Click here to load reader

TRAVELLING INTERLINE 3-4 07

  • View
    252

  • Download
    0

Embed Size (px)

DESCRIPTION

La parola agli agenti di viaggio Con BMTcresce il turismo nel centro sud Italia Editoriale Intervista ad Angelo De Negri, amministratore unico della società Progecta srl Inchiesta www. travellinginterline.it a manifestazione, organizzata dalla Progecta, rappresenta or- mai un appuntamento irrinun- ciabile per gli operatori del settore tu- ristico. Angelo De Negri, ideatore e ammini- stratore unico della Progecta, racconta i primi dieci anni di storia della mani- DI TASCA NOSTRA a pag. 16

Text of TRAVELLING INTERLINE 3-4 07

  • Dunque ormai guerra apertafra gli abitanti del Comune diCiampino, secondo scalo dellaCapitale, e il rumore degli aerei.Secondo quanto abbiamo potuto ap-prendere dalla stampa, non bastato iltrasferimento di tutti i voli notturni, an-che quelli postali, su Fiumicino: le la-mentele sono proseguite investendoquesta volta il particolare dellaumen-tato numero di voli, anche durante leore diurne.Insomma ormai chiaro che laero-porto da fastidio a chi abita in pros-simit delle sue piste di volo.

    Ed proprio su questo concetto di di-sturbo che intendiamo soffermarci perproporre alcune elementari considera-zioni.Laeroporto di Ciampino ha avuto ilsuo secondo periodo di gloria graziealle compagnie low cost.Vorremmo ricordare che quando lo sca-lo era il primo dItalia, con Fiumicinoche ancora doveva decollare, la loca-lit di Ciampino brulicava di dipen-denti di compagnie aeree. Lo scalo non

    Affronto questo tema a seguitodelle numerose telefonate rice-vute dagli agenti di viaggio edai piccoli T.O., che si sono lamentatiper leccessivo numero di fiere turisti-che che si sono succedute da met feb-braio a fine marzo. Dal 22 al 25 febbraio, infatti, c statala Bit a Rho-Milano e a marzo si sonosusseguite nellordine: No- Frills a Ber-gamo dal 16 al 18, Globe07 a Roma dal22 al 24, BMT a Napoli dal 30 marzo al1 aprile. A queste manifestazioni, poi, andreb-bero aggiunte tutte quelle tematiche eche si svolgono in vari mesi dellanno. Ora, a prescindere da quelle a tema, trale quali ricordiamo la BTC Borsa delTurismo Congressuale- , lEcotour -Borsa del Turismo targato natura, la Bi-teg Borsa del Turismo Enogastrono-mico La Borsa Mediterranea del Tu-

    Liliana ComandContinua a pag. 2

    Fiere, 3 in unmese. Ma nonsono troppe?

    Ci siamo da poco lasciati allespalle il 2006 ed quindi ora ditentare di fare un bilancio percapire lo stato di salute del turismo ita-liano, scegliendo come riferimento ilpunto di vista degli agenti di viaggio.Ad una prima analisi lo scorso annosembra essere stato positivo, nono-

    stante alcune oscillazioni e difficolt,ma se non altro il settore ha potuto con-tare su un periodo di tranquillit sen-za grossi condizionamenti esterni. Lu-nico freno sembra ancora essere quel-lo economico, legato alle incertezze delfuturo, come dimostra il periodo di sta-gnazione registrato in autunno. Ma lasciamo ora la parola ad alcunirappresentati delle agenzie che abbia-mo sentito a campione e ai quali ab-biamo chiesto nello specifico: UN BILANCIO DEL 2006, LE DE-STINAZIONI PREFERITE DAI PRO-PRI CLIENTI, A QUALI CATEGO-RIE APPARTENGONO IN LINEA DIMASSIMA I PROPRI CLIENTI,QUAL IL PERIODO MEDIO DI

    La manifestazione, organizzatadalla Progecta, rappresenta or-mai un appuntamento irrinun-ciabile per gli operatori del settore tu-ristico. Angelo De Negri, ideatore e ammini-stratore unico della Progecta, raccontai primi dieci anni di storia della mani-

    Con BMTcresce il turismo nel

    centro sud Italia

    Continua a pag. 20

    ANNO XV - N. 3-4 MARZO/APRILE 2007 - MENSILE DI TURISMO E CULTURA - Via Nazionale, 204 - 00184 Roma, Tel. 06/4871721 - Fax 06/4871618 - Aut. Trib. Roma 469/92 - 31/7/92 - Tariffa R.O.C.-Poste Italiane S.p.A.- Sped. in Abb.Postale - D.L. 353/2003 (conv. In.L.27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1, DCB Roma - prezzo a copia 3,25 - filiale di Roma

    Angelo SessaContinua a pag. 12

    Antonio BordoniContinua a pag. 10

    DI TASCA NOSTRA a pag. 16

    Domande e risposte sul TFR

    Siamo alla BMTPad. 4 Stand. 4019

    da pagina 32 a pag. 35

    Viaggi e OfferteInterline

    a pag. 4

    SpecialeCROCIERE

    Inch

    iest

    a Bilancio del 2006 e prospettive per il 2007.

    La parola agli agenti di viaggio

    www. travellinginterline.it

    Editoriale

    In c

    aso

    di m

    anca

    to r

    ecap

    ito

    invi

    are

    al C

    MP

    Rom

    anin

    a p

    er la

    res

    titu

    zion

    e al

    mit

    ten

    te p

    revi

    o p

    agam

    ento

    res

    i

    Intervista ad Angelo De Negri,amministratore unico

    della societ Progecta srl

    La riscoperta degli scali secondari e linsofferenza

    delle comunit locali

    La riscoperta degli scali secondari e linsofferenza

    delle comunit locali

  • I cataloghi dei T.O. con i riferimenti delle compagnieaeree e dei corrispondenti locali

    Gentilissima Liliana,sono in distribuzione i nuovi cataloghi da parte dei TO,e noto con disgusto che, nonostante le mie passate se-gnalazioni agli stessi (la scorsa stagione avevo gi con-tattato gli stessi TO per esprimere la poca moralit eprofessionalit delle loro pubblicit a nostro danno),la pubblicazione di indirizzi e numeri di telefono chedanneggiano le agenzie non solo aumentata, ma si anche diversificata! Sul catalogo Condor a pag 87 tro-neggia la pubblicit di Eurofly con tanto di numero dicall center e nessuna accenno a prenotare in agenziaviaggio, pubblicit presente anche su catalogo Veratour

    a pag. 63 e su Azemar a pag. 160. A pag 154 del catalogo Ve-ratour troviamo invece la pubblicit di AirEurope (semprecon ben in vista i numeri di telefono, cos anche chi non di-spone di un computer pu telefonare per prenotare in qual-siasi momento, anche dal lavoro..).Alle pagine 105/115/121/122/139/153 sempre del catalo-go Condor, troviamo anche i recapiti telefonici (italiani edesteri) ed e-mail dei corrispondenti in loco di Kenya, Zan-zibar, Cuba, Messico e Santo Domingo. Meraviglioso! Il modo per procurarsi il volo glielo abbiamo gi dato, poigli procuriamo anche il modo per organizzarsi la vacanzacontattando direttamente il corrispondente in loco,...PER-CHE MAI I CLIENTI DOVREBBERO CONTINUARE A

    rismo Archeologico - ecc, le altre han-no come scopo quello di costituire unpunto dincontro tra la domanda e lof-ferta fra quanti operano nel settore tu-ristico e un trampolino di lancio per iT.O. che vogliono avere visibilit sulmercato italiano.Obiettivi sacrosanti per quanti opera-no nel nostro campo, sia chiaro, ma alla luce di quanto stiamo vedendoquestanno - dovrebbe esserci una re-golamentazione per ci che riguarda ilperiodo di svolgimento delle Fiere. Partecipare a queste Borse turistichenon uno scherzo per nessuno. Si im-pegnano risorse economiche, operati-ve ed umane ed impensabile (guar-dando le date degli eventi di marzo)pensare che si possa partecipare a tut-te quante.

    Troppa concentrazione in un solo meseDaltro canto, gira che ti rigira, gli espo-sitori sono quasi sempre gli stessi ed inevitabile, quindi, che si debbano ope-rare delle scelte sulla base della Fierache si ritiene pi idonea ai propri scopi.Il dono dellubiquit, a quanto mi ri-sulta, non lo ha nessuno e certamentequesta concentrazione di manifesta-zioni nel mese di marzo sar andata ascapito di qualcuna.La stessa cosa accade per tutti gli even-ti collaterali, quali conferenze stampae convegni, che vengono organizzatiallinterno delle Fiere stesse. Non pos-sibile, infatti, seguirle tutte se vengonoeffettuate nello stesso giorno e allo stes-so orario e, spesso, un peccato nonassistere ad alcune perch sono moltointeressanti.C per da riflettere sul fatto che se cquesta proliferazione di Borse Turisti-che vuol dire che c un bel giro di sol-di intorno, non credo, infatti, che si or-ganizzino per fare beneficenza o per ri-metterci soldoni di tasca propria, a me-no che non vengano utilizzati quellidella collettivit, ossia soldi pubblici.

    Vanno ripensati i periodie anche i costiMi preoccupa invece che non si pensi,appunto, alle difficolt di chi vorrebbeveramente prendervi parte ma non hail tempo materiale per parteciparvi nle risorse economiche. A conti fatti, pergli espositori non sempre grandi no-mi o grandi marchi - non c solo lostand da pagare, ma anche gli sposta-menti, i pernottamenti, i pasti, gli spe-dizionieri che consegnano il materialeecce alla fine dellanno diventa unabella somma che, per forza di cose, at-traverso la propria presenza alle Fiere,deve in qualche modo rientrare. Ma poi sempre cos?E per gli agenti di viaggio, che alla fi-

    ne sono il pane per gli espositori,quanto pu essere utile/remunerativospostarsi da una parte allaltra dellI-talia per tentare di fare accordi o pren-dere in anteprima i cataloghi dei TourOperator?Anche per questi ultimi ci sono spesevive da mettere nel conto, anche seusufruiscono di sconti sia per gli spo-stamenti che per i pernottamenti, e,quindi, sar inevitabile se non ver-ranno diversificati i periodi delle Bor-se assistere ad una minore presenzadi agenti fra i vari padiglioni e standdelle manifestazioni. vero che da anni le Fiere vengono or-ganizzate in contemporanea con lu-scita dei cataloghi degli operatori marzo/aprile e ottobre per, quandocerano poche manifestazioni dedicateal settore andava tutto bene, ma que-stanno in particolar modo stannoevidenziandosi le difficolt di una con-centrazione eccessiva per tutti.Non vogliamo fare i moralisti ad ognicosto, se c un settore che tira ci staanche bene, per gli organizzatori diquesti eventi anzich farsi una con-correnza che alla fine penalizza ancheloro stessi dovrebbero scegliere/con-cordare (perch no?) date che possanodare soddisfazione a tutte le componentiche rendono veramente importante unaFiera: il numero degli espositori e degliagenti di viaggio visitatori.

    Oggi mi alzo e mi organizzo un gruppodi acquistoRicevo spesso le visite di sales di T.O.che mi mettono al corrente su ci cheavviene nel sottobosco del settore. La scorsa settimana ne ho incontratouno che mi ha parlato in modo preoc-cupato - di un fenomeno che sta an-dando fuori da ogni controllo, quello

    della nascita di tanti gruppi di acquisto. Il sales mi ha raccontato di essersi pre-sentato in alcune agenzie, che erano daanni sue clienti, e che senza mezzi ter-mini gli hanno detto di non poter la-vorare pi con il suo T.O. perch nonrientrava fra i fornitori del cosiddettonetwork al quale si era affiliati.In altri casi, invece, si trovato a doverfare i conti con una commissione pielevata da concedere ad agenzie chefatturano pochissimo ma che, grazie al-laffiliazione, potevano contare su unpaio di punti di mark-up in pi.La sua preoccupazione nasceva dal fat-to che questo fenomeno in rapidaespansione alla fine andr a ritorcer-si sia sui T.O. perch alcuni perderan-no agenzie/clienti, sia perch alcuni,invece, saranno costretti ad aumenta-re la commissione ad altre. chiaro chela preoccupazione del sales motiva-ta dal fatto che il suo stipendio escedalla percentuale di vendita delle agen-zie di sua competenza. Se si trova difronte a network che non vogliono la-vorare con il T.O. che rappresenta an-che il suo stipendio diminuisce. Giu-stamente si sta impensierendo per que-sta proliferazione di gruppi di acqui-sto dietro i quali spesso non ci sononeppure nomi conosciuti per la loroprofessionalit o per la loro lunga pre-senza nel settore che, a suo dire, do-vrebbe avere pi controllo.

