Il sistema bibliotecario UC Milano

  • View
    344

  • Download
    0

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Il sistema bibliotecario della Università Cattolica di Milano presentato agli studenti per incoraggiarli all'uso dei suoi numerosi strumenti e servizi.

Text of Il sistema bibliotecario UC Milano

  • 1. La biblioteca ibridaUC Millennium e Encore Cfr. Informatica Umanistica, pp. 261-288

2. OPAC Millennium LOnline Public Access Catalogue UC un catalogo collettivo = aggrega i cataloghi delle biblioteche di tutte lesedi delluniversit; integrato = presenta ununica scheda catalografica perciascuna risorsa e ne indica la collocazione dei diversiesemplari nelle varie sedi; ibrido = cataloga risorse sia cartacee, sia elettroniche conaccesso locale e remoto. Come per le risorse locali, anche laccesso alle risorse remoterichiede la presenza dellutente allinterno dellUniversit, inquanto consentito di norma solo da postazioni collegate allarete della Cattolica.2 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011 3. Patrimonio della biblioteca Catalogo generale Schede bibliografiche delle opere possedute da ognuna dellebiblioteche UCSC: Milano e Brescia, Piacenza e Cremona Roma Campobasso. Risorse elettroniche condivise: 141 banche dati; oltre 11.400 e-journal a testo completo. Tesi UCSC (su microfiches) DocTA Catalogo speciale delle tesi di dottorato discusse a partire dalla.a.2005/2006 nelle sedi di Milano e Piacenza Catalogo Servizio librario EDUCatt3 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011 4. Servizi personalizzati: My Libr@ry My Libr@ry, pagina personale che agevola lutilizzo del Catalogogenerale e del servizio di prestito/consultazione: richiesta di libri da qualunque pc personale con connessioneinternet; richiesta di pi libri senza lobbligo di ripetere la propriaidentificazione; salvataggio di ricerche gi effettuate, da riutilizzare perverificare in ogni momento la disponibilit di opere relative allearee disciplinari preferite; controllo costante dei dati personali (iscrizione, termine per larestituzione dei libri in carico, stato delle richieste diprestito/consultazione inoltrate); informazione in tempo reale sul proprio pc circa lo stato dellerichieste di prestito/consultazione inoltrate e sui volumi incarico, basata sul sistema RSS.4Informatica Umanistica 2011 19/10/2011 5. Accesso a My Libr@ry La User ID composta da: cognome nome La PassWord la Matricola Biblioteca, composta nelseguente modo: Categoria studente (1) + Matricola UCSC (7 caratteri). Esempio: 138052415Informatica Umanistica 2011 19/10/2011 6. CatalogazioneChe significa la sigla ISBD (1971-2007) International Standard Bibliographic DescriptionUna descrizione bibliografica linsieme delleinformazioni adatte a individuare in modo univoco unoggetto come un libro, unopera in pi volumi, unperiodico, etc.Esempio: La flora dei Colli Euganei / Antonio Mazzetti ; con un saggio di Roberto Valandro ; prefazione di Giovanni Giorgio Lorenzoni ; fotografie di Antonio Mazzetti. [Padova] : Editoriale Programma, copyr. 1987. 223 p. : ill. ; 24 cm. (Guide Programma ; 6 2). Bibliografia: p. 217-218Informatica Umanistica 2011 19/10/2011 7. Campi descrittivi (etichette)Livello bibliografico MonografiaTipo documentoTesto a stampaAutore principaleMazzetti, AntonioTitoloLa flora dei Colli Euganei / AntonioMazzetti ; con un saggio di Roberto Valandro ; prefazionedi Giovanni Giorgio Lorenzoni ; fotografie di AntonioMazzettiPubblicazione Padova! : Editoriale Programma, c1987Descrizione fisica 223 p. : ill. ; 24 cm.CollezioneGuide Programma ; 2Nomi[Autore] Mazzetti, AntonioValandro, RobertoLorenzoni, Giovanni Giorgio scheda diautoritSoggetti Flora - Colli EuganeiLingua di pubblicazione ITALIANOPaese di pubblicazioneITALIACodice identificativo ITICCUVIA00424477Informatica Umanistica 2011 19/10/2011 8. Da ISBD a MARC MAchine-Readable Cataloguing: Notizia catalografica che viene automaticamenteelaborata dal computer, il quale in grado di riconoscerelidentit dei diversi elementi della notizia e di trattarli diconseguenza. Notizia catalografica = Record bibliografico = Metadati. Criteri di compilazione determinati dalle normativecatalografiche (ISBD, RICA o REICAT, AACR2 o RDA). Permette la ricerca negli OPAC. Personalizzazioni:USMARC, LCMARC, UKMARC, INTERMARC, etc. Scambio internazionale dei dati: 1977 UNIMARC(Universal Marc format). Standard della Comunit Europea per i progetti dicooperazione.8Informatica Umanistica 2011 19/10/2011 9. Esempio UniMarcLEADER 01879nam0 22004093i 4500001 ITICCUVIA0042447005 20030721000000.0100 $a19940314d1987 ||||0itac50 ba101 $aita 102 $aIT200 1 $aflora dei Colli Euganei$fAntonio Mazzetti$gcon un saggio diRoberto Valandro$gprefazione di Giovanni Giorgio Lorenzoni$gfotografie diAntonio Mazzetti210 $a Padova!$cEditoriale Programma$dc1987215 $a223 p.$cill.$d24 cm.410 0$1001ITICCUCFI0013254$12001 $aGuide Programma$v2606 $aFLORA$xCOLLI EUGANEI$2FI $3ITICCUMILC081416700 1$aMazzetti$b, Antonio$3ITICCUCFIV109879$4070702 1$aValandro$b, Roberto$3ITICCUCFIV010684702 1$aLorenzoni$b, Giovanni Giorgio$3ITICCUCFIV051518790 1$aLorenzoni$b, G. G.