Click here to load reader

ISTITUTO COMPRENSIVO “G. CASALINUOVO ATANZARO UD · PDF fileProgrammazione per le classi ad indirizzo ... L’Istituto è Centro Territoriale ... sostegno dei Centri Territoriali

  • View
    213

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of ISTITUTO COMPRENSIVO “G. CASALINUOVO ATANZARO UD · PDF fileProgrammazione per le classi...

\1

ISTITUTO COMPRENSIVO G. CASALINUOVO

CATANZARO SUD

VIA STRETTO ANTICO, 29 CATANZARO LIDO

C.M. CZIC86000N CF 97061440794

Piano dellofferta formativa

anno scolastico

2013/2014

TELEFONO FAX 0961- 32873

TELEFONO DIRIGENTE SCOLASTICO 0961- 33347

E-MAIL [email protected]

SITO VEB: WWW.ICCASALINUOVOCATANZAROSUD.IT

mailto:[email protected]://www.iccasalinuovocatanzarosud.it/

2

INDICE

Premessa pag. 3

Analisi del contesto - Lettura del territorio - Rapporti con il territorio - pag. 4 - pag. 5

Identit Strutturale dellIstituto pag. 5

Risorse professionali pag. 16

Risorse finanziarie pag. 37

Risorse di rete pag. 38

Offerta formativa pag. 40

Principi fondamentali pag. 41

Il curricolo pag. 44

Programmazione dIstituto pag. 48

Percorsi didattici metodologici pag. 56

Verifiche e valutazione pag. 57

Programmazione per le classi ad indirizzo musicale pag. 58

Scelte organizzative pag. 62

Organizzazione oraria pag. 65

Ampliamento dellofferta formativa pag. 68

Laboratori pag. 83

Visite guidate e viaggio distruzione pag. 87

Accoglienza pag. 87

Inclusione alunni con BES pag. 88

Rapporti Scuola Famiglia pag. 94

Sportello Amico pag. 94

Formazione e Aggiornamento pag. 94

Attivit connesse con il funzionamento della scuola pag. 95

Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. pag. 95

Valutazione dellIstituzione scolastica pag. 96

Dimensione pubblica del POF pag. 97

ALLEGATI Calendario delle attivit dellIstituto (n1) pag. 98

Criteri di valutazione delle discipline (n2) pag. 102

Criteri di valutazione del comportamento (n3) pag. 104

Criteri di valutazione delle prove scritte (n4) pag. 106

Regolamento dIstituto (n5) pag. 107

Regolamento di disciplina (n6) pag. 121

Carta dei Servizi (n7) pag. 125

3

PREMESSA

Il Piano dellOfferta Formativa dellIstituto Comprensivo G. Casalinuovo Catanzaro Sud stato

elaborato nel rispetto delle indicazioni del Regolamento dellAutonomia delle Istituzioni

scolastiche( D.P.R.n 275 dell8 marzo 1999 artt.3-4-5-6-7).

IL Piano stato impostato in modo da risultare il pi possibile aderente e funzionale al contesto

socio-culturale del territorio in cui operano le Scuole dellInfanzia, Primarie e Secondaria di

1grado che fanno parte dellIstituto.

Limpostazione generale, la stesura e la revisione finale hanno avuto come protagonisti il Dirigente

Scolastico, i collaboratori, i docenti con funzione strumentale, il Direttore dei Servizi Amm.vi.

Lobiettivo che si inteso perseguire risponde ad un duplice ordine di esigenze:

la necessit di offrire allutenza una proposta culturale, educativa formativa, coerente

articolata, prudenzialmente forte;

il bisogno degli stessi operatori scolastici di dare sistemazione allorganizzazione scolastica

e a ci che, se rigorosamente pianificato, consente di procedere in un quadro di riferimento

che lascia poco spazio alla casualit o peggio ancora allimprovvisazione.

Il Progetto propone un ampio e diversificato ventaglio di attivit curriculari ed extracurruculari,

frutto anche di Convenzioni con soggetti esterni (Comune, Regione,Associazioni, altre Scuole).

La nostra Scuola si fatta carico, in ogni caso, di raccogliere le indicazioni e i bisogni provenienti

dai suoi utenti, di inquadrarli in un quadro di riferimento, di coniugarli con le sue vocazioni e

potenzialit in termini di risorse umane e di strutture, di trasformarli in proposte didattiche a forte

impatto formativo, da attuare nel corso dellanno, in un clima positivo, stimolante e vario.

Il presente documento si propone non come strumento di rigida predeterminazione, ma utile

supporto per la gestione organica, articolata e flessibile delle attivit.

In tale contesto il Piano pu essere integrato nel corso dellanno, in relazione ad eventuali fatti

sopravvenuti che siano ritenuti importanti per lattivit scolastica. le eventuali integrazioni verranno

allegate al documento e, a tutti gli effetti, costituiranno parte integrante dello stesso.

