Five to Midnight

  • View
    218

  • Download
    3

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Five to Midnight

Text of Five to Midnight

PART 1il 2 giugno 2002, una grande ricevimento era in pieno svolgimento presso la nuova sede dell'Ambasciata italiana a Berlino.Il mondo era in subbuglio: devastato dalla guerra in Iraq e dagli imprevedibili episodi terribili del terrorismo, che meno di un anno prima l 11 settembre 2001 - avevano raso al suolo le "torri gemelle" a New York.Il ricevimento doveva celebrare l'anniversario della Repubblica Italiana e numerosi rappresentanti del Medio Oriente (compresi paesi simpatizzanti di Bin Laden del mondo arabo), con il consenso del Ministro degli Esteri, sono stati inseriti nella lista degli ospiti dell'ambasciatore Frescobaldi, nonostante il clima turbolento internazionale e il tiepido rapporto degli Stati arabi con gli Stati Uniti, il Regno Unito e Israele.tutto sommato, l'Ambasciatore italiano durante il ricevimento, chiacchier amabilmente con la controparte siriana.lambasciatore, un parente stretto del presidente della Siria, era innamorato dell'Italia, in particolare di Firenze, dove aveva studiato in giovent. Per Frescobaldi lui stesso un nativo di Firenze, si stava avvicinando l'et pensionabile.Il suo suggerimento di incontrare di nuovo il diplomatico siriano l - nella meravigliosa citt d'arte,che ospita il noto regista del film Italian Catholic, pronto a mettere in scena le sue opinioni in pubblico e a criticare ferocemente il terrorismo arabo-musulmano sul quale, ovviamente, l'ambasciatore siriano avrebbe non potuto trovare alcun difetto stato accolto con entusiasmo. nel corso del loro cordiale colloquio - seguito con grande attenzione anche se con ostentata disinvoltura, da un nuovo membro del personale diplomatico dell'ambasciatore siriano, un funzionario con il nome di Ahmed Abu Shaat - Frescobaldi, in via confidenziale sbarazzandosi del protocollo diplomatico confid al suo collega straniero che il regista di cui stavano discutendo, aveva intenzione di vendere la sua magnifica villa a Positano, che si affaccia maestosamente sulla "divina"costa (dichiarata Patrimonio dell'Umanit da parte dell'ONU) di Amalfi , uno dei luoghi pi affascinanti e silenziosi in tutto il mondo, ad un eminente dirigente politico italiano.__________________________________________________________________________Il riferimento al miliardario primo ministro italiano era evidente. Egli possedeva gi diverse splendide ville di lusso sparsi in tutto il pianeta. Frescobaldi, dando per scontato che la vendita sarebbe andata a buon fine, ha accennato al suo collega siriano che il primo ministro ha avuto un carattere estremamente superstizioso il quale probabilmente spiega perch: "aprire le porte della villa l'estate seguente doveva essere un'occasione privata riservata solo per se stesso e la sua famiglia ". Nessuno dei due diplomatici, nel frattempo, aveva notato il comportamento sfuggente del funzionario Ahmed Abu Shaat, che intento a origliare , rizz le sue orecchie, in particolare, quando l'ambasciatore fece riferimento alle recenti sentenze detentive per episodi di terrorismo arabo internazionale, ma anche le notizie top secret del presidente del Consiglio italiano, le sue abitudini e le sue vacanze programmate sulla Costiera Amalfitana con la sua famiglia.Non sarebbe una sorpresa sapere, nella sua veste di diplomatico,che Ahmed Abu Shaat in realt, altro non che l'ufficiale capo collaboratore e con legami per conto dell'organizzazione terrorista musulmana di Bin Laden in Europa occidentale. Il suo compito era quello di pianificare nuovi attacchi terroristici e udendo per caso l'ambasciatore comunicare tali informazioni riservate, decidere sul posto di afferrare l'opportunit di mettere in atto un clamoroso attacco terrorista internazionale contro l'Italia, pro-Americano e uno degli alleati pi fedeli di Bush.Dopo diverse settimane di programmazione e complotti per questo evento epocale, Ahmed Abu Shaat vola in incognito in Afganistan, alla sede del suo mentore il cui nascondiglio un bunker sotterraneo sotto le montagne di Kunar, praticamente impenetrabile dall'esterno.C' un vertice in atto o in corso l che coinvolge membri, delle organizzazioni che si occupano di aziende di traffico di droga in tutto il mondo.Gli americani questa volta, non sono stati invitati.