$3ITICCUSBNV007337$zLorenzoni, GiovanniGiorgio 790 1$aLorenzoni$b,Giangiorgio$3ITICCUSBNV007338$zLorenzoni, Giovanni Giorgio790 1$aLorenzoni$b, Gian Giorgio$3ITICCUSBNV007339$zLorenzoni,Giovanni Giorgio801 3$aIT$bICCU$c201109079Informatica Umanistica 2011 19/10/2011 10. Accessi semantici: soggettazione Insieme di procedure che permettono di organizzare e rappresentare il contenuto dei documenti. Due operazioni: 1. Analisi del documento (che permette lidentificazione delcontenuto semantico). 2. Traduzione del contenuto in un linguaggio normalizzato checonsente il recupero dei documenti legati a un particolareargomento o che abbiano in comune la disciplina. Linguaggio controllato: Basato su un soggettario, ovvero una lista controllata ditermini, definita thesaurus. Nuovo Soggettario BNCF: stabilisce relazioni tra i termini(semantiche valgono a priori), cos organizzate: TT (top term = ambito tematico) BT (broader term = termine pi generale) NT (narrower term = termine pi specifico) USE/UF (use/used for = usa/usato al posto di, equivale al vedi) RT (related term = termine correlato, equivale al vedi anche)10 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011 11. Accessi semantici: classificazioneLa classificazione decimale uno schema di ordinamento dei documenti su base disciplinare.La Classificazione Decimale Dewey (CDD), sviluppata dal bibliotecario statunitense Melvil Dewey (1851-1931) nel 1876, la classificazione bibliotecaria pi diffusa nel mondo: la adoperano pi di 135 paesi ed stata tradotta in pi di 30 lingue.Nata per ordinare i volumi in base alla materia nelle biblioteche a scaffale aperto.Esistono altri sistemi di classificazione generali e specifici di determinate discipline o tipologie di pubblicazioni.LUC utilizza i sistemi di classificazione della Library of Congress e della National Library of Medicine (NLM).11 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011 12. ConsultazioneVi sono 3 modalit di consultazione per gli OPAC, che si integrano fra di loro: 1. Interrogazione (query): x parola chiave su tutti i campi (ricerca semplice) x parola chiave su campi precisi collegati da operatoribooleani (ricerca avanzata). 2. Navigazione (browsing): utilizzando i collegamenti attivi nei campi delle schedecatalografiche. 3. Scorrimento di liste (scanning): Utilizzando la ricerca per indici suTitolo esatto Autore Autore/Titolo Soggetto ISBN/ISSN Titolo diCollanaCollocazione Fondo Editore Luogo di produzione Classificazione12 Informatica Umanistica 201119/10/2011 13. WebBridge Servizio More infoNel catalogo classico, ogni notizia bibliografica accompagnata dal pulsante che attiva alcune funzioni di ricerca al di fuori del catalogo UC. Utilizzando i metadati disponibili nel record bibliografico di partenza (es. ISBN, ISSN, Autore, Titolo, ...) il sistema esegue, automaticamente, ulteriori ricerche nelle risorse configurate.Il servizio permette di reperire online: Indici e sommari (Table of Contents) di pubblicazioni possedute. Spogli bibliografici. Volumi posseduti in altre biblioteche. Recensioni (Review) di libri.13Informatica Umanistica 201119/10/2011 Abstract o testi completi (Full Text) di articoli. 14. Risorse elettronicheSi dividono in: REL (Risorse elettroniche locali) Sono quelle conservate direttamente dalla biblioteca, o su supporti digitali (CD, DVD), oppure sul server (p.es. ebook, filmati, registrazioni sonore). Rappresentano una parte minore del posseduto. RER (Risorse elettroniche remote) Sono quelle conservate su server diversi da quelli della biblioteca, di cui quindi non si ha il possesso, bens laccesso: Basi dati bibliografiche o testuali E-journal nativi o digitalizzati. La loro accessibilit non permanente, in quanto dipende dal perdurare dellabbonamento stipulato.14 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011 15. Risorse elettroniche UCCatalogo Banche Dati Delle 141 banche dati possedute, 124 sono ad accesso remoto. Elenco Banche Dati con accesso fuori rete dAteneo (aggiornato al 6 giugno 2011) - documentazione [28 KB]E-Journal - Catalogo Riviste Elettroniche (Millennium) Il catalogo e-journal in buona parte copre quello delle banche dati, in quanto le BD full text ad accesso remoto riguardano riviste elettroniche. Gli e-journal sono compresi anche nel catalogo generale dei periodici.Article Finder Modulo di ricerca per trovare in maniera rapida il testo completo di un determinato articolo pubblicato in un e-15 journal cui la biblioteca Informatica Umanistica 2011UC abbonata. 19/10/2011 16. Metaricerca ovvero ricerca federataIl metamotore Research Pro interroga in tempo reale un insieme di basi dati che possibile selezionare per disciplina e/o singolarmente. Pu essere un utile punto di partenza per ottenere una prima panoramica sullargomento di ricerca e per facilitare la scelta tra le varie risorse disponibili. Comprende: Cataloghi UCSC Cataloghi bibliografici Area biomedica Area economica Area giuridica Area matematico-scientifica Area sociologica Area umanistica Multidisciplinari Motori di ricerca16Informatica Umanistica 2011 19/10/2011 17. Encore, la discovery interface UC17 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011 18. Legenda della SERP1