II Rivoluzione industriale: SESTO concorrente

  • View
    785

  • Download
    0

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Questa presentazione il frutto di un lavoro di uno dei miei alunni, viene pubblicato a mio nome per partecipare a un mini-concorso indetto nella mia classe III a.s. 2013 2014 e viene pubblicato a scopo didattico. II rivoluzione industriale, power point, lavoro didattico

Transcript

  • 1. Le conseguenze della prima rivoluzione industriale

2. Lindustria trasforma la vita economica e sociale Nel XIX il trionfo dell industria provocato dalla prima rivoluzione - modifica, con lorganizzazione di fabbrica, il modo di produrre - tramuta il ruolo degli imprenditori - comporta la concentrazione della manodopera nelle fabbriche - determina la nascita della classe operaia 3. - determina laumento della popolazione urbana - spinge la nascita di nuovi mezzi di trasporto e di comunicazione - permette lespansione di attivit commerciali e finanziari - d impulso allo sviluppo della ricerca scientifica - Moltiplica le invenzioni tecnologiche 4. Le premesse della seconda rivoluzione industriale 5. Inizia la costruzione delle ferrovie Nel 1840Europa/Stati Unitiinizia la costruzione su larga scala di ferrovie esempi: - treno - locomotive con caldaia a vapore 6. LInghilterra il paese pi industrializzato Nel 1820l Inghilterra il paese + industrializzato e la maggior potenza del mondo La prosperit economica si basa soprattutto: - sulla produzione di filati e tessuti - sulle miniere di carbone - sulle costruzioni meccaniche 7. Il Belgio si specializza nellindustria ferroviaria Agli inizi dellOttocentoil Belgiopaese pi industrializzato dEuropa (dopo lInghilterra) Motivi dello sviluppo: - la posizione geografica (che permette di esportare in Francia, Germania, olanda ecc) - le grandi risorse minerarie (carbone, ferro, piombo e zinco) - La lunga tradizione artigiana (che permette di avere manodopera di alta qualit nelle fabbriche) 8. Lindustria francese si sviluppa gradualmente Francia: - innovazioni + importanti industria tessile - industria meccanica (di piccole aziende) nei confini settentrionali con i Pirenei Altre innovazioni importanti: - nelle raffinerie di zucchero da barbabietola - nellindustria chimica, de vetro ecc. 9. Una forte accelerazione nella Germania occidentale in Germania solo dopo labolizione delle barriere doganali internec una decisa accelerazione industriale 10. LItalia un paese industrialmente arretrato A met dellOttocento lItalia un paese con uneconomia quasi esclusivamente agricola. Ad eccezione di alcune piccole iniziative presenti in: - Piemonte - Liguria - Lombardo-Veneto 11. La seconda rivoluzione industriale 12. Nasce la civilt della luce Alla fine dellottocento raggiunge la maturitlindustrializzazionedeterminata da invenzioni scientifiche e innovazioni tecnologiche. 13. Scoperte Uso dellelettricit come fonte di luce e calore Usa del petrolio come combustibile per il riscaldamento e lilluminazioneInvenzioni La lampadina elettrica (Thomas Edison) La dinamo Il telegrafo/codice morse (Samuel Morse) Il telefono (Antonio Meucci) Motore a scoppio (Dailmer e Benz) Le prime automobili (1886/1891) 14. Il telegrafoIl telefono 15. Si afferma la grande industria chimica Lindustria chimica creazione di nuovi prodotti: - fertilizzanti per lagricoltura - prime materie plastiche - medicinali di grande diffusione Conseguenza: la nascita di nuovi medicinali migliora la salute della popolazione (vaccino contro la rabbia, laspirina, lantibiotica). 16. In Italia: lindustria muove i primi passi 1872 Milano nasce la Pirelli, industria della gomma. Altre nuove industrie sono: la Cirio, la Rossi, la Branca.1884Iniziano a produrre le acciaierie Terni.Nasce poi il triangolo industriale: Torino - Milano - Genova 17. I quattro settori trainanti -Lindustria siderurgica: entrano in funzione altiforni e carboncoke vengono ampliati gli stabilimenti vengono fondate nuove imprese viene duplicata la produzione, che supera il fabbisogno nazionale 18. Lindustria meccanica: - ha uno sviluppo pi lento (Fiat) - la guerra mondiale segna il decollo del settore Lindustria chimica: - nasce dal nulla Lindustria elettrica: - Abbandona luso del vapore e si orienta sugli impianti idroelettrici - Nascono grandi imprese (Edison) 19. Conseguenze della seconda rivoluzione 20. Le colonie nascono in seguito alla necessit delle nazioni di avere una maggiore quantit di materie, da qui le necessit di acquisire nuovi territori in cui reperire tali materie 21. I domini britannici sono sparsi in