Trentennale di Fondazione

  • View
    228

  • Download
    10

Embed Size (px)

DESCRIPTION

In occasione del trentennale di fondazione del nostro gruppo, il Roma 11, abbiamo voluto raccontarci e raccontare lo scoutismo con questo libretto, per ricordare la strada fatta e avviarci su quella ancora da fare.

Text of Trentennale di Fondazione

  • Trentennale di Fondazione

    Il benvenuto ve lo diamo noi, perch di noi nontroverete molto allinterno di questo libretto, senon per quello che facciamo separatamente conle singole unit nelle quali svolgiamo il nostroservizio. Noi siamo quelli che hanno lonere elonore di guidare questo meraviglioso gruppo,noi cerchiamo di essere un esempio positivo peri fratelli pi piccoli, noi vogliamo essere buonicapi e assomigliare ai fratelli pi grandi che cihanno cresciuto. Noi siamo la Settima Branca,quelli che si mettono in gioco per condurre nelmiglior modo possibile il Roma 11 fino allaprossima generazione, come hanno fatto quelliche ce lo hanno consegnato, e questa festa, anche per loro.

  • Roma 11 - Rivista celebrativa del trentennale

    di fondazione. Diffusione gratuita. Novembre 2009

  • 30 anni insieme... e andiamoavanti

    Roma 11

    6 - Gruppo: che cosa sei?

    7 - Luniforme: mezzo di educazione

    8 - Raoul Follereau una vita di servizio

    9 - Tocca a voi battervi Non abbiate paura

    10 - Sede, il luogo dellaccoglienza

    12 - Intervista doppia coccinelle a Valentina e Fabiana

    14 - Un mondo incantato unoccasione di crescita

    15 - Francesco, Santo in ascolto di Dio

    16 - Intervista doppia Lupetti a Michele e Luca

    18 - Finalmente vacanze di branco

    19 - Crescere insieme ai Lupi del Dhak

    20 - Alla scoperta del guidismo con lAlta Squadriglia Cobra

    22 - Siam preparati ad ogni ardita prova

    25 - San Giorgio, Il primo scout

    26 - E la storia continua

    26 - Splende il fuoco nel Roma 11

    29 - Ribelle, anticorformista, intransigente (Santa Caterina)

    30 - Un Testamento come zaino

    32 - Il roverismo passa dai piedi

    33 - San Paolo, persecutore e testimone

    34 - La terra trema, gli scout arrivano

    38 - Scoutismo e Sfide Educative

    39 - Genitori alla scoperta dello scoutismo

    40 - Genitori-Capi, Alleanza vincente

    42 - La Bacheca dei pap

    44 - Questa la nostra associazione

    47 - Sacerdote scout, scout sacerdote

    48 - Una breve sosta...

    Ecco cosa trovate allinterno di questo libretto

  • Gli anni 70 dello scorso secolo,un decennio difficile per moltiaspetti, e turbolento anche per lastoria dello scoutismo italiano.LAsci e lAgi, le due associazioniche avevano iniziato le loro attivi-t ad inizio 900, che erano statesciolte dal fascismo, vissuto latraumatica esperienza della clan-destinit per poi risorgere insiemealla Repubblica, sullonda deicambiamenti radicali cuila societ post sessantotti-na si stava dirigendo, deci-sero di sciogliersi per fon-dersi in un unico soggetto,introducendo profondemodifiche metodologichein quello che era il model-lo educativo inventato daBaden Powel. Non tutti icapi per erano concordinel praticare questa strada,cera chi pensava che leinnovazioni introdotteavrebbero snaturato loscoutismo al punto dafarlo diventare qualcosa ditroppo diverso da ci cheB.P. aveva pensato, cos,nel 1976 fondanolAssociazione ItalianaGuide e Scout dEuropaCattolici, alla quale, nel1979 decidono di aderire icapi che fondarono ilnostro gruppo, il Roma11.

