of 24/24
PROCEDURA DI VALUTAZIONE COMPARATIVA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE ASSOCIATO PER IL SETTORE SCIENTIFICO –DISCIPLINARE MED/08- ANATOMIA PATOLOGICA PRESSO LA FACOLTA’ DI MEDICINA E CHIRURGIA DELL’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI GENOVA, INDETTA CON D.R. N 819 DEL 05.07.2004 IL CUI AVVISO DI BANDO E’ STATO PUBBLICATO IN G.U. – IV^ SERIE SPECIALE N. 54 DEL 09.07.2004 RELAZIONE La Commissione, nominata con decreto rettorale n. 1169 del 26.10.2004 e composta dai Signori : Prof. BORDI Cesare, Ordinario di Anatomia ed Istologia Patologica (SSD MED-08) presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Parma (Componente eletto) Prof. DI BONITO Luigi, Ordinario di Anatomia ed Istologia Patologica (SSD MED-08) presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Trieste (Componente eletto) Prof. FIOCCA Roberto, Ordinario di Anatomia ed Istologia Patologica (SSD MED-08) presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Genova (Componente designato) Prof. BUFO Pantaleo, Associato di Anatomia ed Istologia Patologica (SSD MED-08) presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Foggia (Componente eletto) Prof. CASTELLO Alessandro, Associato di Anatomia ed Istologia Patologica (SSD MED-08) presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Pavia (Componente eletto) ottenuta l’autorizzazione del Rettore ad avvalersi degli strumenti telematici di lavoro collegiale, come previsto dall’art. 4, comma 12, del D.P.R. 23.3.2000 n. 117, si è riunita in prima seduta telematica nel giorno 23.03.2005 con inizio alle ore 10,00 per predeterminare i criteri di massima e le procedure della valutazione comparativa dei candidati. E’ stato nominato Presidente il Prof. Prof BORDI Cesare, ha svolto le funzioni di Segretario il Prof. CASTELLO Alessandro. Con riferimento al bando, la Commissione ha preso atto in particolar modo degli artt. 1, 3, 5 e 7 ed in ottemperanza a quanto disposto dall’art. 4, comma 1, del D.P.R. 23.3.2000, n. 117, ha predeterminato i criteri di massima e le procedure della valutazione comparativa dei candidati, tenuto conto delle indicazioni contenute nell’art. 7 del bando stesso: Criteri per valutare le pubblicazioni scientifiche ed il curriculum complessivo del candidato: a) originalità e innovatività della produzione scientifica e rigore metodologico; b) apporto individuale del candidato, analiticamente determinato nei lavori in collaborazione sulla base dell’analisi globale della personalità scientifica espressa progressivamente dal candidato nel curriculum, nei lavori scientifici ed in rapporto al suo percorso formativo; c) congruenza dell'attività del candidato con le discipline ricomprese nel settore scientifico- disciplinare per il quale è bandita la procedura ovvero con tematiche interdisciplinari che le comprendano; d) rilevanza scientifica della collocazione editoriale delle pubblicazioni e loro diffusione all'interno della comunità scientifica; e) continuità temporale della produzione scientifica, anche in relazione alla evoluzione delle conoscenze nello specifico settore scientifico-disciplinare. Ai fini della suddetta valutazione la Commissione fa anche ricorso, ove possibile, a parametri riconosciuti in ambito scientifico internazionale quali l’impact-factor. Titoli valutabili: a) attività didattica svolta anche all’estero; b) i servizi prestati negli atenei e negli enti di ricerca, italiani e stranieri; c) l'attività di ricerca, comunque svolta, presso soggetti pubblici e privati, italiani e stranieri; d) i titoli di dottore di ricerca e la fruizione di borse di studio finalizzate ad attività di ricerca; e) il servizio prestato nei periodi di distacco presso i soggetti di cui all’articolo 3, comma 2, del decreto legislativo 27 luglio 1999, n.297; f) l'attività in campo clinico relativamente a quanto concerne il settore MED-08 g) l'organizzazione, direzione e coordinamento di gruppi di ricerca; Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

PROCEDURA DI VALUTAZIONE COMPARATIVA PER LA … · traccia n. 3) Tumori del pancreas esocrino traccia n. 4) Tumori delle ghiandole salivari traccia n. 5) Le applicazioni della citologia

  • View
    214

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of PROCEDURA DI VALUTAZIONE COMPARATIVA PER LA … · traccia n. 3) Tumori del pancreas esocrino...

PROCEDURA DI VALUTAZIONE COMPARATIVA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE ASSOCIATO PER IL SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE MED/08-ANATOMIA PATOLOGICA PRESSO LA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DELLUNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA, INDETTA CON D.R. N 819 DEL 05.07.2004 IL CUI AVVISO DI BANDO E STATO PUBBLICATO IN G.U. IV^ SERIE SPECIALE N. 54 DEL 09.07.2004 RELAZIONE

La Commissione, nominata con decreto rettorale n. 1169 del 26.10.2004 e composta dai Signori : Prof. BORDI Cesare, Ordinario di Anatomia ed Istologia Patologica (SSD MED-08) presso la Facolt di Medicina e Chirurgia dellUniversit degli Studi di Parma (Componente eletto) Prof. DI BONITO Luigi, Ordinario di Anatomia ed Istologia Patologica (SSD MED-08) presso la Facolt di Medicina e Chirurgia dellUniversit degli Studi di Trieste (Componente eletto) Prof. FIOCCA Roberto, Ordinario di Anatomia ed Istologia Patologica (SSD MED-08) presso la Facolt di Medicina e Chirurgia dellUniversit degli Studi di Genova (Componente designato) Prof. BUFO Pantaleo, Associato di Anatomia ed Istologia Patologica (SSD MED-08) presso la Facolt di Medicina e Chirurgia dellUniversit degli Studi di Foggia (Componente eletto) Prof. CASTELLO Alessandro, Associato di Anatomia ed Istologia Patologica (SSD MED-08) presso la Facolt di Medicina e Chirurgia dellUniversit degli Studi di Pavia (Componente eletto) ottenuta lautorizzazione del Rettore ad avvalersi degli strumenti telematici di lavoro collegiale, come previsto dallart. 4, comma 12, del D.P.R. 23.3.2000 n. 117, si riunita in prima seduta telematica nel giorno 23.03.2005 con inizio alle ore 10,00 per predeterminare i criteri di massima e le procedure della valutazione comparativa dei candidati.

E stato nominato Presidente il Prof. Prof BORDI Cesare, ha svolto le funzioni di Segretario il Prof. CASTELLO Alessandro. Con riferimento al bando, la Commissione ha preso atto in particolar modo degli artt. 1, 3, 5 e 7 ed in ottemperanza a quanto disposto dallart. 4, comma 1, del D.P.R. 23.3.2000, n. 117, ha predeterminato i criteri di massima e le procedure della valutazione comparativa dei candidati, tenuto conto delle indicazioni contenute nellart. 7 del bando stesso: Criteri per valutare le pubblicazioni scientifiche ed il curriculum complessivo del candidato: a) originalit e innovativit della produzione scientifica e rigore metodologico; b) apporto individuale del candidato, analiticamente determinato nei lavori in collaborazione sulla base dellanalisi globale della personalit scientifica espressa progressivamente dal candidato nel curriculum, nei lavori scientifici ed in rapporto al suo percorso formativo; c) congruenza dell'attivit del candidato con le discipline ricomprese nel settore scientifico-disciplinare per il quale bandita la procedura ovvero con tematiche interdisciplinari che le comprendano; d) rilevanza scientifica della collocazione editoriale delle pubblicazioni e loro diffusione all'interno della comunit scientifica; e) continuit temporale della produzione scientifica, anche in relazione alla evoluzione delle conoscenze nello specifico settore scientifico-disciplinare. Ai fini della suddetta valutazione la Commissione fa anche ricorso, ove possibile, a parametri riconosciuti in ambito scientifico internazionale quali limpact-factor. Titoli valutabili: a) attivit didattica svolta anche allestero; b) i servizi prestati negli atenei e negli enti di ricerca, italiani e stranieri; c) l'attivit di ricerca, comunque svolta, presso soggetti pubblici e privati, italiani e stranieri; d) i titoli di dottore di ricerca e la fruizione di borse di studio finalizzate ad attivit di ricerca; e) il servizio prestato nei periodi di distacco presso i soggetti di cui allarticolo 3, comma 2, del decreto legislativo 27 luglio 1999, n.297; f) l'attivit in campo clinico relativamente a quanto concerne il settore MED-08 g) l'organizzazione, direzione e coordinamento di gruppi di ricerca;

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

h) il coordinamento di iniziative in campo didattico e scientifico svolte in ambito nazionale ed internazionale.

La Commissione decide di valutare un numero massimo di 25 pubblicazioni scientifiche scelte dal candidato come indicato nel bando dellUniversit degli Studi di Genova (D.R. N 819 DEL 05.07.2004 il cui avviso di bando e stato pubblicato in G.U. IV^ serie speciale N. 54 del 09.07.2004). Lattivit didattica verr valutata con particolare riferimento agli insegnamenti impartiti nellambito dei vari Corsi di Laurea della Facolt di Medicina e Chirurgia e delle Scuole di Specializzazione. La Commissione ritiene che lattivit scientifica, lattivit didattica e quella assistenziale concorrano in maniera paritaria alla caratterizzazione della personalit di ogni singolo candidato e che il giudizio definitivo sullidoneit dei singoli candidati dovr scaturire da una valutazione complessiva dei suddetti criteri. La Commissione decide che la valutazione dei titoli e delle pubblicazioni, per ciascun candidato, avverr mediante l'espressione di un giudizio individuale da parte dei singoli commissari, e di uno collegiale espresso dall'intera Commissione attraverso la comparazione dei titoli individuali. Analoga procedura verr seguita per la discussione sui titoli e per la prova didattica. Successivamente, dopo attenta rilettura dei giudizi collegiali sui titoli e sulle prove, la Commissione provveder alla formulazione di un giudizio complessivo finale su ciascun candidato. Sulla base dei giudizi complessivi, con deliberazione assunta a maggioranza dei componenti previa valutazione comparativa, la Commissione dichiarer inequivocabilmente i nominativi di non pi di due idonei.

