Click here to load reader

ANNO III N.15 GENNAIO 2016 - · PDF filesegreti” con il compito, come ci dice Ammiano Marcellino, di «sparpagliarsi in tutte le direzioni per riferire poi ai nostri generali le

  • View
    217

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of ANNO III N.15 GENNAIO 2016 - · PDF filesegreti” con il compito, come ci dice Ammiano...

IL LEGIONARIO COMMENTARIVS DEL SOLDATO ROMANO

NOTIZIARIO DELLASSOCIAZIONE

ANNO III N.15 GENNAIO 2016 -

Testi e struttura: TETRVS

I MISTERIOSI ARCANI

Una fantasiosa raffigurazione di arcano by RudolfIskandar ( DeviantArt)

http://www.google.it/url?sa=i&rct=j&q=&esrc=s&source=images&cd=&cad=rja&uact=8&ved=0CAUQjhxqFQoTCJbZtPGzz8gCFUnAFAodrw0CgQ&url=http%3A%2F%2Frudolfiskandar.deviantart.com%2Fart%2FArcani-107538110&bvm=bv.105454873,d.bGQ&psig=AFQjCNH7WIExDnozoIr2A4CCxZYIi1U3HA&ust=1445373995774648http://www.google.it/url?sa=i&rct=j&q=&esrc=s&source=images&cd=&cad=rja&uact=8&ved=0CAcQjRxqFQoTCJbZtPGzz8gCFUnAFAodrw0CgQ&url=http://rudolfiskandar.deviantart.com/art/Arcani-107538110&bvm=bv.105454873,d.bGQ&psig=AFQjCNH7WIExDnozoIr2A4CCxZYIi1U3HA&ust=1445373995774648

I MISTERIOSI ARCANI

La traccia

Gli arcani (o areani, o angariani), erano un antico corpo paramilitare romano, di

remote e oscure origini.

Gli arcani sono menzionati dallo storico militare Ammiano Marcellino (IV secolo)

nella sua opera Le Storie (XXVIII, 3,8). In questa opera, Ammiano narra che nel 369 il

comes rei militaris Flavio Teodosio (il Vecchio), padre del futuro imperatore Teodosio I,

era stato inviato in Britannia dall'imperatore Valentiniano I con nuove truppe e col

compito di porre fine alla cosiddetta Grande cospirazione cio all'invasione della

provincia da parte dei barbari.

Dopo aver vittoriosamente concluso la campagna militare per liberare la Britannia

dalle insidie dei barbari, Teodosio aveva dato lavvio alla ricostruzione di citt, rinforzo

delle fortezze, recuperando il territorio della Valentia.

In questa opera di ripristino, Teodosio si occup anche del corpo degli Arcani.

Scrive Ammiano che durante questi avvenimenti cos importanti, Teodosio allontan dai posti

di guardia gli Arcani, categoria di impiegati di antica costituzione, che a poco a poco si erano

corrotti (genus hominum a veteribus institutum... paulatim prolapsos in vitia). Su di loro abbiamo dato

qualche notizia narrando le imprese di Costante [Costante I, ma il libro andato perso - NdC ].

Erano stati accusati con prove evidenti che, attirati dalla grandezza delle prede ricevute e promesse,

avessero pi volte riferito ai barbari ci che accadeva da noi. A loro spettava il compito di

sparpagliarsi in tutte le direzioni per riferire poi ai nostri generali le voci riguardanti le popolazioni

vicine.

Le uniche informazioni fornite da Ammiano Marcellino lasciano supporre che gli

Arcani costituissero una sorta di polizia segreta, paragonabile a quella degli agentes in

rebus, probabilmente tipica della Britannia, come ha supposto lo storico e archeologo

francese Andr Piganiol, (Histoire de Rome, 1939)

I componenti di questo corpo paramilitare dovevano agire dunque come agenti

segreti con il compito, come ci dice Ammiano Marcellino, di sparpagliarsi in tutte le

direzioni per riferire poi ai nostri generali le voci riguardanti i popoli vicini.

Ma, da come si evince da Le Storie, gli Arcani furono collusi con il nemico e

accusati di tradimento o doppio gioco e quindi eliminati.

Un mistero nel mistero anche rappresentato dal loro nome o dalla loro

denominazione. Tendenzialmente vengono indicati come arcani, alla stregua di

nascosto. Nelledizione UTET de Le storie, a cura di Antonio Selem, la nota 3, pag 882

dice che a giudicare dal nome e dalla loro funzione sembra si tratti di agenti del servizio segreto.

In sostanza si fa la similitudine di arcano nel senso di segreto.

https://it.wikipedia.org/wiki/IV_secolo

Quindi la denominazione di "arcani", suggestivamente appropriata per ununit di

spionaggio, potrebbe essere, invece, il risultato id una congettura mescolato con un po

di fantasia. frutto di congettura. Difatti sempre nella succitata nota delledizione UTET

c un richiamo ai codici vaticani 1873 e 2969 dove si legge areanos, cos come nelle

edizioni di Johann Froben (XVI secolo) e di Mueller, (ipotesi ancora sostenibile secondo

Marie-Anne Mari). per cui Johann Augustin Wagner propose l'emendazione "angarianos"

che interpreta cursores publici vel cursus publici prefecti. Infine vi la versione di Heraeus

-"arcanos" - per lo pi accolta nelle edizioni moderne, interpretando il refuso nel testo

come un errore di minuscola.

