LINGUE STRANIERE - 02...  Costituitosi nel 2005 ha proseguito la sua attivit  nell’a.s. 2006-07

  • View
    220

  • Download
    2

Embed Size (px)

Text of LINGUE STRANIERE - 02...  Costituitosi nel 2005 ha proseguito la sua attivit ...

Il volume Lingue straniere il risultato di un lavoro coordinato tra Ufficio Scolastico Regio-nale per lEmilia-Romagna e IRRE Emilia-Romagna, nellambito del progetto Gruppi di ri-cerca. Il finanziamento assicurato dallUSR E-R, nellambito dellutilizzazione dei fondi 2004 per la formazione in servizio e dei fondi 2005 e 2006 della legge 440/97 per il sostegno allautonomia scolastica. Il Gruppo di ricerca composto da: Benedetta Toni (coordinatrice), Donatella Bergamaschi, Valentina Biguzzi, Daniela Capelli, Maria Angela Ceruti, Antonella Di Pascale, Michela Lupetti, Elena Pratissoli, Ivana Prete, Ma-ria Cristina Rizzo, Franca Santini, Silva Severi, Vittoria Volterrani. Nella fase iniziale facevano parte del Gruppo di ricerca anche Paola Casadio Pirazzoli, Lucia Cucciarelli, Francesca Gattul-lo e Marinella Sangiorgi. Si ringraziano Ombretta Arduini, Gabriele Azzaro, Paola Belli, Maria Teresa Berghenti, Claudia Buffagni, Martin Dodman, Barbara Morandi, Paola Poggioli, Viviana Romanori e Perla Ronchi per i loro contributi. La stesura dei testi stata curata dagli autori indicati allinizio di ciascun contributo. Coordinamento scientifico del progetto di ricerca: Giancarlo Cerini, Nerino Arcangeli Coordinamento redazionale, editing: Maria Teresa Bertani Collana Quaderni dei Gruppi di ricerca USR e IRRE Emilia-Romagna Quaderno n. 5, giugno 2007 La riproduzione dei testi consentita previa citazione della fonte.

Ufficio Scolastico Regionale per lEmilia-Romagna Piazza XX Settembre, 1 - 40121 Bologna - Tel 051 4215711 E-mail: direzione-emiliaromagna@istruzione.it; sito web: www.istruzioneer.it Direttore Generale: Luigi Catalano Ufficio V - Formazione, autonomia e iniziative editoriali Dirigente: Giancarlo Cerini

Codice ISBN: 978-88-86100-30-4 Stampa Tecnodid editrice, Napoli, giugno 2007 TECNODID Editrice S.r.l. - Piazza Carlo III, 42 - 80137 Napoli - pbx 081.441922 fax 081.210893

Indice Presentazione della collana 5 Luigi Catalano Introduzione 6 Benedetta Toni

Parte I - Glottodidattica e formazione

Glottodidattica ludica e linguaggi espressivi 7 Benedetta Toni Nuove tecnologie: entusiasmo, ragione ed equilibrio 19 Gabriele Azzaro Inglese nella formazione iniziale dei maestri elementari 25 Ivana Prete CLIL e latino nella formazione iniziale per la scuola secondaria 36 Viviana Romanori

Parte II - Plurilinguismo e curricolo

Competenza plurilingue e curricolo 45 Martin Dodman La settimana delle lingue del mondo 54 Donatella Bergamaschi Che sapore ha il tedesco? 58 Claudia Buffagni, Paola Poggioli, Barbara Morandi Insegnare francese oggi 69 Perla Ronchi

INDICE

4

CLIL: moduli per periti aziendali 74 Ombretta Arduini, Paola Belli, Maria Teresa Berghenti

Parte III Lingua inglese: esperienze innovative Intelligenze multiple e didattica della lingua 79 Vittoria Volterrani Lapproccio lessicale 85 Silva Severi, Valentina Biguzzi CLIL: Science and sound 96 Daniela Capelli C come CLIL, Cinema Chicken Run! 100 Elena Pratissoli Prove di portfolio 107 Maria Cristina Rizzo Quale certificazione? 115 Maria Angela Ceruti, Antonella Di Pascale

Postfazione

Un ponte verso nuove indicazioni nazionali 125 Giancarlo Cerini, Nerino Arcangeli

Presentazione della Collana

UNA SCUOLA IN CAMMINO Luigi Catalano*

*Direttore Generale dellUfficio Scolastico Regionale per lEmilia-Romagna Negli anni tra il 2004 e il 2006 si sviluppata in Emilia-Romagna unintensa attivit

di ricerca e formazione sui temi dellinnovazione nella scuola di base, promossa dallUfficio Scolastico Regionale per lEmilia-Romagna in partenariato con lIRRE Emilia-Romagna. Lazione di ricerca (in riferimento ai nuovi ordinamenti del primo ciclo e alle innovazioni curricolari nella scuola dellautonomia) ha previsto la costitu-zione di sedici gruppi di lavoro (10 su temi di carattere disciplinare, 6 di carattere pe-dagogico-organizzativo), formati da insegnanti delle scuole impegnate nellinnovazio-ne, da rappresentanti delle associazioni professionali e disciplinari dei docenti, da ri-cercatori dellIRRE e dellUniversit, da dirigenti tecnici.

Lobiettivo delliniziativa era triplice: sviluppare una riflessione critica sui contenuti culturali proposti dallAmministrazione, commisurare le innovazioni con le migliori pratiche diffuse nelle scuole, affrontare le questioni della valutazione.