La prova didattica avverr con le seguenti modalit: - la prova didattica e la discussione delle pubblicazioni si svolgeranno in seduta pubblica; - la prova didattica avr come oggetto largomento generale pubblicato nel bando, con particolare

riferimento ai temi dellimpegno scientifico e didattico in esso richiesto. - la Commissione collegialmente predisporr gruppi di cinque temi su argomenti inerenti il settore

scientifico disciplinare MED/08 - Anatomia Patologica, su i quali dovr vertere la prova didattica; - il candidato estrarr a sorte tre buste, dopo di che si dar lettura dei temi in essa contenuti; - il candidato sceglier, subito dopo lestrazione, il tema della lezione fra i tre temi estratti; - la lezione si terr il giorno successivo, a distanza di almeno 24 ore dalla scelta effettuata; - La durata della prova sar di 45 minuti. La prova didattica sar valutata tenendo in considerazione: a) lefficacia didattica della lezione; b) la chiarezza espositiva; c) la completezza della trattazione e il suo rigore logico. Per la discussione dei titoli si stabilisce di seguire i seguenti criteri di valutazione:

a) chiarezza espositiva; b) pertinenza delle risposte; c) padronanza degli argomenti.

La Commissione, inoltre, considerato il disposto dellart. 4, comma 11 del D.P.R. n. 117/00, prevede che il procedimento si concluder entro il 10-05-2005 (non oltre sei mesi dalla data di pubblicazione del D.R. di nomina della Commissione Giudicatrice) e che il calendario delle prove sia oggetto di successiva comunicazione.

La Commissione ha preso altres visione del bando e dellelenco dei candidati ammessi e ha constatato che non esisteva alcuna delle cause di incompatibilit prevista dagli artt. 51 e 52 del codice di procedura civile. La Commissione, infine, ha disposto limmediata consegna dei predetti criteri allUfficio Dirigenziale per lamministrazione del personale Settore II al fine di consentire la pubblicit dei criteri medesimi.

Nella seconda seduta, il giorno 27-04-2005 la Commissione, attenendosi ai criteri stabiliti nella 1^ seduta, ha proceduto alla valutazione delle pubblicazioni scientifiche e dei titoli presentati dai

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

candidati, nel rispetto di quanto previsto dal Bando e, dopo attenta analisi da parte di ogni Commissario, stato formulato per ciascun candidato un giudizio di cui allallegato A, che fa parte integrante della presente relazione.

Terminata la formulazione dei giudizi sui candidati da parte dei singoli Commissari, la Commissione ha proceduto alla discussione collegiale attraverso la comparazione dei singoli giudizi.

Si pervenuto, pertanto, alla formulazione di un giudizio collegiale per ciascuno dei candidati di cui allallegato B, che fa parte integrante della presente relazione.

In data 03-05-2005 stato richiesto al Rettore dellUniversit di Genova che i termini per la

conclusione della procedura siano prorogati di 3 mesi. Tale richiesta stata motivata dallimpossibilit di concludere i lavori della commissione entro la data prevista (12 maggio 2005) a causa dei numerosi impegni didattici e congressuali dei commissari. Tale proroga stata concessa con decreto rettorale n. 609 dell 11-05-2005.

Nella terza seduta, il giorno 14-07-2005 durante la quale si svolta la discussione sulle

pubblicazioni scientifiche presentate, la Commissione, tenuto conto del programma generale della prova didattica indicato nel bando, predetermina le seguenti tracce secondo le modalit stabilite nella prima seduta: traccia n. 1) Lesioni nodulari della tiroide traccia n. 2) Tumori e lesioni simil-tumorali del fegato traccia n. 3) Tumori del pancreas esocrino traccia n. 4) Tumori delle ghiandole salivari traccia n. 5) Le applicazioni della citologia esfoliativa traccia n. 6) Tumori maligni del polmone traccia n. 7) Polipi e carcinomi del colon traccia n. 8) Tumori della mammella traccia n. 9) La citologia agoaspirativa traccia n. 10) I tumori dellovaio traccia n. 11) Polipi, iperplasie e tumori dellendometrio Il tempo delle prove stato fissato in 45 minuti.

Fatto lappello, sono risultati presenti i seguenti candidati, dei quali stata accertata lidentit personale: Dott. CEPPA Paola Dott. CORSI Alessandro Dott. ZANCONATI Fabrizio La Commissione ha deciso di far svolgere la discussione delle pubblicazioni scientifiche secondo lordine alfabetico e ha dato inizio alle stesse facendo sorteggiare immediatamente dopo, a ciascun candidato, la traccia relativa alla prova didattica. Il Dott. Ceppa Paola estrae le tracce n. 3, 7,8 e sceglie la traccia n. 3 Il Dott. Corsi Alessandro estrae le tracce n. 5, 6, 9 e sceglie la traccia n. 6 Il Dott. Zanconati Fabrizio estrae le tracce n. 2, 4, 11 e sceglie la traccia n. 2 Al termine della discussione sulle pubblicazioni scientifiche di ogni candidato, usciti i presenti, e prima dellinizio della prova del candidato successivo, sono stati espressi i giudizi individuali dei Commissari e successivamente, dopo ampia discussione, sono stati formulati i giudizi collegiali di cui, rispettivamente, agli allegati C e D, che fanno parte integrante della presente relazione.

Nella quarta seduta, il giorno 15-07-2005, si svolta la prova didattica sulla base delle tracce estratte in precedenza da ciascun candidato. Al termine della prova didattica di ogni candidato, usciti i presenti, e prima dellinizio della prova del candidato successivo, sono stati espressi i giudizi individuali dei Commissari e successivamente, dopo ampia discussione, sono stati formulati i giudizi collegiali di cui, rispettivamente, agli allegati E e F, che fanno parte integrante della presente relazione. Nella quinta seduta, il giorno 15-07-2005 la Commissione giudicatrice, sulla base dei giudizi collegiali formulati sui titoli presentati e sulle prove effettuate, ha espresso, per ciascun candidato, i giudizi complessivi, di cui allegato G, che fa parte integrante della presente relazione. La Commissione, infine, ha proceduto alla valutazione comparativa dei candidati sulla base dei predetti giudizi complessivi e, con deliberazione assunta allunanimit, ha individuato

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

inequivocabilmente, quali idonei i seguenti due candidati, in applicazione delle disposizioni contenute nellart. 4, comma 13, del D.P.R. 23.3.2000, n. 117 :

Dott. Paola CEPPA Dott. Fabrizio ZANCONATI

Letto, approvato e sottoscritto. La Commissione

Prof. BORDI Cesare ..

Prof. DI BONITO Luigi

Prof. FIOCCA Roberto

Prof. BUFO Pantaleo

Prof. CASTELLO Alessandro

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

ALL. A Giudizi dei singoli Commissari sulle pubblicazioni scientifiche e sui titoli presentati da ciascun candidato: Candidato: dott.ssa Ceppa Paola

Commissario: Prof. Cesare BORDI Giudizio: Attivit didattica documentata dal ruolo di assistente universitario dal 1976 e dagli incarichi di insegnamento nei corsi di laurea triennali e specialistici nonch in svariate Scuole di Specializzazione. Lattivit di ricerca continuativa e documentata da pubblicazioni originali ed innovative presentatesi riviste di livello medio e alto, con particolare riferimento alla patologia epatica, gastrointestinale infiammatoria, neoplastica della tiroide e del pancreas esocrino. Lattivit clinica nel settore MED-08 di lunga durata con esecuzione di elevato numero di esami autoptici, istopatologici, ed estemporanei e con riconoscimento di autonomia diagnostica dal 1999.

Commissario: Prof. Luigi DI BONITO

Giudizio: La candidata, assistente universitaria dal 1976, presenta unattivit didattica ben documentata dal 1980, con incarichi di docenza in Scuole di Specializzazione, Corsi di laurea triennali e presso il Corso di laurea in Medicina e Chirurgia. La produzione scientifica, sempre buona per originalit e rigore, continua nel tempo ed abbraccia diversi campi della patologia infiammatoria preneoplastica e neoplastica. Appaiono ben approfonditi gli aspetti clinico-applicativi della diagnostica delle lesioni dellapparato digerente. La qualit della produzione scientifica anche attestata dal prestigio di alcune riviste che l'hanno accolta. L'attivit clinica, che concerne il settore scientifico disciplinare MED/08, documentata dal 1976 ed appare quantitativamente molto elevata e continua.

Commissario: Prof. Roberto FIOCCA

Giudizio: La dr.ssa Ceppa ricopre il ruolo di assistente universitario dal 1976; la sua attivit didattica data dal 1978, stata continuativa, riguarda insegnamenti impartiti presso il CdL in Medicina e Chirurga, nei CdL delle professioni sanitarie ed in numerose scuole di specializzazione. Lattivit di ricerca ha riguardato la patologia digestiva, pancreatica e tiroidea ed, in particolare, quella epatica nellambito della quale ha sviluppato contribuiti sulle correlazioni clinico-patologiche delle epatopatie. Essa si sviluppata principalmente in forma di lavori collaborativi. Le riviste sulle quali i lavori sono stati pubblicati hanno rilevanza internazionale. Le linee di ricerca sono ben definite e riguardano argomenti importanti ed di attualit clinico-patologica. La continuit dellattivit scientifica documentata e congrua con il SSD MED-08. Per quanto attiene alla partecipazione a gruppi di ricerca, essa continuativa ma senza una significativa attivit di direzione e coordinamento. Tra le attivit organizzative si segnala la segreteria della associazione Patologi Oltrefrontiera e del Gruppo Italiano Patologi Apparato Digerente. Lattivit assistenziale data dal 1976 ed continuativa; i ruoli ricoperti sono stati quelli di assistente ed aiuto in convenzione con lAzienda Ospedaliera S. Martino di Genova; attualmente riveste la posizione di Dir. Med. di 1 livello con incarico professionale di alta specializzazione. In conclusione, la dr.ssa Ceppa presenta un curriculum didattico ed assistenziale di primordine e documenta una buona attivit di ricerca dotata di continuit temporale e congruente al settore scientifico disciplinare MED-08.

