Click here to load reader

Rising Republic

  • View
    212

  • Download
    0

Embed Size (px)

DESCRIPTION

#10 Maggio 2008

Text of Rising Republic

  • la tuatribTue

    n.10 | maggio | 2008

  • 5propria felicit o salvezza, ma come ne in se... Luomo ha costruito il suo mondo; ha costruito fabbriche e case, produce automobili e vestiti, cresce grano e frutta. Ma si estraniato dal prodotto delle sue mani, non pi davvero il padrone del mondo che ha costruito; al contrario, questo mondo fatto dalluomo diventato il suo padrone, davanti a cui egli si inchina... Lopera delle sue mani diventato il suo Dio. Sembra spinto dallinteresse personale, ma in realt la sua personalit totale, con tutte le sue concrete possibilit diventata strumento degli scopi della stessa macchina che le sue mani hanno costruito. Egli mantiene lillusione di essere il centro del mondo, e tuttavia pervaso da un acuto senso di irrilevanza e impotenza.

    Il Risultato: la follia. O lautoritarismo degli stati fascisti, come nella Germania, la Spagna e lItalia degli anni in cui scriveva Fromm, oppure il conformismo ossessivo degli individui nelle democrazie occidentali come gli Stati Uniti. Negli stati autoritari, le persone sacricano la loro libert in cambio delle certezze nazionalistiche che solo un Fuhrer pu dare, mentre nelle democrazie capitalistiche, gli individui scambiano la libert per la libert di acquisire sempre pi oggetti di consumo che gli danno lillusione di valere qualcosa. In entrambi i casi, non ce una gestione sana della propria vita e del vivere insieme.

    Bene, adesso alla soluzione. Fromm sembra indicare allamore come unica via duscita sai, lamore per se stessi, per gli altri, per il partner, per un albero... e poi si accinge a scrivere un altro libro intitolato LArte di Amare per farci capire esattamente come si fa. Francamente, Cupido me ne ha dati di colpi bassi, quindi tenderei ad escludere lamore e basta come la soluzione, cos come escluderei anche fare yoga, diventare ambientalisti, e il suicidio. Anche se lultima di queste la consiglierei volentieri a parecchie mie ex.

    Sono convinto che la soluzione, invece, si trovi nel senso di comunit, di gruppo, di

    na persona su quattro soffre di un disturbo psicologico, come

    schizofrenia, panico, ossessioni. Una persona su due ha una nevrosi minore, come ansia,

    depressione o qualche fobia. Un maschio su cinque soffre di eiaculazione precoce, e a due su cinque non gli risponde sempre alla chiamata alle armi. Il 60% delle coppie sposate divorzia entro un paio danni. Ne rimango pochi buoni per laccoppiamento. Ma in tal caso hanno una possibilit su tre di essere gay. Quindi, se non sei gay, sei probabilmente impotente, e se non sei impotente, sei probabilmente depresso, e se non sei depresso, allora tua moglie ti avr lasciato perch non riusciva a gestire il senso di colpa proveniente da certe esperienze maturate durante il suo ultimo viaggio in Jamaica con le amiche. E quindi sei depresso.

    Ma niente paura, c la spiegazione a tutto ci, e quando c una spiegazione, c anche, almeno in teoria, una soluzione. Il problema la nostra ossessione per il protto e per il successo. Il protto, come lidea di avere successo nella vita, in realt, e un invenzione abbastanza moderna nella storia dellumanit. Facciamo un passo indietro. Erich Fromm, nel suo libro Fuga dalla Liberta spiega che nel sistema medioevale il capitale era al servizio delluomo, ma nel sistema moderno ne diventato il padrone. Nel mondo medioevale le attivit economiche erano solo mezzi per ottenere un ne; il ne era la vita stessa o come interpretava la chiesa cattolica la salvezza spirituale delluomo. Le attivit economiche sono necessarie, anche la ricchezza pu servire i disegni di Dio, ma tutta lattivit esterna ha signicato e dignit solo nella misura in cui promuove gli scopi della vita...

    Nel capitalismo lattivit economica, il successo, i guadagni materiali diventano ne in se stessi. Diventa destino delluomo contribuire allo sviluppo del sistema economico, accumulare il capitale non per la

  • Erich Pinchas Fromm23 marzo 1900 | 18 marzo 1980Psicoanalista e sociologo tedesco

    n.10 | maggio | 2008

    6

    spirito di squadra e di identit che si trova nelle cosiddette neo-trib. Le neo-trib sono un concetto proposto da un certo sociologo di nome Michel Maffesoli. Queste simpatiche entit, frutto del epoca post-moderna in cui ci troviamo, sono composte da pi o meno piccoli gruppi, che si aggregano attorno a delle pratiche, spesso di tipo artistico-culturali, come la musica, oppure il movimento per la libert di un popolo, oppure la frequentazione di un associazione culturale, come il Rising... ma il principio base di tutte queste neo-trib, uno: il movente e il collante della loro esistenza, non il protto, o il successo del singolo, ma la

    promozione del punto focale del loro interesse collettivo.

