of 24 /24
DIREZIONE DIDATTICA 1° CIRCOLO LAURIA CURRICOLO PER LA CLASSE PRIMA IL GIARDINO DELLE IDEE

IL GIARDINO DELLE IDEE · Progetti eTwinning di classe: impariamo insieme a conoscerci; a train load of celebrations! ... delle varie storie accompagnerà i bambini alla scoperta

  • Author
    others

  • View
    2

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of IL GIARDINO DELLE IDEE · Progetti eTwinning di classe: impariamo insieme a conoscerci; a train...

  • DIREZIONE DIDATTICA 1° CIRCOLO LAURIA

    CURRICOLO PER LA CLASSE PRIMA

    IL GIARDINO DELLE IDEE

  • PRESENTAZIONE DELLA CLASSE

    Il viaggio dei bambini nella scuola primaria comincia. Siamo alla prima tappa di un percorso che porta al passaggio da un mondo soggettivo ad un

    mondo basato su una realtà oggettiva governata da regole condivise in cui dovranno compiere uno sforzo di adattamento, adeguandosi a ciò che la

    realtà richiede loro.

    La classe è composta da 19 alunni. Tutti hanno frequentato la scuola dell’infanzia, dove hanno iniziato ad imparare, ad entrare in relazione con gli

    altri, riconoscendo e rispettando i loro e altrui “confini” e le regole del gruppo. La maggior parte mostra una buona capacità motoria globale,

    adeguate capacità di attenzione e di ascolto e padronanza del linguaggio sia in comprensione che in espressione.

    Tutti hanno una sufficiente autonomia personale e subito hanno manifestato un grande desiderio di investire le loro energie nei processi di crescita,

    di conoscenza e di apprendimento del nuovo.

    INTRODUZIONE

    Il curricolo è stato sviluppato partendo dalle competenze e dagli obiettivi di apprendimento delle Indicazioni Nazionali, le competenze chiave

    per l’apprendimento permanente “raccomandazione del Parlamento europeo del 18 dicembre 2006”

    E’ stato strutturato secondo le tre aree previste:

    • area linguistico- artistico- espressiva

    • area storico- geografica

    • area matematico- scientifico- tecnologica

    Agli obiettivi di apprendimento e agli obiettivi operativi seguono attività, mezzi e strumenti, metodologia e verifica. Molte attività proposte

    sono contenute nel libro di testo per la classe I “Nel giardino delle idee” Giunti Scuola, altre nei progetti di circolo e di classe.

    Progetti di circolo: Sull’onda delle emozioni: a spasso nel tempo e nello spazio; l’ambiente

    Progetti eTwinning di classe: impariamo insieme a conoscerci; a train load of celebrations!

    Progetto eTwinning con altre classi del circolo:spazi naturali dell’Europa: colori, culture, valori.

    Progetto di classe in rete con scuole italiane: [email protected]

    Al fine di evitare la frammentazione dei saperi, gli obiettivi di apprendimento sono stati organizzati in due unità di apprendimento.

  • ITALIANO, STORIA, GEOGRAFIA, ARTE E IMMAGINE, MATEMATICA, SCIENZE, TECNOLOGIA, INGLESE, SCIENZE MOTORIE, RELIGIONE

    TITOLO OBIETTIVO FORMATIVO PERIODO

    UA n.1

    LA NUOVA SCUOLA,

    NOVITA’ ED EMOZIONI

    Saper affrontare la nuova esperienza scolastica e sapersi

    accostare alle varie situazioni che la scuola offre con un

    atteggiamento positivo.

    1° quadrimestre

    UA n.2

    IL MONDO DELLE

    EMOZIONI

    Leggere e scrivere brevi testi per esprimere vissuti, sentimenti

    e rappresentare la realtà.

    2° quadrimestre

    Modello di Giusy Landi DATI IDENTIFICATIVI

    DESTINATARI: alunni della classe I B

    DOCENTI : Carlomagno Domenica

    Ielpo Carmina

  • PREREQUISITI

    RELAZIONI SPAZIOALI –

    TEMPORALI (orientamento

    spazio – temporale) E

    LOGICHE

    RELAZIONI CAUSA

    – FATTO

    CLASSIFICAZIONI

    TEMPO

    SPAZIO

    Sopra-sotto

    Dentro- fuori

    Vicino- lontano

    Sinistra- destra

    Successione

    Contemporaneità

    Durata

    Percettive (forme –colori)

    Topologiche

    Schema corporeo

    CAPACITA’

  • OBIETTIVO FORMATIVO

    Saper affrontare la nuova esperienza

    scolastica e sapersi accostare alle varie

    situazioni che la scuola offre con un

    atteggiamento positivo.