Esso vuole offrire a genitori, docenti, alunni e Istituzioni un valido strumento di lettura dellattivit

pedagogico-didattica dellIstituto che, dal corrente anno scolastico, comprende i seguenti ordini di

scuola:

Scuola dellInfanzia e Primaria Plesso Corvo

Scuola dellInfanzia Plesso Fortuna Verghiello c/o il Plesso Corvo

Scuola Primaria Plesso Passo di Salto c/o Nuovo Edificio / Corvo

Scuola dellinfanzia e Primaria Plesso Aranceto

Scuola Secondaria di 1 grado

Ogni scuola dellIstituto mantiene vive, tuttavia, le caratteristiche e le differenze nate da un

pluriennale rapporto con il proprio quartiere.

4

ANALISI DEL CONTESTO LETTURA DEL TERRITORIO

LIstituto Comprensivo G. Casalinuovo Catanzaro Sud la cui sede centrale ubicata nel rione

Fortuna di Cz Lido e comprende i quartieri periferici di Corvo, Pistoia, Aranceto. Il territorio

presenta un contesto socio-economico- culturale molto complesso: a realt familiari con reddito

medio si affiancano situazioni di profonde deprivazioni caratterizzate dal diffuso fenomeno della

microcriminalit giovanile. A ci si aggiunge la presenza di famiglie di etnia rom ed extracomunitari

con le relative problematiche di inserimento e di integrazione. E da rilevare inoltre unalta

percentuale di disoccupazione.

Per la gravit dei problemi del contesto socio-ambientale questo territorio stato individuato dal

M.P.I. come area a rischio di devianza sociale ( ex art. 4 c.c. N 1 cm N 224 (1C).

Lindice di dinamicit culturale che esprime il territorio, anche se variamente frazionato e

mutevole, in ragione dei vari agglomerati urbani e contesti abitativi che si accompagnano a diversi

plessi scolastici, risulta complessivamente basso. Assenti non solo infrastrutture strettamente

legate alla cultura, ma anche quelle attinenti alle possibilit ricreative, quali cinema, impianti

sportivi e centri di aggregazione socio culturali.

Da un territorio cos diversificato nelle sue caratteristiche abitative e produttive non pu che

pervenire unutenza scolastica eterogenea, per bisogni e vissuto personale.

Infatti, se nella maggioranza dei casi la scuola stipula con le famiglie un vero e proprio

contratto formativo, in altri costretta a sostituirsi ad esse nel compito di formazione educativa

dei figli ed a concepire progetti per affrontare e risolvere casi di:

abbandono scolastico

evasione dallobbligo

situazione di disagio sul piano della socializzazione e dellapprendimento.

A questo proposito dopo aver individuato, con opportune indagini, alunni particolarmente difficili

e redatto la loro scheda anamnestica, saranno promosse iniziative per facilitare il loro

coinvolgimento con attivit funzionali allo svolgimento in itinere partendo dai loro punti di forza.

5

RAPPORTI CON IL TERRITORIO

Il nostro Istituto ha attivato costanti rapporti con Enti locali (Comuni, Province, Regioni) con

lA.S. P n.7, con le Associazioni Culturali (AMMI, FIDAPA, FAI, CRI, ecc.), sportive e di

volontariato ed altre Istituzioni per promuovere interventi atti a favorire la costruzione di un sistema

formativo policentrico ed integrato con il contributo sinergico di tutti.

Le risorse interne, al di l di quelle umane e professionali da incentivare e da valorizzare, sono

quelle garantite dal finanziamento pubblico, dalle dotazioni strumentali e di laboratori.

Considerata la variet dellutenza e i campi lavorativi occupati, la scuola si propone di chiedere,

durante lattuazione dei progetti, la partecipazione dei genitori e di psicologi di medicina scolastica

per iniziare un rapporto di collaborazione fatto di interventi ed esposizioni degli aspetti,

responsabilit e compiti relativi a ciascun settore lavorativo.

Il coordinamento dellazione formativa con le famiglie sar supportato dai servizi socio-sanitari

territoriali, dalle strutture di volontariato ed altri servizi presenti sul territorio. Tutto questo al fine di

creare condizioni di miglioramento continuo del clima interno nelle relazioni tra gli operatori e gli

studenti.

E doveroso sottolineare che le innovazioni apportate negli anni precedenti hanno favorito un

maggiore interesse delle famiglie verso la scuola.

IDENTITA STRUTTURALE DELLISTITUTO

LIst ituto comprende cinque plessi:

Sede Centrale via Stretto Antico, 29

Plesso Corvo via Calabria, 1

Plesso Fortuna Verghiello c/o Corvo, via Calabria

Plesso Chiattine c/o Aranceto via Teano,5

Plesso Passo di Salto c/o Nuovo Edificio v.le Magna Grecia, c/o Corvo

LIstituto Centro Territoriale provinciale di Supporto per lHandicap (CTSH).

I l nostro Ist ituto stato individuato, con decreto dirett ivo del l Uf f icio Scolast ico

Regionale, quale Centro di supporto provinciale nel l ambito del Progetto