    Non stiamo al passocoi tempi di oggiMa io ho gi trattato varie volte questoargomento e devo ribadire che le co-siddette evoluzioni del settore sono sta-te cos veloci da lasciare impreparatimolti di noi. Internet, per primo, stato sottovalu-tato da troppi e oggi se ne pagano leconseguenze. I vari network, nati comefunghi, hanno creato una fortissimaconcorrenza con i vari dettaglianti.Le Associazioni dei Consumatori, chese per un verso hanno reso un giustoservizio ai consumatori onesti, hannocreato invece grossi disagi agli ADVper le troppe pretestuose e spesso ine-sistenti lamentele dei viaggiatori.A volte penso che ancora non ci sia re-si conto che siamo gi andati sulla lu-na e non ariamo pi i campi con lara-tro e i buoi.Anche per i pi vecchi del settore difficile stare al passo con queste tra-sformazioni se non sono aiutati da chiha una mentalit moderna. Sarebbe auspicabile che si iniziasse unapolitica di aiuto fra chi opera in questocampo anzich farsi una guerra quoti-diana per un cliente che sempre pidifficile da fidelizzare.Se abbiamo delle buone idee da met-tere in pratica, io sono disponibile a da-re il mio sostegno.

    Liliana Comand

    LE

    TTE

    RE

    AL D

    IRE

    TTO

    RE

    Continua a pag. 25

    Editore e Direttore ResponsabileLiliana Comand

    [email protected]

    hanno collaborato: Antonio Bordoni, Cecilia Emiliozzi,

    Eva Forte, Pino Magnani, Antonella Pino dAstore,

    Oriana Schembari, Angelo Sessa

    Corrispondenti regionali:Lombardia: Eleonora Boggio, GiuseppeCurti, Roberta Folatti, Alberto Lentini,

    L. Francesca RebonatoCampania: Katiuscia Laneri

    Emilia Romagna: Biancamaria Rossi,Paolo Ferrari

    Liguria: Virgilio ZanollaPuglia: Domenico MatarreseToscana: Valerio S. ProvvediTriveneto: Davide Pavanello

    Responsabile Relazioni EsterneMarco Comand

    [email protected]

    Interline International ClubVia Nazionale, 204 - 00184 RomaTel. 06/4871721 - Fax 06/4871618

    E-mail: [email protected]

    Grafica, Impaginazione e FotolitoFormat Roma s.r.l.

    StampaSEC - Roma

    Tiratura BMT 18.000 copieSpedizione in abb. postale

    Gruppo 45% - Roma

    Questo periodico associato alla Unione Stampa Periodica Italiana

    Liliana Comand

    Fiere, 3 in unmese. Ma nonsono troppe?

    Segue da pag. 1

    2 T R A V E L L I N G I N T E R L I N E I N T E R N A T I O N A L

    [email protected]

    SOMMARIOLA RISCOPERTA DEGLI SCALI 1, 10INCHIESTA ADV 1, 12, 14BMT APRE I BATTENTI 1, 20LETTERE AL DIRETTORE 2, 25, 26SPECIALE CROCIERE 4MSC, COSTA CROCIERE, ROYAL CARIBBEAN 8EMIRATES,AZERBAIJAN AIRLINES 10MESSICO 14, 21DI TASCA NOSTRA 16QATAR AIRWAYS, FINNAIR, GSAIR 17RELIANCE, CONDOR, BINI VIAGGI 18ENIT,AFRIQIYAH AIRWAYS 18SKYEUROPE, SAS 19BIT, BMT 20INDIA, MALESIA 21INDAGINE: FIERE TURISTICHE 22KUONI GASTALDI,VALTUR,ALPITOUR, EUROTRAVEL 22AVIOMAR, EDEN VIAGGI, I GRANDI VIAGGI 23AIR TRANSAT 23REPORTAGE: GIORDANIA, BEST TOURS 24BLUE PANORAMA/BLU EXPRESS.COM, MISTRAL AIR 26VALTUR,TABARKA,YEMEN-SOCOTRA 27REPORTAGE: MAROCCO, KING HOLIDAYS, RAM 28GESAC, SPAGNA 29PIEMONTE,TUNISIA, MAROCCO 30VIAGGI E OFFERTE INTERLINE DA PAG. 32 A PAG. 35

    Editoriale

  • SPECIALE

    CROCIERECROCIEREDi Virgilio Zanolla

    Costa CrociereLa genovese Costa Crociere (tel. 800-532853, www.costa.it.), leader del mer-cato europeo e sudamericano e quartacompagnia di crociere del mondo, dal96 appartiene alla Carnival Corpora-tion di Miami. La sua flotta annoveraattualmente 10 navi (le Costa Atlantica,Classica, Concordia, Europa, Fortuna,Magica, Marina, Mediterranea, Ro-mantica e Victoria), nonch le quattrodel marchio Aida Cruises (la primacompagnia crocieristica del mercato te-desco, acquisita nel 2004); alle quali siaggiunger in maggio la Costa Serena,e nellestate 2009 unaltra nave gemelladi Concordia e Serena, in costruzioneallo stabilimento Fincantieri di Sestri Po-nente; ancora, nella primavera del 2009e nellestate del 2010 entreranno in fun-zione altre due navi, da 92.700 tonnel-late di stazza lorda, in costruzione allostabilimento di Marghera.Molte le crociere interessanti del pa-norama 2007, con la flotta operativa nelMediterraneo, in Oriente, nei mari delNord, nei Caraibi e in Sud America. Traqueste: per la Costa Concordia, un iti-nerario di 7 notti da e per Savona (dal16 aprile al 26 novembre), che toccaBarcellona, Palma di Maiorca, Tunisi,Malta, Palermo e Civitavecchia. La Co-sta Fortuna attua tra aprile ed ottobreuna crociera di 7 notti con base a Sa-vona e scali a Napoli, Palermo, Tunisi,Palma di Maiorca, Barcellona e Marsi-glia. La Costa Mediterranea, che avrVenezia quale home port, tra maggio enovembre attuer crociere di 7 nottiverso Grecia e Croazia, quindi si spo-

    ster a Savona per itinerari nel Medi-terraneo centro-occidentale. La CostaVictoria, con base a Civitavecchia, trail 30 aprile e il 5 novembre proponedue itinerari di 7 notti (una verso Gre-cia e Turchia ed una tra le Eolie, la Tu-nisia, Libia e Malta), pi due di 14 not-ti con le stesse tappe dei due settima-nali. Dopo una crociera di 5 notti inSpagna e Baleari (partenza da Genovail 14 maggio e ritorno a Savona il 19),tra maggio e settembre la Costa Mari-na effettua itinerari di 7 notti da e perTrieste verso Grecia e Croazia. La Costa Romantica, con base a Savo-na, propone due interessanti itrineraridi 11 notti: uno tra aprile e novembreverso Spagna, Marocco, Canarie e Ma-dera, con soste a Barcellona, Malaga,

    Casablanca, Agadir, Lanzarote, Tene-rife e Madera, uno tra maggio e no-vembre verso Egitto, Grecia e Turchia,con base a Savona e tappe a Napoli,Alessandria, Port Said, Cipro, Rodi,Atene ed Olimpia. Crociere da e per Sa-vona propone anche, tra giugno e no-vembre, la Costa Europa, sempre oltrele Colonne dErcole: itinerari di 10 e 11notti verso Spagna, Portogallo e relati-ve isole. Tra maggio e agosto la CostaAtlantica, che ha Amsterdam quale ho-me port, attiva con pi itinerari (10,11, 12 e 14 giorni) tra capitali nordiche,Capo Nord e fiordi norvegesi, Spitz-bergen, Islanda e Scozia. Nello stessoperiodo, sar attiva nel Nord Europaanche la Costa Classica, che avr comebase la germanica Kiel: effettuer di-

    versi itinerari dalle 6 alle 14 notti: nelMar Baltico, toccando le capitali nor-diche, tra i fiordi norvegesi, Capo Norde le Spitzbergen, nonch (30 giugno-14luglio) tra la costa norvegese, CapoNord, lIslanda e la Scozia. Per CostaMagica, dal 29 aprile al 20 maggio, cin programma un bellissimo itinerario:partenza da Fort Lauderdale e tappe aKey West, Cozumel, Grand Cayman,poi ancora Fort Lauderale, Nassau, Ber-muda, So Miguel, Le Havre, Dover eCopenhagen; in seguito la nave attuercrociere prima tra coste norvegesi e ca-pitali baltiche (giugno-settembre), poinel Mediterraneo, tra Savona e Lisbo-na. Infine lultima nata, la Costa Serena,che sar battezzata a Marsiglia il 19maggio, percorrer fino a novembre li-tinerario della crociera inaugurale (26maggio-3 giugno) da Venezia a Istan-bul e ritorno, con tappe a Bari, Olim-pia, Atene, Smirne e Dubrovnik, e con-cluder lannata con una crociera di 11notti in partenza da Savona con tappein Spagna, Marocco e Canarie (26 no-vembre e 7 dicembre).

    Royal CarribbeanNata nel 97 dalla fusione dei marchiRoyal Caribbean e Celebrity Cruises, laRoyal Carribbean International (tel.800-333.303, www.royalcaribbean.com),compagnia di Miami con sede italianaa Genova, il secondo gruppo crocie-ristico del mondo: la sua flotta, com-posta di ben 34 le sue navi in servizio e6 in fase di costruzione, propone pi di200 itinerari in Alaska, Austraia, Baha-mas, Bermuda, Canada, Caraibi, Euro-pa, Hawaii, Oriente, New England, Ca-nale di Panama e Scandinavia. 10 le navi presenti nel 2007 in Europa(6 della Royal Caribbean Internationale 4 della Celebrity Cruises), 8 delle qua-li faranno scalo in Italia. Nel periodo

    Il mondo delle crocierenon conosce crisi

    ed pi che mai attivoQuello delle crociere un mercato fortemente dinamico, che caratteriz-za sempre di pi le scelte turistiche degli italiani. Ormai, crescono offer-te e itinerari, e in pratica ogni periodo dellanno buono per imbarcarsicon destinazioni a cortissimo, corto, medio e lungo raggio: secondo il tem-po che si ha da sfruttare, e naturalmente la disponibilit economica. Lecompagnie di crociere e i tour operators offrono una gamma di propostesempre pi varie e vantaggiose, in grado di soddisfare i gusti e le esigen-ze di ogni potenziale viaggiatore: con navi dotate di ogni comfort e deipi ingegnosi divertimenti, accattivanti sia per gli amatori della buonatavola che per i patiti delle discipline sportive e del fitness, per gli assiduifrequentatori di discoteche, piano-bar, cinema e teatri, per coloro che ama-no Internet e le buone letture, per gli habitus delle sale da gioco. Gli iti-nerari e le varie escursioni proposte non sono da meno.Ecco cosa riservano per lanno in corso alcune delle principali compagnie:

    4 T R A V E L L I N G I N T E R L I N E I N T E R N A T I O N A L

  • tra maggio e novembre, del marchioRCI, opereranno nel Mediterraneo laVoyager of the Seas (con base prima aBarcellona poi a Civitavecchia), Bril-liance of the Seas (che toccher nei suoiitinerari Spagna, Francia, Italia, Croa-zia, Grecia e Turchia), Splendour of theSeas (attiva soprattutto da Barcellona eda Venezia), Legend of the Seas (lo stes-so, con crociere anche da Civitavecchiaverso la Croazia), mentre Navigator ofthe Seas sar attiva inoltre tra Norve-gia, Danimarca ed Olanda, tra Inghil-terra ed Irlanda, tra Inghilterra, Fran-cia, Spagna, Italia e Portogallo, nonch,ad ottobre, con 3 crociere di 10 notti traInghilterra, Portogallo, Isole Canarie eSpagna. Nel Nord Europa sar opera-tiva Jewel of the Seas (con partenze daOslo, Amsterdam, Amburgo ed Harwi-ch). Del marchio Celebrity Cruises sa-ranno presenti nel mare nostrum laGalaxy (con Civitavecchia quale homeport, e itinerari per il Mediterraneoorientale e il Mar Nero), la Millennium(con partenze da Venezia e Barcellonaverso Italia, Francia, Spagna, Isole Gre-che e Turchia), la Century (con base aBarcellona e itinerari nel MediterraneoOccidentale, tra Italia, Spagna e Fran-cia e Malta); e nel Nord Europa la Con-stellation (home port Dover, crociere traInghilterra, capitali nordiche e fiordinorvegesi) e la Century (base ad Am-sterdam, itinerari verso le capitali nor-diche e i fiordi Norvegesi, a maggiouna crociera di 9 notti tra lIrlanda e laScozia).