    Ognuno fa parte di un gruppo, ma il gruppo non lo soverchia, perch egli partecipa, ed cosciente della propria partecipazione. Non alienato dal frutto del suo lavoro, ne va ero, gli dona dignit. Di conseguenza, si elimina quel malsano attaccamento al protto e al successo che tende ad alienare lindividuo in un baratro di ansia e solitudine, rimpiazzando il vuoto con una tta rete sociale creata di persone con la quale egli condivide lesistenza.

  • 7della sua nascita, con nalit un po politiche per la verit: bisognava debellare denitivamente (sostituendola) una antica festa pagana che creava problemi di dissidenza. Festa che tra laltro resiste tuttoggi e continua ad andare per la maggiore, solo che invece di chiamarsi festa pagana la chiamano Natale per lappunto.Ges Cristo mi interessa perch un simbolo che ha segnato il tempo. Dal momento della sua nascita lumanit ha iniziato a calendarizzare gli anni da un nuovo zero. Una cesura storica senza precedenti. Ma soprattutto il suo paradigma umano. Un uomo compassionevole, che ha patito sofferenze ingiuste senza reagire, di buon grado, come un innamorato che si lascia pestare a sangue dal suo amore, mentre aliena dal suo pensare ogni forma di vendetta

    redo che capiti a tutti di tanto in tanto, leggere un post-it sul frigo di una casa, il dorso di un vecchio libro, sentire spezzoni di discorsi

    di due che non conosci e non capisci neppure bene di che stanno parlando, cos per puro caso, cose che manco stavi cercando, ma ti cadono semplicemente addosso. Se hai culo ci trovi qualche cosa dentro. Un indizio, un messaggio, una domanda, una direzione. Qualcosa, comunque. E magari alla ne si rivela una lente per guardare il mondo da nuove prospettive. Sembra irrazionale, lo so. Infatti lo . Ges Cristo era dei Pesci sebbene fosse nato a Febbraio. In seguito i concili ecumenici ritennero necessaria una lieve postdatazione

  • n.10 | maggio | 2008

    8

    o violenza. Questa gura straordinaria ha inuenzato nel bene o nel male tutti gli uomini che sono venuti dopo di lui per duemila anni di storia. E la sua inuenza, bench si allontani, ancora percepibile.

    A proposito di Cristo e Natale, non ricordo se il ventitr o la vigilia camminavo per Toledo quando a un tratto vedo un negozio di telefonini. E rimango basito. Cera una tale quantit di cristiani in entrata e uscita dal piccolo ingresso, che avevano formato due le ordinate e congiunte. Da una parte si entrava e dallaltra si usciva. Quelli fermi in la per entrare parlavano con quelli in la per uscire. Alcuni si facevano persino mostrare gli oggetti acquistati. Non si sa mai qualche buona idea a buon prezzo. Allora non pensai niente di particolarmente interessante, qualcosa tipo ma guarda tu la gente che arriva a fare. Adesso invece mi sento tanto sagace da arguire che c un gran bisogno di comunicare in questa societ. Non solo il discorso dei telefonini ovviamente, che, lo capisco, fanno status (ma

    nemmeno pi: ce lhanno tutti) e costano poco (mah!); in realt mi riferisco a un trend generalizzato che si pu riscontrare nella motivazione fondante dellumanit di questo tempo. Questa umanit vuole interfacciare tutto con tutto. Ogni cosa messa a sistema con le altre; le conoscenze, le scienze, le religioni, le storie, le culture, le emozioni, le persone. Questo il paradigma fondante del nostro tempo, linterrelazione. E rintracciabile a vari livelli questa tendenza delle branche dello scibile umano a convogliarsi dentro strutture comuni. La parola globalizzazione, bench logora ormai, trasporta egregiamente questo signicato nella sua complessit. Ma altre parole si prestano ugualmente a spiegarlo. Internet, per esempio. Internet, rete-attraverso. Si potrebbe tradurre anche rete che fa da tramite. Ci che serve a collegare, a far congiungere. Verso un unico corpo e ununica mente.

    La fratellanza universale un obiettivo di questa umanit. Che gli uomini abbandonino il

  • 9Traiettorie non razionali

    proprio individualismo, lungamente coltivato, per ritrovarsi uniti nella pi ampia categoria di unumanit affratellata, uguagliata e liberata. Forse in questo senso gli ideali della rivoluzione francese erano gi un segnale di questo cambiamento. Anche se poi nessuno ci crede (o pochi), anche se lumanit tuttora scossa da guerre e violenze di vario genere ed entit, la tendenza che potr invertire questo status quo gi visibile nella storia degli ultimi cinquanta anni. Lavvento dei diritti umani, levoluzione di sistemi normativi al livello internazionale, le organizzazioni non governative, sono tutte impronte, per quanto lievi e trasparenti allo stato attuale. O almeno potrebbero esserlo. Perch ovviamente non detto che sia cos. Anzi mi si potrebbe obiettare che soltanto un cretino pu vedere in argomenti cos vaghi e male annotati un cambiamento del mondo. Posto che da un certo punto di vista sono daccordo, tuttavia trovo che escluderlo a priori signica essere cretini due volte. Ed in fondo questo il lato pi oscuro della nuova umanit. La pretesa che tutte le cose di causa-effetto da noi rintracciabili e

Search related