Economia intermediari finanziari

  • View
    65

  • Download
    3

Embed Size (px)

Text of Economia intermediari finanziari

  • Appunti di Economia degli Intermediari Finanziari:

    il Sistema Finanziario

    Autori: Profman, Tytty, Gio, Barby

  • Appunti diEconomia degli Intermediari Finanziari Visto su: www.profland.altervista.org

    Si ricorda che:

    - l'uso degli appunti qui presenti consentito per solo uso personale e di studio;- la consultazione gratuita ed ogni forma atta a ricavarne lucro vietata!- gli appunti sono fatti da studenti che non possono assumersi nessuna responsabilit in merito;- il materiale qui presente non sostitutivo ma complementare ai libri di testo:

    - devi (e ti consiglio) di consultare e comprare i libri di testo;- il materiale qui presente distribuito con licenza Creative Commons

    Ti ricordo che se vuoi contribuire mandando degli appunti o quant'altro possa essere utile ad altri puoi farlo inviando il materiale tramite:

    http://profland.altervista.org/mail.htm

    Spero che ci che hai scaricato ti possa essere utile.

    Profman

    Il file stato scaricato/visualizzato in forma gratuita da Profland:http://profland.altervista.org

    sezione Profstudiohttp://profland.altervista.org/profstudio/profstudio.htm

    oppure da qualche mirror, come:

    www.profland.cjb.net www.profland.135.it

    o dalla pagina dedicata su slideshare.net:www.slideshare.net/profman

    2/78

  • Appunti diEconomia degli Intermediari Finanziari Visto su: www.profland.altervista.org

    Capitolo 1IL SISTEMA FINANZIARIO

    1. Il sistema finanziario una struttura fondamentale delleconomia reale poich ne migliora sostanzialmente il funzionamento, lefficienza e, in definitiva, la capacit di produrre ricchezza: in altre parole quella struttura attraverso cui si svolge lattivit finanziaria, cio la produzione e lofferta di servizi finanziari; infatti linsieme organizzato di mercati, intermediari finanziari e strumenti finanziari. Questi ultimi sono una particolare categoria di contratti aventi per oggetto diritti e prestazioni di natura finanziaria, negoziati in mercati specializzati (mercati finanziari). Gli intermediari finanziari sono una speciale classe di imprese che svolgono essenzialmente attivit finanziaria, basata cio sulla negoziazione di strumenti finanziari e sullofferta di servizi connessi con la circolazione degli strumenti stessi. Il funzionamento avviene attraverso regole e controlli, conseguentemente quindi la quarta componente della struttura costituita dalle autorit di vigilanza.

    2. Le funzioni del sistema finanziarioIl sistema finanziario realizza, attraverso produzione ed offerta di servizi finanziari, 3 fondamentali processi del finanziamento di uneconomia moderna.

    Lofferta di strumenti di regolamento degli scambiUn sistema che basa la sua funzionalit sulla specializzazione e sulle diverse possibilit di posizioni, deve disporre di meccanismi di scambio e di regolamento degli scambi molto sviluppati ed efficienti. Il progresso legato al fatto che la moneta accresce larea di scambio: aumenta la possibilit di contropartita, si riducono i costi, si limitano i rischi. Non pi necessario produrre per esigenze di autocomsumo, ma si pu produrre per il mercato, sfruttando i vantaggi della specializzazione.Levoluzione storica della moneta accompagna tale specializzazione: si passati dalla moneta merce (valore intrinseco, ad es. monete in metallo prezioso) alla moneta segno (valore in termini nominali), dalla moneta bancaria alla moneta elettronica. Questa evoluzione dipesa dalla ricerca di nuovi mezzi di pagamento idonei a ridurre il costo delle transazioni e a renderne meno rischioso il regolamento.

    Laccumulazione del risparmio ed il finanziamento degli investimenti: il trasferimento delle risorse finanziarieLa crescita di un sistema economico basata sul volume e sulla natura degli investimenti realizzati in un determinato arco temporale. Il volume condizionato dalla capacit di accumulazione del risparmio, mentre la natura dipende dalle scelte di allocazione dello stesso investimento in forma finanziaria. Accumulazione e allocazione del risparmio presuppongono che il sistema crei le condizioni pi favorevoli: alle decisioni di risparmio dei soggetti con surplus di reddito sui consumi; alle decisioni di investimento del risparmio; alle decisioni di finanziamento dei soggetti in deficit.Per condizioni pi favorevoli sintende lofferta ai risparmiatori e utilizzatori finali delle risorse finanziarie di incentivi pi forti soprattutto perch si attivino circuiti di trasferimento che finanzino gli investimenti con maggiore redditivit attesa, dato un