    MSC Crociere ItalianePer la MSC Crociere Italiane (tel.081/794.2111, www.msccruises.com) il2007 lanno di Orchestra. La nuovaammiraglia della flotta dellarmatoresorrentino Gianluigi Aponte, la mag-gior compagnia crocieristica a capitaleunicamente italiano, verr inaugurataa Civitavecchia il 14 maggio: gemelladi MSC Musica, ha 90 tonnellate distazza lorda, lunga 293 metri e larga33, e pu ospitare fino a 3.013 passeg-geri. Dopo la crociera inaugurale, chepartir da Genova il 16 maggio e toc-cher i porti di Marsiglia, Valencia, Li-sbona, Casablanca (con gita a Mar-rakech), Malaga (con gita a Granada)e Barcellona, per rientrare nel capo-luogo ligure il 26, Orchestra raggiun-ger Venezia, sua base dal 2 giugno al27 ottobre per crociere di 7 notti versoGrecia, Turchia e Croazia: Bari, Ka-takolon, Izmir, Istanbul e Dubrovnik lesoste deputate; il 3 novembre lascerVenezia e con tappe, tra laltro, a Du-brovnik, Atene, Rodi, Iraklion, Tunisi,Palma de Mallorca, Alicante, Barcello-na e Marsiglia, il 14 raggiunger dinuovo Genova. Delle altre sette navidella flotta MSC, Sinfonia proporr trail 2 aprile e il 19 novembre, ogni lunedda Genova e ogni domenica da Civita-vecchia, unitinerario con tappe a Mon-tecarlo, a Valencia (dove gli ospiti po-tranno avere lesclusiva possibilit divisitare la base delle regate della 32Americas Cup, alle quali prendonoparte anche la sudafricana Shosholozae lelvetica Alinghi, sponsorizzate dal-la compagnia, e incontrare alcuni mem-bri degli equipaggi con dimostrazionitecniche), Malta e Tunisi, prima di rien-trare a Civitavecchia e Genova. Armo-nia attuer dal 1 aprile al 18 novem-bre crociere da Venezia (partenza la do-menica) e Bari (partenza il luned) perGrecia e Croazia, con soste a Santorini,Mykonos, Pireo, Corf e Dubrovnik.Musica propone dal 25 marzo e fino al28 ottobre, crociere con partenze da Ge-nova, Napoli e Palermo ogni domeni-ca, luned e marted, che toccano Tuni-si, Palma de Mallorca, Barcellona eMarsiglia. Melody attua dai porti di

    Messina (partenze il gioved), Napoli(il venerd) e Livorno (il sabato), dal 7aprile al 27 ottobre, crociere verso St.Tropez, Barcellona, Ibiza e Tunisi. Ope-ra - per dirlo con un bisticcio - ope-rativa dal 5 maggio al 26 agosto nel-lEuropa del Nord, con due itinerariche partono rispettivamente da Co-penhagen e da Kiel, e toccano Germa-nia, Svezia, Estonia, Russia e Dani-marca; poi rientrer nei porti italiani,proponendo in settembre, il 13 (da Ve-nezia) e il 14 (da Bari) un itinerario ver-so Kotor e Spalato, quindi, dal 17 set-tembre al 29 ottobre, con partenze daTrieste e Ancona ogni luned e marted,una crociera in Grecia e Croazia con so-ste a Gythion, Pireo, Corf e Spalato.Anchessa presente nei Nord Europa,dal 19 maggio al 25 agosto Lirica alter-na due itinerari con partenza da Kiel eCopenaghen: uno con soste in Germa-nia, Danimarca, Svezia, Lituania, Fin-landia e Russia,laltro con soste inGermania, Dani-marca e Norvegia;poi, dopo un itine-rario di tre giornitra Genova, Civi-tavecchia ed Olbia(12-15 settembre),tra il 15 settembree il 10 novembre,con partenze saba-to da Genova e ve-nerd da Civita-vecchia, proponeuna crociera chetoccher i porti diMarsiglia, Valen-cia, Tangeri e Ma-laga. Infine, Rha-psody effettua dueitinerari con partenze da Genova e Sa-lerno: il primo, nei giorni 10 e 11 apri-le, 2 e 3 maggio, 11 e 12 settembre e 3 e4 ottobre, tocca Pireo, Yalta, Odessa,Istanbul, Messina e Napoli; il secondo,nei giorni 21 e 22 aprile, 13 e 14 mag-gio, 22 e 23 settembre e 14 e 15 ottobre,tocca Alessandria, Rodi, Pireo, Ka-takolon, Messina e Napoli; mentre il 4,15 e 26 giugno propone crociere di 12giorni con partenze da Amsterdam esoste a Bergen, Hellesylt, Geiranger,Trondehelm, Honningsvag, Trmso edAlesund, alla scoperta di Capo Nord.Dopo Orchestra, nella primavera 2008entrer in servizio Poesia, nellautun-no 2008 Fantasia e nella primavera 2009Serenata (queste ultime, le due navi pigrandi mai costruite per un armatoreeuropeo), che porteranno la flotta diMSC Crociere a 11 unit.

    Carnival Cruise LineCompagnia leader nel mondo, la Car-nival Cruise Line di Miami(010/553.1169 Gioco Viaggi, www.car-nival.com) possiede una flotta di 22 na-vi, operative sullAtlantico, sul Pacifi-co e sul Mediterraneo: le Carnival Con-quest, Destiny, Freedom, Glory, Le-gend, Liberty, Miracle, Pride, Spirit,Triumph, Valour e Victory, e la Cele-bration, lEcstasy, lElation, la Fantasy,la Fascination, lHoliday, lImagination,lInspiration, la Paradise e la Sensation.Da non perdere gli interessanti itine-

    rari di 12 e 14 giorni nel Mediteraneoorientale (Grecia e Turchia) e centro-oc-cidentale (Croazia, Francia, Spagna)che, con base a Civitavecchia, proponetra marzo ed ottobre la Carnival Free-dom; e le crociere nei Caraibi della Car-nival Valour: itinerari di 11, 12 e 15 gior-ni tra aprile e dicembre, con base aMiami e soste a Nassau, St. Marteen,St. Thomas, Grand Cayman e RivieraMaya.

    Seabourn Cruise LineLa norvegese Seabourn Cruise Line(tel. 010/5531169 Gioco Viaggi,www.seabourn.com) conduce i suoisplendidi yacht a 6 stelle in quasi tut-ti i mari del mondo: dal Nord Europaai Caraibi, dal Mediterraneo allAfrica,dallAsia allAustralia, dallOceania al-le coste dellintero continente america-no. Seabourn Pride, attiva in aprile nelMediterraneo, tra maggio e agosto

    operativa tra ipaesi scandinavi,la Russia e il Balti-co, quindi passaalle coste canade-si e in novembreraggiunge i Carai-bi, muovendositra Fort Lauder-dale e Bridge-town. La Sea-bourn Legend, daaprile a met otto-bre in serviziotra la Spagna, laFrancia, Monte-carlo e lItalia, poiin novembre sitrasferisce nei Ca-raibi, proponendocrociere tra la Flo-

    rida, il Belize, la Costa Rica e Panama.La Seabourn Spirit, tra aprile e metottobre opera tra Malta, Italia, Croazia,Grecia, Turchia e le coste africane delMediterraneo orientale, poi si spostain Asia, tra lIndia, la Malesia, la Thai-landia, il Vietnam e lIndonesia.

    Princess CruisesSono ben 17 le navi che compongono laflotta della Princess Cruises (tel.02/75397276 Travel United, www.tra-velunited.it) che ha base nel porto in-glese di Southampton: la Coral, la Tahi-tian, la Dawn, la Golden, la Grand, laNew Pacific, la Island, la Regal, la Ca-ribbean, la Sea, la Star, la Sun, la Dia-mond, la Crown, la Sapphire, la Eme-rald e la Royal. Il loro raggio operativospazia su diversi mari del mondo: dalMediterraneo allEuropa del Nord, dalCanada ai Caraibi, dal Messico al cana-le di Panama e al Sud America, dallA-laska alle Hawaii e alla Polinesia, dal-lAustralia allAsia. Questanno, e finoa novembre, si alterneranno nel Medi-terraneo cinque navi: alle tradizionaliRoyal, Sea, Grand e Star, si affianca an-che la magnifica Emerald, costruita dapochi mesi dai cantieri di Monfalcone,che entra in servizio proprio in questigiorni daprile e sar attiva fino ad ot-tobre nel settore orientale, coprendo davari porti italiani la tratta Pireo, Atene,Kusadasi, Istanbul e Mykons.

    Star ClippersI tre magnifici velieri della Star Clip-pers (tel. 0105531169 Gioco Viaggi,www.starclippers.com) offrono itinera-ri in tutti gli oceani, e, nel periodo tramaggio e ottobre, nel Mediterraneo. Ilmaestoso Royal Clipper, che lunicocinque alberi del mondo, risale al 1902e ospita 227 passeggeri, attua crocieretra Civitavecchia, la costiera amalfita-na, la Sicilia e Venezia, e da met otto-bre si sposta nei Caraibi. Lo Star Clip-per, operativo tra le coste tirrenica e li-gure e la Costa Azzurra, in ottobre si tra-sferisce in Estremo Oriente, sulla rottaPhuket-Singapore. Lo Star Flyers, infi-ne, propone itinerari tra Venezia, le iso-le Cicladi e Atene, prima di raggiunge-re (in ottobre) i Caraibi, e di portarsi afine dicembre nella polinesia Francese.

    Top CruisesGSA di compagnie di navigazione in-ternazionali quali Louis Cruise Lines,Norwegian Cruise Line, Orient Lines,Pullmantur Cruises, Radisson SevenSeas Cruises e Viking River Cruises, lagenovese Top Cruises (tel. 010/589.521,www.topcruises.it), guidata da Fede-rico Costa, altres partner sul merca-to italiano di Carnival Cruise Lines,Star Clippers e Hurtigruten. Specialista in Italia nel settore crociere,il suo catalogo estate 2007 propone iti-nerari tanto nel Mediterraneo (peresempio, con la Coral e la Sapphire del-la Luis Cruise Lines), che nei Mari delNord (con Norwegian Dream e MarcoPolo), lungo i fiumi dEuropa e dellA-sia (sul Reno a bordo della Viking Hel-vetia, sul Danubio con la Viking Prima-donna e la Lftner Danubia, sulla Sennacon la Viking Seine, su Rodano e Saonacon la Viking Burgundy, sui russi Volga,Neva e Svir con la Viking Peterhof, sulcinese Yangtze con Viking CenturySun), lungo le coste dellAlaska (conNorwegian Pearl), nei Caraibi (per esem-pio, con Norwegian Dawn e HolidayDream), nelle Hawaii (con Pride ofAloha, Pride of Hawaii e Pride of Ameri-ca) e nella Polinesia Francese (Tahiti,Raiatea, Bora Bora e Moorea, con laPaul Gauguin).

    Cunard LineCompagnia inglese fondata nel 1839 eappartenente dal 1998 alla CarnivalCorporation, la Cunard Line (tel.0105531169 Gioco Viaggi, www.cu-nardline.com.au e www.cunard.co.uk)dispone di tre navi prestigiose con lequali presente su quasi tutti i mari delmondo: la Queen Mary II (un gigantelungo 345 metri, largo 40 e alto 72, concirca 150.000 tonnellate di stazza e ca-pacit daccoglienza per 2800 passeg-geri), la Queen Elizabeth II e la QueenVictoria, che costruita dalla Fincantie-ri di Porto Marghera entrer in servi-zio a Southampton in dicembre. LaQueen Mary II, che in questi giorni attiva tra la Florida e i Caraibi, pro-porr il 6-18 maggio e il 10-22 settem-bre due itinerari di 12 notti nel Medi-terraneo, mentre tra giugno e agostosar attiva nel Mare del Nord e in se-guito si sposter sulla costa canadesee statunitense. La Queen Elizabeth II,che fino al 13 maggio propone itinera-ri tra New York, le Antille e Southamp-ton, tra maggio e novembre sar ope-rativa alternativamente nel Mediterra-neo e sulle coste europee atlantiche,nonch nei porti dIslanda e RegnoUnito e Norvegia, con unintermezzodi traversata atlantica da Southamptona Quebec e New York (23 settembre-12ottobre). Quanto alla Queen Victoria,il suo viaggio inaugurale sar un lun-go giro del mondo, che il 13 e 14 apri-le 2008 la porter a toccare anche Na-poli e Roma.

