Click here to load reader

Travelling Interline n3 2009

  • View
    223

  • Download
    0

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Periodico di Turismo e Cultura - Anno XVII

Text of Travelling Interline n3 2009

  • Ci vogliano scusare i cultori del-la lingua italiana per il titolo al-linglese, ma poich il mondodellaeronautica, e non solo esso per laverit, ormai dominato da termini an-glosassoni, abbiamo pensato che ri-correre ad un termine che ci ricorda ilsolitario cow boy il quale con il suo fi-do cavallo vaga da solo per le prateriedel west, avrebbe meglio reso lidea dici di cui andremo a parlare, e cio del-latmosfera surreale cui oggi costret-

    to a confrontarsi un viaggiatore delmezzo aereo, senza mai incontrareunanima con cui parlare, dalla sceltadel vettore fino al volo e relativo arri-vo a destinazione.Iniziamo dallacquisto del titolo di viag-gio. Per entrarne in possesso dobbiamodisporre di un collegamento a Internet,quindi se esso non fosse disponibile,

    Chiss quanti tra coloro che lavo-rano nel turismo e che, nel lonta-no 18 aprile del 1993, hanno sbar-rato con sicurezza il SI sulla scheda perlabolizione del Ministero del Turismo edello Spettacolo, avrebbero immagina-to di ritrovarselo costituito nuovamen-te, senza alcun referendum? A parte il fatto che il referendum eraaperto a tutti gli elettori e, quindi, la scel-ta dellabrogazione stata dettata anchedal pensiero che un ministero in menoera uguale ad uno sperpero di soldi pub-blici in meno. Ma oggi? Siamo propriosicuri che se ci fosse un nuovo referen-dum la risposta sarebbe a favore dellasua nuova istituzione? Ma tant, tutti idiscorsi stanno a zero e, a breve, avremoMichela Vittoria Brambilla come nuovoMinistro del Turismo. Ora che stato tut-to deciso, e la volont popolare non haavuto bisogno di esprimere alcun pare-

    Liliana Comand Continua a pag. 2

    Torna il Ministero del Turismo

    Incontriamo il nuovo Country Ma-nager della Compagnia aerea che,in pochi anni, ha visto crescere inmodo esponenziale il numero dei pas-seggeri trasportati dallItalia. Un otti-mo risultato nonostante il periodo nonmolto felice in cui versa leconomia ita-liana. Ci pu tracciare un bilancio sul-lanno che ci siamo appena lasciati al-

    le spalle? Soddisfatti dei risultati ot-tenuti?Sono oltre 6 milioni i passeggeri che han-no volato con Etihad Airways nel 2008, unsalto in avanti del 34 per cento rispetto al-lanno precedente. La crescita di Etihad du-rante il 2008, quinto anno di attivit del-la compagnia, ha visto il numero totale deipasseggeri toccare i 6.021.931 e la mediaseat factor aumentare dal 68 al 75 per cen-to. La compagnia ha raggiunto in economyun seat factor medio del 77 per cento, conuna media dell84 per cento sui voli nel-larea Asia/Pacifico. Nel corso del 2008Etihad stata premiata con 17 riconosci-menti a livello globale per i suoi servizi e

    Blue Panorama Airlines, la com-pagnia aerea totalmente privataitaliana che opera con voli di li-nea intercontinentali, internazionali edomestici, nel mercato dei charter in-clusive tour a lungo, medio e breve rag-gio e voli ad hoc, ha scelto la Bit perpresentare le sue novit. In primis, ilvettore ha voluto confermare i suoi ope-rativi per la Thailandia anche per la sta-gione estiva, ribadendo cos il suo im-pegno verso la destinazione del sud-est

    Blue Panorama e Distal & ITR Group,un anno ricco di novit

    Continua a pag. 13

    ANNO XVII - N. 03 MARZO 2009 - MENSILE DI TURISMO E CULTURA - Via Nazionale, 204 - 00184 Roma, Tel. 06/4871721 - Fax 06/4871618 - Aut. Trib. Roma 469/92 - 31/7/92 - Tariffa R.O.C.-Poste Italiane S.p.A.- Sped. in Abb.Postale - D.L. 353/2003 (conv. In.L.27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1, DCB Roma - prezzo a copia 3,25 - filiale di Roma

    Alberto LentiniContinua a pag. 12

    Antonio BordoniContinua a pag. 8

    Le compagnie risparmiano su tutto (e sono in crisi),intanto il passeggero sempre pi solo

    a pag. 10

    Trasporto aereoOn line

    Viaggi e Offerte Interlinewww.interlinegroup.it

    a pag. 12

    Partnership Livingston-Space Tour

    a pag. 4

    Speciale Benessere

    Etihad Airwaysin crescita anche con la crisi

    Intervista a Marco Malato, Country Manager di Etihad Airways Italia

    www. travellinginterline.it

    EDITORIALE

    Franco Pecci

    Marco Malato

    The lonely passengerThe lonely passenger

  • re, lItalia avr nuovamente un referen-te per uno dei settori che dovrebbe es-sere fra i pi produttivi della nostra eco-nomia. Il nuovo dicastero di sicuro farfelici coloro i quali operano in questocomparto e che 16 anni fa si eranoespressi in maniera negativa sulla suaabolizione. Chi allora aveva visto con so-spetto e perplessit il passare delle va-rie competenze dalla centralit del Mi-nistero alla frammentazione delle re-gioni, province e comuni, dovr porsi,per, alcune domande sulla ripartizio-ne appunto delle varie spettanze esu cosa cambier per il settore rispetto aquanto stato fatto fino ad oggi, anchedalla stessa Brambilla in veste di Sotto-segretario con delega al turismo. Qualisaranno, infatti, i benefici in pi chetrarr il turismo? Potranno essere ero-gati contributi economici di cui fino adoggi non si disponeva? Ci sar una ge-stione delle sovvenzioni utilizzando i fi-nanziamenti di bilancio? A me sta molto simpatica Michela Vit-toria Brambilla, se non altro perch - daquando si occupa di turismo - riuscitaa far trasmettere nelle varie televisionidi Stato e private alcuni servizi sulle Fie-re del turismo, Globe 09 compresa, chenegli anni passati aveva ricevuto la stes-sa attenzione di un topolino mortoNoisperiamo vivamente in qualche cam-biamento (migliorativo sintende), masolo perch la speranza sempre lulti-ma a morire!