tutti i continenti In Asia:In Africa: Singapore Hong Kong India Egitto Kenya Nigeria 22. La Francia controlla il Sud-Est asiatico e lAfrica Equatoriale In Asia:In Africa: Prorettorato (tutela politica, militare e amministrativa) su: - Tochino - Vietnam Territori centrooccidentali 23. La Germania ha possedimenti in Africa e nellOceano Pacifica In Africa: Togo CamerunNellOceano Pacifico: parte della Nuova Guinea 24. Anche le nazioni minori hanno territori coloniali Il Belgio ottiene il controllo del Congo LOlanda possiede la Guyana, lIndonesia e parte della Nuova Guinea Il Portogallo conquista in Africa lAngola, il Mozambico e la Guinea portoghese La Spagna possiede il Rio De Oro, la Guinea spagnola e la zona de Rif LItalia si assicura LEriteria 25. La condizione operaia e la nascita del socialismo 26. Nasce la consapevolezza di avere un destino comune - concentrazione di operai nelle periferie - massacranti ritmi di lavoro - le giornate duravano dalle 12/16 ore a cui erano sottoposti uomini, donne, bambiniche vivevano in precariet, senza certezze per il futuro e senza sostegni dallo stato 27. conseguenza: Pian piano tra i cittadini nacque: la coscienza di classe = la consapevolezza: - di avere interessi comuni da difendere - di appartenere alla stessa sorte - di appartenere tutti alla stessa classe sociale: la classe operaia 28. Vengono emanate le prime leggi sociali Il governo inglese emana le prime norme a favore della classe sociale dellindustria: 1831 - viene approvata la legge che vietava ai minori di lavorare di notte nellindustria tessile - viene vietata lassunzione di bambini sotto i 9 anni 1844 - viene fissata a 6 ore e mezzo la giornata lavorativa dei bambini e a 12 quella delle donne 29. Intanto gli operai si accorgono che solo con lunit e la solidit di classe possono contrastare lo sfruttamento a cui erano soggetti. conseguenza: danno vita cos alle prime organizzazioni sindacali organismi creati per: - opporsi ai licenziamenti - denunciare i bassi salari - migliorare le condizioni sanitarie e abitative 30. In Francia: nasce il socialismo utopistico Per le presenza di ingiustizie, povert ecc.Alcuni intellettuali delineano una societ diversa, libera dallo sfruttamentochiamati poi padri fondatori del socialismo utopistico** Socialismo definito utopistico, perch prospetta una idea di societ difficilmente realizzabile 31. Sostenitori di queste idee sono: - Henry de Saint-Simon- Charles Fourier- Pierre Proudhon 32. In Germania: Marx e Engels 1848Tensioni e numerosi tentativi rivoluzionariMarx e Engels pubblicano il Manifesto del Partito comunistaDove sono sintetizzati i principi essenziali del comunismo ( = ideologia che vogliono realizzare una societ fondata sull uguaglianza sociale, economica e giuridica degli uomini) 33. La vita politica nel secondo Ottocento 34. Aumenta la partecipazione alla vita politica 1800 Un numero sempre maggiore di popolazione partecipa alla vita pubblica ci dovuto in parte alla nascita di nuovi movimenti e partiti politici 1882 In Italia viene attuata la prima riforma elettorale, che abbassa il limite di voto dai 25 ai 20 anni e concede il diritto di voto anche a chi gode di un reddito medio 35. Nascono i primi partiti socialisti europei 1875 in Germania socialdemocraticonasce il partito1892 a Genova viene fondato da Filippo Turati il partito dei lavoratori italiani, poi chiamato partito socialista italiano in Inghilterra le organizzazioni danno origine a un movimento che si trasforma del Partito Laburista 36. Papa Leone XIII promulga il Rerum Novarum 37. 1891Leone XIIIpromulga il Rerum Novarumcon il quale rinnova la condanna al socialismo, ma afferma il dovere di garantire agli operai un giusto salario e condizioni di vita dignitose.Papa Leone XIII 38. Nascono i movimenti per lemancipazione femminile Lindustrializzazione e lespansione dei servizi conseguenza: nascono nuove opportunit di lavoro anche per il mondo femminile1865 Inghilterra si sviluppa un movimento per lemancipazione femminile (chiamate poi suffraggette) 39. Che si battevano per:- ottenere il diritto al voto - accesso alle professioni liberali (avvocato, medico) - i miglioramento dellstruzione femminile 40. Fonti Testi: E. Bonifazi, F. Chiara; Civilt senza frontiere; volume 3B Ed. Bulgarini 2009 Immagini: biografieonline.it, www.marxists.org www.paintingsoncanvas.ne, pensamientoarte.wordpress.com, archive.forumco mmunity.net, it.wikipedia.org, web.tiscalinet.it, ww w.masciliguria.org, www.galad.it, www.fmboschetto .it, it.wikipedia.org, ilvascellodegliscrittori.forumfre e.it,