    6 T R A V E L L I N G I N T E R L I N E I N T E R N A T I O N A L

    SPECIALE CROCIERE

  • 8 T R A V E L L I N G I N T E R L I N E I N T E R N A T I O N A L

    Marted 20 febbraio, nel suggesti-vo teatro della motonave MSCMusica allncora presso la Sta-zione Marittima di Genova, nel corso diunarticolata conferenza stampa lo staffdella MSC (la Mediterranean ShippingCompany di Ginevra, flotta partenopeadel dinamico armatore sorrentino GianLuigi Aponte), ha presentato a un foltogruppo di agenti di viaggio e giornalistiitaliani e stranieri le nuove iniziative del-la compagnia. Esse si compendiano in tre grandi ap-puntamenti: linaugurazione della nuo-va ammiraglia, la MSC Orchestra, il 14maggio a Civitavecchia; la 32 AmericasCup di Vela, tra giugno e luglio a Valen-cia, che vedr la partecipazione della bar-ca sudafricana Shosholoza e del suo team,sponsorizzati dalla MSC attraverso la Izi-vunguvung MSC Foundation for Youthdi Simonstown presso Cape Town; e lasponsorizzazione della regata delle TallShips, tra il 4 e il 31 luglio: i grandi ve-lieri, dopo essersi sfidati in destrezza evelocit nelle acque del Mediterraneo, sa-ranno presenti con oltre 60 esemplari nelcapoluogo ligure. La MSC Orchestra, che lo scorso 9 set-tembre ha effettuato il varo tecnico, ge-mella di MSC Musica: dispone di 1275 ca-bine (oltre l80% delle quali sono esternee il 65% con balcone, per una capacit diaccoglimento fino a 3.013 passeggeri), edi 22.000 metri quadrati di aree pubbli-che; 90.000 le sue tonnellate di stazza, 293i metri di lunghezza e 33 quelli di lar-ghezza. Ottava nave della compagnia,sar seguita da MSC Poesia (primavera2008), MSC Fantasia ed MSC Serenata,

    che entreranno in servizio nella prima-vera del 2009 e saranno le due navi pigrandi mai costruite per un armatore eu-ropeo, portando ad 11 unit la capacitoperativa della flotta.Primo team sudafricano a prendere par-te alla pi importante competizione veli-ca del mondo, quello di Shosholoza na-to dalliniziativa del timoniere Ian Ain-slie e del comandante Salvatore Sarno; icomponenti la squadra provengono dal-la scuola di vela Izivunguvung MSCFoundation for Youth di Simonstown ebench abbiano iniziato lattivit solo nel2004 negli ultimi tempi hanno ottenutolusinghieri piazzamenti nella Louis Vit-ton Ranking; Shosholoza, la barca dellacompetizione, dopo lAmericas Capverr presentata a Genova. Quanto ai ve-lieri delle Tall Ships Race verranno ospi-tati nel Porto Antico di Genova tra il 28 eil 31 luglio.Dopo la crociera inaugurale, che partirda Genova il 16 maggio e in dieci giornitoccher Marsiglia, Valencia, Lisbona, Ca-sablanca (con sosta a Marrakech) e Ma-laga (con sosta a Granada), Alicante e Bar-cellona, la MSC Orchestra si sposter aVenezia, da dove, ogni sabato (ed ognidomenica da Bari), dal 2 giugno al 27 ot-tobre effettuer itinerari di 7 notti versoGrecia, Turchia e Croazia. Nellinverno2007/2008 sar attiva con crociere di 11notti sia nel Mediterraneo orientale chein quello occidentale.

    Virgilio Zanolla

    300 pagine, divise in 4 sezioni, per il-lustrare le nuove navi e i nuovi iti-nerari nel mondo. Con notevole an-ticipo la compagnia crocieristica ha vo-luto che gi nei mesi estivi del 2006 fos-sero presenti nelle agenzie di viaggio lesue nuove proposte per pianificare concalma e prenotare con il dovuto anticipola vacanza dei sogni. Costa Crociere of-fre infatti per chi prenota prima vantag-giose offerte che prevedono prezzi spe-ciali sullintera quota e una serie di scon-ti a bordo che agevolano il soggiorno.Nel catalogo 2007 molte lenovit. Faranno il loro in-gresso le due nuove am-miraglie, Costa Concordiae Costa Serena, con le qua-li la flotta salir a 12 unit.Armonia e serenit,comfort ed eleganza sonoi canoni della compagnia italiana. I nomiscelti rimandano anchessi allatmosferadi benessere e relax che si pu godere abordo. A bordo due importanti novit, ilsimulatore di formula uno e il centro be-nessere Samsara Spa dove in oltre 2000metri quadrati gli ospiti potranno goderela rock sauna, il bagno turco aromatico,una piscina per la talassoterapia, unat-trezzata palestra, e tante altre sale. Tra lenovit di questo inverno laffascinante iti-nerario a Dubai e negli Emirati Arabi conCosta Classica.. Tutto lOriente entra negli itinerari di Co-sta Magica per offrire crociere dal saporeesotico. Nelle proposte troviamo ancorale crociere per il Mediterraneo, Grecia,Turchia, Egitto, le Canarie e Madeira, fi-no alla Spagna e al Marocco. Non pote-

    vano mancare, naturalmente i Caraibi eil Sud America. Per tutte le tradizionalifeste sono garantite le crociere nel Medi-terraneo, a Dubai o nei Caraibi, nonchle Crociere Transatlantiche.Per la primavera, lestate e lautunno 2007le proposte riguardano il Mediterraneo,con crociere da 3 a 14 giorni, e il Nord Eu-ropa. Costa Crociere pensa ai bambini eai ragazzi dai 3 ai 17 anni. Su ogni navesono predisposti servizi d intrattenimen-to in diverse fasce orarie con il persona-le specializzato Costa. Inoltre continua la

    promozione che consente nelle crocierenel Mediterraneo per chi ha meno di 18anni di viaggiare gratis in cabina con 2adulti, escluse solo 2 partenze di agostoper ciascuna nave, in cui comunque i ra-gazzi pagano una tariffa molto ridotta. Lastessa promozione valida anche permolte partenze in Nord Europa, Dubai,Oriente, Caraibi, Sud America e CrociereTransatlantiche. Queste offerte possonoessere scoperte comodamente attraversoil nuovo sito www.costaland.it. Vantaggianche con il finanziamento a tasso zero:si paga solo il 25% della vacanza al mo-mento della prenotazione e il restante75% al rientro, in 6 rate mensili senza in-teressi.

    Oriana Schembari

    Royal Caribbean ha pensato ad unmodo tutto nuovo di far navigare isuoi futuri ospiti e utti gli utenti delweb. infatti on line la nuova versione delsito internet www.royalcaribbean.it, rin-novato non solamente nella grafica, ma an-che e soprattutto nei contenuti. E on-lineil nuovo motore di ricerca che permette alnavigatore di scegliere la propria cro-ciera: possibile visionare in tempo realetutti gli itinerari di tutte le navi della flot-ta fino a Dicembre 2008, con i dettagli dirotte, destinazioni e prezzi. Basta sceglierequando si vuole salpare: ci sono a disposi-zione 20 navi, oltre 200 itinerari e prezzi ul-tra-convenienti: quanto maggiore lanti-cipo con cui si decide di partire, tanto pibasso il prezzo della crociera. Il motoredi ricerca in fase di perfezionamento e abreve la funzionalit sar totale.Il sito arricchito di una nuova importan-te sezione, Scopri il Mediterraneo conRoyal Caribbean. Cliccando sullimma-gine principale della home-page, o sul ti-tolo relativo, si accede a pagine ricche diapprofondimenti sulle crociere e sulle na-vi Royal Caribbean in Mediterraneo conpartenza dallItalia: Legend of the Seas, lagrande novit 2007, Voyager of the Seas, lanave delle meraviglie alla sua secondastagione italiana e Splendour of theSeas, la nave della luce, ormai ri-conosciuta regina del MediterraneoOrientale.Da sempre attenta alla veloce e con-tinua trasformazione dei nuovi mez-zi di comunicazione, con internet alprimo posto quale mezzo fonda-mentale per trovare informazioni,

    Royal Caribbean ha pensato fosse arriva-to il momento di rinnovare la propria ve-ste web, in conseguenza anche degli stra-bilianti risultati ottenuti in termini di visi-te nel corso del 2006: secondo le stime sipresume, infatti, di chiudere lanno con ol-tre il 350% di visitatori in pi rispetto al2005. Febbraio 2007 su Febbraio 2006: +92%Inoltre, in linea con la volont di rinforza-re sempre pi la partnership con le Agen-zie di Viaggio continua, visti i grandi suc-cessi riportati nel corso del 2006, il pro-gramma ETDBW (Easy To Do BusinessWith). Per dare maggior risalto allo strettolegame tra la Compagnia e le ADV sul si-to stata i creata la sezione Cerca la tuaAgenzia in cui lutente finale potr tro-vare lAgenzia preferenziale Royal Carib-bean pi vicina presso la quale prenotarela crociera.Sempre a proposito di prenotazioni, RoyalCaribbean ha attivato un nuovo servizio: infatti possibile opzionare una crocieratramite il Customer Care. Lutente finale,recandosi nelle 48 ore successive allop-zione presso lAgenzia di Viaggio, potrconfermare la propria prenotazione. Il ser-vizio, attivato in concomitanza con la pub-blicazione del nuovo catalogo 2007/2008,ha gi iniziato a riscuotere grande succes-so presso il pubblico e le Agenzie.

    Nuova veste grafica e nuovi contenuti per il sito di Royal Caribbean

    Le nuove iniziative 2007 di MSC Crociere

    Il catalogo 2007 di Costa Crociere

    SPECIALE CROCIERE

  • era stato ancora privatizzato, era a ge-stione statale e pertanto in quegli an-ni le compagnie aeree non si potevanoavvalere di societ di handling priva-te, con la conseguenza che la pressochtotalit delle operazioni aeroportualiveniva assicurata dal personale delleaerolinee il quale doveva essere consi-stente e numeroso dal momento chelaeroporto era aperto con orario H24.Erano davvero numerosi i dipendentidi compagnie aeree che vivevano nel-la localit che in quegli anni venivachiamata Ciampino paese.Perch rispolverare questi ricordi?Per sottolineare il particolare che oggile compagnie aeree no-frills che servo-no Ciampino, ed ovviamente quantostiamo affermando vale anche per latotalit degli altri aeroporti seconda-ri nel mondo ove operano solo low co-st, non generano forza lavoro nella sta-zione ove scendono. O per lo menonon la generano nella quantit che ve-niva invece creata dalle compagnie ae-ree tradizionali.Ebbene, con questi presupposti, nonpu destare meraviglia la ribellionedegli abitanti del Comune di Ciampi-no e la loro insofferenza per laumen-tato numero di voli che scendono sul-la pista dello scalo della Via Appia. solo una personale opinione, ma cre-diamo che ben differente sarebbe la rea-zione al rumore di un jet, se labitantein questione sapesse che quellaereoappartiene alla compagnia che forni-sce lavoro a un familiare, a un vicino,a un amico, a un conoscente. Ma cinon avviene perch la politica delle lowcost se ha rivoluzionato il sistema tra-sporto aereo per la parte tariffaria, haanche sovvertito le regole dal punto divista occupazionale.Le low cost vendono i loro posti aprezzi scontati tramite i call-center il

    pi delle volte situati allestero, o li ven-dono tramite Internet, ma di persona-le da assumere quando si decide diaprire una rotta non vi traccia alcu-na, particolare questo ben noto a chi addentro al mondo delle compagnieaeree. Probabilmente il giorno in cuilaereo senza pilota diverr una realt,le low cost saranno le prime ad adot-tarlo, perch cos potranno ulterior-mente portare a sottozero il costo del-la tariffa da offrire ai loro passeggeri.Sul versante aeroportuale, chi gestiscegli scali si vanta di creare lavoro indottonellarea limitrofa al territorio di com-petenza, ma nel caso di uno scalo tut-to low cost crediamo davvero che, a pre-scindere dai guadagni che il gestore ri-cava dalle tasse aeroportuali a caricodella compagnia e dalle tasse di im-barco a carico dei passeggeri, la gene-razione di lavoro indotto, debba con-siderarsi alquanto ridimensionata.Ma le considerazioni non si esaurisco-no al solo aspetto occupazionale.Indubbiamente le low cost hanno po-tuto nascere e proliferare grazie agli ae-roporti secondari, ma per quegli scaliche sono ricompresi nellambito del tes-suto urbano, la convivenza fra comu-nit locale e attivit aerea non pu nonessere critica. E il motivo alquantoevidente.Si ipotizzi che nellambito di un Co-mune venga riattivata una stazione fer-roviaria abbandonata da tempo e sup-poniamo, per comodit di compara-

    zione, che il movimento ferroviario chesu questa stazione si svolge rechi uncerto disturbo alla quiete degli abitan-ti. Ebbene, per il solo fatto che il mez-zo ferroviario a disposizione di tuttii residenti della zona, riducendo ma-gari i tempi di raggiungimento al cen-tro citt, o facilitazioni similari, in-dubbio che tale disturbo venga accet-tato di buon grado. Dopotutto nei rap-porti fra due soggetti, il punto di equi-librio risiede sempre sul compromes-so fra inconvenienti recati dallintrodu-zione di un servizio, e la sua utilit perchi gli in conventi deve subire in pri-ma linea. Un quartiere intero pu ve-nir sconvolto per diversi anni dai la-vori di una nuova linea della metro-politana, ma il fatto che gli abitanti delluogo al termine dei lavoro possonocontare su una fermata metro sotto leloro abitazioni, motivo sufficiente per

    digerire i notevoli inconvenienti chei lavori comportano.Nel caso tuttavia di uno scalo apertoad un intenso traffico aereo civile, nonsi pu certo affermare che esso rivestautilit pratica a chi risiede in sua pros-simit, con la conseguenza che lo sca-lo viene visto non come uno strumen-to di comune beneficio locale, ma pisemplicemente come un intruso incasa propria. Questultima considerazione congiun-tamente alla politica congenita delle ae-rolinee low cost di non creare forza la-voro diretta, nemmeno in presenza diindicatori economici positivi - tale ilcaso delle principali compagnie low co-st - finisce per significare una convi-venza di difficile sopportazione, ad al-leviare la quale non possono certo ba-stare le cifre da primato che gli aero-porti continuano con enfasi a dichia-rare: anzi proprio con laumentare delnumero passeggeri, forse cresce in ma-niera proporzionale lo stato di insoffe-renza verso lintruso.

