10_11_2011 COOPERARE PER LA SALUTE - Lavorare in cooperazione

  • View
    693

  • Download
    4

Embed Size (px)

DESCRIPTION

 

Text of 10_11_2011 COOPERARE PER LA SALUTE - Lavorare in cooperazione

  • 1. La cooperazione sanitaria internazionale (CSI)1. Perch nei PVS c carenza di personale sanitario2. Pu essere utile/appropriato inviare personale espatriato nei PVS e nei progetti di CSI?3. Che caratteristiche deve avere il personale sanitario espatriato?4. Per chi interessato/motivato a lavorare nelle CSI quali sono le opportunit, come si fa a trovare un posto di lavoro nella CSI? Tempo a disposizione: 1 ora
  • 2. http://www.worldmapper.org/ Alcuni dati di fattoll problema della carenza di personale sanitario nei PVS
  • 3. http://www.worldmapper.org/ Mortalit materna Mortalit neonatalethe burden of disease e la transizione epidemiologica
  • 4. Total Population"Out of every 100 persons added to the population in the comingdecade, 97 will live in developing countries." Hania Zlotnik, 2005 2050 2300
  • 5. 7,7 milioni di medici al mondo, 1 ogni 124 pazienti
  • 6. infermieriThere are more nurses from Malawi in Manchester than in Malawi
  • 7. Parti assistiti da personale qualificatoMDG
  • 8. Laccesso ai servizi per la maternit e la salute riproduttiva presentano, tra i servizi sanitari, le piu alte disuguaglianze tra ricchi e poveri:
  • 9. Chi manca allappello nei PVS? Medici di ogni livello e competenza Specialisti in ogni settore Infermieri diplomati Infermieri specializzati Ostetriche Farmacisti Tecnici di laboratorio Fisioterapisti Operatori di comunit Ecc
  • 10. Le stime suggeriscono che i paesi con meno di 2,5 sanitari ogni 1000 persone (contandosolo i medici, le infermiere e le ostetriche), di solito non riescono a garantire un tasso dicopertura sufficiente per interventi essenziali di primary health-care, in particolare quellicritici per la salute materna, del neonato e del bambino. Lancet, 2008; 371: 1284-93 Le conseguenze per i PVS
  • 11. Perch i PVShanno carenza di personale sanitario?
  • 12. Sappiamo infatti che in un continente che sostiene il peso del 24per cento del carico di malattia globale, ma ha solo il 3 per centodel personale sanitario mondiale.Ogni anno decine di migliaia di medici e infermierispecializzati decidono di emigrare verso paesi pi ricchi, allaricerca di migliori condizioni di vita e di lavoro. Cinque paesiafricani hanno addirittura tassi di emigrazione di medici superiorial 50%, vale a dire che la met dei medici che formano lasciano ilpaese per lavorare in paesi OCSE[1]. Questa fuga dei cervellicomporta un costo altissimo per il continente dal punto di vistaeconomico e ancora di pi in termini di negazione del diritto allasalute per centinaia di migliaia di cittadini africani.
  • 13. Il brain drainNei paesi poveri Nei paesi occidentali Bassi salari Richiesta crescente di Inadeguate risorse personale sanitario Carichi di lavoro dovuta alla perdita di sproporzionati forze-lavoro per linvecchiamento della Rischi di infezione e popolazione e per violenze inadeguate Impossibilit di progresso programmazione dei di carriera bisogni Carenze normative e sindacali
  • 14. Mobilit degli operatori sanitariIl 33% delle infermiere in UK non sono inglesiPi del 20% dei medici in UK non sono inglesi, NHS, 2006Il 30%, circa, degli operatori socio-sanitari nel Veneto non sono italiani,
  • 15. Ci sono anche altri tipi di brain drain Lavorare in capitale e nelle aree maggiormente urbanizzate Lavorare per organismi internazionali
  • 16. Le possibilisoluzioni?Quale tipo dirisposta daparte della CSI?
  • 17. Le risposte della Cooperazione (Sanitaria) Internazionale? Includere sempre una forte componente formativa nei progetti di cooperazione; Formazione del personale locale a tutti i livelli e con tutti gli strumenti possibili: corsi, borse di studio, materiale didattico, salari, ecc GARANZIA DI SOSTENIBILITA AI PROGRAMMI E ESSENZIALE PER LAUTOSUFFICIENZA
  • 18. MEDICI CON LAFRICA CUAMM Mozambico: Prime lauree a Beira (25-8-07)Uganda: Nkozi Universit dei Martiri Ugandesi, master diploma e certificato in gestione dei servizi sanitari.
  • 19. Linvio dipersonaleespatriato,pro e contro?
  • 20. Linvio di personale espatriatoPerch? Coprire i bisogni di personale Introdurre innovazioni e promuovere cambiamenti Capacity building Solidariet individualePunti di forza Espatriati competenti e motivati sono di stimolo allo staff locale Capacit di innovare e di trasferire competenze tecniche specifiche Capacit gestionale per molti espatriati sono inesperti, poco preparati a lavorare in contesti a risorse limitate hanno poca familiarit con lepidemiologia locale e lorganizzazione del sistema sanitario sottovalutano le conoscenze del personale localeInoltre gli espatriati costano molto di pi del personale locale
  • 21. Identikit dellespatriatoITM Antwerp, The contribution of international health volunteers to the health workforcein subSaharan Africa, in Human Resources for Health, 2007, 5:19
  • 22. Migliaia di posizioni disponibili in tutto ilmondo, per cui la nazionalit conta solo relativamente Come ci si candida per un lavoro nelle ONG?
  • 23. Oltre 100.000 posti di lavoro di cui si conosce pocoC una forbice fra le migliaia di posti di lavoro offerti e lequantit enormi di CV che le organizzazioni ricevono.Nonostante questo molti posti rimangono vacanti PerchStudio di People In Aid:Le 116 organizzazioni oggetto dello studio avevanoricevuto circa 3000 candidature la settimana da parte dipersone interessate ad una esperienza nella cooperazioneinternazionale e nonostante questo ingente numero dicandidati, 372 posti erano rimasti vacanti
  • 24. Oltre 100.000 posti di lavoro di cui si conosce poco Cosa il candidato deve avere? Quali sono le motivazione dei candidati? Motivazioni frequenti e da evitare? Quali caratteristiche personali? Capacit professionali:in sanit quali specialisti? Lingue? Quali lingue? A che livello? Che cosa cercano e vogliono le organizzazioni?