Click here to load reader

Incoerenze e "buchi neri" della sinistra

  • View
    244

  • Download
    15

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Annotazioni e riflessioni critiche sulla storia del movimemento operaio 1. vol. II tomo

Text of Incoerenze e "buchi neri" della sinistra

  • 415

    Fine decennio 1931-1940

    Europa

    Il tasso di mortalit in tutti i Paesi dellEuropa nord-occidentale pari al 18 per mille; nel 1914 era del 19 per mille e prima del 1850 del 25 per mille.

    Italia

    Togliatti dice di Bordiga: Non rifuggendo dai metodi della camorra napoletana, egli cercava di isolare Gramsci nel partito, presentandolo come un intellettuale incapace di azione La realt ha poi fatto giustizia di queste calunnie. Bordiga vive oggi tranquillo in Italia come una canaglia

    trotzkista, protetto dalla polizia e dai fascisti.

    Unione Sovietica

    A partire dai vertici dello stesso partito comunista vengono riscoperti i valori nazionali. Questo fenomeno si verificher ogni volta che la prospettiva comunista si allontana. In simili momenti

    lideologia delle classi dirigenti si volge verso il nazionalismo.

    Fine decennio 1931-1940-primi decennio 1941-1950

    Avvenimenti e relazioni internazionali

    Si fa avanti la teoria secondo cui lalternativa al capitalismo non sta nel socialismo, ma, proprio in base allesperienza dellUrss, nel domino della burocrazia. Tra i sostenitori di questa tesi ci sono Bruno Rizzi (Il collettivismo burocratico) e John Burnham (La rivoluzione manageriale) seguace di Trotzkij. A loro avviso non necessaria la propriet dei mezzi di produzione per

    compiere la rivoluzione, ma basta assicurarsi la loro gestione per poter assumere il potere. In base a

    questa concezione verr stabilita unanalogia tra stalinismo, fascismo, nazismo e New Deal.

    Movimento comunista

    Negli ambienti del Comintern si registra una nuova svolta che consiste nel ritorno alle antiche

    posizioni: la politica decisa al 7 congresso viene abbandonata e ritorna duso il linguaggio truculento contro le democrazie e le socialdemocrazie.

    1940

    Avvenimenti e relazioni internazionali

    In aprile la Germania attacca la Danimarca e la Norvegia, in maggio invade lOlanda, il Belgio e il Lussemburgo, poi inizia lattacco alla Francia e in giugno occupa Parigi. Quando i militari con la croce uncinata entrano nella capitale francese, la Prava esulta: Ecco un altro alleato della Gran Bretagna messo fuori combattimento!.

    Successivamente Hitler d avvio alla battaglia dInghilterra e bombarda Londra. Hanno anche inizio i bombardamenti alleati su Berlino. In ottobre la Germania invade la Romania.

    Conquistata la Francia, per Hitler finisce lincubo della guerra su due fronti, perci convoca lo Stato Maggiore della Wehrmacht e mette a punto il piano per lattacco alla Russia, loperazione Barbarossa.

    LItalia entra in guerra il 10 giugno, cio nove mesi dopo che il conflitto mondiale scoppiato, allorquando Mussolini si irrita per lespansione militare tedesca. In agosto le truppe italiane occupano la Somalia inglese, in ottobre aggrediscono la Grecia. Lavventura greca dellItalia avviene senza alcun accordo precedente con lalleato tedesco. Dopo una visita in Germania,

  • 416

    Galeazzo Ciano scrive nel suo diario: Lalleanza con noi vale per i tedeschi soltanto per quel quantitativo di forze che noi potremo distrarre dai loro fronti. Niente di pi. Le nostre sorti non li

    interessano.

    LItalia fascista e la Germania nazista partono da posizioni comuni quando chiedono la revisione del sistema di Versailles e delle annessioni territoriali. Comuni sono anche i metodi con cui

    intrecciano i rapporti con le potenze occidentali allinsegna dellantisoviietismo. Questa comunanza cessa per di esistere quando si tratta di precisare gli obiettivi dellaggressione. Particolarmente gravi sono le divergenze fra Italia e Germania sulle questioni dellEuropa Sud-orientale e del Balcani che a Roma vengono considerati di esclusivo interesse italiano. La rinuncia a simili pretese

    era gi implicita nella sottoscrizione dellAsse Berlino-Roma. In effetti, dopo linvasione della Cecoslovacchia e dellAustria, limperialismo tedesco intende appropriarsi anche degli altri Paesi dellEuropa Sud-orientale, mentre lItalia fascista non ha la forza di opporvisi. Addirittura, la Germania hitleriana ha pretese annessionistiche sulla regione italiana dellAlto Adige (Sud Tirolo) dove vivono circa 200 mila tedeschi.

    Il fascismo decide di gettarsi nellavventura quando sembra che la Germania possa vincere la guerra anche combattendo da sola. A quel punto lItalia rinuncia alla sua non belligeranza evidenziando le sue tendenze imperialistiche. Nel comunicare la decisione di entrare in guerra, Mussolini dichiara:

    Io affermo che in settembre tutto sar finito e che io ho bisogno di alcune migliaia di morti per sedermi al tavolo della pace quale belligerante.

