LAUREA IN INFERMIERISTICA CORSO INTEGRATO C3 MEDICINA E CHIRURGIA GENERALE, FARMACOLOGIA, ANESTESIOLOGIA ed IMMUNOEMATOLOGIA Programma di Farmacologia

  • View
    221

  • Download
    6

Embed Size (px)

Transcript

  • Slide 1
  • LAUREA IN INFERMIERISTICA CORSO INTEGRATO C3 MEDICINA E CHIRURGIA GENERALE, FARMACOLOGIA, ANESTESIOLOGIA ed IMMUNOEMATOLOGIA Programma di Farmacologia
  • Slide 2
  • Farmacologia generale Principi generali dazione dei farmaci: bersagli molecolari, cellulari, tissutali e di sistema Fattori che influenzano lazione dei farmaci: formulazione farmaceutica, somministrazione, assorbimento, distribuzione, metabolismo, eliminazione. Interazioni tra farmaci. La somministrazione dei farmaci: Elementi pratici Sicurezza di un farmaco: fasi della sperimentazione preclinica e clinica di un farmaco. Farmacovigilanza
  • Slide 3
  • Farmacologia speciale Farmacologia della funzione cardiovascolare, renale ed emocoagulativa Farmacologia della funzione digestiva gastrica ed intestinale Farmacologia della risposta immunitaria e dolorifica Farmacologia del sistema nervoso centrale e neuromuscolare Chemioterapia antibatterica, antivirale ed antineoplastica
  • Slide 4
  • Obiettivi didattici lezioni farmacologia Individuazione dei bersagli delle molecole impiegate in terapia (o in sperimentazione). Razionale farmacologico delluso clinico delle molecole trattate. Farmacocinetiche, effetti collaterali e controindicazioni. Indicazioni terapeutiche, posologia, vie di somministrazione. Verranno trattati i farmaci di pi comune impiego nei reparti ospedalieri, nella terapia domiciliare ed usati dai pazienti anche come automedicazione.
  • Slide 5
  • La farmacologia. Scienza biomedica che studia le interazioni tra la molecola e gli organismi viventi a livello molecolare, cellulare, di organo, di sistema, di individuo, di popolazione, di ambiente. La farmacologia una scienza sperimentale con regole severe di sperimentazione e di valutazione oggettiva dei risultati ottenuti in termini di efficacia terapeutica e tossicit di una molecola.
  • Slide 6
  • Secondo lOMS.. ..un farmaco una sostanza o prodotto utilizzato per modificare o esaminare funzioni fisiologiche o stati patologici a beneficio del paziente A) leffettiva modificazione di funzioni fisiologiche o di stati patologici ossia lefficacia del farmaco B) il beneficio del paziente e cio il rapporto tra efficacia terapeutica ed effetti collaterali non desiderati
  • Slide 7
  • La teriaca 60 ingredienti, compreso carne di vipera e vino vecchio La teriaca efficace per lapoplessia, le vertigini, la cefalea, il veleno, lumida raucedine, laffanno ristretto di petto, gli attacchi dasma, la pleurite, i dolori di colica iliaca, lartritismo, la nefrite, la pietra, la fredda idropisia, la colica violenta, i mestrui, il morto feto, il colorito dellitterizia, la contagiosa lebbra, la ventosit dello stomaco,. (Scuola Salernitana, da un manoscritto medievale)
  • Slide 8
  • Come nasce un nuovo farmaco A)Fase preclinica Identificazione di un bersaglio biologico (recettore) e sintesi di molecole (farmaco) che lo modificano Conferma validit bersaglio e molecola Ottimizzazione della molecola (farmacodinamica e farmacocinetica) Studio della tossicit e della genotossicit
  • Slide 9
  • Come nasce un nuovo farmaco B) Fase clinica Fase I - Volontari sani (farmacodinamica e farmacocinetica, effetti collaterali) Fase II Piccolo gruppo di malati molto selezionati per valutazione efficacia terapeutica Fase III Validazione dellefficacia terapeutica su un maggior numero di malati Fase IV Farmacovigilanza (cio monitoraggio e la raccolta delle segnalazioni di effetti terapeutici o tossici dopo lintroduzione in terapia del nuovo farmaco).
  • Slide 10
  • (farmaco, drug) = rimedio, veleno Benefici terapeutici vs. effetti collaterali, eventi avversi Rischio/beneficio Costo/beneficio
  • Slide 11
  • Un farmaco ideale Meccanismo specifico e selettivo attivo a basse dosi con una tossicit trascurabile (o assente)
  • Slide 12
  • Recettore Corpora non agunt nisi fixata P. Ehrlich Macromolecole presenti sulla cellula (*) o al suo interno (*) o frammenti cellulari
  • Slide 13
  • Bersagli farmacologici (recettori) Proteine recettoriali di membrana o citosoliche di agonisti endogeni Proteine canale di membrana Enzimi DNA RNA Lipidi
  • Slide 14
  • Il legame farmaco-recettore F R AR A R B
  • Slide 15