Commissario: Prof. Pantaleo BUFO

Giudizio: La dott. ssa Ceppa assistente incaricata presso listituto di Anatomia ed istologia Patologica dellUniversit di Genova dall1.1.1976 e assistente ordinario dal 14.12.1979. Ha iniziato a svolgere attivit didattica tenendo continuativamente le lezioni di Anatomia patologica a partire dalla.a. 1994-95 nel Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia sebbene abbia contribuito alle attivit didattiche dellIstituto di Anatomia Patologia dellUniversit di Genova fin dalla.a. 1978-79. Tiene le lezioni di Anatomia Patologica per Tecnico di Laboratorio Biomedico (dalla.a. 2001-02 ad oggi)

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

e di Scienze Infermieristiche (dalla.a. 2002-03 ad oggi). E inoltre docente in numerosi Corsi di specializzazione. La produzione scientifica, essenzialmente rivolta alla patologia epatica, gastro-duodenale, tiroidea e pancreatica, si svolge con continuit nellarco della sua carriera congrua con le discipline ricomprese nel settore scientifico disciplinare MED/08 di buon livello qualitativo e con contributi accolti su riviste di notevole rilievo in campo internazionale. La produzione scientifica sicuramente caratterizzata da apporti originali basati anche sulluso di approcci moderni con luso di metodiche immunoistochimiche e di biologia molecolare come nel caso dello studio del ruolo di molecole di costimolazione (iCAM-1 e B7.1) espresse dal tireocita neoplastico. Ben documentata lattivit assistenziale, svolta in regime di tempo pieno, dal 1976 che si concretizza nella assunzione della responsabilit del modulo funzionale di Diagnostica intraoperatoria a partire dallottobre del 1999.

Commissario: Prof. Alessandro CASTELLO

Giudizio: Linee di ricerca ben definite su argomenti di grande importanza, interesse e attualit. La continuit della attivit su temi ben definiti conferma il contributo personale. Assoluta coerenza con le discipline MED 08. Tutti i lavori su riviste di rilevanza internazionale. La continuit temporale documentata dai temi di ricerca oggetto dei vari lavori. Vi un rapporto diretto tra attivit scientifica e attivit assistenziale. Ottimo curriculum di attivit didattica maturato in molti anni, in vari ambiti, ben documentata. Eccellente esperienza assistenziale (circa 30 anni) da 6 anni con responsabilit diretta e autonomia. Giudizio: ottima la valutazione complessiva nelle tre attivit: scientifica, didattica e assistenziale.

Candidato: Dott. Corsi Alessandro

Commissario: Prof. Cesare BORDI

Giudizio: Non risulta documentata attivit didattica di rilievo. Lattivit scientifica appare di alto livello, originalit ed innovativit e si venuta concentrando nel tempo sulla patologia ossea con pubblicazioni spesso apparse su riviste di elevata qualificazione internazionale, nelle quali peraltro lapporto individuale del candidato nei lavori in collaborazione non sempre facilmente individuabile. Lattivit clinica nel settore MED-08 non risulta documentata.

Commissario: Prof. Luigi DI BONITO

Giudizio: Il Candidato ha conseguito un dottorato di ricerca in Medicina sperimentale presso lUniversit dellAquila nel 2000 ed risultato vincitore di un assegno di ricerca presso lo stesso Ateneo nel 2001. I suoi interessi scientifici sono orientati prevalentemente sui tessuti osteoarticolari con particolare riguardo ad aspetti di patologia sperimentale. Gli argomenti trattati sono affrontati sempre con metodologie moderne e rigorose. Buono per altro il livello qualitativo delle riviste scientifiche. L'attivit in campo clinico non risulta documentata, cos come non risulta alcuna attivit didattica di rilievo.

Commissario: Prof. Roberto FIOCCA

Giudizio: Il dr. Corsi stato titolare di unassegni di ricerca (2001-03) ed attualmente riveste le funzioni di Collaboratore esterno del Dipartimento di Medicina Sperimentale e Patologia DellUniversit di Roma la Sapienza; dalla documentazione presentata lattivit didattica limitata a contratti ed alla qualificazione di cultore della materia nellambito di alcuni Corsi di Laurea. Lattivit di ricerca ha riguardato principalmente i tessuti scheletrici, sia da un punto di vista della fisiopatologia di alcune malattie congenite che da quello degli aspetti di biologia cellulare e molecolare e biotecnologici. Essa si sviluppata principalmente in forma di lavori collaborativi. Le riviste sulle quali i lavori sono stati pubblicati hanno rilevanza internazionale. Le linee di ricerca sono ben definite e riguardano tematiche di rilevanza clinico-patologica. La continuit dellattivit scientifica documentata e congrua con il SSD MED-08. Non risultano attivit di direzione e coordinamento di gruppi di ricerca. Lattivit assistenziale non documentata.

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

In conclusione, il dr. Corsi presenta un curriculum didattico alquanto limitato, non documenta alcuna assistenziale ma documenta unattivit di ricerca di primordine dotata di continuit temporale e congruente al settore scientifico disciplinare MED-08.

Commissario: Prof. Pantaleo BUFO

Giudizio: Il dott. Corsi ha conseguito il dottorato di ricerca in Medicina sperimentale presso lUniversit degli Studi dellAquila nel 2000, stato quindi titolare di Assegno di Ricerca a tempo determinato presso la Cattedra di Anatomia Patologica della medesima Universit (2001-2003) svolge attivit di collaboratore esterno presso il Dipartimento di Medicina Sperimentale e Patologia dellUniversit degli Studi La Sapienza di Roma. Lattivit didattica del candidato limitata ad incarichi di professore a contratto nel Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico presso Luniverstit di LAquila (a.a. 1999-2001). La produzione scientifica del Dott. Corsi, di buon livello, sebbene non sempre strettamente congrua con le discipline del settore scientifico disciplinare MED/08, rivolta in maniera settoriale allo studio della fisiopatologia, della biologia cellulare e molecolare e della biotecnologia dei tessuti scheletrici con contributi spesso originali e su riviste di ottimo rilievo scientifico. Si articola con continuit e non di rado si caratterizza per la utilizzazione di moderni ed interessanti approcci tecnologici. Non risulta documentata lattivit assistenziale, n lassunzione di responsabilit assistenziali autonome.

Commissario: Prof. Alessandro CASTELLO

Giudizio: Buone linee di ricerca soprattutto mirate allo studio dellosso. Apporto del candidato definito dalla evoluzione cronologica delle linee di ricerca. Buona congruenza con il settore scientifico disciplinare MED 08. Le riviste hanno rilevanza scientifica internazionale. Vi continuit temporale. Modesto rapporto diretto tra i temi della attivit scientifica e quella assistenziale. Esperienza didattica modesta: solo lesioni come professore a contratto. Attivit assistenziale: non documentata. Giudizio: discreta la valutazione complessiva nelle tre attivit: scientifica, didattica e assistenziale.

Candidato: Dott.ssa Damiani Stefania

Commissario: Prof. Cesare BORDI

Giudizio: Attivit didattica documentata dal ruolo di ricercatore dal 1988 e da numerosi corsi tenuti nei C.d. L. in Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e P.D. nonch in numerose scuole di specializzazione. Lattivit di ricerca appare continuativa, originale e pubblicata su riviste internazionali, alcune di buon livello, altre di medio livello , in questultime peraltro spesso come primo autore. Lattivit clinica nel settore MED-08 documentata dal 1991.

Commissario: Prof. Luigi DI BONITO

Giudizio: L'attivit didattica principale della Candidata, ricercatore universitario dal 1998, riguarda per lo pi Corsi di laurea triennali e Scuole di Specializzazione dal 1999 e dal 2002 anche il Corso di laurea in Medicina e Chirurgia. I suoi interessi scientifici sono ampiamente orientati verso la patologia delle lesioni mammarie, della tiroide e dellapparato gastrointestinale. La produzione scientifica appare originale, qualificata, continua e coerente con il settore scientifico disciplinare MED/08. Lapporto della Candidata sempre ben individuabile nei lavori in collaborazione. Buono appare anche il livello qualitativo delle riviste scientifiche. L'attivit clinica documentabile dal 1991.

Commissario: Prof. Roberto FIOCCA

Giudizio: La dr.ssa Damiani ricopre il ruolo di ricercatore universitario dal 1998; la sua attivit didattica data dal 1994, ma si concentra principalmente negli anni 1999-2004, riguarda insegnamenti impartiti presso il CdL in Medicina e Chirurga, in Odontoiatria, nei CdL delle professioni sanitarie ed in numerose scuole di specializzazione. Lattivit di ricerca ha riguardato in prevalenza la patologia mammaria. Essa si sviluppata principalmente in forma di lavori collaborativi. Le riviste sulle quali i lavori sono stati pubblicati hanno

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

rilevanza internazionale media ed alta. Le linee di ricerca sono ben definite e riguardano argomenti con importanti contenuti morfologici. La continuit dellattivit scientifica documentata e congrua con il SSD MED-08. Per quanto attiene alla partecipazione a gruppi di ricerca, essa continuativa ma senza una significativa attivit di direzione e coordinamento a livello nazionale. Lattivit assistenziale data dal 1991 ed continuativa; i ruoli ricoperti sono stati quelli di assistente ed attualmente riveste la posizione di Dir. Med. di 1 livello convenzionato. In conclusione, la dr.ssa Damiani presenta un discreto curriculum didattico, un buon curriculum assistenziale e documenta una buona attivit di ricerca dotata di continuit temporale e congruente al settore scientifico disciplinare MED-08.