    ITALIANO

    A - Ascoltare e parlare

    -Seguire la narrazione di testi ascoltati o letti

    mostrando di saperne cogliere il senso globale.

    -Interagire in una conversazione formulando

    domande e dando risposte pertinenti su

    argomenti di esperienza diretta.

    -Comprendere l’argomento e le informazioni

    principali di discorsi affrontati in classe.

    B – Leggere Leggere brevi testi cogliendo l'argomento

    centrale, le informazioni essenziali.

    C - Scrivere Comunicare per iscritto con frasi semplici e

    compiute, strutturate in un breve testo che

    rispetti le fondamentali convenzioni

    ortografiche.

    GEOGRAFIA

    Orientamento

    – Muoversi consapevolmente nello spazio circostante,

    sapendosi orientare attraverso punti di riferimento e utilizzando gli organizzatori topologici (sopra, sotto, avanti,

    dietro, sinistra, ecc.)

    Paesaggio

    – Esplorare il territorio circostante attraverso l'approccio

    senso-percettivo e l'osservazione diretta.

    STORIA

    Organizzazione delle informazioni

    - Rappresentare graficamente e

    verbalmente le attività, i fatti

    vissuti e narrati - Riconoscere relazioni di

    successione, mutamenti,

    permanenze in fenomeni ed

    esperienze vissute e narrate.

    Produzione – Rappresentare conoscenze e

    concetti appresi mediante

    grafismi, racconti orali, disegni.

    ARTE E IMMAGINE

    Percettivo visivi Esplorare immagini, forme e oggetti presenti

    nell’ambiente utilizzando le capacità visive,

    uditive, olfattive, gestuali, tattili e cinestetiche.

    Leggere Riconoscere attraverso un approccio operativo

    linee, colori, forme, volume e la struttura

    compositiva presente nel linguaggio delle

    immagini.

    Produrre Esprimere sensazioni, emozioni, pensieri in

    produzioni di vario tipo (grafiche, plastiche,

    multimediali…) utilizzando materiali e tecniche adeguate e integrando diversi linguaggi

    TECNOLOGIA Esplorare il mondo fatto dall’uomo – Usare oggetti, strumenti e materiali coerentemente

    con le funzioni e i principi di sicurezza che gli

    vengono dati.

    – Utilizzare semplici materiali digitali per l’apprendimento e conoscere a livello generale le

    caratteristiche dei nuovi media e degli strumenti di

    comunicazione.

    RELIGIONE

    Dio e l’uomo

    – Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre – Conoscere Gesù di Nazareth come Emmanuele e Messia

    La Bibbia

    – Ascoltare, leggere e saper riferire circa alcune pagine bibliche

    fondamentali, tra cui i racconti della creazione

    MUSICA

    A -Usare la voce e gli oggetti sonori

    per produrre, riprodurre, creare e

    improvvisare fatti sonori ed eventi musicali di vario genere

    B -Cogliere all’ascolto gli aspetti

    espressivi di un brano musicale,

    traducendoli con parola, azione motoria e segno grafico.

    CORPO MOVIMENTO SPORT

    Il corpo e le funzioni senso-percettive – Riconoscere e denominare le varie parti del corpo su di

    sé e sugli altri e saperle rappresentare graficamente

    Il movimento del corpo e la sua relazione con lo spazio e

    il tempo – Coordinare e utilizzare diversi schemi motori combinati

    tra loro (correre/saltare, afferrare/lanciare, ecc)

    Il linguaggio del corpo come modalità comunicativo-

    espressiva – Utilizzare in modo personale il corpo e il movimento per

    esprimersi, comunicare stati d’animo, emozioni e

    sentimenti, anche nelle forme della drammatizzazione

    Il gioco, lo sport, le regole –Nei giochi di movimento individuali e di squadra

    assumere un atteggiamento positivo e cooperativo

    consapevoli del “valore” delle regole e dell’importanza di

    rispettarle

    MATEMATICA Spazio e figure

    - Comunicare la posizione di oggetti nello spazio fisico, sia rispetto al soggetto, sia rispetto ad altre persone o

    oggetti, usando termini adeguati (sopra/sotto,

    davanti/dietro, destra/sinistra, dentro/fuori).