    Se fino ad ora Mussolini non ha avuto il coraggio di andare contro le opinioni del re, dei comandi

    militari e anche di molti gerarchi; soprattutto, non ha osato contrastare la volont di pace degli

    italiani che gli era nota attraverso i rapporti degli informatori di polizia, ora, dopo le straordinarie

    vittorie riportate dagli eserciti tedeschi dal 20 maggio al 10 giugno, si decide per lintervento.

    La memorialista concorde nel ritenere che si tratta di un vero e proprio colpo di testa di Mussolini.

    I suoi consiglieri e ministri, i generali e i diplomatici, i banchieri e gli industriali sono tutti convinti

    che non il caso di entrare in guerra, che meglio proseguire sulla linea della non belligeranza (fruttuosa anche per la bilancia dei pagamenti) e che le forze armate non sono pronte, che gli

    armamenti sono insufficienti. Ma il duce decide lui da solo. Quando quella scelta si riveler decisamente sbagliata verr scaricato.

    Proprio perch sapeva che parecchi dei vecchi componenti del Gran Consiglio avevano avversato la

    guerra, Mussolini si ben guardato di riunire questo organismo prima di prendere la fatale

    decisione, A testimoniare questo atteggiamento autoritario del duce sar Luigi Federzoni, membro

    del Gran Consiglio del Fascio in Memorie di un condannato a morte.

    Sono i tempi in cui i nazisti reclamano lo spazio vitale, i militaristi giapponesi la sfera di co-prosperit, e il duce, per parte sua, ha in mente il posto al sole.

    Lintervento italiano allarga il fronte che dallEuropa si estende allAfrica e ai Balcani e contribuisce a rendere irreversibile la guerra.

    Se nel primo conflitto mondiale lItalia era entrata impreparata, nel secondo vi entra impreparatissima. Allinizio delle ostilit gli italiani sotto le armi sono circa un milione. I carri armati di cui dotato lesercito sono 400 e di formato tascabile; gli aerei ammontano a 1.400 per la maggior parte antiquati e con scarsa autonomia di volo; le munizioni sono sufficienti per appena 60

    giorni di guerra.

    Mentre i figli della povera gente vanno a farsi massacrare in Libia e in Grecia, i figli di pap

    trovano il modo per farsi esonerare dallimpegno militare.

    Alla notizia che Mussolini, dopo aver sposato per sei mesi la causa della neutralit, ha deciso di

    entrare in guerra, Hitler si infuria poich non intende dividere il bottino con lalleato italiano.

  • 417

    Lesercito sovietico occupa le Repubbliche baltiche nelle quali si formano governi popolari di sinistra: Lituania, Lettonia ed Estonia entrano cos a far parte dellUnione Sovietica. Anche la Moldavia diventa una repubblica sovietica federata. Nel frattempo Molotov blandisce Mussolini

    vantando le buone relazioni tra lUrss e lItalia fascista.

    In Ucraina, nei pressi di Kiev, 200 o 300 mila polacchi, tra cui 22 mila ufficiali militari, vengono

    assassinati, si presume, dalla polizia segreta sovietica dietro ordine di Stalin e di Beria. E una seconda Katyn ben pi drammatica della prima. Le fosse con i cadaveri verranno scoperte anni

    dopo. Anche la documentazione di questi tragici avvenimenti verr fatta sparire dagli archivi.

    Patto tripartito fra Germania, Italia e Giappone, in settembre, al quale aderiscono pi tardi

    Ungheria, Romania e Slovacchia.

    La popolazione mondiale ammonta a 2 miliardi e 246 milioni di unit.

    Nel secolo precedente la seconda guerra mondiale ben oltre 6 milioni di abitanti hanno abbandonato

    i Paesi dellEuropa.

    Le colonie e i Paesi semicoloniali comprendono il 67% del territorio e il 60% della popolazione del

    mondo.

    Il progetto americano ENIAC (Elettronic Numerical Integrator And Calculator) \ mette a punto il

    computer a calcolo digitale.

    Bolivia

    Viene costituito il Partito della sinistra rivoluzionaria.

    Cina

    Si svolge la battaglia dei 100 reggimenti contro le forze dinvasione giapponesi.

    Mao propugna la teoria della continua trasformazione della rivoluzione la quale pu far pensare alla teoria di Trotzkij della rivoluzione permanente che per viene da lui respinta in nome della leniniana rivoluzione ininterrotta. Il partito comunista cinese vanta 800 mila iscritti.

    Cuba

    Dopo il varo della Costituzione, Batista viene eletto alla presidenza del Paese appoggiato da un

    fronte popolare di cui fa parte anche il Psp comunista, influenzato in questa fase dallamericano Earl Browder, segretario del Cpusa e teorico della collaborazione tra democrazia socialista e

    democrazia capitalista.

    Danimarca

    Quando le truppe naziste occupano il Paese, a governare una coalizione socialdemocratica la

    quale rimane in carica per tutto il periodo di guerra, anche se non simpatizza con i tedeschi.

  • 418

    Francia

    Ha termine la Terza Repubblica nata nel 1870 e nel territorio non occupato dai tedeschi, allindomani dellarmistizio, a Vichy, viene costituito un governo collaborazionista capeggiato dal maresciallo Henri Philippe Ptain e da Pierre Laval, uomo cinico e privo di s