Mother Sai 2 2008

  • View
    76

  • Download
    0

Embed Size (px)

Transcript

Sommario03 Editoriale 05 Discorso Divino 09 Discorso Divino 14 News 30 Discorso Divino 37 Sotto la Veranda 38 Discorso Divino 44 Domande & Risposte 46 Discorso Divino 53 Favole e Poesie

Ventanni della rivista Mother Sai

07 03 08 Coltivate buoni pensieri e nobili sentimenti... 06 03 08 Una vita vera e reale solo quando...Meeting di Pescara - 16-17 febbraio 2008

01 01 08 Tutti sono uno: siate equanimi con tuttiDare agli altri sempre il meglio

26 12 07 Con la fede in Dio nella vita si pu ottenere...Dio infinito: che cos luomo in ...

22 11 07 La realizzazione dellunit il segno...Il peccato pi grande

MOTHER SAI PUBLICATIONS Sathya Sai Books and Publications of Italy Tutti i diritti sono riservati Anno XX n.2(120) marzo-aprile 2008 Direttore responsabile: Giorgio Piccaia sede:Viale Duca dAosta n.15 - 21052 Busto Arsizio periodico bimestrale-autorizz. tribun.di Busto Arsizio N. 08/01 del 04/07/2001

Copyright: Sri Sathya Sai Books and Publications Trust, Prasanthi Nilayam, India.

VENTANNI DELLA RIVISTA MOTHER SAITutto cominci cos...

Se raccogliere per iscritto le parole di un maestro di verit unesperienza straordinariamente avvincente per colui che ne abbia lalto compito, farlo nei confronti di Chi della verit lIncarnazione Stessa quanto di pi entusiasmante e coinvolgente possa capitare. Fu in questi termini che, sullonda dellispirazione divina, il dottor Antonio Craxi intraprese, nellormai lontano 1983, la pubblicazione trimestrale dellEterno Auriga, versione italiana del Santana Srathi, realizzata da una Redazione costituita dal Comitato Italiano di Coordinamento dei Centri Sathya Sai. Vi si raccoglievano i testi, ovviamente tradotti, dei Discorsi di Sai Baba, nonch articoli di vari devoti e notizie riguardanti la vita del ramo italiano dellOrganizzazione. Fu unesperienza che dur un quinquennio e ad Antonio Craxi va il merito non solo di aver svolto un lavoro ingente e preciso, ma di aver ampiamente diffuso, in quegli anni, lInsegnamento di Sai Baba in Italia. Ma lopera non termin l. Dopo qualche mese, la Volont Divina affid a un altro volonteroso e determinato personaggio il seguito del sacro incarico. Con una prefazione emblematica dal titolo Prema (Amore), il dottor Mario Mazzoleni, nel 1988, present al pubblico la neonata rivista Mother Sai. Il nome della pubblicazione fu scelto ispirandosi allomonima Casa Madre di tutti i Centri Sai italiani. Cambiava la veste grafica, mutava la periodicit che diventava bimestrale, ma la falsariga restava la stessa, con i Discorsi di Sai Baba, com ovvio, a farla da padrone. Ancora una volta, un quinquennio impegnativo ma elettrizzante, con una devozione intensa a vergare quelle sacre pagine. Si rese in seguito necessario un supporto, una collaborazione. Durante un incontro dei giovani avvenuto a Divignano nellestate del 1993, il desiderio di Mario Mazzoleni trov una pronta risposta e ci fu chi si offr per la traduzione dei Discorsi, chi per la battitura dei testi, chi per le proprie competenze informatiche. A seguito di alcune successive riunioni si and delineando il gruppo redazionale. Come sede si scelse Bologna a ragion del fatto che la maggioranza dei giovani che si erano inizialmente offerti apparteneva a quel Centro. Inoltre, lesigenza di un dialogo pi intenso fra i Centri Sai italiani sfoci nella creazione del Pianeta Sai, un opuscolo informativo allinterno del Mother Sai, destinato a raccogliere, in modo pi dettagliato che in passato, notizie dellOrganizzazione e delle sue attivit, articoli di informazione e riflessione di responsabili e devoti, aggiornamenti, iniziative varie ecc, il tutto al fine di migliorare lattivit dellOrganizzazione e di consolidare la conoscenza, nonch il rapporto, fra i devoti. Fu un momento di grandi fermenti e di accesi entusiasmi dovuti in gran parte alla presenza massiccia dei giovani.Mother Sai marzo - aprile 2008 3

La redazione del Mother Sai consisteva sostanzialmente di tre gruppi. Il primo si occupava delle traduzioni dei Discorsi, il secondo della loro battitura, delle varie rubriche e degli articoli riguardanti le attivit e il terzo della grafica e dellimpaginazione. La fonte principale da cui si traevano i Discorsi era il Santana Srathi o i booklet distribuiti nellaram. Tutto il lavoro, allora come oggi, veniva quindi inviato alla casa editrice Mother Sai Publications che provvedeva alle ultime rifiniture grafiche, alla stampa e alla spedizione. Circa una volta al mese, la redazione si riuniva per fare il punto della situazione e per programmare, collegialmente, la stesura dei vari numeri della rivista. Le difficolt di ordine tecnico che si presentarono strada facendo, furono gradualmente superate grazie alle moderne tecnologie e a un progressivo miglioramento dellorganizzazione generale. Nel 1997, lormai lanciatissima rivista aggiunse una perla alla sua preziosa collana: era nato, come supplemento del Mother Sai, Crescere Insieme, che dava seguito allaltrettanto valido giornalino Bal Vikas, pubblicato qualche tempo prima. Si trattava di una rivista educativa, tuttora pubblicata, destinata ai bambini, agli adulti e alle famiglie, finalizzata alla pratica dei Valori Umani. Ricca di contenuto, di fantasia e di splendide e variegate illustrazioni, rapisce il lettore divertendo ed educando. Ventanni sono trascorsi dalla prima pubblicazione e, anche se alcuni anni or sono venuta a mancare la presenza preziosa e rassicurante del suo fondatore e coordinatore, unitosi al Maestro che tanto amava, il Mother Sai, con immutato entusiasmo del gruppo di redazione, continua a essere presente nella vita dei suoi lettori che ne attendono larrivo come un dono divino.