    Trentanni, quasi 200 campi esti-vi, migliaia di chilometri percorsisu ogni terreno e con qualsiasicondizione meteorologica, miglia-ia e migliaia di iscritti, di storie, diemozioni, di amicizie, di amori,di avventure, di vittorie, di fati-che, di sconfitte, di gioie, diasprezze, di servizio. Raccontaretutto questo unimpresa pratica-mente impossibile, infatti, tranneper pochi spunti non lo faremo nattraverso questo libretto, n attra-

    Buon Compleanno Roma 11

    verso i numerosi momenti diincontro che abbiamo pensato perfesteggiare il nostro compleanno.Il trentennale in effetti non vuoleessere un momento di nostalgia edi ricordi, o comunque non soloquello. E un piccolo momento dicondivisione che servir a fare ilpunto sul lavoro svolto in questianni e costituir il trampolino perla ripresa delle attivit che ci

    attendono, a quelle soprattutto rivolta la nostra attenzione, allastrada che dobbiamo ancora per-correre, soprattutto in quest otti-ca ci interessa guardarci indietro,pensare a tutto quello che abbia-mo fatto, sapendo che fin quandopiacer a Dio continueremo afarlo.

    GGiinnoo ZZaaccccaarriiCCaappoo GGrruuppppoo RRoommaa 1111

    In alto la cena di conclusione

    d anno 2008-2009con la comunit capi

    un gruppo solido di amici che crede in

    ci che fa.di fianco unimmaginedelle celebrazioni deldel ventennale (1999)

  • 1979-2009Trentennale di Fondazione 5EventoRoma 11 Raoul Follereau

    La nostra festa:ecco gli appuntamenti

    In pieno spirito scout vogliamocondividere la nostra gioia contutta la comunit e con tutti gliscout che in questi trentannihanno fatto parte del nostro grup-po. Di seguito gli appuntamentiche ci vedranno impegnati nellecelebrazioni di questo evento.

    31/10/09 SABATO

    ORE 20.00 Cena presso il teatro della parrocchia organizzata dai genitori degli scout, aperta a tutti

    quelli che fanno e che hanno fatto parte del gruppo roma11.

    Durante la cena si potr visitare la mostra fotografica che ripercorre la storia del gruppo.

    ORE 21.45 Fuoco di bivacco

    01/11/09 DOMENICA

    ORE 15.00-17.00 Grande gioco aperto a tutti gli scout e a tutta la comunit

    ORE 18.00 Solenne S. Messa presso la Parrocchia "Nostra Signora del Suffragio e SantAgostino

    di Canterbury", con il vescovo e rinnovo della promessa

    02/11/09 LUNED

    ORE 21.00 Veglia di preghiera del consiglio di gruppo aperta agli incaricati regionali, del distretto

    Roma sud e alle comunit capi dei gruppi del distretto

    06/11/09 VENERD

    ORE 21.00 Concerto organizzato dal Riparto

    07/11/09 - 08/11/09 SABATO E DOMENICA

    ORE 15.00 Uscita di gruppo aperta a tutti coloro che hanno fatto parte del gruppo Roma 11.

