Il Gazzettino di Sesto S.G. - Ed. 36 del 24-10-2013

  • View
    218

  • Download
    4

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Settimanale d'informazione di Sesto S.G., Cinisello B., Bresso

Transcript

  • ANNO 2 NUMERO 36 - 24 Ottobre 2013 - Editrice Il Gazzettino di Sesto San Giovanni srlPiazza F. Caltagirone, 75 - Sesto San Giovanni (Mi) - email: redazionegazzettino@gmail.com:::::::::::::: DISTRIBUITO A SESTO, CINISELLO E BRESSO ::::::::::::::

    Il Gazzettino di Sesto San Giovanni anche online www.ilgazzettinodisesto.it

    Il solito Spampatti firmail sigillo con cui la Pro Se-sto passa sullInverunoe allunga in classifica

    A pagina 18

    :: SPORTIl film-concerto dei Mu-se in cartellone al Pax. Unaprima assoluta per il ci-nema di Cinisello

    A pagina 16

    Disoccupati diventano imprenditori. Ex dipendenti si mettono in proprio. Sesto brilla per nuove attivit.Abbiamo raccolto le loro storie, fatte di coraggio e speranza nel futuro A pagina 8

    IO, CAPO DI ME STESSO

    :: ECONOMIA :: CULTURACrolla il mercato

    dellauto. A Sesto il record negativo: in un

    anno perse 554 immatricolazioni Alle pagine 4 e 5

  • 2 | 24 ottobre 2013 Attualit

    Rieccoci a parlare di inquina-mento e di emergenze ambien-tali. Come ogni anno, con lar-rivo della stagione freddalarea milanese ripiomba inpiena emergenza smog. Se nonbastasse, la pianura padana harecentemente vinto il pococonfortante titolo di Regionepi inquinata dEuropa.Cosa cambiato rispetto alloscorso anno? Praticamentenulla. Le politiche delle istitu-zioni verso questi temi conti-nuano a essere intangibili, pernon dire nulle. E le parole deipolitici e degli amministratoripubblici appaiono come le fo-tocopie di quanto detto neglianni precedenti. Bisogna agi-re oltre lemergenza. Qualcu-no si spinge anche a dire bi-sogna agire subito, poi luni-co effetto visibile laumentodel costo dei trasporti, una po-litica della mobilit che fa ac-qua da tutte le parti, senza con-tare, a Cinisello, gli scandalitariffari del teleriscaldamentoche continuano senza che ilComune intervenga a tutela deicittadini.Unica nota positiva, proprio aCinisello, lintroduzione diuno sconto per chi si abbona aimezzi pubblici. Ci sono voluti3 anni per vararlo. Mentre, acausa della crisi, continua a ca-lare il numero di auto vendute(ne parliamo a pagina 4). DaiComuni non arriva alcuna pro-posta convincente sullo svilup-po di una politica di mobilitleggera. In tanti Paesi spo-starsi in bici normale, da noi un incubo: ciclabili finte omalconce, parcheggi per bicisquallidi, senza contarelemergenza furti. Siamo anco-ra allanno zero.

    Felici di essere inquinati

    EDITORIALE

    Isole felici per i cittadini che vogliono es-sere sempre connessi e, allo stesso tem-po, hanno a cuore lambiente. E una piccola rivoluzione quella che ilcomune di Milano sta mettendo in attoin vista dellExpo 2015. Una rivoluzio-ne che piacer anche ai cittadini delNordmilano che spesso passano le lorogiornate nel capoluogo lombardo perstudiare e lavorare. E che si spera pos-sa essere contagiosa per i nostri ammi-nistratori locali. La novit ha un nome: Isola digitale. Perora ce ne sono 15 sparse nel centro citt,ma presto raddoppieranno e arriverannoanche al confine con Sesto San Giovan-ni (viale Monza) e Cinisello Balsamo(Niguarda). Nelle isole si potr ricarica-re il cellulare o il proprio iPad, alimenta-re auto elettriche, navigare in internetgratis grazie alla connessione wi-fi econsultare informazioni turistiche edeventi. Ma il vero punto forte delle nuove oasi tec-nologiche sar la mobilit sostenibilegrazie al servizio di EQsharing,

    a met tra il car sharing e il bike sharing.Il sistema funzioner con un abbona-mento settimanale di 10 euro oppure an-nuale di 30 euro: con 13 centesimi alminuto ci si potr spostare da una parteallaltra della citt su dei quadricicli elet-trici che raggiungeranno una velocitmassima di 45 chilometri orari. Al momen-

    to la flotta di sessanta automobiline, matra novembre e febbraio 2013 si dovreb-be arrivare a contarne 120.Il tutto a costo zero per Palazzo Marino:lintero progetto, del valore di circa 4milioni di euro, stato sostenuto da spon-sor privati e da finanziamenti della Co-munit Europea.

    NUOVE TECNOLOGIE :: INIZIATIVA DEL COMUNE DI MILANO PER LEXPO

    Isole digitali a due passiEntro febbraio saranno 30 anche alle porte di Sesto e Cinisellodi Aurora Dupin

    Lettere alla redazione

    Raccontateci il vostro punto di vista e le denunce su quanto non funziona in citt.Scrivete messaggi brevi a:redazionegazzettino@gmail.comOppure allindirizzo: piazza F. Caltagirone 75.