Commissario: Prof. Pantaleo BUFO

Giudizio: La Dott. ssa Damiani ha ricoperto il ruolo di Ricercatore Universitario presso lUniversit degli Studi di Bologna a partire dal 1.1.1998 . Lattivit didattica ben documentata, si svolta e si svolge prevalentemente nellambito dei corsi di laurea brevi e delle scuole di specializzazione nonch a supporto dellattivit didattica del titolare della Cattedra di Anatomia patologica. La produzione scientifica della Dott. Damiani, congrua con il settore scientifico disciplinare MED/08, rivolta prevalentemente allo studio della patologia tiroidea, mammaria e gastrointestinale, si articola con continuit nel tempo ed caratterizzata da indagini scientifiche originali e di buon livello spesso pubblicate su riviste scientifiche qualificate. La candidata compare spesso come primo autore ed il suo contributo scientifico nellambito delle pubblicazioni presentate ben individuabile. Lattivit assistenziale documentata a partire dal 1991 con la qualifica di dirigente medico di I livello presso il II Servizio di Anatomia Patologica dellAzienda ospedaliera S. Orsola-Malpighi di Bologna.

Commissario: Prof. Alessandro CASTELLO

Giudizio: Linee di ricerca ben definite su importanti tematiche collegate alla attivit assistenziale. La continuit dei temi trattati documenta il contributo del candidato. Lattivit di ricerca coerente con le discipline del settore scientifico disciplinare. Alcuni lavori su riviste internazionali di ottimo livello. Vi continuit temporale della produzione scientifica ed evoluzione con le conoscenze. La produzione scientifica in rapporto diretto con lattivit assistenziale. Buona esperienza didattica maturata in 10 anni. Buona esperienza assistenziale (15 anni). Giudizio: buona la valutazione complessiva nelle tre attivit: scientifica, didattica e assistenziale.

Candidato: Dott. Giuffr Giuseppe

Commissario: Prof. Cesare BORDI

Giudizio: Attivit didattica documentata dal ruolo di ricercatore dal 1999 e da incarichi in corsi di laurea triennali e specialistici. Lattivit di ricerca documentata da numerose pubblicazioni su riviste di medio livello, in 6 casi come primo autore, ed appare concentrarsi nel tempo sulle tematiche di patologia legate agli AgNOR. Lattivit clinica nel settore MED-08 risulta documentata dal Dicembre 1995.

Commissario: Prof. Luigi DI BONITO

Giudizio: L'attivit didattica del Candidato, ricercatore universitario dal 1999, iniziata nel 1999 stesso, ma appare ancora piuttosto di moderata entit. La produzione scientifica risulta diversificata nei vari campi della patologia, con continuit temporale e talora con un discreto riconoscimento editoriale. Da menzionare gli studi sul possibile significato prognostico degli AgNOR nella patologia oncologica. L'attivit clinica nel settore scientifico disciplinare MED/08 documentata, bench inizialmente saltuaria, dal 1995.

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

Commissario: Prof. Roberto FIOCCA Giudizio: Il dr. Giuffr ricopre il ruolo di ricercatore universitario dal 1999; la sua attivit didattica si svolta prevalentemente negli anni 2000-04, stata continuativa, riguarda insegnamenti impartiti presso il CdL in Medicina e Chirurga, nei CdL delle professioni sanitarie ed in una scuola di specializzazione. Lattivit di ricerca ha riguardato principalmente la patologia digestiva, utilizzando tecniche istochimiche ed in particolare stata incentrata sul significato degli AgNOR. Essa si sviluppata principalmente in forma di lavori collaborativi. Le riviste sulle quali i lavori sono stati pubblicati hanno discreta rilevanza internazionale. Le linee di ricerca sono ben definite e riguardano argomenti importanti ed di attualit clinico-patologica. La continuit dellattivit scientifica documentata e congrua con il SSD MED-08. Per quanto attiene alla partecipazione a gruppi di ricerca, essa continuativa ma senza una significativa attivit di direzione e coordinamento a livello nazionale. Lattivit assistenziale data dal 1995 ed continuativa; i ruoli ricoperti sono stati quelli di medico specialista a contratto (1995-98); attualmente riveste la posizione di Dir. Med. di 1 livello convenzionato. In conclusione, il dr. Giuffr presenta un buon curriculum assistenziale, unattivit didattica temporalmente limitata e documenta una discreta attivit di ricerca dotata di continuit temporale e congruente al settore scientifico disciplinare MED-08.

Commissario: Prof. Pantaleo BUFO

Giudizio: Il Candidato ricopre il ruolo di ricercatore universitario dal 3.3.1999 ed stato confermato in ruolo con decorrenza 3.3.2002. Sufficiente lattivit didattica del candidato che documentata da cicli di lezioni di Anatomia Patologica nel Corso Integrato di Anatomia Patologica del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia (nella.a.2001-02) da incarichi di insegnamento nel Corso di Laurea di Diploma Universitario per Ostetrico/a dellUniversit di Messina (1999-2003) e dal altri incarichi in Corsi di Laurea Triennale (Infermiere, Fisioterapista). Lattivit scientifica del Dott. Giuffr caratterizzata da continuit temporale e congruit con il settore scientifico disciplinare MED/08. Linteresse scientifico del candidato prevalentemente rivolto allo studio dellapplicazione e sul significato prognostico delle AgNORs in varie patologie con indagini originali pubblicate su riviste scientifiche internazionali di buon livello e talora di rilevanza internazionale. Ha svolto attivit assistenziale, a partire dal 1995, prima in qualit di medico specialista anatomo-patologo a contratto presso il Servizio Diagnostica Citopatologica dellAzienda Policlinico Universitario di Messina, quindi di dirigente medico di I livello presso il Dipartimento ad Attivit Integrata di Anatomia Patologica dellAzienda Ospedaliera universitaria Policlinico G. Martino di Messina.

Commissario: Prof. Alessandro CASTELLO

Giudizio: Molti studi sugli AgNOR. La continuit documenta lapporto del candidato. Congruit con le discipline MED 08. Riviste di medio livello internazionale. Gli argomenti dei lavori documentano la continuit temporale della produzione scientifica. Vi collegamento tra la produzione scientifica e quella assistenziale. Discreta esperienza di attivit assistenziale. Esperienza didattica modesta/discreta (dal 1999). Giudizio: discreta/buona la valutazione complessiva nelle tre attivit: scientifica, didattica e assistenziale.

Candidato: Dott.ssa Guido Maria

Commissario: Prof. Cesare BORDI

Giudizio: Lattivit didattica appare limitata ad alcuni insegnamenti a contratto presso scuole di specializzazione e corso di laurea di Tecnico di Laboratorio Biomedico e di Odontoiatria. Lattivit scientifica continua e, pur essendo quasi esclusivamente focalizzata sulla patologia epatica, appare di altissimo livello con pubblicazioni su riviste di primaria qualificazione internazionale a conferma delloriginalit e innovativit. Il suo ruolo nei lavori in collaborazione documentato dalla posizione di primo autore in 13 di tali pubblicazioni. Lattivit clinica nel settore MED-08 documentata dal 1987 con riconoscimento di autonomia continuativamente dal 2001.

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

Commissario: Prof. Luigi DI BONITO

Giudizio: L'attivit didattica della Candidata risulta svolta con contratti di docenza presso Scuole di Specializzazione e Corsi di laurea per Tecnici. La produzione scientifica sempre coerente con il settore scientifico disciplinare MED/08, continua nel tempo ed di ottimo livello qualitativo. Le tematiche affrontate con rigore vertono quasi esclusivamente sulla patologia epatica. I lavori sono stati accolti su prestigiose riviste nazionali ed internazionali. L'attivit clinica documentata dal 1987. Dal 2001 Responsabile di Struttura Semplice.

Commissario: Prof. Roberto FIOCCA

Giudizio: La dr.ssa Guido ricopre il ruolo di Dirigente medico di 1 livello del SSN, essendo Responsabile di U.O. semplice; la sua attivit didattica data dal 1992 ma si concentra nel periodo 2000-04; essa stata svolta in qualit di professore a contratto e riguarda insegnamenti impartiti presso il CdL in Odontoiatria, nei CdL delle professioni sanitarie ed in 2 scuole di specializzazione. Lattivit di ricerca ha riguardato in gran prevalenza la patologia epatica e digestiva, nellambito di questultima ha sviluppato importanti contribuiti sulla morfologia e sulle correlazioni clinico-patologiche. Essa si sviluppata principalmente in forma di lavori collaborativi. Le riviste sulle quali i lavori sono stati pubblicati hanno notevole rilevanza internazionale. Le linee di ricerca sono ben definite e riguardano argomenti importanti ed di notevole attualit clinico-patologica. La continuit dellattivit scientifica documentata e congrua con il SSD MED-08. Per quanto attiene alla partecipazione a gruppi di ricerca, essa continuativa ma senza una significativa attivit di direzione e coordinamento a livello nazionale. Lattivit assistenziale data dal 1987 ed continuativa; i ruoli ricoperti sono stati quelli di assistente ed aiuto ospedaliero; attualmente riveste la posizione di Dir. Med. di 1 livello, essendo responsabile di U.O. semplice. In conclusione, la dr.ssa Guido presenta un curriculum scientifico ed assistenziale di primordine e documenta una sufficiente attivit didattica.

