CENNI DI TERMODINAMICA La termodinamica studia in generale .CENNI DI TERMODINAMICA La termodinamica

  • View
    271

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of CENNI DI TERMODINAMICA La termodinamica studia in generale .CENNI DI TERMODINAMICA La termodinamica

CENNI DI TERMODINAMICA La termodinamica studia in generale gli scambi energetici tra sistema ed ambiente che accompagnano una trasformazione. Sistema : una porzione complessa di materia costituita da un numero elevato di particelle (molecole, atomi ioni). Ambiente: tutto ci che circonda il sistema. Il sistema pu essere: aperto scambia energia e materia con lambiente chiusoscambia energia ma non materia con lambiente isolato non scambia energia e materia con lambiente

Lo stato di un sistema definito dai parametri di stato (variabili di stato). Parametri intensivi (non dipendono dalla quantit di materia) PRESSIONE e TEMPERATURA. Parametri estensivi (dipendono dalla quantit di materia) MASSA e VOLUME.

Da questi parametri si calcolano le funzioni termodinamiche di stato (dipendono solo dallo stato del sistema e non dal modo in cui il sistema arrivato a quello stato):

Energia Interna U Entalpia H Entropia S Energia Libera (Gibbs) G

senso in cui si evolve spontaneamente la reazione equilibrio/ non equilibrio

qual la situazione finale

Tutte le funzioni termodinamiche sono grandezze estensive. Descrivono la situazione in cui si trova il sistema:

ENERGIA INTERNA Lenergia interna data dal contributo delle energie traslazionali, rotazionali, vibrazionali, di legame intermolecolare, elettroniche etc. Difficile misurarla in valore assoluto, si usano U nelle trasformazioni. La termodinamica distingue lenergia termica in Calore (Q) Lavoro (L)

Negli scambi di energia tra sistema e ambiente viene utilizzata la seguente convenzione:

Positivo se assorbito dal sistema Calore Negativo se ceduto dal sistema

Positivo se fornito dal sistema Lavoro Negativo se assorbito dal sistema

Scambia calore e lavoro con l'ambiente, la sua energia interna(*) varia di conseguenza.

Non scambia ne materia ne energia con l'ambiente, il contenuto di energia costante.

PRIMO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA (Principio della conservazione dellenergia) Lenergia non si crea n si distrugge ma si trasforma.

Sistema isolato U = 0 Sistema chiuso U = Q-L

In un sistema chiuso quindi U = Q-L -Per una trasformazione isoterma U = 0 (energia interna dipende solo da T), quindi Q = L se L= P V anche Q = P V Per una trasformazione adiabatica Q = 0 U = -L quindi U = - P V Per una trasformazione isocora Q = Qp U = Qp -L quindi U = Qp - P V

La situazione pi generale per una reazione chimica quella di un sistema chiuso a pressione costante con il lavoro dovuto solo ad una variazione di volume.

L= PV si avr quindi nell'espansione V>0 L>0 nella compressione V

H= U + P V U= Q(P) - L L= P V U= Q(P) - P V sostituendo nell'espressione del H H = Q(P) - P V + P V

Si definisce ENTALPIA la funzione termodinamica di stato H

In una trasformazione isobara (P= cost.)

cio la variazione di entalpia in una reazione che avviene a pressione costante e nella quale la sola forma di lavoro possibile sia PV corrisponde al calore scambiato con lesterno H= Q(P)

TERMOCHIMICA Studia gli scambi di calore tra un sistema e lambiente. Si hanno tre possibilit:

reazione ENDOTERMICA il sistema assorbe calore dallambiente

reazione ESOTERMICA il sistema cede calore allambiente

reazione TERMONEUTRALE.

Il H di una generica reazione, detto entalpia di reazione, misura la variazione entalpica tra lo stato iniziale e quello finale. Dipende dalla quantit di materia in gioco e dalle condizioni di P e T che influenzano lo stato di aggregazione.

Per omogeneit si usa definire lentalpia nello stato standard di riferimento a 25C e P=1 atm, in queste condizioni si definisce H Entalpia Standard ed in riferimento ad 1 mole di composto a partire dagli elementi Hf Entalpia Molare Standard di Formazione.

Es. lentalpia molare standard di formazione dellNH3 si riferisce alla reazione: N2 +

3/2H2 NH3

Le entalpie Hf per gli elementi valgono 0.

Alle reazioni di combustione associata lentalpia molare standard di combustione

Es. C2H4 + 3O2 2CO2 + 2H2O HC(C2H4)= 2Hf(CO2)+ 2Hf(H2O) - Hf(C2H4)

Il calcolo delle entalpie di reazione si basa essenzialmente sulla legge di Hess, fondamentale in termochimica, che esplicita semplicemente la funzione di stato.

HRea = Hf(NO) H1= Hf(NO) - Hf(NO2) H2 = Hf(NO2) HRea = H1+ H2= Hf(NO) - Hf(NO2) + Hf(NO2)

H1 H2

ENERGIA LIBERA Criterio di spontaneit di una trasformazione in un sistema chiuso con P e T costanti. Si definisce la funzione di stato G = H TS Nel sistema chiuso bisogna considerare la variazione di entropia S ed entalpia H, inoltre supponendo P e T costanti ed il lavoro dovuto solo ad una variazione di volume (L = PdV) avremo la condizione di equilibrio del sistema G = H TS = 0 e di spontaneit G = H TS < 0 la disuguaglianza legata al secondo principio della termodinamica per cui in una trasformazione spontanea S >0

Trasformazione Esotermica H0 G0 G