    Pubblichiamo la lettera inviatavia mail da un lettore. Non siamoin grado di verificare le accuse mos-se. Abbiamo omesso alcune af-fermazioni ritenute offensive, masoprattutto non dimostrabili. Pub-blichiamo il testo perch credia-mo importante parlare della tra-scuratezza delle aree cani, e del la-voro importante che la polizia lo-cale, al di l del caso specifico, stacompiendo per il rispetto delleregole. Naturalmente questo spa-zio a disposizione della polizialocale per una replica.Gentile redazione, venerd 18 ot-tobre mi trovavo in un giardino re-cintato di Sesto San Giovanni,

    dove allinterno cero solo io euna ragazza con i relativi cani.E entrato un vigile che con mo-do arrogante mi ha chiesto i docu-menti senza fornire spiegazione al-la mia richiesta di delucidazioni.Dopo aver fornito le mie genera-lit, voleva che lo seguissi al co-mando senza cane perch non po-teva salire in macchina. Davanti almio rifiuto, mi ha minacciato di-cendo che lavrebbero preso emandato in canile. (...) Quandotutto sembrava finito e me ne sta-vo andando, mi ha fermato (...), di-cendo che non sarebbe finita mache ci sarebbe stata una denuncianei miei confronti. Con un altro vi-

    gile mi sono recato al comando apiedi in modo che anche il cane po-tesse seguirmi. Senza contestarela motivazione della multa (...), misembra eccessivo trattare comeun delinquente un cittadino che invita sua non ha mai preso neancheuna multa. Bastava porsi in manie-ra diversa e dare la motivazione perun eventuale verbale. Sono ar-rabbiato per quanto avvenuto, an-che perch non si sa dove porta-re i cani in quanto tutte le aree aloro adibite vengono usate da par-te di alcuni padroni in modo inci-vile senza che il Comune si occu-pi della pulizia.

    (lettera firmata)

    Milan e Bara: terzotempo alla Pentola dOro

    Villa Arconati, a Cinisello, domenica ha ospitatolevento Europe Gate. I ragazzi e le ragazzeche hanno partecipato a uno scambio interna-zionale hanno raccontato la propria esperienza.

    Racconti europei in Villa

    Dillo con un click

    Il Breda non ha portato bene, questa vol-ta, al Milan di Pippo Inzaghi. La Prima-vera rossonera marted pomeriggio haaffrontato a Sesto i rivali del Barcellona.Il verdetto finale del campo ha visto i ca-talani imporsi con un secco 2-6. E anda-ta decisamente meglio nel post partita: ilristorante La Pentola dOro ha offertouno speciale terzo tempo ai giocatori, aidirigenti e agli amici delle societ che sisono ritrovati insieme per festeggiarequesto match che, risultato a parte, restanella storia del calcio moderno.

  • Sesto riparte dalle aree Caltacity (ex Vul-cano). Gioved 17 ottobre stata posata laprima pietra del nuovo stabilimento AlstomGrid che porter a Sesto San Giovanni ilsuo polo mondiale di ricerca e produzio-ne delle nuove tecnologie per la trasmis-sione di energia.Sesto torna dunque a parlare di produzio-ne e di industria. Larea Caltacity, che fu laprima delle acciaierie sestesi (Vulcano) achiudere i battenti, oggi la prima a tor-nare al lavoro. Fu gi la prima a vedere lariqualificazione con la nascita del CentroCommerciale Vulcano. Oggi lancia im-plicitamente un segnale di rinnovata fidu-cia ad un tessuto economico afflitto dalladeindustrializzazione molto prima chedalla crisi. Un investimento da 34 milio-ni di euro, di cui 11 nel campo della ricer-ca, che consentir alla multinazionale fran-cese di spostare da Milano - e di amplia-re e ammodernare - questo settore giudi-cato strategico nella sviluppo di Alstom. Lasua realizzazione a Sesto stata possibi-le grazie ad un accodo tra il Gruppo Cal-tagirone, proprietario delle aree Caltacity,e la Alstom che ha acquisito un vasto faz-zoletto di terra a Sud Ovet, ai marginidella ferrovia Milano-Monza. Il GruppoCaltagirone realizzer le opere di urba-nizzazione che serviranno a definire lazona produttiva e i quartieri residenziali chestanno sorgendo, affacciati su viale Italiae via Trento. Produzione e ricerca in chia-ve moderna, tecnologica e sostenibile.

    Questo stabilimento non avr alcun impat-to ambientale sulla citt, in quanto al suointerno si svilupperanno nuove tecnologiededicate alla costruzione di impianti per lal-ta tensione. Anche la costruzione degliedifici sar completamente eco-compati-bile e a risparmio energetico. Tre i setto-ri in progetto: un primo capannone in ce-mento dedicato alla produzione; un se-condo edificio adibito ad uffici; un cuboche ospiter il laboratorio per i test. Un edi-ficio alto 40 metri, che sar realizzato inmateriali metallici leggeri. Lintero com-parto sar certificato Leed, ossia sar co-struito secondo stringenti criteri internazio-nali di eco sostenibilit. Dal punto di vi-sta occupazionale, il nuovo impianto oc-cuper 130 dipendenti, 30 dedicati allaricerca e progettazione. Si tratta dei lavo-ratori gi impegnati nellattuale sede di Mi-lano (ex Passoni & Villa), cui si aggiunge-ranno nuovi assunti nel corso dello svilup-po dellazienda.Non c dubbio che nei prossimi annilenergia prodotta da fonti rinnovabili la fa-r da padrona - ha spiegato il presidente diAlstom Italia, Antonino Turicchi, in occa-sione della cerimonia di posa della primapietra -. LAfrica, per sua natura, sar stra-tegica in questo settore e lItalia sar il cor-ridoio privilegiato per sviluppo delle Su-perGrid che porteranno in Europa lener-gia prodotta in Africa. Per questo noi vo-gliamo esserci e vogliamo essere qui aSesto.

    Sesto progetterla tecnologia perlalta tensioneche verr espor-tata in Cina.Il cuore del la-bora