VILLANOVA VANITY

VILLANOVA VANITY

  • View
    220

  • Download
    0

Embed Size (px)

DESCRIPTION

CASA PER LE LIBERTÀ I VANITY FAIR I 20.06.2012 I VANITY FAIR I 47 Pidiellina convinta, nonostante la batosta alle ultime elezioni? «Ovvio: sono stata di Forza Italia e conti- nuo nel Pdl. Certo, il segnale dalle urne è arrivato a tutti, e i dirigenti devono capire che c’è bisogno di un cambiamento radi- cale, di volti nuovi». Via Berlusconi? «No, lui sa quello che fa, è bravissimo. È tutto il resto che va ripensato». Basta con Alfano? di Tiziana Sabbadini ï foto Lidia Costantini 46

Text of VILLANOVA VANITY

  • 46 I V A N I T Y F A I R I 2 0 . 0 6 . 2 0 1 2 2 0 . 0 6 . 2 0 1 2 I V A N I T Y F A I R I 47

    Stefania Villanova,43 anni, Pdl, la moglie di Flavio Tosi (pagina a sinistra), 43, sindaco di

    Verona e da poco eletto segretario della Lega

    veneta. A sinistra: Stefania assieme al marito e al

    presidente della Regione Veneto Luca Zaia, 44,

    con la moglieRaffaella Monti, 45.

    QUELLO CHE NONMI LEGA A FLAVIO

    una donna esuberante Ste-fania Villanova, esuberan-te nel corpo e nella mente, ma si impone di nascon-derlo. La pasionaria del Pdl e moglie di Flavio To-

    si sindaco leghista riconfermato a Vero-na al primo turno, unico trionfatore nella disfatta del Carroccio arriva in tacco 12, jeans attillati e giacca dalla profonda scol-latura, subito per chiede abiti accollati e discreti per le fotograf e: Altrimenti quel-li mi mangiano viva. Quelli sta per len-tourage di Tosi: la signora devessere sotto sorveglianza da quando a Un giorno da pe-cora di Radio2, prima delle Amministrati-ve, critic il marito per la scelta di correre senza Pdl, e disse che, se avesse votato a Ve-rona (non pu: ha la residenza a Thiene),per coerenza gli avrebbe preferito un can-didato del partito di Berlusconi. Deva-stante, comment Tosi.Cos Villanova adesso si controlla, si lascia controllare. E durante lintervista condi-ta da un forte accento veneto glissa su al-cune cose. Per esempio, i progetti politi-ci: c chi dice che abbia incontrato Pao-lo Berlusconi, fratello dellex premier. Sa-rebbe il suo primo gradino di unascesa nel Pdl.

    Pidiellina convinta, nonostante la batosta

    alle ultime elezioni?

    Ovvio: sono stata di Forza Italia e conti-nuo nel Pdl. Certo, il segnale dalle urne arrivato a tutti, e i dirigenti devono capire che c bisogno di un cambiamento radi-cale, di volti nuovi.Via Berlusconi?

    No, lui sa quello che fa, bravissimo. tutto il resto che va ripensato.Basta con Alfano?

    A queste cose penser Berlusconi. Io non sono una politica di professione.Sta per partire una rifondazione del Pdl:

    far parte del team?

    Al momento no, ma se mi chiamano va-luter. Suo marito potrebbe protestare, visto che

    Lega e Pdl non fanno pi cartello?

    Mi ha conosciuta che ero gi di Forza Italia e non ha mai fatto problemi.Lei per non era alla festa quando stato

    rieletto sindaco di Verona. E vi si vede di

    rado insieme.

    Quello era un momento suo. Volevo che se lo godesse. Lo aspettavo a casa. Lui ha il suo lavoro e io le mie attivit.Non cera neanche quando stato votato

    segretario della Lega veneta.

    Come sopra.

    Oltre a essere capo Gabinetto dellasses-

    sore alla Sanit in Regione, che cosa fa?

    Fuori dallorario di lavoro, organizzo eventi benef ci. Il 25 aprile, per esempio, siamo riusciti a portare 10 mila persone alla Partita della Speranza a Vicenza: il triangolare Nazionale cantanti-Vicenza Cuore Biancorosso-Nazionale farmacisti ha dato un incasso di oltre 60 mila euro, che andato alla Citt della Speranza di Padova. E con Don Mazzi raccoglieremo fondi per il recupero dalle dipendenze.Lavora tutto il giorno, fa gli straordinari

    per benef cenza, ha la residenza a Thiene.

    Quindi vive lontano da Verona, dov Tosi.

    Ho luf cio a Venezia e la residenza a Thiene da pi di ventanni.E suo marito quando lo vede?

