Smart city & smart community

  • View
    264

  • Download
    4

Embed Size (px)

DESCRIPTION

For sharing informations and aware people in the city

Text of Smart city & smart community

  • 1. SMART CITY & SMART COMMUNITYPer una citt pi ricca di informazioni condivise e partecipazione responsabileDINO BERTOCCO - TIME TO NET 1

2. Indice Una visione (ottimistica) di futuro Padova citta sospesa Cultura e innovazione (Parole chiave) Interattivita con persone e cose Internet delle cose e letica 1 e 2 Ciclo di feed back e retroazione Lavori in corso La riflessivita a cui attingere Focalizzazione dei processi Lavoro, creativit e nuova imprenditorialit Open government, open data & good data Urban innovation Rigenerazione urbana edi l manifesto di Renzo Piano per le periferie Gli assi europei dello sviluppo sostenibile I fattori dello sviluppo urbano Lo smart city Index 1 e 2 Lattivit laboratoriale Il lavoro di rete Progetto formativo per la smart city NetworkingDINO BERTOCCO - TIME TO NET 2 3. UNA VISIONE (OTTIMISTICA) DI FUTUROLa rapidit dello stile e del pensiero vuol dire soprattutto agilit, mobilit, disinvoltura; tutte qualit che saccordano con unascrittura pronta alle divagazioni, a saltare da un argomento allaltro, a perdere il filo cento volte e a ritrovarlo dopo centogiravolte (Italo Calvino LEZIONI AMERICANE Ridare senso alle parole/coerenza aicomportamenti Coltivare lamicizia civica attraverso lapartecipazione Trasmettere fiducia per superare laframmentazione e lisolamento sociale Sostenere la discontinuit della governanceurbana con la cittadinanza attiva Contribuire a definire una metodologiacondivisa nella costruzione della smart city Adottare un approccio processuale (step bystep) e multidisciplinare nelle scelteprogrammatiche Alimentare la lettura critica dellimpattotecnologico sullo sviluppo della cittinterpretandone le enormi potenzialitsociali positive (utopia vs distopia)DINO BERTOCCO - TIME TO NET 3 4. PADOVA CITTA SOSPESA Dimensione amministrativa di media citt inserita in un contesto di area metropolitana senzagovernance Tradizione di operosit solidale della Chiesa e dellAssociazionismo che si confronta con le spintealla secolarizzazione e allindividualismo consumistico La cultura del sapere scientifico e della ricerca che fatica ad implementare il rapporto collaborativocon il sistema delle Imprese ed il territorio per alimentare linnovazione tecnologica e sociale Il declino demografico dellinvecchiamento che viaggia parallelo al disagio giovanile (vedi il Botelon)alla ricerca di nuovi modelli sociali e sbocchi professionali Lemergere di pulsioni di autodifesa localista rispetto al fenomeno immigrazione e la vocazione arealizzare straordinarie esperienze di integrazione e di solidariet internazionale (vedi CUAM) Lintensa attivit culturale promossa dallAmministrazione comunale e la diffusione di Fondazioni edAssociazioni che si interfacciano anche con una realt sociale di quartieri e spazi urbani degradati ediventati non luoghi La discussione e le querelle sulle grandi opere e limmobilismo sulla realt di un patrimonioimmobiliare dequalificato e deprezzato, energivoro Lottima iniziativa di bike sharing ed il persistente primato dellinquinamento atmosferico La moltiplicazione delle misure di prevenzione e la (necessaria) mobilitazione dei cittadiniinsufficienti a contrastare laggressione malavitosa ai cittadini ed alle attivit commercialiDINO BERTOCCO - TIME TO NET 4 5. CULTURA e INNOVAZIONE(Parole chiave) Persone & Tecnologie Trasparenza & Fiducia Relazioni & Empatia Innovazione & Informazione Conoscenza &Futuro Velocit & Comunit Gestione amministrativa &Sentiment analysis Logos & Metis Crisi & ResilienzaDINO BERTOCCO - TIME TO NET 5 6. INTERATTIVITA CON PERSONE E COSE L ICT dellultimo decennio ha rivoluzionatolintensit e la qualit relazionale tra le persone,innescando il processo evolutivo di mente-aumentata: lintegrazione simbiotica dellatecnologia con le nostre menti che staproducendo il cosiddetto brain gain opotenziamento della mente (Marc Prensky) Stiamo assistendo (e saremo protagonisti) di uncambiamento ancor pi radicale con lInternetof things, che modificher i concetti di spazio edi tempo (nel 2015 30 miliardi di oggetticollegati al web) Sensori, QR Code, NFC, RFID,videosorveglianza, ecc. costituiranno supporticon unalta capacit di trattenere un numeromaggiore di informazioni facilmenteinterpretabili da device mobili, grazie ai qualisinnester un tipo di apprendimento anywhereand anytime, dove il discente domanda e latecnologia risponde. Il design delle Piattaforme tecnologiche (vediarch. Carlo Ratti Sense Able del MIT) assumeruna funzione cruciale nel determinare il grado dicoinvolgimento e partecipazione dei cittadiniDINO BERTOCCO - TIME TO NET 6 7. INTERNET DELLE COSE E LETICA (1)(Norberto Patrignani, Computer Ethics, Politecnico di Torino)L'ultima fiera di Las Vegas l'ha evidenziato senza dubbio:esploderanno oggetti intelligenti, indossabili e sensoriintorno a noi. Addosso a noi. Tutto questo solleva una seriedi aspetti