    Antonio Bordoni

    Emirates, la linea aerea internaziona-le con base a Dubai, ha firmato unaccordo con GE Commercial Avia-tion Service (GECAS) per ulteriori cinqueBoeing 777-300ER.Tutti e cinque velivoli, in consegna nella se-conda met del 2008, saranno configuratiin tre classi. con mini-suites in PrimaClasse, comode poltrone per sdraiar-si in Business, spaziose posti a se-dere in Economy e unarea dedi-cata allequipaggio. Il tutto coni pi avanzati comfort e sistemidi intrattenimenti a bordo.La nostra flotta ricopre un ruo-lo strategico nel piano di crescita del-la Compagnia e questi nuovi aeromobili nesono unulteriore riprova, commenta loSceicco Ahmed bin Saeed Al Maktoum,Presidente e Direttore Generale di Emira-tes Airline e del Gruppo. Non un segretoche Emirates, per i prossimi 10 anni, ha unpiano di crescita ambizioso, ampiamenteconfermato dalla prossima apertura di nuo-ve rotte e servizi in tutto il network, tra cuiVenezia, Houston, San Paolo e Newcastle.Oggi Emirates vanta una flotta compostada 23 Boeing 777-300 ER ed un ordine per

    altri 36, (incluso il nuovo ordine). Entro il2013 la flotta sar composta da 59 Boeing300ER, 19 di questi da GECAS. Il Boeing777-300ER con due motori a due cilindri,sar il velivolo adatto per le rotte a lungoraggio, in grado di volare oltre le 5.300 mi-glia nautiche (9.815 Km), o pi semplice-mente non-stop da Dubai a New York.

    Siamo molto contenti di collabora-re ancora una volta con Emirates,una delle pi importanti compa-gnie aeree del mondo. Condivi-diamo gi una stretta relazionedaffari con Emirates e questo

    nuovo accordo rafforza ulterior-mente la nostra partnership, com-

    menta Henry Hbuschman, Presidente eDirettore Generale di GECAS.Attualmente Emirates ha una flotta com-posta da 101 velivoli tra Boeing 777-300ER, -300, -200, 747f e Airbus A340-500, A340-300, A330-200F, A310F. Laflotta della compagnia aerea tra le pi gio-vani nei cieli, con unet media di appena61 mesi. Inoltre, la compagnia ha pi di100 ordini in attesa di consegna. Emiratesal momento serve 87 destinazioni in 58 pae-si nel mondo.

    La riscoperta degli scali secondari e linsofferenza delle comunit locali

    Intervista a Ibrahim Seydov, caposcalo di Azerbaijan Airlines

    Emirates firma laccordoper nuovi Boeing 777

    Per il 2007 la compagnia puntasullo sviluppo del traffico leisure

    La Azerbaijan Airlines una gio-vane compagnia nata con lindi-pendenza dello Stato dellAsiaCentrale dallImpero Sovietico nel 1991.In quellanno la Azerbaijan Airlines siaffranca dalla compagnia di bandieraRussa, Aeroflot distinguendosi imme-diatamenteper lalta qua-lit dei propriservizi ai pas-seggeri secon-do gli stan-dard ICAO eIATA. LAero-porto Interna-zionale diBaku HeydarAliyev grazie alla propria posizionegeografica strategica diventa molto ve-locemente un hub decisamente traffi-cato allinterno della regione caucasicadiventando il punto di collegamentoideale tra Ovest e Est, quindi tra lEu-ropa e il Medio Oriente e lAsia. A par-tire dallanno 2000, con lentrata deinuovi B757-200, la flotta vive un conti-nuo ed intenso rinnovamento anchegrazie alla stretta collaborazione conAirbus Industry per cui a oggi Azer-baijan Airlines pu contare anche su ae-romobili quali Airbus A300 A321 A310 A320 e il nuovissimo A319. Re-centemente arrivato anche un nuovoaeromobile del tipo A319.Ma per saperne di pi su questa com-pagnia che apre allItalia le porte di nuo-ve aree geografiche poniamo alcune do-mande al dottor Ibrahim Seyidov, ca-poscalo presso laeroporto Malpensa.Dottor Seyidov, quando sono iniziatii vostri voli dallItalia? con lA319 che Azerbaijan Airlines aprela rotta da Milano Malpensa per Baku ilgiorno 21/11/2005: la frequenza di 2 vo-li settimanali, il luned e il venerd con iseguenti orari (orario invernale espresso inlocal time): J2 036 Milano Mxp/Baku Gyd1140 1920 - J2 035 Baku Gyd/MilanoMxp 0430 0710Da allora ci sono state delle novit, so-

    prattutto per quanto riguarda nuoverotte?Dal 30 Ottobre 2006 Azerbaijan Airlinesha introdotto le rotte Baku/Kabul/Baku eBaku/Urumqi/Baku. Due nuove destina-zioni in pi quindi che possibile rag-giungere dallItalia attraverso i voli Azer-baijan Airlines in partenza ogni luned e

    venerd da Mi-lano Malpensa,che ricordiamoessere operati daaeromobili Air-bus A319. DaMalpensa, sem-pre via Baku, possibile rag-giungere ancheAktau, Dubai,

    Tehran e Tibilisi le cui tariffe speciali sonovisualizzabili in Amadeus e Galileo. Unal-tra recente novit stata quella che vede ipasseggeri diretti a Teheran (tutti, non so-lo letnico) autorizzati ad imbarcare senzaalcun supplemento 40 kg di bagaglio inclasse economica e 50 kg in classe business,senza alcun supplemento.La vostra compagnia vola anche suKabul, chi utilizza maggiormentequesto collegamento?Per quanto riguarda la destinazione Ka-bul , a oggi prevalentemente rivolta alleassociazioni umanitarie presenti in Italiae allOnu.E possibile fare un bilancio per quan-to riguarda il 2006?Possiamo dire di essere soddisfatti del nu-mero di passeggeri avuto nel 2006: a oggiimbarchiamo soprattutto passeggeri busi-ness, normalmente impiegati nei vari pro-getti petroliferi a Baku. Questi sono circail 65-70% del nostro load factor.E per il futuro?Nel prossimo futuro abbiamo in pro-gramma, in collaborazione con lEnte peril Turismo Azero, di sviluppare anche iltraffico leisure. Secondo le previsioni dellaCompagnia, entro la fine del 2007, ci aspet-tiamo che il traffico per turismo diventi il10-15% del load factor, in aumento annodopo anno.

    Angelo Sessa

    Segue da pag. 1

    10 T R A V E L L I N G I N T E R L I N E I N T E R N A T I O N A L

  • 12 T R A V E L L I N G I N T E R L I N E I N T E R N A T I O N A L

    VACANZA, LE PREVISIONI SUL2007 ALLA LUCE DEL MOVIMEN-TO SEGNATO NEL MESE DI GEN-NAIO. Queste le loro risposte:

    SETTIMA ONDA, TORINO DANIELA PUTORT, TITOLAREIl 2006 ha fatto segnare una piccola ri-presa che ancora non ci soddisfa, ma che cifa ben sperare per il futuro. A tirare sonostate soprattutto le localit di mare con ledestinazioni a medio raggio nel Mediter-raneo. Tra queste andata molto bene laGrecia, mentre hanno segnato un po il pas-so le localit italiane.La nostra clientela composta principal-mente da famiglie e coppie che hanno scel-to, in media, la vacanza di una settimana,soprattutto nel mese di agosto. Ci ha, in-vece, deluso il periodo natalizio, quando ab-biamo lavorato effettivamente poco, ma perfortuna a gennaio c subito stata una in-versione di tendenza che ci fa essere otti-misti anche per il proseguo del 2007. Tut-tavia non si possono fare previsioni a lun-go termine anche perch i nostri clienti pre-feriscono prenotare sottodata.

    ARIANNA VIAGGI, COMO GIORGIO MAZZOLA, TITOLAREComplessivamente nel 2006 abbiamo con-servato il trend dellanno precedente sen-za grosse variazioni, anche se landamen-to degli affari non stato costante tuttolanno. Infatti, in autunno abbiamo avutoun deciso calo e il periodo natalizio statonettamente inferiore allo stesso periodo del2005. I gusti dei nostri clienti non sonomutati e continuano a preferire mete a lun-go raggio, in particolare lOriente.Per il 2007 speriamo in un andamento mi-gliore e con una crescita costante senza leoscillazioni e le incertezze degli ultimi anni.

    CASSANDRA TOUR, ASTI M. COSTANTINA PASTUCCI, TITOLARE Il 2006 andato benissimo fino al mese disettembre, in particolare da gennaio a mag-gio, poi abbiamo avuto un crollo verticaleche ha coinvolto anche il periodo natalizio.Questa tendenza stata riscontrata ancheda molti nostri colleghi. Secondo qualcu-no ci sarebbe legato alle paure legate allalegge finanziaria 2007. Comunque il bi-lancio complessivo di fine anno stato po-sitivo e in crescita rispetto al 2005.Tra le destinazioni preferite dai nostri clien-ti, a lungo raggio sono andate molto benele localit dei Caraibi, mentre a medio rag-gio il protagonista stato il Mediterraneo.Durante lestate in cima alle preferenze cisono state la Grecia, la Spagna, lEgitto, laTurchia e, per chi ha voluto spendere me-no, la Tunisia. Anche in estate i Caraibi eAmerica Latina hanno tirato molto conBrasile e Messico, insieme a destinazioniafricane come Kenya e Tanzania. Il perio-do medio di vacanza scelto varia da una adue settimane a seconda della disponibilitdi ferie.Il 2007 iniziato molto bene con una buo-na ripresa nel mese di gennaio, molte in-fatti le prenotazioni per viaggi di nozze ecrociere. Speriamo che questo trend possadurare per tutto lanno.

    MAS VIAGGI, COMO ALESSANDRA DALONZO, TITOLARE Il 2006 stato il nostro primo anno di at-tivit, ma pur non potendo fare confronticon il passato siamo sicuramente soddi-sfatti. Dalla apertura nel gennaio 2006 sia-

    mo cresciuti costantemente raggiungendoil picco nel mese di novembre. Purtroppoil periodo natalizio stato deludente an-che perch chi aveva deciso di partire si mosso in anticipo prenotando gi a no-vembre, mentre sono mancati i last mi-nute. I nostri clienti, infatti, preferisco-no muoversi per tempo per poter usufrui-re delle tariffe migliori e avere maggiorepossibilit di scelta.Il settore che andato meglio senzaltroquello delle crociere mentre tra le destina-zioni si sono distinte i Caraibi e la Spagnacon le sue isole. Come societ giovane ab-biamo trovato qualche difficolt in pi nel-lincoming, ma da gennaio 2007 le cose so-no migliorate con in media due prenota-zioni al giorno, anche se dobbiamo con-frontarci con la scarsit nella nostra zonadi strutture ricettive adatte a soddisfare ladomanda. La nostra clientela molto varia, con unapreponderanza comunque di famiglie e cop-pie, che scelgono in media una settimanadi vacanze. Come gi detto parlando del-lincoming, il 2007 iniziato bene con unbuon mese di gennaio e le nostre aspettati-ve per il resto dellanno sono senza dubbiomolto positive.