    Molto spesso. Raggiungo Verona in tre-

    NEWS

    UN

    A P

    RO

    DU

    ZIO

    NE E

    SCLU

    SIV

    A L

    APR

    ESS

    E P

    ER V

    AN

    ITY

    FA

    IR, A

    LMA

    SIO

    CA

    VIC

    CH

    ION

    E, BU

    EN

    A V

    ISTA

    VF

    no o in macchina. Lo faccio da 15 anni.Viaggia con la scorta?

    No, giro da sola. Non ho neanche lo spray urticante in borsetta.Sar sf nita quando vede Tosi.

    Lui pi impegnato di me. Diciamo che un marito non sempre presente, ma riesce a seguire ogni cosa: se si rompe un rubinetto, se ci sono bollette da pagare, si prende le sue responsabilit.Chi il pi nervoso?

    Scatto pi io. A volte sbotto con chi non dovrei, a partire dagli amici. Ma sono fat-ta cos, mi conoscono.Cenate insieme?

    Quando si pu. Se c tempo faccio un risotto, ma raro. Ero una brava cuoca, ora ho perso la mano.E magari anche a dieta.

    In ef etti seguo quella iperproteica. E faccio movimento quando posso. Tendo a non ingrassare ma, con tutte le colazio-ni cui devo partecipare per lavoro, devo tenermi in riga.Consigli di lavoro ne scambiate?

    No, per niente. Tra noi parliamo di fa-miglia, genitori, f gli, nipoti.Lui non ha f gli, e lei ne ha uno.

    Ha 23 anni, si sta per laureare in Infor-matica, vive a Padova. un f glio doro, educato, nato da un matrimonio prece-dente, e con suo padre sono in buoni rap-porti. Quando nel 2001 ha incontrato Tosi, che

    cosa le piaciuto di lui?

    Era un bel ragazzo, con due occhi since-ri. Ed rimasto spontaneo, anche umile.Allora lei era impiegata in Regione per 25

    mila ero allanno e lui assessore alla Sa-

    nit. Quando Tosi diventato sindaco di

    Verona nel 2007, lei stata promossa ca-

    po della segreteria dellassessorato alla

    Sanit: 70 mila euro lanno.

    Come tutti i capi delle segreterie de-gli assessorati e dei gruppi del Consi-glio regionale, ho ricevuto il nuovo inca-rico, che temporaneo, per f ducia, do-po tanti anni di esperienza. E non era-no richiesti n concorsi n titoli di stu-dio particolari.Lei che studi ha fatto?

    Ho preso il diploma al liceo scientif -co, indirizzo biologico-sanitario. Ho vin-to un concorso allIstituto lattiero-casea-rio di Thiene, che era un organismo del-la Regione Veneto. Dopo poco pi di un anno sono stata trasferita a Venezia, nella segreteria di quello che allora era lasses-sore alla Sanit.La sua famiglia lha aiutata?

    Mio padre era impiegato, mamma par-rucchiera: hanno fatto sacrif ci per far-mi studiare. Pap morto allimprovviso quando avevo 12 anni. La sera avevo un concorso di pattinaggio artistico. Dopo lesibizione, tra laltro andata benissimo, mi hanno detto che lui non cera pi. stato il pi grande choc della mia vita.Ancora ne risente?

    Negli anni si superano tante cose. Ma mi rimasta la paura, che riaf ora, di es-sere abbandonata, di perdere qualcosa.Dopo che morto suo padre, che cosa

    successo?

    Ho fatto come mia madre: mi sono rim-boccata le maniche. A 14 anni ho comin-ciato a lavorare la sera alla pizzeria vicino a casa, servivo ai tavoli. Ho continuato f -no ai 18, quando mi sono diplomata.E poi?

    Facevo pubbliche relazioni per alcuni locali in provincia di Vicenza. Assieme a un gruppo di amici, organizzavo feste.Si dice che tra quegli amici ci fosse Luca

    Zaia, oggi presidente della regione Vene-

    to, leghista. Che era anche alla festa per

    i suoi 42 anni, quando avete raccolto 40

    mila euro per gli alluvionati del Veneto.

    Certo che era presente: con sua moglie. Io non guardo al partito, vedo solo gli amici. Ne ho tanti, e mi vogliono bene.Suo marito Flavio ha pi volte detto di

    amarla tanto. Un uomo romantico.

    S, lui romantico, ma io no. Lui lui, e io sono Stefania Villanova.

    RIUSCIAMO COMUNQUE A VEDERCI SPESSO. RAGGIUNGO VERONA IN TRENO O IN AUTO. FACCIO COS DA 15 ANNI

    C A S A P E R L E L I B E R T

    Prima delle elezioni, STEFANIA VILLANOVA disse che non avrebbe votato il marito, TOSI, riconfermato sindaco leghista di Verona. Perch, come spiega qui,

    li dividono troppe cose: la residenza, il lavoro, la fede politica. E il romanticismo di Tiziana Sabbadini foto Lidia Costantini