___________________________________________________________________________E banale ma vero che dietro a motivazioni apparentemente ispirate da ideali, soldi e potere ci sono quasi sempre forze motrici (che guidano). Ahmed riesce a guadagnare lentrata al quartier generale del suo capo nonostante limportanza del vertice in corso e lo informa delle informazioni confidenziali raccolte durante il ricevimento allambasciata italiana a berlino, e allo stesso tempo comunica la sua intenzione di trarre vantaggio delle circostanze inaspettate e programmare un attacco terroristico contro il primo ministro italiano e la sua famiglia per la prossima estate. Approvato il suo piano dal capo di tutti i capi, Ahmed ritorna a Berlino e inizia a lavorare. E agosto 2002. Un mese dopo lui in cammino per karaki sotto le spoglie di un mercante di riso. L incontra alcuni membri della confraternita musulmana che lo aiutano a trovare una nave da carico apparentemente per il trasporto di riso in Europa. Lo scopo rinforzare la nave ed equipaggiarlo con una troupe di terroristi qualificati, inizialmente come spalla nella fase esplorativa della missione e successivamente per mettere in atto lattacco stesso. Il nostro uomo a karachi pone le ruote in movimento._______________________________________________________________________Nello stesso mese intanto, la CIA a Washington, promuoveva un summit per osservare lo scenario internazionale in seguito alle voci (dicerie) riguardanti le organizzazioni del terrorismo arabo che stavano progettando i loro cattive ed ulteriori violenti (futuri ) attacchi in Europa. Uno dei relatori allincontro, responsabile per la CIA in Florida, Gabriel OCronnolly, sugger di tenere sotto stretta osservazione tutte le ambasciate arabe in Europa in particolare quelle della Arabia Saudita, Iraq, Iran e Yemen. Lambasciata Siriana a Berlino, cosi come le ambasciate nelle capitali europee minacciate, sono controllate dal piano pi alto a quello pi basso dalla CIA. Di ritorno in karaki, il mercante di riso, Mohammed a Jafar sta svolgendo laddestramento di un commando di dieci uomini pronti a tutto ma ancora inconsapevoli ad eccezione del loro giovane leader Hamid SRUJI Okal del? lobbiettivo della loro missione. Hamid che inizi ( ) il primo uomo a far parte del terrorismo arabo musulmano dopo che il suo giovane fratello (che) fu ucciso dagli israeliti, il solo informato della destinazione finale della spedizione e del risultato delloperazione. La destinazione non la Germania ma lItalia, per esattezza la costa tirrenica. Ahmed successivamente ritorn a Berlino. Alla fine di ottobre, il giovane capitano della nave da carico pakistana de jamilia fu dato ordini di tirare lancora e Salpare le vele. La parola chiave di massima segretezza. La nave doveva gettare lancora al Cairo . Poi preseguire verso Alessandria per aspettare i futuri ordini. Lequipaggio e i passeggeri dovevano iniziare la navigazione il 22 ottobre del 2002. Ahmed precedette con estrema cauzione, specialmente dopo aver saputo dei problemi tecnici che si sono verificati durante la sua assenza allambasciata a Berlino e che richiedono una ditta specializzata dalla capitale per essere risolti.___________________________________________________________________La CIA in realt allerta a seguito delle informazioni provenienti dell'ambasciata di Berlino per l'intercettazione di una strana telefonata dallambasciatore siriano ad una nave da carico pakistana in navigazione nelle acqua del Medio Oriente acque. La notizia viene trasmessa al quartier generale della CIA a Washington e da l per tutti gli altri reparti della CIA negli Stati Uniti.A Miami, dove O'Cronnolly ha sede, stata creata una rete in collegamento con altri colleghi, le informazioni top secret in suo possesso riguardante i recenti episodi di terrorismo arabo, finti agenti, fonti confidenziali e simili, ampiamente diffusa.O'Cronnolly riesce a collegare gli eventi con il problema di Berlino e identifica il capitano della nave da carico pakistano nel suo cammino dal Medio Oriente al MediterraneoIl 15 novembre 2002, nel frattempo, in viaggio Ahmed per Cairo. Ha incontrato all'aeroporto dei membri dell'organizzazione terroristica con dovuta riverenza e cerimonie, viene rapidamente trasferito dalla citt allalloggio in un'oasi.Pochi giorni dopo, in top secret, si trasferisce di nuovo, questa volta ad Alessandria, accompagnato da un gruppo di terroristi professionali come guardie del corpo di fiducia.lo stesso giorno la Jamila getta l'ancora nel porto di Cairo, in attesa di istruzioni. Pochi giorni dopo, il capitano ha ordinato di salpare per Alessandria. Lincontro deve avvenire l. Attraccando, uno sconosciuto si avvicina ad Hamid e suggerisce di andare ad un ristoro nascosto nella zona del porto per parlare. I due uomini raggiungono la caffetteria affollata a mezzogiorno. Seduti a un tavolo c un uomo dallaspetto misterioso, con il capo coperto, con indosso una lunga tunica bianca e grandi occhiali da sole, intento a bere il t.

__________________________________________________________________________Con stupore, Hamih riconosce mohammed il mercante di riso del Karachi. I due uomini siedono con deferenza e durante il loro breve incontro Hamid incaricato di riempire la stiva della nave con scorte di cibo sufficienti che durano per almeno sei mesi.Il capitano balbetta la sua obiezione, sottolineando l'inutilit di un tale carico pesante per una destinazione a breve termine. Ma Mohammed con deferenza ribadisce la sua posizione. finalmente Hamid si rende conto e lui non fa ulteriori commenti (ancora) anche quando il mercante di riso annuncia che in una settimana, la nave dovr salpare di nuovo - destinazione Med