    LA META IDEALE, ROVIGO BARBARA BRAGHIN, TITOLAREIl 2006 stato un anno che ci ha visti incontinua crescita, durante il quale abbia-mo fatto leva sui nostri clienti fidelizzati,ma abbiamo anche raggiunto tante nuovepersone. Lestate risultata, come era lo-gico aspettarsi, il periodo migliore, con ledestinazioni nel Mediterraneo a fare la par-te del leone. In particolare sono state mol-to gettonate la Spagna, la Grecia e la Tu-nisia. Devo, inoltre, segnalare nella nostrazona il boom delle Seychelles. In calo inve-ce lEgitto e lOriente, destinazioni che sisono riprese leggermente a partire da no-vembre. In autunno abbiamo avuto un ca-lo fisiologico, che ha coinvolto anche il pe-riodo natalizio, favorito forse dalle incer-tezze economiche legate agli annunci del-la legge finanziaria. Il nostro target formato soprattutto dagiovani che sono sempre pi dei viaggiato-ri e dalle famiglie che scelgono vacanze re-lax. Sta inoltre emergendo una nuova in-teressante tipologia di clienti composta digruppi senior che preferiscono soprat-tutto la vacanza culturale.La media del periodo di vacanza si aggiraintorno alla settimana, che si riduce ai clas-sici due o tre giorni nel periodo dei pontidi primavera.Dal 2 gennaio 2007 abbiamo ripreso allagrande soprattutto con le destinazioni alungo raggio: Caraibi, Oriente, Mauritiuse tutte le altre localit che possono soddi-sfare la voglia di caldo. Abbiamo gi rice-vuto molte richieste per viaggi di nozze egruppi per la prossima Pasqua e per le-state: molti nostri clienti, infatti, hanno ac-quisito labitudine di prenotare in antici-po per usufruire delle promozioni. Per que-sto siamo fiduciosi di poter continuare nel2007 il nostro trend di crescita.

    STATUTO VIAGGI, FIRENZE GIANLUCA FRANCHI, LEGALE RAPPRESENTANTEAncora non possediamo dati definitivi,ma come impressione di massima possia-mo dire che il 2006 dovrebbe aver fatto se-gnare qualche miglioramento rispetto al-lanno precedente. Le aziende reggono, maabbiamo visto la progressiva rarefazionedella classe media.Dopo un calo nel periodo autunnale, ab-

    biamo recuperato qualcosa a Natale, che nelcomplesso andato benino, ma niente dieccezionale, sia chiaro. Tra le destinazioni pi gettonate dai nostriclienti abbiamo, nel lungo raggio, lOcea-no Indiano, i Carabi, e lAmerica Latina conin particolare il Messico. Nel medio raggio,bene il Mar Rosso, il Nord Africa e il Me-diterraneo in generale. Invece non abbiamovenduto poi molto il prodotto Italia.La media si attestata sulla settimana divacanza, che si concentrata molto nel clas-sico periodo di agosto. La scelta della va-canza breve da attribuire certamente afattori economici.Il nuovo anno, in base al movimento se-gnato nel mese di gennaio, sembra annun-ciare una piccola ripresa, ma ancora unavolta niente di eclatante.

    AFRODITE VIAGGI, ROMA FRANCESCA CELLUCCI, RESPONSABILERispetto al 2005 abbiamo sicuramenteavuto una crescita, grazie anche alla fedeltdei nostri clienti che continuano a prefe-rirci per la nostra professionalit, ma nonsono mancate anche persone che si sono ri-volte a noi per la prima volta.Tanti clienti hanno deciso di differenziareil periodo delle vacanze, questo soprattut-to per risparmiare. Grazie a questo abbia-mo avuto pi lavoro nei mesi di giugno eluglio. Il periodo di vacanza stato so-prattutto di una settimana, mentre chi neha fatte due ha preferito spezzarle.Abbiamo lavorato soprattutto con le desti-nazioni marittime italiane e nel Mediter-raneo. Molti dei nostri clienti sono fami-glie che per motivi pratici o economici scel-gono mete a corto o medio raggio. Le cop-pie invece scelgono tendenzialmente loca-lit pi lontane.Anche il periodo natalizio stato positivo,con le capitali europee tra le destinazionipi gettonate, oltre al Mar Rosso in granripresa, mentre la montagna ha segnato ilpasso a causa probabilmente della man-canza di neve. Anche il 2007 iniziato bene facendo spe-rare in un anno positivo. Abbiamo gi mol-to prenotazioni soprattutto per quanto ri-guarda il settore in costante espansione del-le crociere.

    VIAGGI INSOLITI PERCONOSCERE IL MONDO,NAPOLI SALVATORE MENDONE, TITOLARENel 2006, nonostante le difficolt, siamoriusciti a confermare il fatturato del 2005.Molto positivo il periodo estivo anche se inostri clienti hanno concentrato le proprievacanze nel solo mese di agosto, sceglien-do destinazioni in Italia e nel Mediterra-neo. In ripresa anche Sharm el Sheikh mail vero settore trainante stato quello del-le crociere, in costante e rapida ascesa. Inquesto campo abbiamo lavorato sempre apieno riempimento grazie anche allaccor-do con la MSC. Buono anche il lavoro perquanto riguarda i viaggi di nozze che, sep-pur in un periodo di crisi economica, restail viaggio della vita al quale nessuna cop-pia rinuncia. Qui le mete preferite sono ri-sultate gli Stati Uniti e i Caraibi e lOcea-no Indiano. Discreto anche landamentodellOriente, mentre, anche sullonda del-la promozione fatta da alcuni programmitelevisivi dedicati al turismo (per esempioLicia Col) in crescita lAfrica con in te-sta Kenya, Tanzania e Sud Africa. Pur-troppo per, i nostri clienti devono scon-trarsi poi con la realt del proprio budget.Cos, sullonda dellemozione entrano in

    agenzia con determinate idee, ma poi de-vono ridimensionare le proprie aspettati-ve. Lautunno stato debole, si vendutapoca neve mentre andata meglio con leclassiche localit di mare tipo Sharm. Apartire da gennaio in ripresa la destina-zione Maldive. La nostra clientela composta soprattuttoda famiglie e coppie che scelgono le duesettimane di vacanze in estate, che si ridu-cono alle sette notti nel resto dellanno.Il 2007 non iniziato bene come era inve-ce successo nello stesso periodo di un an-no fa. Ancora una volta imputiamo questedifficolt ai problemi economici, ma non di-speriamo in una prossima ripresa.

    ETHNIKOS TRAVELCLUB, CATANIA TIZIANA PAPPALARDO, TITOLAREIl 2006 stato senzaltro un anno positi-vo, durante il quale siamo riusciti a man-tenere i nostri standard. Per questo siamomolto soddisfatti, ma cerchiamo sempre dicrescere. Lestate andata molto bene, coscome tutti i periodi di vacanza (Pasqua, Na-tale e i ponti). Tra i settori in crescita se-gnaliamo quello delle crociere, in particola-re nel Mediterraneo, preferita soprattuttodai clienti appartenenti alla classe media direddito e dalle famiglie. Anche il mare Italia andato bene, insiemeai Carabi e a Mauritius, soprattutto nel pe-riodo invernale. In generale i nostri clientinon rinunciano alle vacanze in localit al-lestero, visto che spesso sono pi economi-che delle nostre, preferendo il Mediterraneocon in testa la Grecia e la Spagna. La du-rata delle vacanze raramente supera i diecigiorni.Anche il 2007 iniziato molto bene, posi-tivo il Capodanno e le prenotazioni che giarrivano per la prossima estate dove si con-fermano le crociere, la Polinesia e altre de-stinazioni a lungo raggio.

    LATITUDINE ZERO, ANCONA ANDREA MORETTI, TITOLAREComplessivamente il 2006 ha fatto segnareuna leggera crescita, ma questo non puessere considerato un dato molto significa-tivo, se consideriamo che il 2005 non sta-ta una grande annata.Noi lavoriamo soprattutto con i viaggi digruppo e sono tante le mete preferite dainostri clienti: le capitali europee, il Brasi-le, il Messico e Mauritius, solo per citarnealcune. I nostri clienti appartengono a tutte le fa-sce det: dalle coppie alle famiglie, che scel-gono soprattutto soggiorni al mare con pre-ferenza per il Mar Rosso, fino ai gruppi dianziani che preferiscono le mete di interes-se culturale. Di solito la media delle va-canze si attesta sulla settimana.Lestate come sempre rimane il periodo piimportante per il lavoro di una agenzia, men-tre lautunno 2006 stato un po scarso.Come sempre linizio del 2007 stato mol-to lento, ora aspettiamo il periodo di Pa-squa per riprenderci. Per il proseguo del-lanno prevedo ancora grosse difficolt an-che a causa dei tanti contenziosi che si crea-no con clienti e tour operator. In generalenel nostro ambiente riscontro poca seriet,onest e professionalit e queste mancan-ze le paghiamo soprattutto noi agenti diviaggi. I tour operator, in particolare, a pa-role elogiano il rapporto con noi, ma poi nelconcreto si dimostrano arroganti e poco ela-stici imponendoci i loro prodotti senza pos-sibilit di variazioni.

    Bilancio del 2006 e prospettive per il 2007Segue da pag. 1

    Continua a pag. 14

  • 14 T R A V E L L I N G I N T E R L I N E I N T E R N A T I O N A L

    IVALDI VIAGGI, SAVONA MARIA ROSA TESTA, TITOLAREPurtroppo il 2006 andato male, sullastessa linea negativa del 2005. La redditi-vit della agenzie di viaggi ulteriormen-te diminuita e a fronte della stessa quan-tit di lavoro il guadagno sempre mino-re. A questo punto dobbiamo davvero in-ventarci qualcosa di nuovo altrimenti leadv sono destinate a scomparire. Le destinazioni preferite dai clienti sonosempre le stesse ad eccezione del MedioOriente e dellEgitto che sono calati tan-tissimo. Vendiamo sempre il Mediterraneoin estate e poi Stati Uniti, Sud America,Caraibi, India ed Estremo Oriente. Come tipologia di clienti abbiamo soprat-tutto coppie e un po di commerciale, pocheinvece le famiglie. Lavoriamo esclusiva-mente con un target medio-alto, mentre scomparso il ceto medio basso che ormai harinunciato alla vacanza. Chi si reca in destinazioni a medio raggiosceglie una settimana di vacanza, mentreper le mete pi distanti le settimane di-ventano due o tre.Il 2007, nonostante quello che sbandiera-no i nostri governanti non iniziato nelmodo migliore. Vedremo quello che succe-der nei prossimi mesi, ma io vedo un Pae-se in crisi e in prospettiva non sono otti-mista.

    BALENA BLU, PERUGIA LAURA PAOLI, TITOLAREIl 2006 non stato un anno molto positi-vo, abbiamo registrato un calo delle vendi-te, ma pi in generale abbiamo riscontra-to una diminuzione delle persone che en-trano in agenzia anche solo per informar-si. Non so spiegarmi il perch di questo an-damento, ogni anno diverso, ma non sa-prei dirne il motivo.Tra le destinazioni, dopo un periodo di ca-lo, abbiamo ricominciato a vendere moltogli Stati Uniti, bene anche il mare Italia eil Mediterraneo, con Spagna e Grecia trale mete preferite. La maggior parte dei no-stri clienti sono famiglie o coppie che pre-feriscono fare le vacanza nei mesi classicidi luglio e agosto. Abbiamo comunque no-tato che molti hanno cominciato a spezza-re i periodi di vacanza facendo una setti-mana in estate per poi concedersi dei weekend durante lanno, usufruendo in quei pe-riodi dei vantaggi offerti dai dalle compa-

    gnie aeree low cost. Per ora il 2007 promette bene, con molteprenotazioni di viaggi di nozze e per laprossima estate da parte di chi vuole sfrut-tare le occasioni e le promozioni destinatea chi decide con largo anticipo le proprievacanze.