Commissario: Prof. Pantaleo BUFO

Giudizio: La dott.ssa Guido ricopre attualmente il ruolo di Responsabile Facente Funzioni della UO di Anatomia Patologica Convenzionata con lUniversit degli Studi di Padova. Discreta lattivit didattica della Candidata che stata svolta essenzialmente in qualit di professore a Contratto presso Corsi di Laurea breve e Scuole di Specializzazione a partire dalla.a. 1988-89. La candidata ha una produzione scientifica qualificata, uniformemente articolata nel tempo e con pubblicazioni per lo pi su riviste internazionali di alto livello ed indirizzata prevalentemente allo studio delle patologie epatica e gastrointestinale. Le tematiche, sempre congruenti con il settore scientifico disciplinare MED/08, sono affrontate con originalit e con un approccio aderente alla evoluzione delle pi recenti conoscenze scientifiche. Lattivit assistenziale ben documentata e lassunzione di responsabilit di funzioni primariali qualificano la autonomia raggiunta anche in questo campo dalla Candidata.

Commissario: Prof. Alessandro CASTELLO

Giudizio: Ottimo livello, originalit e innovativit della produzione scientifica. La personalit scientifica che emerge nel corso del tempo conferma il contributo del candidato. Vi assoluta congruenza tra i temi trattati e disciplina MED 08. I lavori sono pubblicati su riviste di elevato livello internazionale. Vi continuit della produzione scientifica che risulta in relazione con levoluzione delle conoscenze. Si rileva rapporto diretto con lattivit assistenziale. Modesta lesperienza nellattivit didattica. Ottima esperienza assistenziale con responsabilit diretta dal 2001. Giudizio: buona/ottima la valutazione complessiva nelle tre attivit: scientifica, didattica e assistenziale.

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

Candidato: Dott. Marzullo Andrea

Commissario: Prof. Cesare BORDI Giudizio: Attivit didattica documentata dal ruolo di ricercatore a far tempo dal 2001 e da alcuni affidamenti nei corsi di laurea triennale e specialistico e scuole di specializzazione nonch da attivit didattica integrativa nel Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia. Lattivit scientifica appare continuativa su argomenti eterogenei con caratteri di innovativit ed originalit e risulta in pubblicazioni su riviste di livello medio-alto nelle quali per solo una volta come primo autore. Lattivit clinica nel settore MED-08 08 documentata dal 2001.

Commissario: Prof. Luigi DI BONITO

Giudizio: L'attivit didattica del Candidato, ricercatore universitario dal 2001, bench iniziata nel 1995, risulta intensificata solo negli ultimi anni, con alcuni affidamenti presso il Corso di laurea in Medicina, Scuole di Specializzazione e Corsi di laurea triennale. Gli interessi scientifici sono ampiamente rivolti alle problematiche dellangiogenesi ed alla patologia feto-placentare. Tutti gli argomenti sono originali ed affrontati con metodologie moderne, nonch congrui con il settore scientifico disciplinare MED/08. L'attivit clinica documentata dal 2001.

Commissario: Prof. Roberto FIOCCA

Giudizio: Il dr. Marzullo ricopre il ruolo di collaboratore tecnico dal 1996 e di ricercatore universitario dal 2001; la sua attivit didattica data dal 1995, ma si concentra nel periodo 1999-2004, riguarda insegnamenti impartiti presso il CdL in Medicina e Chirurga, nei CdL delle professioni sanitarie ed in alcune scuole di specializzazione. Lattivit di ricerca ha riguardato numerosi campi di patologia; da menzionare i contributi sul ruolo dei mastociti nei processi angiogenetici. Essa si sviluppata principalmente in forma di lavori collaborativi. Le riviste sulle quali i lavori sono stati pubblicati hanno buona rilevanza internazionale. Le linee di ricerca sono ben definite. La continuit dellattivit scientifica documentata e congrua con il SSD MED-08. Lattivit assistenziale data dal 1996 ed continuativa; i ruoli ricoperti sono stati quelli di collaboratore tecnico medico ed attualmente riveste la posizione di Dir. Med. di 1 livello convenzionato. In conclusione, il dr. Marzullo presenta un discreto curriculum didattico, un buon curriculum assistenziale e documenta una discreta attivit di ricerca dotata di continuit temporale e congruente al settore scientifico disciplinare MED-08.

Commissario: Prof. Pantaleo BUFO

Giudizio: Il Candidato ricopre attualmente il ruolo di ricercatore confermato. Dal 1996 ha prestato servizio in qualit di collaboratore tecnico. Lattivit didattica documentata da affidamenti di insegnamenti nel Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia, nel Diploma universitario di tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico e di Ostetrica/o, in 2 Scuole di Specializzazione (Anatomia Patologica e Reumatologia) e nella Scuola diretta a fini Speciali per colpocitologi. La produzione scientifica, coerente con il settore scientifico disciplinare MED/08, stata svolta con continuit, prevalentemente in collaborazione, e rivolta sopratutto allo studio di patologie in campo otorinolaringoiatrico, cardiovascolare e feto-placentare. Interessanti sono gli studi volti ad indagare, con metodiche immunoistochimiche i processi angiogenetici neoplatici con studi su modelli sperimentali. I risultati scientifici delle ricerche sono spesso pubblicate su riviste internazionali di buon livello. Ha svolto attivit assistenziale dal maggio 1996 ed Dirigente Medico di I livello dallagosto 2001 presso il Dipartimento di Anatomia Patologica e di Genetica.

Commissario: Prof. Alessandro CASTELLO

Giudizio: Linee di ricerca di grande interesse in ambiti di attualit. Il curriculum dei lavori scientifici documenta lapporto del candidato ed il suo percorso formativo. I lavori sono coerenti con la disciplina MED 08. Le pubblicazioni su riviste di livello internazionale. Vi continuit temporale e relazione con la evoluzione scientifica.

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

E identificabile un rapporto tra produzione scientifica e attivit assistenziale. Buona esperienza didattica maturata in circa 10 anni. Discreta esperienza assistenziale (periodo dal 1996 al 2001). Giudizio: discreta/buona la valutazione complessiva nelle tre attivit: scientifica, didattica e assistenziale.

Candidato: Dott. Santini Donatella

Commissario: Prof. Cesare BORDI

Giudizio: Lattivit didattica limitata ad incarichi a contratto presso svariate scuole di Specializzazione. Lattivit di ricerca continuativa ed abbondante, su argomenti diversi, anche con caratteri di originalit ed innovativit che hanno consentito la pubblicazione su riviste di livello medio-alto, con sette lavori come primo autore nel periodo 1988-1995. Nella valutazione questo commissario non ha tenuto conto del lavoro presentato dalla candidata con il n. 15 in quanto coautore. Lattivit clinica nel settore MED-08 documentata dal 1983 con riconoscimento di autonomia continuativamente dal 2002.

Commissario: Prof. Luigi DI BONITO

Giudizio: La Candidata, dirigente medico di I livello, presenta nel suo curriculum didattico contratti di docenza presso Scuole di Specializzazione. La produzione scientifica spazia in vari settori dell'Anatomia patologica con particolare attenzione alla diagnostica istopatologica ed immunoistochimica del digerente. Appare di buon livello per originalit e continuit temporale, nonch per la rilevanza scientifica di diverse riviste su cui pubblicata. Il contributo personale consistente soprattutto fino al 1995, con diverse pubblicazioni in cui appare quale primo autore. L'attivit clinica ampia e documentata dal 1983, con riconoscimento di autonomia assistenziale dal 2002.

Commissario: Prof. Roberto FIOCCA

Giudizio: La dr.ssa Santini ricopre il ruolo di medico ospedaliero dal 1983 e di dirigente medico di I livello con responsabilit di Unit operativa semplice dal 2002. Lattivit didattica di lunga durata ma limitata a contratti presso numerose scuole di Specializzazione. Lattivit di ricerca continuativa e ben documentata; essa si appuntata su argomenti diversi, anche con caratteri di originalit ed innovativit ed ha prodotto pubblicazioni su riviste internazionali di livello medio ed alto, con sette lavori come primo autore nel periodo 1988-1995. In conclusione, la dr.ssa Santini presenta un limitato curriculum didattico, un curriculum assistenziale di primordine e documenta una buona attivit di ricerca dotata di continuit temporale e congruente al settore scientifico disciplinare MED-08.

Commissario: Prof. Pantaleo BUFO

Giudizio: La dottoressa Santini ricopre attualmente il ruolo di Responsabile di Unit semplice-Modulo Organizzativo presso lAzienda Ospedaliera-Universitaria S.Orsola-Malpighi di Bologna. La dott. ssa Santini ha svolto una limitata attivit didattica esclusivamente di tipo tutoriale per gli studenti del Corso di Laurea in Medicina e Chrurgia dal 1982/83 e per gli Specializzandi della Scuola di Specializzazione in Anatomia Patologica dallA.A. 1983/84. Ha svolto inoltre cicli di lezioni nellambito di corsi ufficiali come professore a contratto nella Scuola di Specializzazione in Anatomia Patologica e di altre Sscuole di Specializzazione. Infine ha svolto nellAA 2002-03 anche lezioni nel Corso di Laurea in Tecniche di Laboratorio Biomedico tenendo linsegnamento di Istopatologia Generale corso integrato di Istopatologia. La produzione scientifica rivolta essenzialmente ad indagini indirizzate allo studio della patologia mammaria, della patologia gastroenterologica e di patologia dellapparato gentitale femminile che si svolge con continuit temporale ed coerente con il settore scientifico disciplinare MED/08. Si tratta di ricerche spesso in collaborazione che sono pubblicate su riviste di rilievo nazionale ed internazionale, talora di ottimo livello, con apporti originali e basate sulla utilizzazione di metodi immunoistochimici. Lattivit assistenziale inizia nel 1980 con laffidamento di un incarico di Assistente Medico Ospedaliero con rapporto a tempo pieno presso il servizio di Anatomia Patologica dellOspedale Maggiore di Bologna. In seguito dal 1983 assume la qualifica di Anatomo patologo di ruolo presso il Policlinico S.

