La Bacheca del Sesto Milium (2010/11, n.03)

  • View
    213

  • Download
    0

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Bollettino del Rotary Club "Sesto Milium - Centenario" (Ottobre 2010)

Text of La Bacheca del Sesto Milium (2010/11, n.03)

  • 1

    Bollettino n. 3 del Rotary Club Sesto Milium Centenario - Distretto 2040 Venerd 29 Ottobre 2010 Anno Rotariano 2010/2011

    Il R.C. Sesto Milium Centenario e la

    Carissimi soci,

    Domenica 19 dicembre, 11.00, presso il cineteatro La Rondinella di Sesto San Giovanni, il nostro Club offrir alla cittadinanza sestese un concerto natalizio.

    Il concerto, patrocinato dal Comune di Sesto San Giovanni, sar organizzato con due partner di eccezione, due associazioni molto forti sul territorio.

    Lassociazione culturale la Rondinella una sezione della C.G.S (Cinecircoli Giovanili Socioculturali), costituita nel 1967 dagli enti CNOS e CIOFS (Opera Salesiane e Figlie di Maria Ausiliatrice), riconosciuta dal Ministero dell'Interno e dal Ministero per il Turismo e lo Spettacolo. LA CGS giunta al 43 anno di attivit. Lassociazione, oltre a gestire una delle migliori e pi gettonate sale della Lombardia, organizza e promuove una intensa attivit di cinema e teatro di qualit. La Fondazione Pelucca onlus, laltro partner delliniziativa, non avrebbe bisogno di presentazioni, ma bene ricordare che attiva nellerogazione di servizi di cura agli anziani e persone svantaggiate. La Fondazione Pelucca garantisce servizi residenziali, semi residenziali e domiciliari ai propri assistiti. La Fondazione Pelucca parteciper al concerto con i propri assistiti. La sala ha una capienza di 550 posti e limpegno economico del Club sar importante. Per questo abbiamo bisogno dellaiuto di ognuno di voi: partecipando al concerto e promuovendolo tra i vostri amici e conoscenti. Il Club si far carico di tutti i costi organizzativi. Il concerto sar a ingresso gratuito, con la possibilit di erogare un contributo allingresso in favore dei servici della Fondazione Pelucca Onlus. Sicuramente questo concerto pu rappresentare un grande momento di incontro con la cittadinanza, la comunit e di service.

    La Bacheca del

    Sesto Milium

    PRESIDENTE Federico Santini E-mail: federico.santini@yahoo.it VICE PRESIDENTE Stefania Vangeli E-mail: stefifania@yahoo.it SEGRETARIO Ming San Hu E-mail: ming74@fastwebnet.it PREFETTO Davide Pirovano E-mail: davidepi2000@yahoo.it TESORIERE Alessandro Martini E-mail: almartini_1975@libero.it ROTARY FOUNDATION Sergio Airaghi E-mail: sergio.airaghi@fastwebnet.it INCOMING PRESIDENT Stefania Vangeli PAST PRESIDENT Pier Mario Biava E-mail: biava@tiscali.it REDAZIONE de LA BACHECA Ming San Hu SITO INTERNET www.rotarysestomilium.it SEDE: Grand Hotel Barone di Sassj - Sesto S.G.

    Il Rotary la migliore organizzazione nellunire le persone di buona volont di tutto il mondo, ottenendone la

    cooperazione e il supporto per rendere il mondo un posto migliore dove vivere e lavorare

    Ray Klinginsmith (Presidente Rotary International)

    La lettera del Presidente

  • 2

    Come Rotary Club dobbiamo ripagare lentusiasmo di Rondinella CGS e Fondazione Pelucca per questo progetto. Il programma del concerto, che verr eseguito dai pianisti Roberto Arosio e Marcello Parolini, si articoler in:

    Quadri di un'esposizione - Modest Mussorgsky (1839-1881) Danze sinfoniche - Sergei Rachmaninoff (1873-1943) Temi da "C'era una volta il West", "Gi la testa", "C'era una volta in America"

    - Ennio Morricone (1928) Per concludere, mi preme ringraziare Ming, Pino e Umberto per limpegno profuso.

    Un caro saluto a Voi e ai Vostri Cari

    Federico Santini

    Una nota di flauto, uno scampanio lontano, lo sferragliare di un tram: elementi di un paesaggio interiore, prima ancora che oggettivo, materiale. Dal punto di vista fisico, nient'altro che una rapida oscillazione della pressione atmosferica: ma quale profondit di risposta scatena dentro di noi! A ben pensarci, davvero singolare questa sensibilit che l'uomo - insieme alla maggior parte del mondo animale - manifesta nei confronti dei suoni percepiti come parte di un codice comunicativo. Certo: tutto ci risponde innanzitutto all'esigenza primaria di farsi un'idea preventiva del mondo circostante evitando "incontri ravvicinati" potenzialmente pericolosi. L'interazione a distanza consentita dal linguaggio ritenuta la forma primaria di rapporto tra persone: parlare toccando l'interlocutore ritenuto fastidioso, se non francamente maleducato; la prima parola che ci viene in mente, sfiorando involontariamente una persona, "scusi". In questo panorama, la musica irrompe come qualcosa di totalmente altro. Talmente meravigliosamente ordinata da non potersi sovrapporre all'esperienza ordinaria, possiede il potere straordinario di evocare analogicamente il mondo visibile dei fenomeni e quello invisibile dell'interiorit umana. Forse per questo in molte civilt la musica considerata appartenere alla sfera divina e da essa provenire. Una