    LA SPECOLA, UDINE CLAUDIA COLLOVIGH, TITOLARESiamo unagenzia molto giovane, quindinon potevamo che crescere, ma nel com-plesso per ora le cose vanno bene e possia-mo essere soddisfatti. Personalmente sononel settore del turismo da trenta anni e nel2006 ho visto una ripresa generale che nonsi vedeva dal 2001.Tra le destinazioni preferite andata benela Tailandia, lAmerica Latina con in testai Caraibi e il Brasile. Positive anche le lo-calit italiane e nel Mediterraneo. Al con-trario ci sono ancora dei problemi per quan-to riguarda il Mar Rosso dove incontria-mo molte resistenze. Molto positivo il pe-riodo invernale soprattutto per i viaggi alungo raggio. In questo caso la minor quan-tit compensata dal maggior valore delpacchetto. La nostra clientela compostasoprattutto da famiglie e dai ragazzi gra-zie agli scambi giovanili offerti dalla no-stra agenzia e la media delle vacanze si ag-gira intorno alla settimana, Il 2007 iniziato sotto i migliori auspici,ma forse ancora prematuro avventurarsiin previsioni a lunga scadenza.

    VISOS VIAGGI, CAGLIARI TIZIANA VACCA, TITOLARELa nostra agenzia ha aperto nel 2005 e nel2006 abbiamo gi raggiunto livelli soddi-sfacenti grazie ad una crescita costante. Uncalo fisiologico lo abbiamo avuto solo in au-tunno ma generalmente abbiamo lavoratodiscretamente anche in periodi considera-ti lenti, come ad esempio il periodo gen-naio/marzo.Per quanto riguarda le destinazioni abbia-mo trattato un po di tutto, ma se devo in-dicarne una decisamente interessante que-sta senza dubbio la Cina. I nostri clientisono soprattutto coppie che scelgono pre-feribilmente il periodo estivo per le vacan-ze, in media di undici giorni, ma anche iponti e il periodo invernali sono molto get-tonati soprattutto per quanto riguarda ladestinazione Caraibi. Il 2007 iniziato bene, con i mesi di gen-naio e febbraio molto positivi soprattutto

    con le localit di mare in Sud America eTailandia, alle quali si affianca la gi cita-ta Cina.

    LILY VIAGGI, FIUMEFREDDO BRUZIO(CS) SANDRA DI SANTO, TITOLAREAbbiamo aperto da poco tempo, ma pos-siamo comunque dire che il 2006 stato unanno positivo con una crescita costante,che speriamo di proseguire anche nel 2007.La scorsa estate andata molto bene la Spa-gna con le sue isole. Discreto anche il MarRosso, con Mars Alam preferita a Sharm.Durante tutto lanno abbiamo lavoratomolto con le capitali europee e con le cro-ciere nel Mediterraneo.Tra i nostri clienti abbiamo molte famigliee coppie in viaggio di nozze, che di solitoscelgono un periodo di vacanza di una set-timana.Il 2007 iniziato abbastanza bene e ci au-guriamo che alla fine sia un anno positivo.

    BLU FLAMINGO, BOLOGNA EUGENIO FELCHERO, TITOLARE Il 2006 ha fatto segnare per noi un incre-mento del 10 per cento rispetto al 2005 delgiro daffari. Purtroppo per dobbiamo an-che segnalare che certe fasce sono saltate,soprattutto a causa di Internet che ci statogliendo molto campo in particolar modonelle prenotazioni aeree e degli alberghi.Alla fine lavoriamo principalmente con pac-chetti mirati, creati su misura dove anco-ra ha valore il ruolo di consulente della-gente di viaggio. Per noi che siamo una-genzia individuale saltata la fascia me-dio-bassa della clientela, intercettata daigrandi network. Continuiamo quindi a la-vorare con la clientela medio-alta e sui pro-dotti di nicchia che non sono acquistabilisu Internet. Come settore di attivit abbiamo avuto unbuon incremento dei viaggi di nozze e unadiscreta crescita delle crociere soprattuttonel Nord Europa, mentre sono calate le cro-ciere ai Caraibi. Tra le localit, durante le-state ha tirato molto il Mediterraneo, so-prattutto Grecia e Turchia che costituisco-no il nostro core business. Non molto be-ne andato invece il Mar Rosso.I nostri clienti sono soprattutto coppie e fa-miglie con bambini, che scelgono un pe-riodo medio di vacanza intorno ai 9/10giorni, concentrati soprattutto in estate. Il2007 iniziato bene e attendiamo che ini-

    zino le prenotazioni per le vacanze di Pa-squa al momento ancora piuttosto ferme.

    MEDINLIFE, CAROVIGNO(BRINDISI) TEODORO PAGLIATA, TITOLARESicuramente il 2006 stato un anno mol-to positivo per noi e tutto lascia sperare inun 2007 ancora migliore grazie anche alleimportanti novit che saremo in grado dioffrire a breve ai nostri clienti. Nonostan-te lentusiasmo per i dati della nostra agen-zia, non posso mostrarmi altrettanto otti-mista per landamento generale del setto-re condizionato ancora troppo da timori eincertezze che bloccano gli investimenti. Ilnostro turismo molto politicizzato e si la-scia poca libert agli imprenditori del set-tore di operare. I finanziamenti pubblici so-no destinato soltanto ai grossi gruppi, al-terando in questo modo il mercato che nonpremia i meriti e la professionalit. Per que-sto motivo molti colleghi hanno deciso diandare ad investire allestero.Facendo una panoramica dello scorso an-no posso dire che sono andate bene le cro-ciere, cos come il mare Italia che ha fattoregistrare un vero boom. Durante lestatesono andate benissimo le Baleari, mentresono leggermente calate le Canarie. Posi-tivo anche landamento delle vacanze be-nessere e del mare in inverno in particola-re a Sharm e nei Caraibi. Probabilmente lamancanza di neve ha spinto molti a cam-biare e ad optare per mete calde. In calo, in-vece, i viaggi di nozze. Il periodo migliore per il nostro lavoro stato a partire da maggio, con il picco neimesi di giugno e luglio.La nostra una clientela medio-alta, mapossiamo offrire soluzioni per tutte le ta-sche. La nostra politica quella di cercaredi accontentare tutti i nostri clienti che inquesti anni hanno dimostrato di essercisempre fedeli.Il periodo medio di vacanza di una setti-mana, massimo due e solo raramente siscelgono periodi pi lunghi.Il 2007, come accennato allinizio, ini-ziato molto bene con uno straordinario in-cremento delle crociere nel Mediterraneo,che prevediamo sar la meta preferita da-gli italiani per tutto lanno insieme al ma-re Italia grazie anche ai prezzi competiti-vi e alle promozioni che siamo in grado dioffrire.

    Angelo Sessa

    Emblematica prova dello splen-dore Maya, la zona archeologicadi Chichn Itz attare oggi mi-gliaia di sguardi che giorno dopo gior-no votano per eleggere le nuove settemeraviglie del mondo, fra i cui candi-dati si trova questa magico sito delSud-Est messicano. Nel passeggiare per questarea si sco-pre una meraviglia in ogni angolo, tut-te dominate ovviamente dal tempio aKukulcn, dal Juego de Pelota pigrande della Mesoamerica e dal Com-plesso delle Mille Colonne, tutte testi-monianze dellimponente, magica a af-fascinante cultura Maya. Visitare Chichn Itz toccare con ma-no una delle civilt pi sorprendentiper capacit architettoniche, matema-tiche e astronomiche. Niente di piemozionante dello spettacolo che d iltempio di Kukulcn al solstizio di pri-mavera, quando lesatta posizione del-la piramide allineata con il sole crea

    una file di ombre a forma di triangoloche scendono lungo la scalinata, rap-presentando un serpente che, durantetutto il giorno, scende dal tempio finoalla base della piramide. Immaginarela precisione con cui furono create que-ste opere tuffarsi nel mondo preco-lombiano.

    Le passeggiateper Chichn Itzsono percorsi dienigmi, seguireil viale direto alCenote sacro perscoprire i granditesori che rac-chiude sentirsiparte della gran-de civilt Maya,una delle cultu-ra precolombia-ne pi fiorentidAmerica, co-me dimostrano

    ad esempio il brillante stile dellarchi-tettura Puuc o le loro conoscenze astro-nomiche. La grande piramide, adesempio, stata costruita tra il 650 el800 DC in onore al sole, come rap-presentato dalle sue 4 scalinate di 91gradoni ciascuna, per un totale di 364gradoni, a cui si aggiunge la piattafor-

    ma superiore per culminare in 365, ov-vero i giorni dellanno secondo il ca-lendario ancora vigente. In quanto allattuale candidatura diChichn Itz come una delle nuove 7meraviglie del mondo, per liniziativalanciata dalla Fondazione Sette Me-raviglie del Mondo Moderno(www.new7wonders.com) volta allaconservazione del patrimonio cultura-le, la sua imponente architettura e edil suo enigmatico significato la rendo-no senza dubbio la meraviglia atta arappresentare il Messico in questa ini-ziativa di respiro mondiale.

    Chichn Itz: la meraviglia del Messico in cerca del voto del mondo

    Segue da pag. 12

    Abbonati a

    c/c postalen89133003

  • 16 T R A V E L L I N G I N T E R L I N E I N T E R N A T I O N A L

    1 - D. Mi sfugge un particolare. Setutta questa manovra sul TFR ha co-me scopo la possibilit di dare al la-voratore una pensione pi consi-stente nel momento in cui esso la-

    scer lattivit lavorativa, cosacentra il fatto che, in taluni casi,il TFR passi dalle casse del datorea quelle dellInps rimanendo TFRsenza trasformarsi in pensione?R. Gentile lettore, abbiamo sceltoil suo quale primo quesito, inquanto tocca un punto fonda-mentale dellintera vicenda, datroppi sottotaciuto. Effettivamen-te la decisione di far gestire allIn-ps il TFR, ossia la liquidazione, alposto dellimprenditore, non ha al-cun senso, n legame alcuno conil fatto della pensione. E una puraquestione di cassa che mischian-dosi alle norme sulla pensione in-tegrativa, cos passata sottotono

    nella sua gravit. E inoltre da notareche contemporaneamente a questodirottamento forzoso a favore del-lInps, i contributi a carico di tutti i la-voratori sono pure aumentati dello0,30%, passando dall8.89 al 9,19.

    2 - D. Come si computano i 50 di-pendenti oltre i quali scatta lobbli-go di versamento al fondo Inps ?R. Il limite dei cinquanta dipendentisi calcola sulla base della media an-nuale dei dipendenti in forza nellan-no 2006. Nel fare questo conteggio sidevono considerare tutti i dipenden-ti con contratto di lavoro subordinatoa prescindere dalla tipologia del rap-porto di lavoro.Per quanto riguarda i lavoratori part-time, questi devono venir calcolati inproporzione allorario svolto; statoinoltre precisato che anche i distac-cati allestero rientrano nel conteggiodei 50. Effettuato il calcolo, inizial-mente si era detto che questo era vali-do per il solo 2007, anche se per casodurante questultimo anno varier ilnumero dipendenti; in pratica il con-teggio effettuato sulla base della forzalavoro dellanno precedente, valevaper lanno successivo. Successivamente stato precisato che il calcolo del 2006vale anche per gli anni futuri, anchese il totele dovesse scendere al di sot-to dei 50.

    3 - D. Il dipendente ha deciso di farpassare il TFR su fondo Inps. Cosa ac-cade in caso di dimissioni o licenzia-mento del dipendente? Chi mi pagheril TFR?R. Una volta che il trattamento vienetrasferito al fondo tesoreria gestitodallInps, la somma maturata al mo-mento di cessazione del rapporto dilavoro verr pagata direttamente daldatore di lavoro che la recupererdallInps. Quindi fra dipendente e In-ps non intercorrer alcun rapportoper quanto riguarda il pagamento delTFR.

    4 - D. La mia societ ha pi di 50 di-pendenti quindi se decido di non pas-sare ai fondi pensione, il TFR andrin ogni caso allInps, corretto?R. E esatto; il TFR confluir nel fon-do Inps, ma sar il datore di lavoro aerogarlo al dipendente al termine delrapporto lavorativo (vedi anche do-manda 3). Precisiamo anche che ilrendimento del TFR rimane calcola-

    to con la normale modalit, come nelpassato.

    5- D. Per una azienda con meno di 50dipendenti, la stessa tenuta a ver-sare i contributi in un fondo di previ-denza integrativa?R. Lazienda fino a 49 dipendenti, nonha lobbligo di versare i contributi aifondi integrativi. E il dipendente cheeventualmente pu optare per una ta-le soluzione, ma senza alcun obbligolegislativo.

    6 - D. Non ho ben afferrato il ruolodellInps in tutta questa storia dellariforma del TFR. Ora oltre alle pen-sioni, si prende cura anche delle li-quidazioni dei dipendenti?R. LInps, nei confronti della nuovanormativa, viene ad assumere una du-plice veste. Per le aziende che hannoalmeno 50 dipendenti, listituto gestirle quote TFR di quei lavoratori chenon avendo espresso alcuna scelta ve-dranno automaticamente confluire illoro TFR presso lapposito fondo TFR;il TFR verr poi regolato come da noichiarito al suesposto quesito 3). Inol-tre lInps gestir, tramite altro appo-sito fondo, le prestazioni di previden-za complementare per i lavoratori pri-vi di fondo di categoria aziendale;questultimo fondo ha preso la deno-minazione di FondInps.

