Click here to load reader

Falce e Maglietto – Gianluca Padovan - · PDF fileNel XV secolo esce il trattato Malleus maleficarum, ovvero il «Martello dei malefici», meglio noto come «Martello delle streghe»

  • View
    218

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of Falce e Maglietto – Gianluca Padovan - · PDF fileNel XV secolo esce il trattato Malleus...

Ereticamente http://www.ereticamente.net/2018/02/falce-e-maglietto-gianluca-padovan.html

Le migliaia di isole del fatato Arcipelago sono disseminate dallo stretto di Bering finoquasi al Bosforo. Sono invisibili, ma esistono, e occorre trasferire altrettantoinvisibilmente, ma di continuo, da isola a isola, invisibili schiavi che hanno un corpo, unvolume e un peso

Aleksandr Solenicyn, Arcipelago GULag, 1973

Prologo o similare.

Dacch sono al mondo ho sentito la gente discutere su destra e sinistra. La destra praticamenteautomatica, perch destra, ergo la parte femminile di destro che il vocabolario cos scioglie:Pronto di mano e dingegno, abile, accorto, sagace.1

La sinistra, perch sottacerlo, sinistra nel senso che si tratta della parte femminile di sinistro, cheancora il vocabolario cos spiega: Infausto, sfavorevole, avverso (per il prevalere, nelle antichetradizioni popolari, nella credenza che gli auspici provenienti da sinistra fossero di cattivo augurio);inoltre: incidente grave, disastro, sciagura.2

Abbiamo poi altre parole quali sinistralit, sinistrare, sinistrato, sinistrese, sinistrismo esinistramente: tutti vocaboli che sanno di malasorte.

Centro et sinistra.

Il centro, di contro, laddove si dice stia la virt, ma troppo spesso anche la noia nel bel mezzo delfiume, laddove tutto scorre anche quando pare che il tutto e il consequenziale debbano rimanereimmobili. un po il centro del globalizzato dove albergano anche gli apolidi e i coatti. Il centro quel qualche cosa che, volenti o nolenti, nettiamo. Utile, sicuramente, perch espelle, ma defilato tra

http://www.ereticamente.net/wp-content/uploads/2018/01/Falce-e-maglietto-10-e1517216992320.jpg

Ereticamente http://www.ereticamente.net/2018/02/falce-e-maglietto-gianluca-padovan.html

due ali rosee e, magari, anche un po pelose.

Torniamo agli estremi.

La sinistra quella saga paesana dove tutto si fa andare bene perch vi diguazzano il caos e unapulizia sommaria, che talvolta fa arricciare il naso allapproccio con lascella non lavata. La destraparrebbe poter essere tuttaltro che sinistra, ma se guardiamo bene in fondo in fondo, sollevando iltappetone del salotto, vediamo ch insozzata purella, perch qualcheduno ha camuffato la sinistrafacendola passare per sorella quando, i due estremi, parenti non dovrebbero essere affatto.

Pertanto, c qualche cosa che ci sfugge!

A tal proposito rimando le lungaggini e la noia alla lettura di Compagni di gioco, che sa quasi dipresa in giro, ma non tale (articoletto birbantello pubblicato su Ereticamente).

Intermezzo veloce.

Detto questo, mi volgo attorno e guardo il panorama di questi ultimi due millenni e penso se ciriesco ancora. Dove sono capitato? Forse in un deserto o in un bosco desertificato? Procedo pianopiano e vedo di non cadere in inganno alcuno, se me la sento.

Il genere umano si potrebbe suddividere in quattro: i coscienti, gli agitabili (generalmente ignorantiin quanto non conoscono), gli agitati (con critici fattori relazionali) e gli agitatori (che sommuovonoper poter campare sulla pelle degli altri).

Comune al luogo, comune a quel che non sa di tutto.

Curioso a dirsi, ogni essere materiale che vive sulla Madre Terra ha bisogno della sua cubaturadaria per vivere e procreare. Compreso ci, perch agitarsi? Assodato il fatto, che bisogno cdingrassare taluni interpretatori del reale? Ovvero gli agitatori del sociale?

Curioso a dirsi, tanto il Cristianesimo quanto il Comunismo sono fenomeni culturali ebrei,nonostante le apparenze e talune dichiarazioni (per celare le evidenze) dincompatibilit.

Principiamo dal principio vero: Paolo (Tarso 5-15 a. Roma 67), dichiarato santo e noto anche comePaolo di Tarso, bench in realt si chiami Saulo, detto Apostolo delle genti o dei gentili (cio deipagani) a motivo della sua attivit apostolica (). La sua famiglia, ebrea, si era stabilita a Tarso dove

http://www.ereticamente.net/wp-content/uploads/2018/01/Falce-e-maglietto-9-e1517217032166.jpghttp://www.ereticamente.net/2017/11/compagni-di-gioco-gianluca-padovan.html

Ereticamente http://www.ereticamente.net/2018/02/falce-e-maglietto-gianluca-padovan.html

il padre aveva acquisito il diritto di cittadinanza romana. Chiamato col nome di Saulo, crebbe in unambiente imbevuto di cultura greca (). Fervente osservante della Legge secondo la rigidatradizione farisaica, fu presente al martirio di santo Stefano, verso il 36. Durante questa primapersecuzione anticristiana chiese e ottenne dal sinedrio il mandato, da far valere presso le comunitgiudaiche di Damasco, di ricercare e portare in giudizio a Gerusalemme i correligionari seguaci diGes. Sulla via di Damasco, giunto nei pressi della citt, venne colpito da una forza soprannaturale,cadde a terra e Ges gli apparve rivolgendogli le parole: Saulo, Saulo, perch mi perseguiti?Lesperienza soprannaturale di questo incontro cambi totalmente Saulo.3

E, pare, fino a qui ci siamo: costui si sente di dover essere qualcheduno e sinventa o sappropria diqualche cosa che non ha pensato. Ma intanto agita.