    – Riconoscere, denominare e descrivere figure geometriche

    – Disegnare figure geometriche

    Relazioni, misure, dati e previsioni

    – Classificare figure, oggetti in base a una o più proprietà, utilizzando rappresentazioni opportune, a seconda dei

    contesti e dei fini.

    SCIENZE

    Sperimentare con oggetti e materiali

    – Attraverso interazioni e manipolazioni

    individuare qualità e proprietà di oggetti e materiali

    Osservare e sperimentare sul campo

    - Osservare, descrivere, confrontare,

    correlare elementi della realtà circostante L’uomo, i viventi e l’ambiente

    – Osservare e interpretare le trasformazioni

    INGLESE Acquisire abilità comunicative orali attraverso il gioco

    Acquisire a livello orale parole e frasi da utilizzare nel giusto

    contesto comunicativo

    Acquisire conoscenze lessicali e utilizzarle in situazioni comunicative ludiche e reali.

    Acquisire semplici strutture linguistiche a livello orale in

    situazioni comunicative reali.

  • MUSICA CITTADINANZA E COSTITUZIONE

    ARTE E

    IMMAGINE

    ITALIANO

    (testi oggettivi e INGLESE soggettivi)

    GEOGRAFIA

    SCIENZE

    INFORMATICA (utilizzo delle TIC per

    lavori di vario genere) RELIGIONE

    STORIA

    UA 1

    LA NUOVA SCUOLA,

    NOVITA’ ED

    EMOZIONI

    CONNOTAZIONE

    DENOTAZIONE

    Musica e vissuti

    Uso creativo del colore: emozioni nella nuova scuola

    I colori primari

    Il biglietto natalizio

    Ric

    onosc

    ere

    sensa

    zioni

    ed

    emozi

    oni

    nel

    la n

    uova

    scuola

    C

    onsa

    pev

    ole

    zza

    dei

    rap

    port

    i

    logic

    i/sp

    azia

    li/t

    empora

    li c

    he

    legan

    o t

    ra l

    oro

    gli

    avven

    imen

    ti

    Organizzatori spaziali:

    sopra-sotto, dentro-fuori,

    vicino-lontano, davanti-

    dietro. Ordinamento

    spaziale di oggetti.

    Organizzatori logici: rapporto causa-

    fatto. Gli organi di senso: descrizione

    di oggetti attraverso i cinque sensi.

    Proprietà degli oggetti.

    Organizzatori temporali:

    rapporti di successione.

    Ordinamento temporale di

    avvenimenti.

    Contemporaneità e durata

    Somiglianze e differenze / sequenze e ritmi (blocchi logici). Concetto di

    insieme (pieno- unitario- vuoto). Appartenenza- non appartenenza.

    Sottoinsiemi. Numeri fino a 10 (regoli – linea dei numeri). Confronto di

    insiemi. Concetto di maggiore- minore- uguale tra regoli e numeri.

    Conoscenza di sé Verbalizzazione di

    desideri e preferenze

    I diritti dell’infanzia

    Rispetto

    dell’ambiente

    Forme di

    presentazione e di i

    saluti saluto, i colori,

    i comandi, lessico

    natalizio

    La nuova scuola, il

    Natale

  • AREA LINGUISTICO - ARTISTICO – ESPRESSIVA – CORPO MOVIMENTO E SPORT - INGLESE

    Competenze Ob. di apprendimento Contenuti Attività

    ITA

    LIA

    NO

    - L’alunno esprime

    verbalmente vissuti

    ed esperienze

    - L’alunno

    comprende

    storie/testi ascoltati

    - L’alunno legge frasi

    e brevi testi in

    contesti diversi

    - L’alunno si esprime

    attraverso la lingua

    scritta

    A - Ascoltare e parlare

    -Seguire la narrazione di testi

    ascoltati o letti mostrando di

    saperne cogliere il senso globale.

    -Interagire in una conversazione

    formulando domande e dando

    risposte pertinenti su argomenti di

    esperienza diretta.

    -Comprendere l’argomento e le

    informazioni principali di discorsi

    affrontati in classe.

    B – Leggere

    Leggere brevi testi cogliendo

    l'argomento centrale, le

    informazioni essenziali.

    C - Scrivere

    Comunicare per iscritto con frasi

    semplici e compiute, strutturate in

    un breve testo che rispetti le

    fondamentali convenzioni

    ortografiche.