I sedici volumi che documentano le attivit svolte sono il frutto di collaborazioni scientifiche tra i centri di ricerca didattica e universitaria e le scuole. Il raccordo fra te-oria e prassi garantito in particolare dallUSR E-R e dallIRRE E-R, con la collabora-zione delle associazioni professionali.

I risultati della ricerca dimostrano che il confronto aperto degli attori della ricerca sulle tematiche pedagogiche e su quelle disciplinari rappresenta un momento indispen-sabile di partecipazione e riflessione critica allo sviluppo della scuola, in relazione ad un territorio fertile dal punto di vista culturale ed educativo come quello dellEmilia-Romagna.

La ricchezza delle pratiche innovative, le proposte sul curricolo e sulle costanti pe-dagogiche che sottendono i modelli didattici di una scuola di eccellenza acquistano un significato pregnante per la costruzione di un curricolo per le scuole dellEmilia-Romagna, ma si propongono anche come idee, indicazioni e riflessioni utili per il con-testo nazionale. Solo la pluralit delle migliori intelligenze potr contribuire alla co-struzione di una scuola aperta e flessibile, accogliente ed equa, in linea con gli orienta-menti europei.

Sommessamente, questo il messaggio positivo che vorremmo diffondere con la pubblicazione della collana dei quaderni di ricerca sul curricolo.

INTRODUZIONE

Benedetta Toni*

*Coordinatrice del Gruppo di ricerca Lingue straniere Le lingue straniere sono segnalate dalla Commissione Europea come competenze

chiave per il cittadino di domani e sono fra le discipline scolastiche maggiormente al centro del dibattito culturale e pedagogico. La lingua viene osservata nella sua accezio-ne di codice verbale e comunicativo, nella sua dimensione veicolare per lapprendi-mento dei diversi contenuti disciplinari, nel suo valore culturale intrinseco come testi-monianza di tradizioni, di valori, di idee.

Il Gruppo di ricerca Lingue Straniere un gruppo di docenti che si occupano a va-rio titolo di glottodidattica: nella scuola, nellUniversit, nelle Associazioni Professio-nali. Costituitosi nel 2005 ha proseguito la sua attivit nella.s. 2006-07.

Le aree di discussione e di ricerca hanno riguardato i seguenti macrotemi: la forma-zione iniziale, le prove di certificazione, la valutazione formativa, il Content and Langua-ge Integrated Learning nel curricolo verticale, inteso come ambiente di apprendimento innovativo e arricchente dal punto di vista linguistico e disciplinare.

La centratura delle competenze dei componenti del gruppo sulla lingua inglese ha consentito un confronto analitico sugli approcci e sulle tecniche.

Inoltre, si sentita lesigenza, anche in fase di elaborazione del volume, di collabo-rare con studiosi e docenti competenti in lingue straniere diverse dallinglese, per scambiarsi teorie e pratiche e per verificare i parallelismi fra i curricoli e le innovazioni didattiche.

Il volume suddiviso in tre parti: una parte prima riguardante linnovazione in glottodidattica costituita dallutilizzo dei linguaggi espressivi integrati e dalle tecnolo-gie, la formazione iniziale in inglese per la scuola primaria e il laboratorio CLIL e lati-no per la scuola secondaria; una parte seconda sul curricolo plurilingue con laboratori di lingue straniere e intercultura nella scuola primaria, con progetti di approccio alla lingua tedesca in continuit fra scuola primaria e secondaria, con una ricerca sullinse-gnamento del francese nella scuola secondaria di primo grado e unesperienza CLIL per periti aziendali nella scuola secondaria di secondo grado; una parte terza ricca di pratiche innovative sulla lingua inglese: nel rispetto delle intelligenze multiple si passa dallapproccio lessicale alla conquista degli alfabeti delle diverse discipline scientifiche ed espressive con il CLIL, alla valutazione formativa e alla certificazione strutturata.

Ne risulta un quaderno di riflessioni sul campo, un dialogo fra persone che cono-scono la scuola e si aggiornano sulla didattica, una proposta in fieri per un curricolo in movimento, flessibile, aperto alla ricerca allinterno della classe.

Parte I

Glottodidattica e formazione

GLOTTODIDATTICA LUDICA E LINGUAGGI ESPRESSIVI

Benedetta Toni*

* Ricercatrice - IRRE Emilia-Romagna, Coordinatrice del gruppo di ricerca Lingue straniere Premessa

La glottodidattica ludica una disciplina interdisciplinare che si pone a met fra i linguaggi verbali e quelli non verbali. caratterizzata dallutilizzo di tecniche e approc-ci che motivano lapprendente alla lingua coinvolgendolo dal punto di vista cognitivo ed emotivo. Al centro della disciplina si colloca il gioco inteso come rielaborazione crea-tiva dellesperienza e quindi come processo di conoscenza. Piacere, creativit, curiosit e fantasia rendono la glottodidattica ludica un ambiente di apprendimento innovativo perch sempre in fieri e sempre alla ricerca di contenuti e di intenzioni comunicative in uno sfondo accattivante e stimolante, dalla scuola dinfanzia alla scuola secondaria di secondo grado.

Allinterno della ludicit si incontrano i nuovi linguaggi espressivi (musica, immagi-ne, gestualit) che offrono allapprendimento di una seconda lingua lo spunto per inte-ragire non solo con i significati, ma anche con i suoni della lingua, con lintonazione, con la pronuncia