Levi's River Chronicle 6

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Levi's River Chronicle 6

Text of Levi's River Chronicle 6

  • Shampalove: fashion blog tra ironia e pettegolezzo

    Levis Vintage Clothing

    NUMERO 5 06 SETTEMBRE 2010 ROMA

    Un omaggio a quanti hanno contribuito alla crescita dello spirito americano con passione e sacrificio. A tutti coloro a cui si deve la nascita della cultura americana. Agli onesti lavoratori, ai ferrovieri, ai mina-tori, ai contadini, ai falegnami e ai semplici manovali, e a tutti gli uomini e alle donne che, senza abbandonare i propri valori e le loro convinzioni nemmeno nei periodi pi bui della storia umana, con dignit, pas-sione e sacrifici hanno costruito un paese e il suo senso di appartenenza. A tutti loro si inspira Levis Vintage Clothing, il progetto di recupero di tutta loriginalit targata Levis, at-traverso la riproduzione di diversi capi dabbigliamento del passato.

    CONTINUA A PAG. 2

    Levis Store - Via del Corso 479, Roma

    Romaeuropa Festivaldi Fabrizio Bandinelli molto difficile parlare del Romaeuropa Festival. Se non altro, perch non si sa proprio da dove cominciare. Sar per i 71 giorni di programmazione, o per il fatto che ledizione del 2010 (la venticinquesima!) costituita da 38 appuntamenti, tra cui 20 prime nazionali e 3 prime mondiali; sara per i tantissimi artisti, per le tante location, oppure per gli svariati generi di arte con-temporanea che al REF trovano spazio, pub-blico e palcoscenico. Tutto ebbe inizio un quarto di secolo fa, nel 1986, quando lAccademia di Francia a Roma, Villa Medici, apr le porte al Romaeu-ropa Festival. Da allora, tanti altri istituti di cultura hanno contribuito al successo del progetto, che fiorito e si sviluppato an-che grazie a sostegni pubblici e di partner privati, primo fra tutti Telecom Italia.

    CONTINUA A PAG. 3 CONTINUA A PAG. 4

    di Lavinia AntonaciShampalove, ovvero Floriana e Roberta, due ragazze nate e cresciute a Roma, ma di proiezione internazionale: Floriana in-fatti, passa svariati mesi allanno in Cina a Shangai, cercando di farci credere che l sta lavorando, mentre Roberta al momento residente a Londra, facendo la schiava part-time per il bene del fashion styling.Fondamentalmente siamo due idiotone ma estremamente appassionate di moda, truc-chi, feste, scarpe, aeroporti, tutto ci che Jappo, la roba metallara, la roba rosa, la roba random etc. E adoriamo il pettegolezzo!.

    In cosa consiste il vostro progetto?Shampalove prima di tutto un blog, di argomento piuttosto variegato, totally ran-dom. Labbiamo amato subito, dal primo momento, e ci abbiamo messo talmente tanto di noi stesse, che ogni tanto ci siamo preoccupate che fosse troppo personale e che le cose che piacevano a noi, potessero non piacere anche ad altri. Il nostro scopo quello di rendere la moda alla portata di tutti, pi vicina e vista con un taglio pi scanzonato rispetto alle serissime front row delle sfilate. Sono passati tre anni ora-mai da quando abbiamo cominciato e lo zoccolo duro dei nostri fan non ci ha mai abbandonato. Ora abbiamo grandi cose in pentola: Shampalove si espande per con-quistare il mondo. Ad Ottobre, facendo i dovuti scongiuri, lanceremo il nostro nu-ovo bambino, shampalove.com, il nostro online shop, dove saranno in vendita delle linee di apparel da donna accuratamente selezionate da noi, tutto ovviamente fir-mato Shampalove.

  • 06 SETTEMBRE 2010 pag. 2

    Il percorso del mito Levise lomaggio ai valori americani

    SEGUE DALLA PRIMA

    Gran parte del progetto dedicato al 501 e alla sua evoluz-ione. Cos come abbiamo evidenziato su tutti i numeri di Levis River Chronicle, quando abbiamo raccontato, nella sezione 501 History, le varie fasi evolutive del jeans pi famoso del mondo, il 501 dalla sua nascita stato pi volte modificato a seconda dellutilizzo che se ne faceva.Levis Vintage Clothing presenta oggi gli otto modelli pi celebrati e conosciuti, identificandoli con lanno in cui sono stati creati la prima volta.Si parte dal 1890, anno di nascita del 501, passando per il 1947, quando usc il modello che poi divenne il pi popo-lare, fino ad arrivare al denim del 1966.La riproduzione di ogni capo assolutamente fedele alle tecniche di costruzione del passato; stesso discorso vale per i tessuti, riprodotti in esclusiva e nella stessa identica maniera corrispondente alle varie epoche.Tutti gli otto modelli di jeans sono disponibili nella versio-ne non lavata, come richiesti dai veri conoscitori di Denim. Inoltre, una serie di edizioni speciali di altri capi storici sar disponibile in quantit limitate. Si tratta di pezzi lavati a mano da specialisti della manipo-lazione del denim, che riproducono le usure, i rattoppi e le sporcature dei capi archiviati nel museo Levis di San Francisco: tutti autentici gioielli, difficilissimi da realizzare.Vista la particolarit del progetto, Levis Vintage Cloth-ing ha una distribuzione mondiale limitata: in Italia, un assortimento di Levis Vintage Clothing si trova nel ne-gozio B-Fly di Milano e in alcuni altri punti vendita spe-cializzati.