    7- D. Per chi stato iscritto a uno o pifondi, causa cambiamenti dei datori dilavoro, come funziona la richiesta dianticipo per necessit urgenti?R. La nuova normativa stabilisce cheil lavoratore che decide di trasferireda un fondo allaltro la quota mon-tante accumulata, dal primo gennaio2007 pu senzaltro richiedere lanti-cipazione nellambito dei casi previstidalla legge, purch il montante accu-mulato risulti da almeno 8 anni di la-voro. Cogliamo lo spunto per ram-mentare che losservanza dei requisi-ti (quale appunto ad esempio lanzia-nit degli otto anni) che era discre-zione del datore di lavoro non tenereconto, nel senso che era sua facolterogare lanticipo anche con meno diotto anni, verosimilmente in caso dipassaggi a fondi, sar ora un vincolopi stringente.

    8 - D. Tutta la nuova procedura ri-guarda il TFR che maturer dal gen-naio 2007, la quota precedente che fi-ne fa?R. Poich appunto, come corretta-mente annotato, la nuova procedurariguarda solo il TFR cosiddetto ma-turando, il TFR maturato fino al 31dicembre 2006 rimane presso il dato-re di lavoro, fatti salvi quei casi in cuii dipendenti hanno optato nel passa-to per destinare il TFR in appositi fon-di pensione.

    9-D) I datori di lavoro versavano al-lInps un contributo dello 0,20% qua-le garanzia del TFR; suppongo che oralo stesso debba decadere, dal momen-to che il TFR che andr a maturare, loprende in carico direttamente lInps.R. Larticolo 10 del decreto legislativon. 252, modificato dalla legge296/2006, chiarisce che i datori di la-voro siano esonerati dal versamentodel contributo che lei ha citato (fondogaranzia) nella stessa percentuale di TFR

    maturando conferito alle forme pensioni-stiche complementari. La misura stataanche ribadita dalla circolare Inps n.23 del 24 gennaio 2007.

    10-D) Fondi aperti & fondi chiusi: chici capisce qualcosa bravoio vor-rei la liquidazione.R. Concordiamo pienamente sul fattoche quella che una volta era la sem-plice liquidazione pari a X mensilitdi stipendio a seconda dellanzianitdi servizio, si sia trasformata in unacomplessa procedura. Se continuiamodi questo passo, occorrer rivolgersial consulente finanziario pure per sa-pere cosa conviene fare con la liqui-dazione. Tornando alla sua domandasui fondi chiusi e fondi aperti, senzascendere in dettagli tecnici ricordia-mo solo che i fondi negoziali chiusioffrono minori rendimenti ma mag-giori garanzie, quelli denominatiaperti invece -specialmente gli azio-nari- offrono maggiori rendimenti maanche maggiori rischi.

    11- D. Per chi ha aderito ad un fondodella categoria di appartenenza comelavoratore dipendente, se poi si pas-sa a un lavoro autonomo, cosa succe-de a quanto versato?R. Chi ha aderito ad un fondo per pen-sione complementare, trascorsi dueanni dalla data di entrata, pu senzal-tro trasferire la propria posizione in-dividuale ad unaltra forma pensioni-stica senza alcun problema: la porta-bilit ammessa.

    12-D. Se un dipendente opta per il fon-do, nel mio caso aperto, necessariauna qualche autorizzazione da partedel datore di lavoro circa quale fondoscegliere, o posso io sceglierlo di miainiziativa?R. Lazienda deve semplicemente ac-cettare la decisione del lavoratore; non necessaria alcuna autorizzazionepreventiva del datore.

    13-D. Dire fondi pensione e previ-denza complementare, la stessa co-sa?R. Parliamo sempre di qualcosa che siva ad aggiungere alla forma pensio-nistica obbligatoria, ma che segue dif-ferenti percorsi.I fondi pensione raggiungono lo scopoattraverso il finanziamento dei lavo-ratori iscritti, tramite la capitalizza-zione di quanto il lavoratore ha ver-sato; in pratica una gestione finan-ziaria la quale, nel momento del rag-giungimento dellet pensionabile, illavoratore vedr il capitale convertir-si in una rendita vitalizia che equiva-le appunto a una pensione supple-mentare. Nel caso dei fondi pensioneviene usato il TFR (vedi anche rispo-sta 16).Con il termine previdenza complemen-tare invece, si suole intendere in sen-so generale qualsiasi forma pensioni-stica che si va ad aggiungere a quellaobbligatoria per legge. Solitamente es-sa viene alimentata con contributi ver-sati sia dal datore di lavoro e dal di-pendente, i quali contributi non con-corrono a formare reddito (quindi trat-tamento fiscale favorevole) per un im-porto di 5167 euro annui. I contributiin questione possono essere fatti usan-do lo stipendio e senza necessaria-mente usare il TFR.

    14 - D. Una volta fatta una scelta, sipu cambiare?R. Chi sceglie di far rimanere in azien-da il TFR pu ripensarci, ma la leggenon ammette ripensamenti nel casocontrario, ossia nel caso si fosse scel-to di passare ai fondi.

    15 - D. Il Fondo denominato di cate-goria con che cosa esattamente puessere alimentato?R. Chi aderisce ad un fondo di cate-goria pu alimentarlo sia con il soloversamento del TFR, oppure usandoi contributi previsti dal contratto di ca-tegoria ed anche il TFR

    16 - D. Ho aderito a un fondo pensio-ne aziendale, quando raggiunger letpensionabile cosa accadr?R. Quando giunger allambita metapotr scegliere fra due opzioni: lei po-tr farsi liquidare fino a un massimodel 50% la parte del montante in ca-pitale (la restante sar usata per lapensione), oppure lalternativa dinon ritirare alcun capitale e iniziare afar decorrere la pensione (che ovvia-mente sar maggiorata rispetto alli-potesi precedente).

    17 - D. Per chi oggi aderisce ad unFondo pensione e poi dovesse decide-re, prima di raggiungere let pensio-nabile, di non lavorare pi e vivere direndita, cosa accade alle quote versa-te ?R. Nella fortunata ipotesi in cui lei nondovesse aver pi bisogno di lavorare,il riscatto possibile in maniera inte-grale in caso di non occupazione perun periodo superiore ai 48 mesi; perattenzione: se questa ipotesi si verifi-ca nei cinque anni che precedono ilraggiungimento dei requisiti per an-dare in pensione, il riscatto totale non ammesso. La legge poi prevede al-tre possibilit di riscatto parziale o to-tale in altre ipotesi quali invalidit,mobilit, cassa integrazione, eccetera.

    18 - D. Se il dipendente non riconse-gna alcun modulo, ossia non sceglie,cosa succede?R. Invitiamo in ogni caso a restituireil modulo indicando una scelta, poi-ch se non vi restituzione del mo-dulo, scatta il silenzio-assenso che au-tomaticamente trasferir, dal mese diluglio 2007, il TFR ai fondi pensioni-stici.

    19 - D. Nellambito della riforma delTfr sento anche parlare di contributitrattenuti sulla busta paga del di-pendente. Sono alquanto confusoperch se il Tfr che viene usato perla pensione per quale motivo si par-la anche di contributi trattenuti al di-pendente?R. Lipotesi di una percentuale di con-tribuzione a carico del dipendente (edanche a carico del datore) si verificanel caso di aderenza ai fondi colletti-vi; sono questi che solitamente preve-dono una quota paritetica a carico deldipendente e del datore. Precisiamoche mentre la quota del dipendente vaa scalare il salario, la quota del dato-re costituisce un importo aggiuntivodel salario. I due importi, nellam-montare complessivo di 5164,57 euroannui, godono di esenzione fiscale.

    Antonio Bordoni

    Domande e risposte sul TFRD

    I TASC

    A N

    OSTR

    A

  • T R A V E L L I N G I N T E R L I N E I N T E R N A T I O N A L 17

    Qatar Airways si espande nel mondo

    con Stati Uniti,Svizzera e Svezia

    Entro marzo nuovi scali a Chennai (Madras), Bali e Ho

    Chi Minh City (Saigon)

    P rosegue a ritmo accelerato e si raffor-za su nuove rotte e nuovi scali la gran-de espansione del network di QatarAirways. AllITB di Berlino lAmmini-stratore Delegato della Compagnia, AkbarAl Baker, ha confermato le notizie circa lenuove destinazioni gi annunciate per il2007 ed ha svelato i nomi di 2 ulteriori me-te europee: Ginevra e Stoccolma.Qatar Airways festeggia questanno ildecimo anniversario e si conferma unadei principali vettori aerei mondialiinaugurando un doppio collegamentotransoceanico verso gli Stati Uniti: 4 vo-li settimanali per New York a partiredal 28 giugno e un volo giornaliero perWashington dalla prossima estate.Nel mese di marzo che si aperto conlavvio della linea Doha-Lagos parti-ranno anche altre 3 nuove tratte: vologiornaliero per Chennai (Madras) in

    India, 4 collegamenti set-timanali per Bali in In-

    donesia e per Ho ChiMinh City (Saigon),capitale del Viet-nam.Nel network di Qa-

    tar Airways entranoanche 2 grandi citt

    europee: Ginevra da finegiugno e Stoccolma a partire da no-vembre. Con queste new entries digrande prestigio la Compagnia si av-vicina alla soglia record di 80 destina-zioni nel mondo. Lambizioso piano disviluppo di Qatar Airways prevede an-che, a partire dal nuovo orario estivoche inizia il 25 marzo, un forte poten-ziamento dei voli con numerose cittin Europa, Africa, Giappone, India eGolfo Persico. Laumento delle fre-quenze (con 33 ulteriori voli settima-nali) potenzia notevolmente loffertacomplessiva della Compagnia e facili-ta i collegamenti con destinazioni digrande interesse e richiamo anche peril mercato italiano come Muscat, AbuDhabi, Osaka, Dar Es Salaam, Cochin,Mumbai e Hyderabad, tutte gi inse-rite nei cataloghi di molti TO. Inoltreil piano strategico della Compagniaprevede anche laumento da 8 a 11 vo-li settimanali dallItalia.AllITB di Berlino sono stati anche an-nunciati gli eccezionali risultati rag-giunti dal vettore nellultimo anno, cheha visto confermato un aumento com-plessivo di traffico del 35%. Per la fine di marzo chiusura del-lanno finanziario in corso QatarAirways stima di raggiungere gli 8 mi-lioni di passeggeri trasportati.

    A partire dal 25 marzo la lineaRoma-Helsinki potr infatti con-tare sul raddoppio dei voli; alconsolidato operativo della mat-tina si affianca un nuovo volo se-rale, con partenza alle 19.40 e arrivoalle 00.05. Dalla capitale finlandese ilvolo pomeridiano invece previsto alle 16.15 con arrivo alle18.40. E con il ritorno stagionale dei voli da Venezia e Pisa, lastessa offerta valida anche per le partenze dai due scali. Perinformazioni relative ai periodi di validit rivolgersi al nume-ro 199 4000 99.

    GSAir ora anche a Milano

    la GSAir, che in Italia rappre-senta la Air Moldova, la Uz-bekistan Airways, la Philippi-ne Airlines, la Azerbaijan Air-lines, ed operativa da anni aRoma, ha aperto una sede an-che a Milano. Questo lindi-rizzo e i recapiti telefonici:Piazza Repubblica 32 20124 Milano. Tel. 02-89786129/30;Fax 02-89786131; e-mail: [email protected]

    Gastone NardoniPresidente-Amm.Delegato GsAir

    Finnair raddoppia i voli da Roma

  • Loperatore toscano presentesul mercato italiano da moltianni con prodotti di qualit chespaziano dallagriturismo al soggiornobalneare nelle pi quotate localit ita-liane. Prodotti testati direttamente dalT.O. per avere la garanzia di proporreagli agenti di viaggio strutture sicureche soddisfino il cliente finale. Chie-diamo a Barbara Alessandri alcuneinformazioni relative allandamentodellanno passato e le novit del 2007.Siamo pi che soddisfatti dei risultati ot-tenuti. Le vendite 2006 sono andate benis-simo, abbiamo avuto un incremento di oltreil 16% passando da 30 milioni di euro nel2005 a 35 milioni di euro nel 2006. Inoltresiamo cresciuti anche come gruppo, oggi in-fatti contiamo 45 dipendenti (150