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

Orsola di Bologna e successivamente, dal 1988 di Aiuto Corresponsabile Ospedaliero e quindi di Medico di I Livello Dirigenziale Fascia A presso la stessa Azienda ospedaliera.

Commissario: Prof. Alessandro CASTELLO

Giudizio: Lavori originali, su temi rilevanti che documentano la buona impostazione metodologica. La continuit delle linee di ricerca documenta lapporto del candidato. Assoluta congruenza dei lavori con la disciplina MED 08. Tutti i lavori sono su eccellenti riviste di livello internazionale. Vi e continuit nella produzione scientifica che risulta correlata con levoluzione delle conoscenze. Ottima relazione dei lavori con lattivit assistenziale. Esperienza assistenziale di rilievo con ruolo di responsabilit. Esperienza didattica come professore a contratto. Giudizio: buona la valutazione complessiva nelle tre attivit: scientifica, didattica e assistenziale.

Candidato: Dott. Zanconati Fabrizio

Commissario: Prof. Cesare BORDI Giudizio: Attivit didattica documentata dal ruolo di ricercatore ricoperto dal 1993 e consistita in intensa attivit integrativa del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia, nel diploma Universitario per Tecnici Sanitari di Laboratorio Biomedico ed in numerosi incarichi di insegnamento, associati o meno ad attivit didattica integrativa, presso lauree triennali e svariate Scuole di Specializzazione. Lattivit di ricerca ha caratteri di innovativit e verte principalmente su argomenti di patologia mammaria, pleuropolmonre e citopatologia cervico-vaginale e non ginecologica. Essa documentata da pubblicazioni su riviste internazionali, in cinque delle quali lautore figura come primo autore, di cui due su riviste di livello medio-alto. Lattivit clinica nel settore MED-08 documentata dal 1996.

Commissario: Prof. Luigi DI BONITO

Giudizio: Il Candidato, ricercatore universitario dal 1993, documenta un'attivit didattica continua da quella data presso Corsi di laurea in Medicina e Chirurgia e Corsi di laurea triennale, nonch presso diverse Scuole di Specializzazione. Gli interessi scientifici appaiono ampi e variegati. Sono tuttavia da menzionare i lavori sulla patologia mammaria che vertono sullimplementazione della diagnostica citomorfologica pre-chirurgica e sullo sviluppo di tecniche di imaging alternative ai raggi X. La produzione scientifica risulta sempre coerente con il settore scientifico disciplinare MED/08, continua nel tempo e dimostra originalit, innovativit e rigore metodologico. Buono il livello qualitativo delle riviste scientifiche. Lapporto individuale sempre ben individuabile. Il sottoscritto non ha tenuto conto, per la valutazione, dei lavori in cui co-autore. L'attivit clinica nel settore MED/08 documentata dalle funzioni di Dirigente medico di I livello attribuite nel 1996, con lettura di un elevato numero di esami cito-istopatologici ed effettuazione in prima persona di oltre 7000 prelievi citologici con ago sottile.

Commissario: Prof. Roberto FIOCCA

Giudizio: Il dr. Zanconati ricopre il ruolo di ricercatore universitario dal 1993; la sua attivit didattica data dal 1993, ma si concentra nel periodo 1998-2004, riguarda insegnamenti impartiti presso il CdL delle professioni sanitarie ed in alcune scuole di specializzazione; ha svolto inoltre numerose attivit di didattica integrativa ed esercitazioni in vari CdL e Scuole di specializzazione. Lattivit di ricerca ha riguardato numerosi campi di patologia; da menzionare i contributi in citopatologia, patologia ginecologica e pleuro-polmonare. Essa si sviluppata principalmente in forma di lavori collaborativi. Le riviste sulle quali i lavori sono stati pubblicati hanno media rilevanza internazionale. Le linee di ricerca sono ben definite. La continuit dellattivit scientifica documentata e congrua con il SSD MED-08. Per quanto attiene alla partecipazione a gruppi di ricerca, essa continuativa ma senza una significativa attivit di direzione e coordinamento a livello nazionale. Lattivit assistenziale data dal 1996 ed continuativa; attualmente riveste la posizione di Dir. Med. di 1 livello convenzionato.

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

In conclusione, il dr. Zanconati presenta un buon curriculum didattico, un buon curriculum assistenziale e documenta una discreta attivit di ricerca dotata di continuit temporale e congruente al settore scientifico disciplinare MED-08.

Commissario: Prof. Pantaleo BUFO

Giudizio: Il Candidato ricopre attualmente il ruolo di Ricercatore confermato dal 1996. Lattivit didattica ampiamente documentata da numerosi incarichi sia nellambito del Corso di Laurea di Medicina e Chirurgia che in numerose scuole di specializzazione fra cui quella di Anatomia patologica e in vari corsi di laurea triennali. La personalit scientifica del candidato si esprime attraverso una produzione scientifica coerente con il settore scientifico disciplinare MED/08 e continua nel tempo, caratterizzata da interessanti indagini relative alla patologia mammaria e ginecologica con particolare riferimento alla citopatologia con pubblicazioni di buon livello anche su riviste internazionali e talora altamente qualificate. Ben documentata risulta anche lattivit assistenziale come dirigente medico di I livello presso lU.C.O di Anatomia ed Istologia Patologica e Citodiagnostica dellAzienda Ospedaliero-Universitaria Ospedali Riuniti di Trieste.

Commissario: Prof. Alessandro CASTELLO

Giudizio: Buona originalit nella produzione scientifica. Varie linee di ricerca su importanti argomenti che pongono in evidenza la personalit del candidato ed il suo personale apporto. Vi congruenza con la disciplina MED 08. Quasi tutti i lavori sono su riviste di livello internazionale. Si rileva continuit temporale della produzione scientifica e buona relazione con la evoluzione delle conoscenze. Vi rapporto tra la produzione scientifica e lattivit assistenziale. Buona esperienza didattica ben documentata. Buona esperienza assistenziale di poco inferiore a 10 anni. Giudizio: buona la valutazione complessiva nelle tre attivit: scientifica, didattica e assistenziale.

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

ALL. B Giudizi collegiali sulle pubblicazioni scientifiche e sui titoli presentati da ciascun candidato: Candidato: dott.ssa Ceppa Paola

Giudizio: La dr.ssa Ceppa ricopre il ruolo di assistente universitario dal 1976; la sua attivit didattica data dal 1978, stata continuativa, riguarda insegnamenti impartiti presso il CdL in Medicina e Chirurga, nei CdL delle professioni sanitarie ed in numerose scuole di specializzazione. Lattivit di ricerca continuativa e documentata da pubblicazioni originali ed innovative pubblicate su riviste di livello medio e alto, con particolare riferimento alla patologia epatica, gastroenterica sia infiammatoria che neoplastica, della tiroide e del pancreas esocrino. Ben documentata lattivit assistenziale, svolta in regime di tempo pieno, dal 1976 che si concretizza nella assunzione della responsabilit del modulo funzionale di Diagnostica intraoperatoria a partire dallottobre del 1999. In conclusione, la dr.ssa Ceppa presenta un curriculum didattico ed assistenziale di primordine e documenta una buona attivit di ricerca dotata di continuit temporale e congruente al settore scientifico disciplinare MED-08.

Candidato: Dott. Corsi Alessandro

Giudizio: Il dr. Corsi stato titolare di unassegni di ricerca (2001-03) ed attualmente dichiara di essere Collaboratore esterno del Dipartimento di Medicina Sperimentale e Patologia DellUniversit di Roma la Sapienza; dalla documentazione presentata lattivit didattica limitata a contratti ed alla qualificazione di cultore della materia nellambito di alcuni Corsi di Laurea. Lattivit scientifica appare di alto livello, originalit ed innovativit e si venuta concentrando nel tempo sulla patologia ossea con pubblicazioni spesso apparse su riviste di elevata qualificazione internazionale, nelle quali peraltro lapporto individuale del candidato nei lavori in collaborazione non sempre facilmente individuabile. Non risulta documentata lattivit assistenziale, n lassunzione di responsabilit assistenziali autonome. In conclusione, il dr. Corsi presenta un curriculum didattico alquanto limitato, non documenta alcuna assistenziale ma documenta un attivit di ricerca di primordine dotata di continuit temporale e congruente al settore scientifico disciplinare MED-08.

Candidato: Dott.ssa Damiani Stefania Giudizio: La dr.ssa Damiani ricopre il ruolo di ricercatore universitario dal 1998; la sua attivit didattica data dal 1994, ma si concentra principalmente negli anni 1999-2004, riguarda insegnamenti impartiti presso il CdL in Medicina e Chirurga, in Odontoiatria, nei CdL delle professioni sanitarie ed in numerose scuole di specializzazione. Lattivit di ricerca ha riguardato in prevalenza la patologia mammaria, appare continuativa, originale e pubblicata su riviste internazionali, alcune di alto livello, altre di medio livello , in questultime peraltro spesso come primo autore. Lattivit assistenziale documentata a partire dal 1991 con la qualifica di dirigente medico di I livello presso il II Servizio di Anatomia Patologica dellAzienda ospedaliera S. Orsola-Malpighi di Bologna. In conclusione, la dr.ssa Damiani presenta un discreto curriculum didattico, un buon curriculum assistenziale e documenta una buona attivit di ricerca dotata di continuit temporale e congruente al settore scientifico disciplinare MED-08.