    Pubblicit redazionale

  • 06 SETTEMBRE 2010 pag. 3

    1954 - Agli inizi degli anni 50, i giovani

    americani sono in piena rivolta.

    Le loro icone, come Marlon Brando,

    fanno del denim in generale, e del

    Jeans Levis 501 in particolare,

    il simbolo della loro ribellione.

    Questo modello presenta tutte

    le qualit acclamate dagli amanti

    del 501: la forma, il tessuto morbido

    e resistente, i rivetti...

    501 HistorySimbolo di ribellione

    Sconsacrare il fashion world dal suo alone elitario e snob

    SEGUE DALLA PRIMA

    Come e perch tutto cominciato?Il blog cominciato per gioco. Un bel giorno, dopo lennesima sessione di in-fuocati scambi di link su shopping, trend e roba gossipposa su msn, ci siamo dette: ma perch non condividere tutto questo con il resto del mondo?. Cosa significa scrivere un blog oggi e cosa significher domani?I blogger sono piccole celebrit invitati a destra e a manca a sfilate, party e via dicendo. Lopinione dei blogger famosi tenuta in considerazione per lesorbitante numero di lettori che hanno. Leggere un blog comodo, gratis, e spesso le noti-zie, le foto, i report delle sfilate, escono prima sui blog che sulla carta stampata. Il mondo in rete pi veloce. Il nostro ha quasi 3 anni e gi ad oggi abbiamo notato unevoluzione. Mentre prima a leggerlo erano per lo pi amici o conoscenti, oggi invece sono sempre pi addetti ai lavori ed appassionati del settore ad addentrarsi giornalmente nel mondo di Shampa. Si-curamente i grandi marchi si sono ormai resi conto che per loro la realt dei blog una grande opportunit. Un post su un blog infatti rappresenta una pubblicit gratuita e soprattutto un punto di vista sui prodotti di cui la gente si fida in quanto scritto da persone normali.Cosa vi diverte di pi della moda?Sconsacrarla un po dal suo alone eli-tario e snob. Ci stato detto che proprio questo atteggiamento ci che caratterizza e differenzia il nostro blog rispetto ad altri. Poi ovviamente non dimentichiamoci del-lo shopping.

    Il vostro pensiero sul contributo del mar-chio Levis nella storia del fashion.Nel nostro cervello Levis uguale Den-im. I 501, i trucker jackets che diventano smanicati , le camicie, gli shorts che tutte noi abbiamo ricavato tagliando i mitici 501: un capo Levis non si butta mai! Sono tutti pezzi che ci accompagnano sin dalladolescenza e che conserveremo per sempre. Potremmo raccontare la nostra vita attraverso i capi Levis che possedia-mo. Inoltre Levis potrebbe dare la svolta definitiva nel mondo del jeans anche alle shampe un po pi bootylicious, con la nuova linea Curve ID, che attendiamo con ansia. Abbiamo gi anche scritto sul blog a riguardo: finalmente un taglio di jeans che si basa sulle differenti tipologie di corpo delle donne e non sulle proporzioni stan-

    dard delle taglie.Floriana, due parole su Shanghai...Ormai considero Shanghai la mia secon-da casa. una citt incredibile, un incrocio tra Gotham City e Napoli, tra altissimi e scintillanti grattacieli e vecchie case co-loniali anni 20. un posto che permette di avvicinarti alla realizzazione delle tue ambizioni in modo diretto e veloce. Inoltre Shangai fantastica per lo shopping e per i party. una citt viva 24/24, modernis-sima ma anche piena di tradizione. Roberta, come si sta a Londra?Bene, benissimo! Mi ero trasferita l per lavorare come styling assistant e devo dire che ho avuto molta fortuna. Ho avuto lopportunit di lavorare con alcune tes-tate di moda famose e non sarei mai torna-ta se non fosse stato per lo Shampa Shop, la cui base operativa per forza di cose deve essere a Roma. A Londra c una tale ri-cercatezza nei look e cos tanta libert, che non si pu far a meno di adeguarsi. Mi pi-ace molto anche il lifestyle, lidea di uscire presto la sera e non alluna di notte come qui. Alle otto di sera tutti al pub, cosa che ti permette anche di andare a lavorare il giorno dopo. Inoltre East London un po come un paesino. Met dei suoi abitanti fa qualche genere di lavoro creativo e ci si conosce un p tutti. Laltra met com-posta da punk alcolisti.

    di Lavinia Antonaci

  • 06 SETTEMBRE 2010 pag. 4

    Levis onSport&street Giugno

    Shirt: LevisShirt: Schiesser Revival

    Jeans: Levis

    SEGUE DALLA PRIMA

    Fabrizio Grifasi, il direttore del Festival ha scritto a proposito delledizione che sta per cominciare: Il nostro Festival numero venticinque parte dalla storia di Romaeu-ropa, ne racconta il presente e ne lascia intravedere il futuro. Perch la sfida av-vincente quella di rimanere fedeli alla nostra missione e al nostro passato e nel

    contempo avere il coraggio di intrapren-dere il cambiamento, come necessario e vitale per ogni progetto culturale che ab-bia lambizione di raccontare il suo tempo attraverso gli occhi degli artisti. Convinti che il nostro Festival possa ancora una volta essere unistantanea del presente, un puzzle multiforme nel quale le scelte curat