    Semplici storie

    illustrate

    Esperienze

    personali:

    vacanze, autunno,

    Natale, inverno

    Brevi testi

    Le vocali

    Le consonanti

    Parole uguali

    Semplici parole

    Le sillabe

    I digrammi

    I trigrammi

    Brevi frasi legate

    alla storia che fa

    da sfondo al

    percorso di

    apprendimento

    Lo sfondo del percorso di apprendimento è costituito da un magico giardino, abitato da

    personaggi fantastici che accompagnano l’alunno nelle numerose attività. La lettura

    delle varie storie accompagnerà i bambini alla scoperta di vocali e consonanti e alla

    conoscenza dell’ambiente vissuto. L’uso di materiale multimediale sarà di

    approfondimento: CD audio con filastrocche varie, giochi sul pc, scambi di esperienze

    con bambini geograficamente lontani attraverso la piattaforma eTwinning e con altre

    scuole italiane in rete.

    Verrà proposto il metodo fonematico che analizza l’aspetto sonoro della parola,

    partendo da un contesto significativo. Saranno presentati da subito i quattro caratteri,

    pur mantenendo la prevalenza dello stampato maiuscolo.

    Seguendo il percorso della storia proposta dal libro, per ogni storiella narrata sarà isolata

    una frase, ogni frase sarà scomposta nelle parole, si sceglierà una sola parola fermando

    l’attenzione sulla lettera iniziale. Attraverso un percorso graduale si passerà dal fonema

    – grafema, alla sillaba, alla parola e alla semplice frase.

    Saranno proposti giochi ed esercizi di scrittura per interiorizzare la corretta direzione di

    scrittura.

    Seguirà l’introduzione dei vari digrammi e trigrammi, partendo da situazioni

    significative e rappresentazioni grafiche. Per tutte le attività si useranno apposite schede.

    I bambini saranno guidati alla scrittura di parole con le varie difficoltà ortografiche:

    ricorso a strategie didattiche diverse che utilizzano la forma del gioco per agevolarne la

    comprensione e l’utilizzo.

    Gli alunni saranno guidati alla descrizione di semplici oggetti legati all’autunno e alle

    festività natalizie.

  • ING

    LE

    SE

    L’alunno saluta e si

    presenta, usa formule

    di cortesia, segue

    istruzioni in lingua

    inglese

    Usa strutture per

    brevi scambi

    dialogici

    Conosce i nomi dei

    numeri fino a dieci e i

    nomi dei colori

    Conosce il lessico

    relativo alla famiglia,

    ai giocattoli, agli

    oggetti scolastici

    Comprendere globalmente

    messaggi orali

    Identificare il lessico relativo

    Riconoscere e nominare alcuni

    colori

    Conoscere ed utilizzare il

    lessico relativo agli oggetti

    Conoscere il nome dei numeri

    Riconoscere e nominare parti

    comprendere ed usare termini

    riguardanti il Natale

    comprendere tradizioni

    natalizie

    Forme di

    presentazione e di

    ai saluti saluto

    i colori: red, pink,

    orange, yellow,

    green

    i comandi:

    “wash” e “brush”

    lessico natalizio

    Gli alunni verranno accompagnati, nel loro percorso, da personaggi fantastici in una

    “magic forest” e, insieme a loro, vivranno coinvolgenti avventure.

    L’apprendimento del lessico e di alcune semplici strutture della lingua inglese avverrà

    attraverso una serie di attività basate su storie, canzoni e giochi o attraverso attività

    manuali quali il disegnare e il colorare, il ritaglio di sagome di carta o l’uso di

    autoadesivi.

    MU

    SIC

    A

    -Esegue, da solo e in

    gruppo, semplici

    brani vocali.

    -Gestisce diverse

    possibilità espressive

    della voce

    -Usare la voce e gli oggetti sonori

    per produrre, riprodurre, creare e

    improvvisare fatti sonori ed eventi

    musicali di vario genere

    -Cogliere all’ascolto gli aspetti

    espressivi di un brano musicale,

    traducendoli con parola, azione

    motoria e segno grafico.

    -Giochi di vario

    tipo e musica

    d’insieme

    -Filastrocche,

    favole, racconti:

    canti e

    filastrocche per i

    mezzi linguistici

    (le vocali, le

    consonanti)

    -Suoni per

    raccontare vissuti.

    Gli alunni saranno guidati nell’esecuzione di giochi accompagnati da brani musicali.