Candidato: Dott. Giuffr Giuseppe Giudizio: Il dr. Giuffr ricopre il ruolo di ricercatore universitario dal 1999; la sua attivit didattica si svolta prevalentemente negli anni 2000-04, stata continuativa, riguarda insegnamenti impartiti presso il CdL in Medicina e Chirurga, nei CdL delle professioni sanitarie ed in una scuola di specializzazione. Lattivit di ricerca documentata da numerose pubblicazioni su riviste di medio livello, in 6 casi come primo autore, ed appare concentrarsi nel tempo sulle tematiche di patologia legate agli AgNOR. Ha svolto attivit assistenziale, a partire dal 1995, prima in qualit di medico specialista anatomo-patologo a contratto presso il Servizio Diagnostica Citopatologica dellAzienda Policlinico Universitario di Messina, quindi di dirigente medico di I livello presso il Dipartimento ad Attivit Integrata di Anatomia Patologica dellAzienda Ospedaliera universitaria Policlinico G. Martino di Messina.

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

In conclusione, il dr. Giuffr presenta un buon curriculum assistenziale, unattivit didattica temporalmente limitata e documenta una discreta attivit di ricerca dotata di continuit temporale e congruente al settore scientifico disciplinare MED-08.

Candidato: Dott.ssa Guido Maria Giudizio: La dr.ssa Guido ricopre il ruolo di Dirigente medico di 1 livello del SSN essendo Responsabile di U.O. semplice; la sua attivit didattica data dal 1992 ma si concentra nel periodo 2000-04; essa stata svolta in qualit di professore a contratto e riguarda insegnamenti impartiti presso il CdL in Odontoiatria, nei CdL delle professioni sanitarie ed in 2 scuole di specializzazione. Lattivit scientifica continua e, pur essendo quasi esclusivamente focalizzata sulla patologia epatica, appare di altissimo livello con pubblicazioni su riviste di primaria qualificazione internazionale a conferma delloriginalit e innovativit. Il suo ruolo nei lavori in collaborazione documentato dalla posizione di primo autore in 13 di tali pubblicazioni. Lattivit assistenziale data dal 1987 ed continuativa; i ruoli ricoperti sono stati quelli di assistente ed aiuto ospedaliero; attualmente riveste la posizione di Dir. Med. di 1 livello, essendo responsabile di U.O. semplice. In conclusione, la dr.ssa Guido presenta un curriculum scientifico ed assistenziale di primordine e documenta una sufficiente attivit didattica.

Candidato: Dott. Marzullo Andrea Giudizio: Il dr. Marzullo ricopre il ruolo di collaboratore tecnico dal 1996 e di ricercatore universitario dal 2001; la sua attivit didattica data dal 1995, ma si concentra nel periodo 1999-2004, riguarda insegnamenti impartiti presso il CdL in Medicina e Chirurga, nei CdL delle professioni sanitarie ed in alcune scuole di specializzazione. Lattivit scientifica appare continuativa su argomenti eterogenei con caratteri di innovativit ed originalit e risulta in pubblicazioni su riviste di livello medio-alto nelle quali per solo una volta come primo autore. Ha svolto attivit assistenziale dal maggio 1996 ed Dirigente Medico di I livello dallagosto 2001 presso il Dipartimento di Anatomia Patologica e di Genetica. In conclusione, il dr. Marzullo presenta un discreto curriculum didattico, un buon curriculum assistenziale e documenta una discreta attivit di ricerca dotata di continuit temporale e congruente al settore scientifico disciplinare MED-08.

Candidato: Dott. Santini Donatella Giudizio: La dr.ssa Santini ricopre il ruolo di medico ospedaliero dal 1983 e di dirigente medico di I livello con responsabilit di Unit operativa semplice dal 2002. Lattivit didattica di lunga durata ma limitata a contratti presso numerose scuole di Specializzazione. Lattivit di ricerca continuativa ed abbondante, su argomenti diversi, anche con caratteri di originalit ed innovativit che hanno consentito la pubblicazione su riviste di livello medio ed alto, con sette lavori come primo autore nel periodo 1988-1995 Lattivit assistenziale inizia nel 1980 con laffidamento di un incarico di Assistente Medico Ospedaliero con rapporto a tempo pieno presso il servizio di Anatomia Patologica dellOspedale Maggiore di Bologna. In seguito dal 1983 assume la qualifica di Anatomo patologo di ruolo presso il Policlinico S. Orsola di Bologna e successivamente, dal 1988 di Aiuto Corresponsabile Ospedaliero e quindi di Medico di I Livello Dirigenziale Fascia A presso la stessa Azienda ospedaliera. In conclusione, la dr.ssa Santini presenta un limitato curriculum didattico, un curriculum assistenziale di primordine e documenta una buona attivit di ricerca dotata di continuit temporale e congruente al settore scientifico disciplinare MED-08.

Candidato: Dott. Zanconati Fabrizio

Giudizio: Il dr. Zanconati ricopre il ruolo di ricercatore universitario dal 1993; la sua attivit didattica data dal 1993, ma si concentra nel periodo 1998-2004, riguarda insegnamenti impartiti presso il CdL delle professioni sanitarie ed in alcune scuole di specializzazione; ha svolto inoltre numerose attivit di didattica integrativa ed esercitazioni in vari CdL e Scuole di specializzazione. Lattivit di ricerca ha caratteri di innovativit e verte principalmente su argomenti di patologia mammaria, pleuropolmonre e citopatologia cervico-vaginale e non ginecologica. Essa documentata da

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

pubblicazioni su riviste internazionali, in cinque delle quali lautore figura come primo autore, di cui due su riviste di livello medio-alto. L'attivit clinica nel settore MED/08 documentata dalle funzioni di Dirigente medico di I livello attribuite nel 1996, con lettura di un elevato numero di esami cito-istopatologici ed effettuazione in prima persona di oltre 7000 prelievi citologici con ago sottile. In conclusione, il dr. Zanconati presenta un buon curriculum didattico, un buon curriculum assistenziale e documenta una discreta attivit di ricerca dotata di continuit temporale e congruente al settore scientifico disciplinare MED-08.

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

ALL. C

Giudizi dei singoli Commissari sulla discussione relativa alle pubblicazioni scientifiche di ciascun candidato:

Candidato: dr.ssa Paola CEPPA Commissario: prof. Cesare BORDI giudizio discussione sulle pubblicazioni scientifiche presentate: La candidata ha dimostrato nellesposizione delle sue ricerche chiarezza e padronanza degli argomenti di ottimo livello rispondendo in modo pienamente pertinente alle domande ricevute. Commissario: prof. Luigi DI BONITO giudizio discussione sulle pubblicazioni scientifiche presentate: La candidata presenta i risultati dei suoi studi con ottima chiarezza espositiva e padronanza e risponde con ottima pertinenza ai quesiti posti. Commissario: prof. Roberto FIOCCA giudizio discussione sulle pubblicazioni scientifiche presentate: Ottima chiarezza nella discussione delle correlazioni clinico-patologiche della patologia infiammatoria del fegato e sui temi di patologia gastroduodenale. La candidata ha risposto in modo esauriente a tutte le richieste di approfondimento. La candidata ha dimostrato ottima padronanza degli argomenti di patologia epatica digestiva e tiroidea, ovvero dei temi principali della propria ricerca. Ha mostrato inoltre unottima capacit di approfondimento delle problematiche trattate. Commissario: prof. Pantaleo BUFO giudizio discussione sulle pubblicazioni scientifiche presentate: La candidata ha esposto le proprie linee di ricerca, circa la patologia epatica, digestiva e tiroidea, in maniera estremamente chiara e completa, rispondendo alle domande con precisione e dimostrando una approfondita conoscenza degli argomenti trattati. Commissario: prof. Alessandro CASTELLO giudizio discussione sulle pubblicazioni scientifiche presentate: La candidata ha esposto in modo sintetico e con grande chiarezza i risultati delle principali linee di ricerca. Le risposte fornite ai quesiti posti dai commissari documentano una ottima padronanza degli argomenti trattati.

Candidato: dr. Alessandro CORSI Commissario: prof. Cesare BORDI giudizio discussione sulle pubblicazioni scientifiche presentate: Il candidato ha esposto le tematiche di ricerca da lui svolte con ottimo grado di chiarezza espositiva e di padronanza degli argomenti. Le sue risposte ai quesiti formulati dalla commissione sono di completa pertinenza. Commissario: prof. Luigi DI BONITO giudizio discussione sulle pubblicazioni scientifiche presentate: Il candidato discute i suoi titoli con buona padronanza e pertinenza nonch con chiarezza espositiva. Commissario: prof. Roberto FIOCCA giudizio discussione sulle pubblicazioni scientifiche presentate: Il candidato ha dimostrato una buona capacit espositiva e di comunicazione, pur trattando di patologie inusuali. Laddove richiesto di chiarimenti, anche su aspetti tecnologici della ricerca, il candidato ha risposto in modo esauriente. Per quanto i temi della ricerca presentati per la valutazione siano assai settoriali, il candidato ne ha mostrato unassoluta padronanza.

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

Commissario: prof. Pantaleo BUFO giudizio discussione sulle pubblicazioni scientifiche presentate: Il candidato ha esposto con notevole rigore scientifico e in maniera chiara ed esauriente le proprie linee di ricerca, relative alla patologia ossea ed agli studi applicativi per la ricostruzione dellosso, dimostrando con risposte pertinenti ed esaurienti unottima padronanza degli argomenti trattati. Commissario: prof. Alessandro CASTELLO giudizio discussione sulle pubblicazioni scientifiche presentate: Il candidato ha esposto con grande chiarezza le sue ricerche che, pur monotematiche, risultano di grande interesse. Ha risposto in modo pertinente ed esaustivo ai quesiti posti dai commissari dimostrando ottima padronanza degli argomenti trattati.