  • Il legame farmaco-recettore Il legame farmaco-recettore pu essere reversibile (quando il legame chimico farmaco-recettore dovuto a interazione dipolo-dipolo, forze di Van der Waals, ponti a idrogeno, ecc. legami deboli in genere) irreversibile (quando il farmaco si lega con legami covalenti al suo recettore)
  • Slide 16
  • Il legame farmaco-recettore Nel caso che il farmaco formi legami reversibili con il suo recettore, molecole libere di recettore e molecole libere di farmaco sono in equilibrio dinamico: R+FRF
  • Slide 17
  • Farmaci agonisti reversibili Il legame farmaco-recettore pu iniziare una cascata di eventi intracellulari (secondi messaggeri) che portano allattivazione della cellula, dellorgano del sistema. F + R RF* (complesso attivo)
  • Slide 18
  • Specificit del legame farmaco-recettore Esempio: agonisti adrenegici
  • Slide 19
  • Catecolamine e recettori adrenergici Adrenalina 1++ 2++ 1+++ 2+++ 3+ Noradrenalina 1+++ 2++ 1++ 2+ 3+++
  • Slide 20
  • Alcuni effetti delle catecolamine Recettori -adrenergici Cuore (1 e 2) Aumento frequenza, contrattilit e velocit di conduzione Rene ap. jux.-glom. (1) Aumento renina M. liscia bronchiale (2) Broncodilatazione M. liscia vasale (2) Rilasciamento m. scheletrici, renali, coronarie. M. liscia altri organi(2) Rilasciamento m. stomaco, intestino, tratto genitourinario M. scheletrica (2) Glicogenolisi Fegato (2) Glicogenolisi, gluconeogenesi Recettori -adrenergici Muscolatura liscia vasale Vasocostrazione arteriole, vene 1 Piastrine 2 Aggregazione Il recettore 2 prevalentemente un recettore presinaptico
  • Slide 21
  • PLC Ca 2+ Endoplasmic reticulum Smooth muscle cells = contraction
  • Slide 22
  • From: Ruffolo J.Autom.Pharmacol, 2, 277-294, 1982 basic aromatic polar
  • Slide 23
  • Come si valuta lattivit di una molecola agonista?
  • Slide 24
  • AA AB AC
  • Slide 25
  • Come si valuta lattivit di una molecola agonista allosterico? B 1E-101E-91E-81E-71E-6 0 25 50 75 100 125 AgonistaA +modulatore positivo AgonistaA % Effetto Agonista [Log M]
  • Slide 26
  • AA Modulatore positivo allosterico
  • Slide 27
  • Il legame farmaco-recettore Se il legame farmaco-recettore irreversibile, effetto della molecola si esaurisce quando sono state ripristinate nuove proteine recettoriali. R + F RF
  • Slide 28
  • Il legame farmaco-recettore Quindi lefficacia di farmaco dipende Affinit del farmaco per il suo recettore affinit = legame) Numero di molecole del farmaco presenti nel sito recettoriale Numero di recettori presenti in una cellula, tessuto, organo, apparato e dalla affinit del farmaco al recettore stesso.
  • Slide 29
  • Inoltre. Lattivit di un farmaco non soltanto fun- zione del numero delle sue molecole lega- te al recettore, al numero di recettori presenti in un determinato sistema, ma anche alle modificazioni fisiopatologiche di questi ultimi. Anche alterazioni genetiche a carico dei recettori o dei loro sistemi di trasduzione possono influenzarne () lattivit.
  • Slide 30
  • Farmaci antagonisti reversibili Il legame farmaco-recettore pu rendere meno accessibile il recettore allattivazione da parte dellagonista, bloccando cos la cascata di eventi intracellulari (secondi messaggeri) che portano allattivazione della cellula, dellorgano del sistema. F + R RF (recettore non disponibile al legame con lagonista)
  • Slide 31
  • Farmaci antagonisti reversibili Il legame antagonista-recettore pu avvenire sullo stesso sito recettoriale dellagonista (antagonista competitivo) oppure su un sito allosterico (cio regolatorio) e rendere lo stesso il recettore meno accessibile allattivazione da parte dellagonista
  • Slide 32
  • Come si valuta lattivit di una molecola antagonista competitivo? Antagonista A
  • Slide 33
  • Antagonisti competitivi reversibili R + A AR* R + A R + Anta +A AR + AntaR R = recettore A = Agonista Anta = Antagonista
  • Slide 34
  • Antagonisti competitivi reversibili Lequilibrio si sposta da una parte allaltra a seconda del rapporto quantitativo tra le molecole di agonista ed antagonista e delle loro affinit per il sito legante
  • Slide 35
  • Come si valuta lattivit di una molecola antagonista competitivo? AA Antagonista
  • Slide 36
  • Come si valuta lattivit di una molecola antagonista competitivo?
  • Slide 37
  • Specificit del legame farmaco-recettore Esempio: antagonisti colinergici
  • Slide 38
  • Esperimento di Dale Rang, Dale, Ritter, Moore 2005 Effetto della ACh sulla pressione arteriosa del ratto
  • Slide 39
  • HEART RATE SLOWS Otto Loewi* Esperimento su cuore di rana (1921): secreted chemical messenger Vagusstoff (acetylcholine) Otto Loewi 1873-1961 * Premio Nobel in Fisiologia nel 1936
  • Slide 40
  • Katzung 2003 Fig 6-1 pag 83