logistica in quattro mosse

Embed Size (px)

DESCRIPTION

intervista a mino giachino

Text of logistica in quattro mosse

  • RILANCIO IN 4 MOSSE La Consulta propone le prime misure di attuazione del Piano della Logistica, con interventi per ridurre la burocrazia e favorire la mobilit delle merci

    Poca spesa e molta resa: bastano

    quattro azioni concrete per recu-

    perare effi cienza. Cos Mino Gia-

    chino, Presidente della Consulta gene-

    rale per lautotrasporto e la logistica,

    ha defi nito le proposte (in sintesi nel-

    la pagina accanto) che lorganismo ha

    inviato al ministro dello Sviluppo eco-

    nomico, Corrado Passera, perch siano

    immediatamente tramutate in norme di

    legge. Si tratta delle prime misure, a co-

    sto zero, di attuazione del Piano Nazio-

    nale della logistica, che possono da su-

    bito contribuire a recuperare quellinef-

    fi cienza del sistema italiano che costa

    ogni anno oltre 4 miliardi di euro.

    Un nuovo ruolo

    Una vera e propria tassa sullecono-

    mia, che ci colloca, secondo la Banca

    Mondiale, al 24 posto nella classifi ca

    internazionale delleffi cienza logisti-

    ca. Per un esempio eclatante di questa

    situazione si veda larticolo pubbli-

    cato a pagina 66: a causa dei cronici

    problemi dei nostri porti oltre il 40%

    delle merci italiane esportate passano

    dai porti del Nord Europa, con perdi-

    ta di traffi ci e fatturati per i nostri ope-

    ratori. La Consulta, con le sue propo-

    ste, chiede proprio che si intervenga

    su queste storture, per fare in modo

    che la logistica italiana abbandoni il

    suo ruolo di eterna Cenerentola.

    1 2

    - Riproduzione riservata

    64 07-08/2012

    LOGISTICA.indd 64 26/06/12 11.45

  • 12

    3

    4

    SPORTELLO UNICO DOGANALE SUBITO

    FAVORIRE LA DISTRIBUZIONE MERCI IN CITT

    RIDURRE VIAGGI A VUOTO E ATTESE AL CARICO

    DAL FRANCO FABBRICA AL FRANCO DESTINO

    Allineare gli orari di tutti gli organi che esercitano funzioni di controllo sulle merci,

    in particolare presso i punti di ingresso e uscita delle merci, accorpandoli in uno

    stesso luogo e creando centri polifunzionali di servizio; assicurare, come gi avviene

    nel resto della Ue, la piena operativit, 24 ore su 24, degli uffi ci doganali.

    Ottimizzare la mobilit delle merci in ambito urbano, annullando i divieti generalizzati

    di circolazione dei veicoli commerciali di portata limitata e a basso impatto ambientale

    e prevedendo una viabilit dedicata alla distribuzione delle merci. In questo modo viene

    incentivato anche il ricambio del parco veicolare.

    Per favorire al massimo il riempimento dei rimorchi e degli autocarri e ridurre i tempi

    di attesa al carico e allo scarico bisogna adottare strumenti in grado di instaurare forme

    di collaborazione fra autotrasportatori, operatori logistici e gestori di porti, ferrovie

    e interporti attraverso i rispettivi sistemi telematici.

    Le imprese produttrici che, per il trasferimento allestero delle merci vendute, ricorrono

    alla clausola del franco destino anzich del franco fabbrica hanno diritto a un credito

    dimposta tra l1 e il 2% del valore delle merci trasportate, da utilizzare entro 60 giorni

    dalla data di consegna delle merci al destinatario fi nale.

    COME RECUPERARE EFFICIENZA A COSTO ZERO

    3 4

    LOGISTICA

    65 07-08/2012

    LOGISTICA.indd 65 25/06/12 11.47