Candidato: dr. Fabrizio ZANCONATI Commissario: prof. Cesare BORDI giudizio discussione sulle pubblicazioni scientifiche presentate: Il candidato apparso convincente per padronanza degli argomenti trattati e chiarezza espositiva di ottimo livello, rispondendo in modo sempre pertinente alle specifiche richieste di chiarimento e di approfondimento dei commissari. Commissario: prof. Luigi DI BONITO giudizio discussione sulle pubblicazioni scientifiche presentate: Il candidato dimostra ottima conoscenza degli argomenti in discussione e li espone brillantemente

con chiarezza e padronanza. Commissario: prof. Roberto FIOCCA giudizio discussione sulle pubblicazioni scientifiche presentate: Il candidato ha dimostrato una notevole capacit di comunicazione per quanto attiene ai temi della sua attivit scientifica ed ha risposto in modo esauriente alle domande che gli sono state poste. Per quanto la valenza del candidato sia pi di tipo diagnostico e pratico, egli ha dimostrato unottima padronanza delle problematiche clinico-patologiche legate alla diagnostica citopatologica Commissario: prof. Pantaleo BUFO giudizio discussione sulle pubblicazioni scientifiche presentate: Il dott. Zanconati, partendo dalla propria pluriennale esperienza pratica, ha esposto le ricerche effettuate ed i risultati ottenuti in maniera chiara ed estremamente puntuale, sottolineando con risposte pertinenti lottima padronanza sia della citopatologia mammaria, sia della citopatologia del distretto testa-collo. Commissario: prof. Alessandro CASTELLO giudizio discussione sulle pubblicazioni scientifiche presentate: Il candidato ha esposto con grande chiarezza le principali linee di ricerca con particolare riferimento alla patologia epatica ed agoaspirativa. I chiarimenti forniti sono pertinenti ai quesiti posti dai commissari e documentano unottima padronanza degli argomenti trattati.

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

ALL. D Giudizi collegiali sulla discussione relativa alle pubblicazioni scientifiche di ciascun candidato:

Candidato: dr.ssa Paola CEPPA giudizio: La candidata ha mostrato ottima chiarezza espositiva nella discussione della patologia

epatica, gastroduodenale e tiroidea, rispondendo in modo esauriente alle richieste di approfondimento. Ella ha dimostrato inoltre ottima padronanza dei temi principali della propria ricerca ed unottima capacit di approfondimento delle problematiche trattate.

Candidato: dr. Alessandro CORSI giudizio: Il candidato, pur trattando di patologie rare, ha dimostrato una ottima capacit espositiva

e di comunicazione. Laddove richiesto di chiarimenti, anche su aspetti tecnologici della ricerca, egli ha risposto con ricchezza di particolari. Sebbene i temi della ricerca presentati per la valutazione siano prevalentemente settoriali, il candidato ne ha mostrato unassoluta padronanza.

Candidato: dr. Fabrizio ZANCONATI giudizio: Il candidato ha dato prova di ottima capacit di comunicazione per quanto attiene ai temi

della sua attivit scientifica ed ha risposto in modo del tutto esauriente alle domande che gli sono state formulate. Inoltre egli ha dimostrato unottima padronanza delle problematiche clinico-patologiche legate alla diagnostica citopatologica.

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

ALL. E

Giudizi dei singoli Commissari sulla prova didattica di ciascun candidato:

Candidato: dr.ssa Paola CEPPA Commissario: prof. Cesare BORDI giudizio prova didattica: La candidata, nellesporre la lezione sui tumori del pancreas esocrino, ha

dato prova di esemplare efficacia didattica e chiarezza espositiva, trattando largomento in modo completo e con apprezzabile rigore logico.

Commissario: prof. Luigi DI BONITO giudizio prova didattica: La candidata ha sviluppato largomento prescelto denotando unottima

capacit didattica. Limpostazione della lezione risultata chiara, completa e rigorosa. Commissario: prof. Roberto FIOCCA giudizio prova didattica: La candidata ha condotto la lezione sui tumori del pancreas esocrino con

grande efficacia e presentandone inizialmente gli obiettivi didattici. Largomento stato trattato in modo chiaro e completo, articolando le diverse sezioni in maniera logica.

Commissario: prof. Pantaleo BUFO giudizio prova didattica: La candidata ha dimostrato piena padronanza dellargomento, tumori del

pancreas esocrino, che stato esposto con estrema efficacia, in maniera chiara e con ampia e documentata trattazione. La lezione, inoltre, ha seguito un coerente ed ordinato svolgimento.

Commissario: prof. Alessandro CASTELLO giudizio prova didattica: La candidata illustra con chiarezza largomento assegnato, lo tratta

compiutamente e con rigore logico e presenta una lezione ben documentata ed efficace.

Candidato: dr. Alessandro CORSI

Commissario: prof. Cesare BORDI giudizio prova didattica: Il candidato ha fornito una presentazione dettagliata ed approfondita dei

vari aspetti della tematica dei tumori maligni del polmone trattando largomento con chiarezza e logica consequenziale. Leccessiva ricchezza di informazioni provviste, tuttavia, solleva qualche riserva circa unottimale efficacia didattica della lezione per gli studenti del Corso di laurea in Medicina e Chirurgia

Commissario: prof. Luigi DI BONITO giudizio prova didattica: il candidato ha svolto la lezione sorteggiata in maniera completa anche

se di non piena efficacia didattica per lo scarso risalto dato ad alcuni aspetti della trattazione. Commissario: prof. Roberto FIOCCA giudizio prova didattica: Il candidato svolge una lezione sul tumori polmonari con notevole

padronanza sia dei fattori eziologici e di rischio e caratterizzata da notevole rigore logico. Efficace la descrizione degli eventi molecolari che producono la neoplasia. Discreta la trattazione delle correlazioni clinico-patologiche e prognostiche. Non sempre efficace nella sintesi degli elementi fondamentali della trattazione.

Commissario: prof. Pantaleo BUFO giudizio prova didattica: La lezione sui tumori maligni del polmone stata trattata con rigore

logico e lesposizione stata chiara e dettagliata. Lefficacia didattica in parte limitata dalla mancanza di unadeguata focalizzazione sugli aspetti pi importanti ai fini pratici.

Commissario: prof. Alessandro CASTELLO giudizio prova didattica: Largomento viene esposto in modo ordinato, trattato nei suoi aspetti

peculiari, anche con ricchezza di particolari. Lefficacia didattica non pienamente realizzata perch non vengono posti in sufficiente evidenza gli elementi pi importanti

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

Candidato: dr. Fabrizio ZANCONATI

Commissario: prof. Cesare BORDI giudizio prova didattica: Il candidato ha dimostrato ottima efficacia didattica ed altrettanta

chiarezza espositiva nel trattare la patologia nodulare del fegato in modo completo e con originale impostazione non disgiunta da rigore logico.

Commissario: prof. Luigi DI BONITO giudizio prova didattica: il candidato ha presentato il tema scelto con ottima efficacia didattica, lo

ha infatti esposto con grande chiarezza e trattato con completezza e rigore logico. Commissario: prof. Roberto FIOCCA giudizio prova didattica: : Il candidato ha condotto la lezione sui lesioni nodulari del fegato in

modo chiaro e completo, articolando le diverse sezioni in maniera logica puntando principalmente sugli aspetti diagnostici. Largomento stato trattato con grande completezza e padronanza. Buona lefficacia didattica della lezione per gli studenti del Corso di laurea in Medicina e Chirurgia

Commissario: prof. Pantaleo BUFO giudizio prova didattica: il candidato ha tenuto la lezione su tumori e lesioni simil-tumorali del

fegato seguendo un ordinato svolgimento. Estremamente efficace il piano didattico, le lezione e contraddistinta da chiarezza espositiva di ottimo livello ed ampiezza della trattazione.

Commissario: prof. Alessandro CASTELLO giudizio prova didattica: il candidato dispone largomento assegnato nei suoi vari aspetti, in

modo schematico e con rigore logico. La chiarezza espositiva e la completa trattazione rendono la lezione molto efficace dal punto di vista didattico.

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

ALL. F Giudizi collegiali sulla prova didattica: Candidato: dr.ssa Paola CEPPA giudizio: La candidata illustra con ottima chiarezza ed efficacia i tumori del pancreas esocrino, li

tratta compiutamente e con rigore logico, presentando una lezione ben documentata. Candidato: dr. Alessandro CORSI giudizio: La lezione sui tumori maligni del polmone stata trattata con rigore logico e

lesposizione stata chiara e dettagliata. Lefficacia didattica non pienamente realizzata perch non sono stati posti in sufficiente evidenza gli elementi pi importanti ai fini pratici.

Candidato: dr. Fabrizio ZANCONATI giudizio: Il candidato ha dimostrato ottima efficacia didattica ed altrettanta chiarezza espositiva nel

trattare la patologia nodulare del fegato in modo completo e con originale impostazione, non disgiunta da rigore logico.

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc

ALL. G

Giudizi complessivi Candidato: dr.ssa Paola CEPPA Giudizio: Sulla base della documentazione presentata e delle prove effettuate, la candidata rivela

piena maturit scientifica per il ruolo da ricoprire e dimostra un adeguato curriculum di attivit didattica e assistenziale.

Candidato: dr. Alessandro CORSI Giudizio: Sulla base della documentazione presentata e delle prove effettuate, il candidato rivela

una buona maturit scientifica che, implementata, gli consentir di raggiungere il ruolo a cui aspira. Inoltre agli atti non risulta documentata unadeguata attivit didattica ed assistenziale.

Candidato: dr. Fabrizio ZANCONATI Giudizio: Sulla base della documentazione presentata e delle prove effettuate, il candidato rivela

piena maturit scientifica per il ruolo da ricoprire e dimostra un adeguato curriculum di attivit didattica e assistenziale.

Mobi/DOCENTIVERBALI/verb-assoc.doc