Incaricato alle vendite iav o ivd

  • View
    5.168

  • Download
    1

Embed Size (px)

Transcript

  • 1. INCARICATO ALLE VENDITE ( I.A.V. o I.V.D.)1.1 INCARICATO ALLE VENDITE.La figura dellincaricato alle vendite a domicilio riferita allattivit diretta di vendita di prodottia mezzo di dimostrazione e party plan. Tale figura utilizzata dalle aziende che operano nellavendita diretta di prodotti al consumatore finale o multilevel. Allincaricato alle vendite vienerilasciato, dallazienda committente, un tesserino di riconoscimento, che deve essere espostodurante la fase della dimostrazione di vendita. I compensi sono in percentuale alle venditeeffettuate e rientrano nella tipologia delle provvigioni. Lattivit di incaricato alle vendite adomicilio pu essere definita occasionale o continuativa. Lattivit si definisce occasionale fino a6410 euro lorde di provvigioni come conteplato dalla Risoluzione Ministeriale n. 18 del 27Gennaio 2006. Quando viene superato questo parametro lattivit non pu essere piconsiderata occasionale ma continuativa. Gli incaricati alle vendite a domicilio occasionali, per leprovvigioni percepite, emettono semplice ricevuta assoggettandola a ritenuta dimpostadefinitiva. In questa fase gli incaricati non devono iscriversi allUfficio IVA. Gli incaricati allevendite a domicilio continuativi devono iscriversi allAgenzia delle Entrate (liscrizione gratuita)ed emettono fattura assoggettata a ritenuta dimposta ed IVA. Gli incaricati alle vendite, siaoccasionali che continuativi, non devono presentare la dichiarazione dei redditi per tale tipo direddito in quanto le provvigioni sono assoggettate ad una ritenuta dimposta definitiva.Linquadramento con lazienda committente con lettera di incarico.1.2 PROCACCIATORE DI AFFARILa figura del procacciatore di affari una figura intermedia che viene utilizzata per quei soggettiche non hanno i requisiti per essere inquadrati come agenti di commercio. Il procacciatore diaffari ha lobbligo di dichiarare le provvigioni percepite nella propria dichiarazione dei redditi, halobbligo di iscriversi al Registro Imprese della Camera di Commercio e alla GestioneCommercianti INPS con il pagamento della quota fissa annuale. La figura di procacciatore diaffari ha una limitazione relativamente alle detrazioni IVA e dei costi sostenuti ed ha unamaggiore tassazione. Linquadramento con lazienda committente con accordo commercialeprivato.1.3 AGENTE DI COMMERCIOPer svolgere lattivit di agente di commercio obbligatoria liscrizione al Registro Impresepresso la Camera di Commercio. Lagente di commercio ha lobbligo di dichiarare le provvigionipercepite nella propria dichiarazione dei redditi ed ha lobbligo delliscrizione alla GestioneCommercianti INPS con il pagamento della quota fissa annuale. Lagente di commercio ha unamaggiore detrazione di costi ed iva. Linquadramento con lazienda committente con mandatodi agenzia che pu essere monomandatario (con unica azienda) o plurimandatario (con piaziende). Lagente di commercio soggetto al versamento dei contributi Enasarco, di cui il 50%a carico dellagente e il 50% a carico della societ committente. Al pagamento del contributotrimestrale provvede direttamente lazienda committente.Alcune Camere di Commercio hanno recepito la sentenza della Corte Europea e permettonoliscrizione al Registro Imprese senza avere liscrizione al Ruolo Agenti.2. PER SAPERE CHI PUOSVOLGERE LATTIVITATutte le persone fisiche che non hanno pendenze penali possono svolgere lattivit di incaricatoalle vendite a domicilio sia in forma occasionale che continuativa.Possono svolgere tale attivit i seguenti soggetti:

2. 2.1 CHI NON HA REDDITO.Tutti coloro che non sono in possesso di nessun tipo di reddito e coloro che hanno solo il redditodellabitazione principale possono svolgere lattivit di incaricato alle vendite .2.2 COMMERCIANTI.Tutti coloro che svolgono unattivit commerciale in proprio (tipo negoziante, imprenditore,amministratore, etc.). Questi soggetti dovranno comunicare allAgenzia delle Entratelestenzione dellattivit di incaricato alle vendite utilizzando il codice 46.19.02. Le provvigionipercepite non cumulano, fiscalmente, con gli altri redditi.2.3 ARTIGIANITutti coloro che svolgono unattivit artigianale in proprio (tipo meccanico, falegname etc.).Questi soggetti dovranno comunicare allAgenzia delle Entrate lestenzione dellattivit diincaricato alle vendite utilizzando il codice 46.19.02. Le provvigioni percepite non cumulano,fiscalmente, con gli altri redditi.2.4 PROFESSIONISTI.Tutti coloro che svolgono unattivit professionale di cui prevista liscrizione o la non iscrizioneallalbo professionale. Questi soggetti dovranno comunicare allAgenzia delle Entratelestenzione dellattivit di incaricato alle vendite utilizzando il codice 46.19.02. Le provvigionipercepite non cumulano, fiscalmente, con gli altri redditi.2.5 DIPENDENTI PRIVATI.Tutti coloro che hanno un rapporto di lavoro dipendente con aziende private purch lattivit siasvolta al di fuori degli orari di lavoro privato. Lattivit sempre compatibile. Le provvigionipercepite non cumulano, fiscalmente, con gli altri redditi.2.6 DIPENDENTI PUBBLICITutti coloro che hanno un rapporto di lavoro dipendente con aziende pubbliche (Asl, Poste,Scuole, Ministeri etc.) purch lattivit esercitata sia svolta al di fuori degli orari di lavoropubblico e sia compatibile con il contratto di lavoro. Per i dipendenti pubblici si consigliainterpellare il relativo ufficio del personale per chiedere se il proprio contratto di lavoro consentela compatibilit con lo svolgimento dellattivit di incaricato alle vendite a domicilio part-timeoccasionale. Le provvigioni percepite non cumulano, fiscalmente, con gli altri redditi.3. ISCRIZIONE IVALattivit di incaricato alle vendite a domicilio pu essere svolta senza iscrizione allAgenzia delleEntrate fino a 6410 euro lordi di provvigioni pari a 5000 euro di provvigioni nette. Superatoquesto parametro lattivit definita continuativa e sussiste lobbligo dellapertura della PartitaIVA che gratuita. Per la corretta iscrizione deve essere utilizzato il codice 46.19.02 condescrizione: Incaricato alle Vendite a Domicilio (Legge 173/2005). Il Modello AA9 deve esserepresentato allAgenzia delle Entrate entro 30 giorni dalla data indicata come inizio attivit. Non consentito detrarre l IVA per le spese sostenute. I registri devono essere numerati edintestati ma non pi obbligatorio la vidimazione iniziale. I versamenti IVA sono trimestrali esono effettuati a mezzo del Mod.F24 con sistema on line o a mezzo di Intermediario abilitato. 3. 4. ISCRIZIONE INPSGli incaricati alle vendite a domicilio sono soggetti alliscrizione alla Gestione Separata INPS dicui alla Legge 335 dell 8 Agosto 1995 obbligatoria al superamento dei 6410 euro di provvigionilorde pari a 5000 euro di provvigioni nette. Liscrizione devessere effettuata, tramite lappositomodello, direttamente dal singolo incaricato presentandolo od inviandolo a mezzoraccomandata, entro 30 giorni dallinizio dellattivit, alla sede Inps della propria zona. Laritenuta INPS calcolata sul 78% delle provvigioni di cui 1/3 a carico dellincaricato e 2/3 acarico della ditta committente. Lincaricato pu usufruire dellaliquota ridotta se ha gi apertauna posizione previdenziale obbligatoria, ad es. dipendente, commerciante, artigiano etc. Talicontributi, ad oggi, non sono cumulabili con altre gestioni e pertanto segue una contribuzioneseparata. La quota Inps di 1/3 a carico dellincaricato un onere deducibile nella propriadichiarazione dei redditi nel quadro RP. Per tale adempimento, le aziende committenti, invianola certificazione dei versamenti effettuati a ciascun incaricato nel mese di Marzo di ogni anno.5.1. PENSIONE DI INVALIDITAGli incaricati che percepiscono una pensione di invalidit, svolgendo qualunque tipo di attivit,possono incorrere nella revoca di tale pensione, che pu essere anche retroattiva. Si consigliaunattenta analisi della propria posizione interpellando lufficio che eroga la pensione o assegnodi invalidit.5.2 PENSIONE DI PREVIDENZAGli incaricati alle vendite che hanno una pensione di previdenza con 40 anni di anzianit osociale possono svolgere lattivit di incaricato alle vendite a domicilio in quanto tale tipo direddito non influisce nel cumulo del calcolo per leventuale riduzione della pensione. Per tutti glialtri casi lo svolgimento dellattivit di incaricato alle vendite pu comportare una riduzione dellapensione che pari, al massimo, al 30% della differenza fra il totale della pensione e la quotaminima base. Pertanto tale riduzione variabile da caso a caso e si consiglia di interpellarelufficio che la eroga per valutare se e quanto viene eventualmente ridotta.6.1 DICHIARAZIONE DEI REDDITIGli incaricati alle vendite a domicilio non devono dichiarare le provvigioni percepite nella propriadichiarazione dei redditi in quanto sono assoggettate ad una ritenuta dimposta definitiva allafonte come contemplato dallArticolo 25/Bis 6Comma DPR600 del 73. Lesclusione totale di taliprovvigioni dal cumulo dei redditi e dalla dichiarazione riportato nella Risoluzione MinisterialeN. 180/E del 12 Luglio 95. Pertanto tali provvigioni non cumulano con altri eventuali redditipercepiti. Le ritenute operate sono versate direttamente dallazienda committente in qualit disostituto dimposta. Lazienda committente invia a ciascun incaricato la certificazione delleritenute versate nel mese di Marzo di ogni anno.Sono escluse dalla dichiarazione dei redditi sia le provvigioni dirette che le provvigioni indirette,indipendentemente dallammontare totale. Inoltre tali provvigioni sono escluse dallapresentazione degli Studi di Settore e dallassoggettamento IRAP.Gli incaricati alle vendite che sono in possesso della partita IVA non possono, per gli altri redditipercepiti, presentare il modello 730 ma devono presentare il modello Unico. Il modello 730 lopossono presentare esclusivamente gli IVD occasionali senza partita IVA.Indipendentemente dallammontare delle provvigioni percepite, lincaricato alle vendite sempre a carico fiscale del coniuge se non ha altr