Click here to load reader

RIVISTA ITALIANA DI DIRITTO E PROCEDURA PENALE · PDF filennn rivista italiana di diritto e procedura penale nnnnn13 n57-1391 n su alcune questioni controverse intorno all'omissione

  • View
    243

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of RIVISTA ITALIANA DI DIRITTO E PROCEDURA PENALE · PDF filennn rivista italiana di diritto e...

MilanoNNGiuffrNEditore

RIVISTA ITALIANA DI DIRITTO E PROCEDURA PENALEAnnoNLVINFasc.N2N-N2013

ISSNN0557-1391

FabioNBasile

SU ALCUNE QUESTIONICONTROVERSE INTORNO

ALL'OMISSIONE DI SOCCORSO(ART. 593 C.P.). UN REATO IN

CERCA D'AUTORE

Estratto

SU ALCUNE QUESTIONI CONTROVERSE INTORNOALLOMISSIONE DI SOCCORSO (ART. 593 C.P.).

UN REATO IN CERCA DAUTORE (*)

SOMMARIO: 1. Considerazioni introduttive: limprecisione e lobsolescenza della formulazionedellart. 593. 2. La controversa individuazione del bene giuridico protetto. 3. Lacontroversa qualificazione dellomissione di soccorso in termini di reato di pericolo. 3.1. Primo orientamento: pericolo astratto nel primo comma, pericolo concreto nelsecondo comma. 3.2. Secondo (e preferibile) orientamento: pericolo concreto sia nelprimo che nel secondo comma. 4. La controversa interpretazione del terminetrovando. 4.1. (Segue): lavere notizia che nelle immediate vicinanze vi unapersona bisognosa di soccorso equivale a trovare? 4.1.1. Orientamento positivo. 4.1.2. Orientamento negativo. 4.2. (Segue): trova il soccorrendo anche colui cheera gi in sua presenza/in sua compagnia prima dellinsorgere del pericolo? 5. Lacontroversa responsabilit per omissione di soccorso di colui che ha cagionato il pericoloper la vita o lincolumit del soccorrendo. 5.1. Orientamento negativo. 5.2.Necessit di una risposta differenziata. 5.2.1. Causazione del pericolo attraverso unacondotta dolosa diretta a uccidere. 5.2.2. Causazione del pericolo attraverso undelitto doloso di lesioni personali. 5.2.3. Causazione del pericolo attraverso un delittocolposo di lesioni personali. 5.2.4. Causazione del pericolo attraverso un altro reatodoloso. 5.2.5. Causazione del pericolo attraverso un fatto penalmente irrilevante. 5.2.6. Riepilogo sulla controversa responsabilit per omissione di soccorso di colui cheha cagionato il pericolo per la vita o lincolumit del soccorrendo. 6. Chiusa.

1. Considerazioni introduttive: limprecisione e lobsolescenza dellaformulazione dellart. 593 (1). 1.1. Tra i plurimi meriti scientifici delprof. Stile, cui il presente scritto dedicato, vi indubbiamente quello diaver costantemente e alacremente promosso e fornito linfa vitale al dibat-tito della dottrina italiana sulle prospettive di riforma del nostro codicepenale (2).

(*) Lavoro destinato agli Scritti in onore di Alfonso Maria Stile.(1) Gli articoli qui di seguito citati senza ulteriori indicazioni sono tratti dal codice

penale.(2) Come noto, infatti, il prof. Stile stato promotore di seminari e convegni sulla

riforma del codice penale, e poi curatore, oltre che autore di singoli contributi, della raccoltadei relativi atti: v., tra laltro, Metodologia e problemi fondamentali della riforma del codicepenale, Napoli, 1981; Bene giuridico e riforma della parte speciale, Napoli, 1985; La riformadei delitti contro la pubblica amministrazione, Napoli, 1987; La riforma della parte generaledel codice penale: la posizione della dottrina sul Progetto Grosso, Napoli, 2003. Si vedano,

Lesigenza di una riforma, avvertita timidamente gi allindomani dellaLiberazione dal regime fascista e riemersa con vigore a partire dagli anni90, ha, tuttavia, finora trovato, come ben noto, solo risposte parziali,frammentarie e spesso incoerenti tra loro (3). Di tale ritardo nelloperariformatrice risentono non solo alcuni istituti fondamentali della partegenerale (le misure di sicurezza con la loro riottosa compatibilit coiprincipi costituzionali, lincerta fisionomia del dolo eventuale, lambiguoprofilo delle circostanze del reato, la commisurazione della pena orfana dicriteri finalistici che orientino la discrezionalit del giudice, la martoriatadisciplina della prescrizione del reato, gli insidiosi residui di responsabilitoggettiva, tanto per fare alcuni esempi tra i molti possibili), ma anchesingole figure di reato di Parte Speciale.

1.2. In particolare, tra i reati contro la vita e lincolumit individualecontenuti nel Titolo XII del libro secondo del nostro codice, tale ritardodella riforma si avverte in modo preoccupante, tra laltro, in relazione aldelitto (rectius, ai delitti) di omissione di soccorso di cui allart. 593 (4). Sitratta, vero, di una figura di reato relativamente marginale in termini diapplicazione giurisprudenziale, ma che da sempre riveste un forte valoresimbolico sul piano culturale, nonch un ruolo prototipico per tutta unacategoria di reati (quelli di pura omissione).

infine, anche gli Atti del Seminario dei Professori di Diritto Penale, organizzato dal prof. Stile,su Esame e valutazione dello schema di disegno di legge delega della commissione Pisapia,Siracusa, 21-23 giugno 2007, reperibili sul sito www.isisc.org.

