of 8/8
Realizzare un oggetto multimediale a vostra scelta (video, file audio, mappa concettuale, immagine, ecc.) utilizzando una o più applicazioni free (anche online) o open source, ad esempio utilizzando una di quelle indicate nei Link esterni. Provare quindi a descrivere il processo di produzione, e le scelte che sottendono l'utilizzo di un determinato software o servizio OS. Strumenti Open Source per la didattica Tutor: Domestico Rosa Studente: Maramotti Monica

esercitazione traccia 3

  • View
    223

  • Download
    2

Embed Size (px)

DESCRIPTION

utilizzo dell'opensource a scuola

Text of esercitazione traccia 3

  • Realizzare un oggetto multimediale a vostra scelta (video, file audio, mappa concettuale, immagine, ecc.) utilizzando una o pi applicazioni free (anche online) o open source, ad esempio utilizzando una di quelle indicate nei Link esterni. Provare quindi a descrivere il processo di produzione, e le scelte che sottendono l'utilizzo di un determinato software o servizio OS.

    Strumenti Open Source per la didattica

    T u t o r : D o m e s t i c o R o s a S t u d e n t e : M a r a m o t t i M o n i c a

  • Dopo aver letto attentamente le dispense ed aver fatto una piccola ricerca a scuola

    circa lutilizzo di Linux ed essendo completamente digiuna di open source, anzi

    pregiudizialmente diffidente, pensando forse ad una ipotetica sicurezza dovuta al

    costo (pi spendi-meno spendi, mi dicevano), quasi sempre il costo sinonimo di

    qualit, ho fatto scoperte sorprendenti.

    Nella mia scuola lapplicazione e lutilizzo di software opensource vede schierati due

    partiti: i favorevoli e i contrari, per le ragioni che conosciamo:

    i favorevoli non solo per leliminazione dei costi, ma per la possibilit di partecipare

    attivamente alla costruzione e anche, forse direi soprattutto, per la filosofia e letica

    che ne sottendono la progettazione;

    i contrari dal canto loro avanzano a giustificazione il fatto che il costo garantisce la

    sicurezza, il servizio, la prestazione.

    Il risultato? Ognuno fa quello che crede nel proprio spazio, la possibilit che si crei

    cultura da questo punto di vista (Istituto Majorana docet

    http://www.istitutomajorana.it ) rimane abbastanza remota.

  • PROCESSO DI PRODUZIONE

    1) Analisi dei link esterni:

  • Partendo dal link con le applicazioni pi semplici e di veloce utilizzzo (mappe

    concettuali) sono entrata nellunica classe della scuola dove installata la LIM ed ho

    proposto ai ragazzi la progettazione di questa attivit.

    Ho chiesto ai ragazzi se conoscevano i link in oggetto e ho pensato di mostrar loro,

    costruendo insieme il percorso, come disegnare una mappa concettuale.

    Siccome stavamo parlando della storicit dei Vangeli abbiamo pensato di

    schematizzare la struttura del testo biblico.

    2) La scelta del software:

    dopo aver analizzato insieme le varie opportunit (Cmap Tools, freemind,

    mindmeister e bubbl.Us)

  • si deciso di optare per mindmeister.

    La prima ragione, se si vuole banale, ma di facile comprensione se si tien conto del

    fatto che hanno scelto i ragazzi, stata la piacevolezza dellinterfaccia grafica;

    secondariamente perch ci consentiva di non installare nulla sullhard disk della

    scuola, essendo completamente on line,

    terzo per la facilit con cui si potevano visualizzare gli elementi,

    quarto per la possibilit nella versione free di avere funzioni abbastanza avanzate,

    quinto di poter collaborare, con amici e compagni collegandosi in internet da diversi

    computer, contribuendo insieme alla costruzione della mappa.

  • Abbiamo aperto la

    Homepage

    Ci siamo registrati e abbiamo preso visione dello screen con le varie opzioni che ci

    offriva:

  • Dopodich abbiamo iniziato a costruire la mappa vera e propria. Partendo dal nucleo

    fondante da analizzare (la Bibbia) dalla cui finestra abbiamo reso posibile laccesso

    alla pagina di Wikipedia che ci spiega il significato di Bibbia, si sono trovati quattro

    possibili approfondimenti. Ognuno dei quali approfondito e per quanto possibile

    documentato, o da immagini pertinenti trovate in rete o da filmati di

    approfondimento.

    Devo concludere che la forza di questo strumento evidente: semplicissimo da

    utilizzare, libero, almeno nella versione base (comunque completa), ci consente di

    invitare amici a collaborare con noi, addirittura mantenendo una conversazione via

    Skype, e condividere larea di lavoro. Insomma, un brainstorming di tipo collettivo.

    Non so se il destino del software sia quello di diventare applicazione web, direi che

    mindmeister risponde perfettamente a questa caratteristica.

    Il risultato del nostro lavoro qui sotto, lascio a voi il giudizio:http://www.mindmeister.com/89462866/la-bibbia