    Localit Base Brownsea, Soriano nel Cimino

  • 1979-2009Trentennale di Fondazione6 Metodo Roma 11 Raoul Follereau

    Gruppo: che cosa sei? Crescita e realizzazione

    di s attraverso il grande

    gioco della responsabilit

    Padre Edmond Barbotin scrivevanel suo libro: Scoutismo e peda-gogia della fede, che tutti i ragaz-zi entrano nei gruppi scout perrealizzare la grande aspirazioneche fa fremere i giovani, li stimolae li appassiona:crescere!. Molti sono i metodi, gli strumen-ti e le occasioni di crescita chel'associazione fornisce. Peresempio gli incontri di frater-nit con scout e guide di altrecitt e paesi, le imprese o iconcorsi organizzati a livellodi branca, le chiacchierate deiCampi Scuola, le riviste chearrivano periodicamente. Eppure tutte queste cose, puressendo essenziali e utili nonsono il perno attorno a cuiruota tutta lattivit che propo-niamo ai giovani dagli 8 ai 21anni che ogni settimana ven-gono a cercare in sede, al campo onel cortile della parrocchia qual-che traccia da percorrere. Il centro di tutta la vita dell'asso-ciazione il GRUPPO. In questacomunit i bambini approdano, sifermano per qualche tempo e poiripartono, oppure, se decidono diservire nella chiesa come capi, sitrattengono un po pi a lungo. Giunti in queste comunit, lupet-ti e coccinelle, esploratori e guide,scoprono che si gioca ad un giocostrano, insolito, ultimamentepoco praticato: il GRANDEGIOCO DELLA RESPONSABI-LITA'.Uno dei quei giochi in cui pi ti

    butti e pi avanzi, piti spendi e pi ricevi,pi guardi lontano daltuo ombelico e pi ti siapre l'orizzonte. Ecominciamo presto achiedere di pi allagente! Addirittura aotto anni chiediamo adun lupetto di pensaresempre prima aglialtri. Mica aspettiamoche si sia formato, cheabbia raggiunto una

    maturit affettiva o cheabbia strutturatoLA PROPPRIACOSCIENZA DII N D I V I D U O .Sempl icementementre fa la terzaelementare lo edu-chiamo a rinuncia-re a s stesso. Coseda pazzi! Poi illupetto diventa

    esploratore e in fondoal sentiero gli facciamoleggere la frase di B.P.che gli spiega moltochiaramente che ilvero modo di essere

    Il gruppo scout un complessosistema fatto dipersone, conoscenze,esperienze e metodo in cui tutto ha come solofine educare i ragazzi adiventare buoni cristiani e buoni cittadini

    felici fare felici gli altri. Da quelmomento non gli baster pi sol-tanto pensare agli altri, dovranche renderli felici. E cos, FELI-CITA' e RESPONSABILITA'diventano due parole che non sipossono pi separare luna dallal-tra. Per crescere nella responsabili-t per, di tanto in tanto, si va incrisi. Quante volte una capofuoco o capo clan, ha visto la dif-ficolt di un ragazzo di fronte allascelta se accettare oppure no unservizio o nel portarlo avanti?

    Momenti dicrisi, a voltea n c h emolto pro-fondi. Ma proprio inquesta pro-fondit chesi pu pas-sare dallaCRISI allaC R E S C I -TA. D u n q u eC r e s c i t a ,

    Crisi, Responsabilit e Felicitsono alcune delle parole che sim-bolicamente racchiudono il sensodella vita dei nostri gruppi dove: Si arriva per crescere Si cresce andando in crisi Si risponde alla crisi facendo felicigli altri. E poi, fatti felici gli altri, superatele crisi, ci si scopre cresciuti e pifelici! Ma a pensarci bene giGes ci aveva spiazzato indicandobene la strada da percorrere:chivorr salvare la propria vita, laperder, ma chi perder la propriavita per causa mia e del vangelo,la salver!

    (da Azimut '06)

  • 1979-2009Trentennale di Fondazione 7MetodoRoma 11 Raoul Follereau

    Luniforme: mezzo di intereducazioneCi sono gruppi che puntano prin-cipalmente ad ununiforme per-fetta e ordinata,imponendo ai ragaz-zi delle regole, maga-ri tralasciando nelleunit il metodo e lospirito corretto nelfare le cose; altriinvece, curano unpo di questi aspetti,trascurano l'impor-tanza delluniforme,forse perch non sirendono conto delsuo valore comemezzo educativo. Seci guardiamo attor-no, possiamo notareche in determinatiambienti di lavoro ein diverse associazio-ni, ci sono delle uni-