    Labusivismo, la concorrenzaAbitiamo proprio in una strano paese,ma siamo strani anche noi, non c chedire. Accettiamo tutto. Dalla concorren-za dei portali a quella dei grossi gruppidi acquisto, dalla rivalit degli stessi touroperator agli alberghi, dai privati che or-ganizzano i gruppi (come mai non han-no bisogno di mostrare una licenza aiT.O.?) alle parrocchie che sono diventa-te dei veri e propri centri di recluta-mento turisti. Il mondo agenziale sem-bra proprio accettare tutto supinamen-te. Accetta il ricatto dei clienti, che van-no in giro a fare la spesa vantando

    sconti assurdi, e per lavorare cala le bra-ghe togliendosi tutta la commissione ot-tenuta dal T.O. (purtroppo questa non una balla, ma un dato di fatto che starendendo i clienti sempre pi sfacciati epericolosi). Credo che nessun essereumano possa o voglia lavorare senza ri-cavarne un guadagno. Quei clienti cheentrano nelle agenzie per prenotare unviaggio, infatti, dispongono sicuramen-te di un reddito. Che derivi poi da lavo-ro dipendente o meno non ha impor-tanza, la cosa sicura che se lavorano al-la fine del mese devono ricevere uno sti-pendio o un qualsiasi altro tipo di com-penso. Bene, il turista italico che di-ventato molto pi scaltro degli ADV -ha capito perfettamente quale sia la fra-gilit e la poca unione del settore e se neapprofitta in maniera anche un po consentitemi il termine amorale.Da troppi anni il gioco lo conduce ilcliente e questo non solo non giusto,ma anche pericoloso per la sopravvi-venza delle piccole aziende. Questo ver-gognoso mercanteggiare nelle agenzie che avviene altrove solo nei mercati del-le pulci deve finire al pi presto. Bastacon questo gioco del gatto che rincorreil topo. Ma dove finita la fiducia nelproprio consulente turistico? Possibilemai che anche oggi si debba combatte-

    re la concorrenza di agenti ingenui oin malafede che sperano di aver con-quistato un cliente lavorando a zero uti-li? Ma allora diventato un settore disuicidi o di kamikaze, anzich di pro-fessionisti del turismo? Ma un po diconti in tasca, soprattutto da quando ilsettore turistico non fa altro che andaremale, non se li fa pi nessuno? Oppure, come ci confidano quotidiana-mente alcuni sales di T.O., diventatodi moda non guadagnare niente dallavendita dei viaggi ma lo diventato al-trettanto il rifilare poi agli operatori as-segni a vuoto o bonifici ritirati subito do-po linvio di un finto pagamento? Ci sono state molte chiusure di agenziee di piccoli T.O. in questi ultimi anni. Si-lenziose sparizioni che la dicono lungasullo stato attuale del turismo.

    Network, che sta succedendo?La nostra testata non si occupata vo-lutamente di alcuni fatti incresciosi ac-caduti nel mondo dei network. Buon-viaggio, Blu Vacanze e Cisalpina Tours,hanno avuto recentemente dei proble-mi legati alla vendita delle societ e allasituazione finanziaria non proprio bril-lante di alcune di esse. Non ce ne siamooccupati perch le notizie trapelate nonci consentono di esprimere giudizi sen-za incorrere in inesattezze pericolose.Per ora ci limitiamo a dichiararci di-spiaciuti per tutti coloro i quali si sonotrovati o si stanno trovando - in diffi-colt per laccaduto. Vorrei sapere daiT.O., per, quanti di loro stiano treman-do al pensiero dei soldi che sono loro do-vuti da queste grandi societ che, aquanto sembra, hanno accumulato unbel po di debiti. E mi domando: comemai alle piccole agenzie sempre chie-sto il pagamento anticipato di ogni pra-tica, mentre ai sempre grossi nomi stato consentito di accumulare cifre con-sistenti, da pagare come si dice a Ro-ma - a babbo morto? E speriamo proprio che il babbo nonmuoia, perch di Tour Operator in dif-ficolt ne avremo proprio tanti, e questonon ci rende di certo felici.

    Liliana Comand

    Liliana Comand

    Torna il Ministero del Turismo

    Segue da pag. 1

    2 T R A V E L L I N G I N T E R L I N E I N T E R N A T I O N A L

    SOMMARIOEDITORIALE PAG. 1, 2

    THE LONELY PASSENGER 1, 8

    ETIHAD AIRWAYS 1, 12

    BLUE PANORAMA, DISTAL & ITR 1, 13

    TURCHIA 2

    SPECIALE BENESSERE 4

    FUTURA VACANZE, ED SUBITOVIAGGI 6

    VALTUR 8

    TRASPORTO AEREO 10

    BRITISH AIRWAYS, AIR EUROPA 10

    QATAR AIRWAYSI 10

    LIVINGSTON, SPACE TOUR 12

    EMIRATES 13

    SETTEMARI, AIR MOLDOVA 14

    LIVINGSTON, AIR TRANSAT 14

    EDITORIALE

    Editore e Diretto