etici molto importanti. Che investono i nostridiritti fondamentali:- i dati personali sono parte integrante della personalitdell'individuo e non devono essere considerati semplici oggettidi transazione commerciale;- la confidenzialit e la privacy vanno rispettate assicurandoche i dati delle persone siano protetti con adeguati standard disicurezza informatica e non riconducibili ad una personaspecifica. Solo le persone autorizzate ad un uso legittimo (etracciabile) possono ri-collegare un dato ad un singoloindividuo;- tutti i partecipanti alle sperimentazioni delle applicazioniforniscono un consenso informato;- l'auto-determinazione va rispettata assicurando che i datisanitari sensibili siano raccolti direttamente dalla personacoinvolta. Le persone hanno il diritto di conoscere e discegliere quali dati personali vengono raccolti e memorizzati,da chi saranno utilizzati e per quali scopi, di correggere i datistessi, se necessario, di opporsi all'uso secondario dei dati nonautorizzato specificatamente;DINO BERTOCCO - TIME TO NET 7 8. INTERNET DELLE COSE E LETICA (2)- tutte le persone ed entit coinvolte nelle applicazioni eche hanno accesso ai dati hanno la responsabilit delcorretto uso dei dati;- ogni volta che un dato personale viene selezionato eraccolto devono essere rispettati i principi dell'usolegittimo, deve essere strettamente legatoall'applicazione autorizzata;- il rispetto dei diritti umani e della libert della personadevono essere rispettati, in particolare la sicurezza delletecnologie applicate alla salute deve essere assicurata aimassimi livelli, inclusa la sicurezza della trasmissioneelettronica dei dati personali;- le persone vanno coinvolte nello sviluppo delleapplicazioni fin dall'inizio, con un approccio diparticipatory design, contribuendo alle decisioni e allescelte di progetto;- la trasparenza va assicurata anche attraverso unaadeguata informazione e educazione delle personecoinvolte.DINO BERTOCCO - TIME TO NET 8 9. CICLO DI FEED-BACK O DI RETROAZIONEEssere una persona non una formula data, ma una ricerca, un mistero, uno slancio di fede (Jeron Lanier)Esiste, quindi, la necessit di adottare unmetodo che ottimizzi dati epartecipazione dei cittadini:a) Prova o raccolta datib) Rilevanza o dimostrazionedellinformazione raccolta in un contestoutile per lindividuoc) Effetto per il quale linformazionechiarisce uno o pi percorsi futurid) E infine azione che il momento in cuilindividuo pu ricalibrare una scelta eagireA questo punto lazione viene misurata eil ciclo di retroazione avviatonuovamenteDINO BERTOCCO - TIME TO NET 9 10. LAVORI IN CORSO A PADOVA Il progetto SOFT CITY La Cabina di regia per Padovasmart city Il Gruppo di lavoro comunale /Portale Le scelte strategiche ed operativein Agenda 21 Fermenti: nuove idee eprotagonisti per la citt Lattivit e gli interventi diTELERETE NORDEST LOsservatorio di Galileo PST Il nuovo Laboratorio civico Non solo HORIZON 2020DINO BERTOCCO - TIME TO NET 10 11. LA RIFLESSIVITA A CUI ATTINGERE ROCKFELLER FOUNDATION: Cities,Information and Inclusion FORUM PA: La smart city al servizio delcittadino (Materiali 2013) FORUM PA: Icity Rate, la classifica dellecitt intelligenti italiane ABB: Smart Cities in Italia: unopportunitnello spirito del Rinascimento per unanuova qualit della vita Andrea Granelli, Citt intelligenti? Per unavia italiana alle citt intelligenti Michele Vianello, Smart Cities. Gestire lacomplessit urbana nellera di InternetDINO BERTOCCO - TIME TO NET 11 12. FOCALIZZAZIONE DEI PROCESSI MOBILITA: impatto ambientale e sociale, traporto individuale : TPL + bike sharing EFFFICIENZA ENERGETICA: mappatura consumi e riqualificazione edifici (vedi esperienza di Genovaper la certificazione e ruolo ANACI) WELFARE LOCALE e processo di invecchiamento WELFARE LOCALE e le sfide dellinnovazione e dellinclusione sociale SCUOLA e digitalizzazione della didattica LAVORO, creativit e nuova imprenditorialit con le ICTs OPEN DATA & GOOD DATA OPEN GOVERNMENT CULTURA/TURISMO con i socialmedia COMMMERCIO, CONSUMI e QR CODE SICUREZZA: telecamere e forum dei cittadini URBAN INNOVATION: materiali, tecnologie e progettazione partecipata degli interventi diriqualificazione LA CITTA DELLA CONOSCENZA: il lato oscuro del digitale e la strategia per il lifelong learning Lattivit di TELERETE NORDEST La funzione del Parco Scientifico Tecnologico Galileo Il contributo scientifico dei Centri di Ricerca universitariDINO BERTOCCO - TIME TO NET 12 13. LAVORO, CREATIVITA & NUOVAIMPRENDITORIALITA La scommessa di Talent Garden: un PassionCoWorking Space, parte della prima RetedInnovazione dItalia. Offre un servizio dicondivisione di spazi di lavoro ed rivolto afreelance, agenzie e startup che lavorano evogliono fare network nel mondo dellacomunicazione, del web e del digitale(www.padova.talentgarden.it) Il progetto di Start Cube, dedicato ad aziendeappena costituite o in via di costituzione, che sicaratterizzino per linnovativit del prodotto oservizio oggetto dellattivit dimpresa(www.startcube.it) Cubo rosso: il luogo della form