laboratorio: obbiettivi del corso

24/32

Come raggiungere gli obbiettivi: Terminate le lezioni frontali ogni gruppo proceder alla elaborazione del proprio tema secondo la trattazione pi specifica delle parti del laboratorio e in particolare: Modulo di Architettura tecnica: Loutput finale dellesercitazione dovr essere: Piante, prospetti e sezioni (scala 1:100). Un dettaglio della pianta (almeno scala 1:50) che illustri la correlazione fra la chiusura verticale e gli elementi portanti Almeno un prospetto-sezione (scala 1:20) I nodi di almeno un infisso del prospetto sezione (scala 1:5). Una rac