La Redazione

4

Mother Sai marzo - aprile 2008

Discorso 07-03-2008

Coltivate buoni pensieri e nobili sentimenti nel cuoreIl karma responsabile della nascita, dellesistenza e della morte. Governa tutti i periodi della vita come effettiva divinit dellesistenza umana ed responsabile della gioia e del dolore. Inevitabilit del karma Il karma (azione) il vero e proprio alito vitale dellessere umano. Ogni uomo deve agire ragionando sui possibili risultati delle proprie azioni. Questo il massimo dovere dellessere umano. Com lazione, cos sar il risultato. CI SI DEVE MANTENERE IN BUONA SALUTE, NON SOLO FISICAMENTE, MA ANCHE MENTALMENTE. Anche i pensieri e le decisioni devono essere sani. I pensieri buoni sfociano in buone azioni. Se si compiono delle azioni con pensieri malvagi, anche il risultato sar cattivo. Chi ha fatto s che i pipistrelli penzolino dai rami degli alberi a testa in gi? Qualcuno li ha legati alla rovescia perch prova odio verso di loro? No, quello il loro destino. In egual modo, nessuno pu sfuggire alle conseguenze del karma. Se un essere umano compie azioni cattive e nutre cattivi pensieri, alla fine mieter cattivi risultati. Invece, chi nutre buoni pensieri e compie buone azioni gode di buoni risultati. Ottenere risultati positivi compiendo cattive azioni non possibile. Un piccolo esempio: quando allesame rispondete correttamente alle domande, ottenete buoni voti e viceversa. Impegnarsi in cattive azioni denota tendenze animali. A ogni livello dobbiamo analizzare se ci stiamo comportando da esseriMother Sai marzo - aprile 2008

umani o da animali. Se indulgete in azioni riprovevoli, anche i vostri vicini vi riprenderanno dicendo: Perch ti comporti come un animale se sei nato come essere umano? Cos si viene derisi e puniti anche da un nostro simile. Quando ricorrete ad azioni malvagie non dovete aspettare a lungo che Dio vi punisca: sarete voi stessi a procurarvi il risultato del vostro agire iniquo. Se si compie una cattiva azione non si pu ottenere un buon risultato; a una azione buona non faranno seguito cattivi risultati. Potete ottenere un mango se avete piantato un alberello di limetta? Se piantate un alberello di mango, potete ottenere una limetta? Vedete il bene, fate il bene e siate buoni Gli esseri umani devono comprendere che sono nati per compiere esclusivamente buone azioni. Il termine mnava (essere umano) ha un profondo significato. Esso consiste di tre sillabe: ma (che significa ignoranza), na (che significa senza) e va (che vuol dire comportarsi). Quindi chi si comporta senza ignoranza un mnava. Essendo nati come esseri umani ci si deve comportare di conseguenza. Quando i corvi gracchiano, noi li scacciamo tirando loro una pietra. Invece se un pappagallo articola dolcemente qualche breve parola lo ascoltiamo con gioia. Non ci stanchiamo mai di sentir cantare un cuculo. Che cosa significa tutto questo? Con le parole dolci e un buon comportamento ci rendiamo graditi a5

Discorso 07-03-2008 tutti. Gli esseri umani devono aiutare i loro do il principio vedete il bene, fate il bene e simili. Siate sempre di aiuto, non fate mai siate buoni. del male. Sebbene noi siamo a conoscen- Alcuni sembrano buoni, ma poi lanciano za di questa massima, spesso danneggia- sguardi cattivi agli altri. Questo non va bene. mo gli altri consapevolmente. Questo un Mnasyeka vcasyeka grandissimo errore. karmanyeka Gli esseri umani sono stati dotati di raziocimahtmana mnasyanyat nio. La mente pu essere impiegata bene o vcasyanyat male ed per questo che si dice: karmanyanyat durtmanam Coloro i cui pensieri, parole e azioni Mana eva manuynm kraam sono in armonia perfetta, sono nobili. bandhamokayoh Coloro in cui questa armonia La mente causa tanto della schiavit manca sono esseri malvagi. quanto della liberazione delluomo. La mente un dono di Dio alluomo. MALTRATTARE GLI ALTRI, DERIDERLI O FAR LORO DEL MALE NON SONO CARATTERISTICHE DELLA NATURA UMANA. Persino gli animali aiutano luomo in moltissimi modi; quindi, che cosa c di grande nel dare aiuto a un nostro simile? Essendo nati come esseri umani dobbiamo comportarci di conseguenza e amare tutti come fratelli e sorelle. Dobbiamo intraprendere attivit che ci rendano graditi a Dio. Solo a