    3/78

  • Appunti diEconomia degli Intermediari Finanziari Visto su: www.profland.altervista.org

    certo livello di rischio (inteso come grado di incertezza su rendimento futuro di un investimento).Anche in questi tipi di trasferimenti esistono 2 tipologie di soggetti opposti: una parte (i risparmiatori) dispone al presente di potere dacquisto in eccesso ed disposta a scambiarlo con potere dacquisto futuro (a patto che ci siano adeguati termini contrattuali e che ne derivi un vantaggio economico dato dal rendimento), unaltra parte ha al presente un deficit di potere dacquisto che risolve attraverso contratti di finanziamento per poter effettuare investimenti reali di ammontare superiore allautofinanziamento disponibile o per anticipare consumi rispetto allattuale capacit di spesa.Il trasferimento delle risorse tra questi soggetti richiede che ci sia un certo grado di finanziarizzazione delleconomia, ossia la possibilit di incorporare il reddito non consumato e la ricchezza accumulata in contratti che rappresentino:- per il creditore: una forma di investimento finanziario;- per il debitore: una raccolta di risorse finanziarie aggiuntive.La finanziarizzazione produce 2 risultati fondamentali per lorganizzazione dellattivit economica:- la ricchezza reale: se rappresentata da strumenti finanziari, ha un pi alto grado di

    liquidit e trasferibilit;- i soggetti con funzione di investimento reale: possono mobilitare risorse finanziarie

    ben oltre la capacit individuale.Una prima difficolt rappresentata dallalto costo nella ricerca diretta della controparte e da unincertezza sullesito finale altrettanto elevata; una seconda sta nella ricerca del risultato desiderato, ossia nel livello di rischio incorporato nellaccordo: si tratta infatti di accordi a prestazioni differite.Il sistema finanziario opera al fine di rendere funzionale ed efficiente il processo di trasferimento delle risorse in diversi modi: come la definizione delle forme contrattuali, la produzione di informazioni di prezzo, ecc. Ci configura un meccanismo attraverso cui si realizza un accentramento delle risorse proveniente da una moltitudine di risparmiatori e la redistribuzione delle stesse tra i diversi possibili utilizzatori.

    In tale ambito si inseriscono le funzioni del sistema finanziario. Un aspetto della natura dellattivit finanziaria la rischiosit e la richiesta di modalit operative che ne favoriscano lo svolgimento. I fattori che favoriscono questo circuito sono in particolare 3, attraverso i quali si rafforza e si rende pi efficiente il processo di trasferimento delle risorse finanziarie.- Linformazione: importante per i risparmiatori conoscere il rischio inerente il

    rimborso alla scadenza. Bisogna avere informazioni accurate ex-ante sulla potenziale controparte per valutarne laffidabilit, ma bisogna continuare a raccoglierle ex-post per monitorare lutilizzo corretto dei fondi. Gli intermediari finanziari, insieme con i mercati organizzati, hanno la funzione di ridurre il gap di informazione cui esposto il creditore e possono farlo in termini economicamente convenienti. Sono rilevanti 2 contributi informativi:~ quello che serve per la misurazione del rischio (selezionare ex-ante e monitorare

    ex-post);4/78

  • Appunti diEconomia degli Intermediari Finanziari Visto su: www.profland.altervista.org

    ~ quello derivante dalla funzione di informazione di prezzo che consente unallocazione decentrata, guidata da segnali di convenienza espressi attraverso la quotazione di strumenti finanziari (i contratti).

    Se si riassume il contenuto degli strumenti finanziari (profilo/rischio/rendimento), i contratti finanziari possono essere classificati lungo unideale curva di mercato in cui, per rischi crescenti, si hanno rendimenti attesi pi alti. Lampiezza delle forme contrattuali disponibili nel sistema finanziario facilita la copertura degli svariati schemi di preferenza di creditori e debitori: da quelli pi avversi al rischio a quelli che ricercano unalta esposizione.

    - La liquidit: identifica la possibilit di smobilizzare linvestimento prima della data di rimborso contrattuale. Essa dunque funzione della natura degli strumenti finanziari che possono essere negoziabili o non negoziabili (nel primo caso la liquidit deriva anche dalla possibilit di negoziare gli strumenti in un mercato); del tipo di strumento e, infine, della presenza di mercati organizzati in cui lo scambio pu avvenire con costi di transazione molto bassi e prezzi trasparenti.

    - La trasformazione del rischio: i creditori pi avversi al rischio possono ritenere non finanziabile la parte pi rischiosa dei prenditori di fondi, per ovviare a questa difficolt, il sistema finanziario opera una trasformazione del rischio, ci rende possibile che i creditori trovino una forma di impiego che soddisfi la bassa propensione al rischio e che i prenditori siano finanziabili nonostante presentino un rischio elevato o ricorrano a strumenti pi rischiosi. Meccanismi attuabili sono:~ assunzione di una parte del rischio del