(3) Per alcuni primi, fondamentali riferimenti in argomento, pu vedersi DOLCINI,Codice penale, in MARINUCCI-DOLCINI, Studi di diritto penale, Milano, 1991, 3 ss., in part. 34ss.; pi di recente, PULITAN, Diritto penale, IV ed., Torino, 2011, 77 ss., in part. 93 ss.

(4) Secondo lorientamento assolutamente prevalente, lart. 593 descrive, al primo e alsecondo comma, due distinte figure di reato di omissione di soccorso: v. per tutti, nelladottrina pi risalente, MANZINI, Trattato di diritto penale, vol. VIII, V ed. (aggiornata a curadi NUVOLONE e PISAPIA), Torino, 1985, 363; O. CONTI, voce Omissione di soccorso, in Enc. For.,vol. V, 1959, 311; nella dottrina pi recente, PELISSERO, Omissione di soccorso, in PULITAN (acura di), Diritto penale. Parte speciale, vol. I - Tutela penale della persona, Torino, 2011, 117;MARINUCCI-DOLCINI, Manuale di diritto penale, IV ed., Milano, 2012, 212; MANTOVANI, Dirittopenale. Parte speciale - I Delitti contro la persona, IV ed., Padova, 2011, 181. Controversa,invece, la natura della fattispecie descritta al terzo comma: trattasi di circostanze aggravanti,secondo alcuni Autori (REINOTTI, voce Omissione di soccorso, in EdD, vol. XXX, 1980, 52;CADOPPI, Il reato di omissione di soccorso, Padova, 1993, 114; MUSCO, voce Omissione disoccorso, in Dig. pen, vol. VIII, 1994, 596; MASERA, Delitti contro lintegrit fisica, inVIGAN-PIERGALLINI, Reati contro la persona e contro il patrimonio, Torino, 2011, 124;MARINUCCI-DOLCINI, Manuale, cit., 493); di un autonomo reato aggravato dallevento, secondoaltri (PANNAIN, I delitti contro la vita e lincolumit individuale, Torino, 1965, 286 e nota 3;MANTOVANI, Diritto penale, pt. sp., cit., 197; FIANDACA-MUSCO, Diritto penale. Parte speciale,vol. II, tomo primo - I delitti contro la persona, III ed., Bologna, 2011, 90; BASILE, Reatoautonomo o circostanza? Punti fermi e questioni ancora aperte a dieci anni dallinterventodelle Sezioni unite sui criteri di distinzione, in questa Rivista, 2011, 1576).

644

Una volta che si sciolga in senso positivo la riserva politico-criminalecirca lopportunit di conservare nella nostra legislazione penale talereato (5), occorrer, pertanto, constatare, con urgenza e senza tentenna-menti, che lattuale formulazione letterale dellart. 593 risulta, per unverso, gravemente imprecisa e, per altro verso, irrimediabilmente obsoleta.

1.2.1. La formulazione dellart. 593 imprecisa sia perch impiegatermini ambigui di cui controverso lesatto significato (ad es., le espres-sioni corpo umano che sia o sembri inanimato, persona ferita, assi-stenza occorrente, Autorit e, soprattutto, come vedremo nelle pagineseguenti, il verbo trovando), sia perch non menziona espressamente ilbene giuridico protetto, n fornisce indicazioni univoche e decisive ai finidella sua individuazione, lasciando in tal modo linterprete sfornito di unabussola sicura per orientarsi nelle nebbie che offuscano la littera codicis.Giustamente si , quindi, osservato che la fattispecie d limpressione ditrovarsi, in relazione a non pochi dei suoi elementi, in frizione col principiodi tassativit [rectius, precisione], tanto da sollevare seri dubbi di compa-tibilit con tale principio costituzionale (6).

1.2.2. La lettera dellart. 593 , altres, obsoleta. Lobsolescenza didisposizioni scritte oltre ottanta anni fa un dato innegabile, comune abuona parte di quegli articoli del codice Rocco che, come lart. 593, nelcorso dei decenni non sono stati sostanzialmente novellati. Tuttavia, lart.593 , per certi versi, pi obsoleto di altri articoli perch stato formulatofacendo riferimento a modelli di comportamento, a mezzi di comunica-zione, a strumenti tecnici, a strutture istituzionali di assistenza, nonch adun patrimonio di conoscenze medico-scientifiche in tema di (pronto)soccorso profondamente differenti da quelli attuali:

la redazione dellart. 593 risale ad unepoca in cui, ad esempio,ancora limitatissima era la diffusione del telefono negli anni Trenta delsecolo scorso ancora raro da trovarsi in una casa o in un locale pubblico,mentre ai nostri giorni raro da non trovarsi, sotto forma di cellulare, nelletasche di ogni persona , sicch oggi fa quasi sorridere la lettura di alcunepagine della dottrina pi risalente che, per esemplificare le modalit di

(5) Convincenti argomenti a favore della conservazione dellomissione di soccorso, siapur con taluni aggiustamenti, anche nel futuro codice penale sono sostenuti, di recente, daCADOPPI, Omissioni, liberalismo, paternalismo. Il caso dellomissione di soccorso, in Studiin onore di Mario Romano, vol. III, Napoli, 2011, 1319 ss.

(6) CADOPPI, Il reato di omissione di soccorso, cit., 150. In generale, sul principio diprecisione (talora anche indicato come principio di tassativit o di determinatezza), v.MARINUCCI-DOLCINI, Corso di diritto penale, III ed., Milano, 2001, 119 ss.; PADOVANI, Dirittopenale, IX ed., Milano, 2008, 26 ss.; PALAZZO, Corso di diritto penale. Parte generale, IV ed.,Torino, 2011, 138 ss.

645

immediato avviso allautorit, parlava della spedizione di lettere e ditelegrammi (7);

allepoca, inol