Gli aficionados.

Certamente elementi non ebrei hanno contribuito nel tempo a fornire il loro supporto alCristianesimo e a svilupparne laffermazione, continuando fino ad oggi in tale opera, ma limprontaebraica rimane indelebile. Leffetto pi evidente provocato in ogni continente da questi fenomeniculturali sono le violente lotte scaturite per la loro affermazione. bene ricordare e precisare chenascono, o meglio si formano e si sviluppano, sulle basi di precedenti pensieri e culture.

Ma tanto per comprenderne la bont intrinseca, quindi non palesata, si pu coinvolgere econdensare in pochi versi almeno la met del genere umano (quella femminile) riportando utilmentealcuni passi dellEcclesiaste, contenuto nel Vecchio Testamento, dove si parla della Donna: 26. Mivolsi a considerare collanimo mio tutte le cose per apparare, e conoscere, e cercare la sapienza e laragione, e per ravvisare lempiet dello stolto, e lerrore degli imprudenti: / 27. E riconobbi comeamara pi della morte ell la donna, la quale un laccio di cacciatore, e il suo cuore una rete, e lesue mani sono catene. Colui, che caro a Dio, fuggir da lei, ma il peccatore vi sar preso.4

Maglietto e non Martello.

Nel XV secolo esce il trattato Malleus maleficarum, ovvero il Martello dei malefici, meglio notocome Martello delle streghe. Si tratta di un vero e proprio manuale per coloro i quali desiderinoaffrontare con efficacia e senza rischi i processi innanzitutto contro gli eretici, ma anche neiconfronti di streghe, stregoni, negromanti e chiunque pratichi la cosiddetta magia. Gli autori sonoHeinrich Krmer (latinizzato in Henricus Institor) e Jakob Sprenger. Krmer tedesco, domenicanoe teologo; nel 1479 papa Sisto IV lo nomina inquisitore su tutta la Germania Superiore, mentre nel1500 papa Alessandro VI lo assurge a nunzio e inquisitore in Boemia e Moravia. Nella Citt di

http://www.ereticamente.net/wp-content/uploads/2018/01/Falce-e-maglietto-7.jpg

Ereticamente http://www.ereticamente.net/2018/02/falce-e-maglietto-gianluca-padovan.html

Colonia Sprenger priore del convento domenicano nonch professore universitario; nel 1484diviene inquisitore generale per le diocesi di Colonia, Magonza e Treviri. Conoscitori di vari testi, tracui spiccano quelli scritti dai Padri e dai Dottori della chiesa, i due inquisitori affermano: C danotare che un tempo le streghe erano colpite da una duplice pena: la pena capitale e il laceramentodi tutto il corpo per mezzo di unghie ferrate, oppure venivano gettate in pasto alle belve. Oggivengono bruciate, forse per il loro sesso femminile.5

Padre Saverio Xeres, della Diocesi di Como, nei primi anni del terzomillennio scrive a proposito del percorso della Chiesa: Leresia, innanzitutto, una cancrena checorrode il corpo sociale ed ecclesiale; come tale, non ammette interventi lenitivi o correttivi, masoltanto di eliminazione chirurgica dunque violenti efficaci proprio nella misura in cui sonotempestivi e risoluti. Lintero corpo sociale deve essere, al riguardo, compatto e inflessibile. Lascomunica il primo fondamentale passo, in quanto bandisce dalla convivenza sociale gli eretici. Laloro eventuale ostinazione non potr che condurli alla morte: essendo infatti la convivenza attorno aiprincipi cristiani lelemento connettivo unico e totalizzante la societ del tempo, chi si pone fuoridalla Chiesa si pone fuori non solo dalla societ, ma in qualche modo dalla vita stessa.6

Sciogliamo, in senso lato, qualche concetto.

Eresia: Dottrina che si oppone a una verit rivelata e proposta come tale dalla Chiesa cattolica e,per estensione, alla teologia di qualsiasi chiesa o sistema religioso, considerati come ortodossi.7

Eretico: Chi, pur facendo parte di una chiesa o confessione religiosa, si fa promotore, sostenitoreo seguace di uneresia; in particolare, chi, essendo membro della Chiesa cattolica, negapertinacemente o anche soltanto mette in dubbio qualcuna delle verit rivelate o dei dogmi difede.8

Inoltre: uno che non avesse mai fatto professione di fede cristiana non sarebbe propriamenteeretico, ma semplicemente infedele, come gli Ebrei e i Gentili che sono al di fuori.9

Da Ebraismo e Cristianesimo sono a loro volta derivate molteplici espressioni culturali, religiose esociali: basta qui ricordare lIslamismo e le sue derivazioni. Sono pi o meno noti i rivoli in cui sdiramato un impulso di potenza andando a costituire dalla met dellOttocento ad oggi una pleiadedi correnti e di partiti politici. Cos come sempre dallEbraismo e quindi dal Cristianesimo ne sonoderivati numerosi altri, tra cui figura il Co