A vantaggio della tesi Arcani risulta questo frammento di una tavoletta (n.162)

rinvenuta a nel forte romano di Vindolandia (Inghilterra del Nord) contenente due parole

scritte in una buona grafia a lettere maiuscole: MILES ARCANV.. Si potrebbe, dunque,

riferire a un agente dell'intelligence romana o a un tipo di esploratore. In alternativa,

possibile che sia una sorta di "cartellino" che registra semplicemente il nome di un soldato.

Il reperto inventariato Vindolandia n.85.244.

Il reperto di Vindolandia

Lipotetico equipaggiamento

Non conosciamo nulla in merito allipotetico equipaggiamento . Occorre per

ricordare che in qualit di agenti segreti dovevano vestire in abiti che li confondessero

tra coloro di cui dovevano spiare le mosse e quindi molto probabilmente agivano in abiti

civili secondo le usanze e costumi del luogo in cui erano impiegati.

Nel caso di un loro eventuale utilizzo in battaglie, conflitti o scontri in quanto

presumibile corpo paramilitare, il loro equipaggiamento non doveva essere dissimile da

quello in voga al periodo in questione. Gli illustratori di rievocazione li raffigurano in

ipotetiche possenti corazze muscolate ed elmi classicheggianti (come il disegno in

http://images.csad.ox.ac.uk:8087/fif=162_1-front.fpx&init=-0.7272727,0.0,1.7272727,1.0&rect=-0.7272727,0.0,1.7272727,1.0&wid=543&hei=484&vtrx=1&lng=en&enablePastMaxZoom=OFF&zFactor=100&page=/uv/uvvin.html&obj=uv,1.0

copertina o quello sottostante) che lasciano molto margine alla fantasia e in aggiunta con

una inquietante maschera sul viso a mo di camuffamento.

Unaltra versione di fantasia relativa ad un arcanus

Non insolito trovare soldati romani con il volto coperta da maschere anche nel

tardo impero ma questo accessorio doveva avere pi una valenza cerimoniale che un

effettivo scopo bellico, tenuto conto del ridotto campo visivo che comporta una

copertura del genere. Se proprio si vuole accettare lidea di un qualcosa che evitasse

uneventuale identificazione del miles arcanus si potrebbe al massimo propendere per

una sorta di cappuccio di tela, ma si ripete ci potrebbe essere solo una interpretazione

fantasiosa per aggiungere mistero, e anche un po di fascino, a questa figura.

Il probabile aspetto di un legionario della fine del IV secolo

CURIOSIT

Gli arcani/areani/angariani, oggetto di studio di un gruppo assai ristretto di specialisti del

tardoantico, hanno conosciuto recentemente una certa popolarit nel mondo del role-playing grazie

a un gioco di ruolo, GeArcani e di alcuni libri di ispirazione cospiratoria il cui patto narrativo si

basa sul presupposto della "sopravvivenza carsica" (il meccanismo delle leggende sui Templari,

sugli Atlantidei o recentemente sugli Illuminati), secondo cui gli Arcani, ridenominati "Guerrieri

arcani", sarebbero una sorta di setta segreta, fondata in tempi repubblicani e perpetuatasi nei secoli

ben oltre la fine dell'Impero romano, con caratteri tra l'esoterico e il militare.

Fonte: Wikipedia 4

http://www.google.it/url?sa=i&rct=j&q=&esrc=s&source=images&cd=&cad=rja&uact=8&ved=0CAcQjRxqFQoTCLmX6sW1z8gCFQnJFAodWxkDkQ&url=http://rtw.heavengames.com/history/general/Truth_Fantasy/Truth_Fantasy/&psig=AFQjCNE4g8TZ3laCBTovN-yIv_TKyawGYg&ust=1445374420067165http://4.bp.blogspot.com/_eGXpyUjcpJM/TCSsjX8IYOI/AAAAAAAACQI/RyoLGXbEUGM/s1600/img251+Web++copia.jpg

NORMATIVA SUL PORTO DI ARMI STORICHE (armi bianche, archi, balestre e affini) 2a PARTE

COSA DICE LA LEGGE Tutti gli oggetti della categoria A) sono sottoposti al seguente regime per quanto riguarda la regolamentazione delle

quattro condizioni di base:

1) per lacquisto necessario un titolo di Pubblica Sicurezza. Porto d'armi, Nulla Osta o altro.

2) Per la detenzione necessaria la denuncia presso l'ufficio di Pubblica Sicurezza (commissariato, stazione dei

carabinieri, ecc.) territorialmente competente nel pi breve tempo possibile dall'acquisto.

3) il porto sempre e comunque proibito senza autorizzazione.

4) Il trasporto consentito con un titolo di porto d'armi. In caso di acquisto con Nulla Osta questo vale anche da

titolo per il trasporto una tantum dal negozio a casa lungo il tragitto pi breve ragionevolmente seguibile (ossia

si acquista larma a Roma e ci si deve recare al proprio domicilio a Roma, se si viene fermati lungo la

destinazione con unarma pu non esserci alcun problema; se si viene fermati oltre la destinazione potrebbero

sollevare obiezioni fondate).

Per gli oggetti della categoria B) invece vale il seguente regime:

1) Sono liberamente acquistabili sempre e comunque.

2) sono liberamente detenibili sempre e comunque.

3) consentito il porto senza alc

Search related