    I prossimi appuntamenti per i soci del Sesto Milium

    Marted 9 Novembre: Tiffany & Co. Milano via della Spiga 19/a. dalle 10.00 alle 22.00 KEYS for a CAUSE

    Marted 23 Novembre: Grand Hotel Barone di Sassj ore 20.00

    Assemblea dei Soci (la partecipazione riservata ai soci). Si proceder allelezione dei Presidenti 2011-2012 e 2012-2013 e al rinnovo di 2 consiglieri. Seguiranno ulteriori comunicazioni di dettaglio

    Spazio alla musica del Sesto Milium

    Il programma del concerto di Natale Keys for a Cause in avvicinamento 23 Novembre 2010 Assemblea dei Soci SAVE THE DATE Spazio alla musica del Sesto Milium

  • 3

    sorta di "radiazione di fondo" dell'universo, eterno permanere dell'eco di un Dio creatore.

    Umberto Bombardelli

    Il 29 settembre si svolto il 1 Convegno nazionale ARISLA, al Centro Congressi Fondazione Cariplo di Milano. Sono intervenuti scienziati da tutto il mondo, dalle pi prestigiose universit e istituzioni di ricerca e tra loro il nostro socio onorario Giovanni Longoni. Giovanni stato speaker alla tavola rotonda insieme ai Dott. Garattini, Melazzini e ai responsabili della ricerca sulla SLA di diverse nazioni. Riportiamo di seguito il suo intervento: Per noi malati la ricerca rappresenta la speranza con la s maiuscola. Da una parte abbiamo verso la ricerca grandissima attenzione e grandissime aspettative. Dall'altra parte, data la posta in gioco che la nostra vita, il nostro atteggiamento e approccio nei confronti della ricerca a volte pu essere non lucido e non razionale ..... rischiamo di passare in fretta da grandi entusiasmi e illusioni a proporzionali e cocenti delusioni. Ad esempio credo che a volte facciamo fatica a considerare un trial, per quello che , ossia una sperimentazione e non una cura. Ma come ho detto per noi la posta in gioco altissima e quindi credo che questo atteggiamento un p schizofrenico sia comprensibile se non giustificabile! Il tema della tavola rotonda come favorire la ricerca; ho riflettuto nei giorni scorsi e ho individuato tre punti di possibile discussione che vorrei condividere con voi oggi. Mi sembra di poter dire che:

    1. favorisce la ricerca l'esistenza di agenzie come Arisla con la loro azione di coordinamento, interfaccia, di creazione di network, sinergie e soprattutto di raccolta fondi e finanziamento della ricerca, sperabilmente della migliore ricerca con criteri di merito e magari evitando che le limitate risorse disponibili vadano disperse in 1000 rivoli. Credo che la giornata di oggi ne sia una prova tangibile, quindi benissimo, avanti cos! 2. favorisce la ricerca un rapporto virtuoso tra tre importanti soggetti: primo gli operatori della ricerca, secondo i mezzi di informazione, non solo la letteratura scientifica specialistica ma anche e soprattutto i media a grande diffusione e, infine, terzo i malati e in generale la pubblica opinione.

    Mi capitato di andare dal barbiere ed essere accolto con un grande sorriso e da parole come - allora non sei contento che hanno trovato la cura della tua malattia? L per l ho pensato che il barbiere, che un amico, avesse sottoscritto a mio beneficio un abbonamento a Lancet neurology o nature e avesse tratto da l la buona novella. Poi, ho scoperto che la sua fonte di informazione era la Gazzetta dello Sport che con tutto rispetto, forse non la fonte pi autorevole in questo campo. Un rapporto virtuoso tra i tre soggetti che ho citato importante a mio avviso per diversi motivi:

    I Convegno nazionale ARISLA:

    Giovanni Longoni, nostro socio onorario, stato speaker al I Convegno nazionale Arisla Come si pu favorire la ricerca sulla SLA?

    Giovanni con la moglie Lisa

  • 4

    o innanzitutto per una diffusione delle informazioni in modo trasparente, corretto, serio, responsabile ed etico, che possa favorire una accurata e realistica conoscenza per i malati; o un rapporto virtuoso non crea disorientamento per non dire false e crudeli speranze ed aspettative per i malati e le loro famiglie; o un rapporto virtuoso aiuta a non abboccare allamo dei venditori di false speranze che, come sciacalli, offrono cure inefficaci e pericolose; o perch sono convinto che un rapporto virtuoso possa generare anche un ritorno positivo in termini di raccolta fondi da destinare e concentrare sulla ricerca, quella buona! o Infine perch credo che un rapporto non virtuoso rischi di far perder la credibilit in primo luogo del mondo scientifico danneggiando di fatto anche e soprattutto la buona ricerca;

    3. infine, come terzo e ultimo punto, credo che favorisca la ricerca l'esistenza di associazioni come Aisla e le altre nate per volont dei malati e dei loro familiari e amici che con la loro azione incessante operano sia a livello delle istituzioni ed enti tra l'altro anche responsabili di stanziare fondi, sia sulla societ civile e