    Il bambino scopre le emozioni attraverso l’ascolto di fiabe, filastrocche canti e brani

    musicali adeguati.

    Il bambino, guidato dall’insegnante, viene stimolato, attraverso forme giocose, a

    raccontare le proprie emozioni e a rappresentarle graficamente.

  • AR

    TE

    E I

    MM

    AG

    INE

    L’alunno utilizza gli

    elementi

    grammaticali di base

    del linguaggio

    visuale per osservare,

    descrivere e leggere

    immagini.

    Utilizza le

    conoscenze sul

    linguaggio visuale

    per produrre e

    rielaborare in modo

    creativo le immagini

    attraverso molteplici

    tecniche, di materiali

    e di strumenti

    diversificati (grafico-

    espressivi, pittorici e

    plastici, ma anche

    audiovisivi e

    multimediali).

    Percettivo visivi Esplorare immagini, forme e

    oggetti presenti nell’ambiente

    utilizzando le capacità visive,

    uditive, olfattive, gestuali, tattili e

    cinestetiche.

    Leggere Riconoscere attraverso un

    approccio operativo linee, colori,

    forme, volume e la struttura

    compositiva presente nel

    linguaggio delle immagini.

    Produrre Esprimere sensazioni, emozioni,

    pensieri in produzioni di vario

    tipo (grafiche, plastiche,

    multimediali…) utilizzando

    materiali e tecniche adeguate e

    integrando diversi linguaggi

    I colori primari

    Colori caldi e

    colori freddi

    Distinzione della

    figura dallo

    sfondo

    La figura umana

    Autunno

    Inverno

    Dipingere con i colori a tempera oggetti rossi, gialli e blu presenti nell’ambiente

    Usare creativamente il colore per esprimere vissuti

    Utilizzare la linea di terra e di cielo e inserire elementi del paesaggio fisico (anche

    ricorrendo a software multimediali)

    Rappresentazione di figure umane con uno schema corporeo strutturato

    Rappresentazione grafica dell’autunno, dell’inverno, del Natale

  • CO

    RP

    O M

    OV

    IME

    NT

    O E

    SP

    OR

    T

    Conosce le varie parti

    del corpo

    Conosce i propri

    sensi e le modalità di

    percezione sensoriale

    Sa utilizzare il

    linguaggio corporeo e

    il movimento per

    rappresentare

    situazioni

    Sa coordinare e

    collegare il maggior

    numero di movimenti

    naturali

    Conosce le posizioni

    che il corpo può

    assumere in rapporto

    allo spazio e al tempo

    Sa muoversi secondo

    una direzione

    Partecipa al gioco

    collettivo rispettando

    indicazioni e regole

    Riconoscere e denominare le

    varie parti del corpo.

    Rappresentare graficamente il

    corpo fermo e in movimento.

    Conoscere i propri sensi e le

    modalità di percezione sensoriale.

    Utilizzare il linguaggio corporeo e

    il movimento per rappresentare

    situazioni

    comunicative reali e fantastiche.

    Coordinare e collegare in modo

    fluido il maggior numero di

    movimenti naturali

    (camminare, correre, saltare,

    lanciare, afferrare, strisciare,

    rotolare, arrampicarsi).

    Conoscere le posizioni che il

    corpo può assumere in rapporto

    allo spazio e al tempo:

    collocarsi in posizioni diverse in

    rapporto ad altri e/o ad oggetti.

    Muoversi secondo una direzione

    controllando la lateralità e

    adattando gli schemi

    motori in funzione di parametri

    spaziali e temporali: consolidare

    la propria dominanza

    laterale; distinguere la destra dalla

    sinistra.

    Partecipare al gioco collettivo

    rispettando indicazioni e regole.

    Conoscere e padroneggiare

    globalmente i principali schemi motori di base.

    Le parti del corpo

    I sensi

    I movimenti

    naturali

    Giochi collettivi

    Giochi di esplorazione e riconoscimento di parti del corpo su di sé e sugli altri.

    Giochi di socializzazione.

    Esercizi e giochi sulla discriminazione senso percettiva.

    Giochi e attività di espressività corporea.

    Giochi motori e percorsi sulla percezione dello spazio vissuto.

    Esercizi a circuito sugli schemi motori del camminare, correre e saltare.

    Giochi individuali e a coppie per discriminare la destra dalla sinistra.

    Giochi per individuare e consolidare la dominanza laterale.

    Esecuzione di giochi collettivi rispettando le regole.

    Giochi, percorsi e circuiti in cui siano presenti schemi motori di base.

  • AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA

    Competenze Ob. di apprendimento Contenuti Attività M

    AT

    EM

    AT

    ICA

    Si muove con sicurezza nel calcolo

    con i numeri naturali.

    Riesce a risolvere facili problemi

    (non necessariamente ristretti a un

    unico ambito) mantenendo il

    controllo sia sul processo risolutivo,

    sia sui risultati e spiegando a parole

    il procedimento seguito.

    A - Numeri A1 Contare oggetti o

    eventi, con la voce e

    mentalmente, in senso

    progressivo e regressivo

    entro il 9.

    A2 Leggere e scrivere i

    numeri naturali entro il 9.

    B - Spazio e figure B1 Comunicare la

    posizione di oggetti nello

    spazio fisico.

    B3 Riconoscere e

    denominare figure

    geometriche.

    C - Relazioni, misure,

    dati e previsioni C1 Classificare numeri,

    figure, oggetti in base a

    una proprietà.

    C2 Argomentare sui criteri

    che sono stati usati per

    realizzare classificazioni.

    C3 Rappresentare relazioni

    e dati con diagrammi,

    schemi e tabelle

    Conoscenza delle quantità fino a 10

    Scrittura di numeri

    I numeri sulla linea dei numeri

    Descrizione e classificazione di

    forme geometriche,

    Costruzione di ritmi e insiemi con i

    blocchi logici

    Classificazione di elementi vari,

    naturali e artificiali Individuazione

    della relazione di appartenenza, di

    insiemi e sottoinsiemi, insieme

    pieno, vuoto, insieme unitario.

    Attività di confronto di insiemi

    (equipotenti – più o meno potenti).

    Concetto di minore, maggiore,

    uguale.

    Attraverso conversazioni, giochi, racconti e piccole indagini,

    facciamo emergere tutto ciò che caratterizza i vissuti

    precedenti degli allievi. Tra i vissuti raccontati scegliamo le

    esperienze fatte durante l’estate. Facciamo portare a scuola

    oggetti legati alle vacanze per osservarli, confrontarli,

    classificarli in base a determinati attributi. Effettuiamo i

    primi conteggi con parole, disegni, simboli. e uso di regoli.

    Costruiamo contenitori(sacchettini, scatoline…) per

    esprimere la cardinalità del numero

    Filastrocche con i numeri

    Costruzione della linea dei numeri e attività collegate

    Attraverso attività e racconti, localizziamo alcuni oggetti

    nello spazio usando gli indicatori: sopra-sotto, dentro-fuori,

    in alto-in basso, davanti-dietro, destra-sinistra. Attività in

    classe relative alla lateralizzazione e alla posizione di sé e

    oggetti

    Eseguiamo e rappresentiamo

    percorsi liberi, con indicazioni, in spazio strutturato

    (labirinti…)

    Disegno su carta bianca o quadrettata,a mano libera o con

    righello, di semplici figure geometriche

    Utilizzo di blocchi logici, per individuare somiglianze e

    differenze a livello di forma, colore, spessore

    Misurazione delle altezze dei bambini per rilevare le

    diversità individuali e i cambiamenti nel tempo.

    Attività con materiali strutturati e non

    Giochi, indovinelli, ritmi, rappresentazioni grafiche.….

    Osservazione della realtà Giochi di carte, dadi, sorteggi.

    Osservare e raccogliere dati su se stessi e sul mondo

    circostante

  • SC

    IEN

    ZE

    E T

    EC

    NO

    LO

    GIE

    L’alunno ha capacità operative,

    progettuali e manuali, che

    utilizza in semplici contesti di

    esperienza-conoscenza per un

    primo approccio scientifico ai

    fenomeni.

    Effettua semplici osservazioni,

    associazioni e descrizioni.

    Partecipa a una conversazione

    riportando esperienze o facendo

    ipotesi.

    A1 Attraverso interazioni e

    manipolazioni individuare

    le qualità e le proprietà di

    oggetti e materiali

    Osservare, descrivere,

    confrontare, correlare

    elementi della realtà

    circostante.

    Le caratteristiche di un ambiente.

    I cinque sensi.

    Le caratteristiche di alcuni oggetti e

    le loro funzioni.

    Progettazione e costruzione di

    semplici oggetti.

    Attività di osservazione e descrizione attraverso i cinque

    sensi, di: frutti, foglie, alberi, oggetti vari portati da casa (

    bottoni,sassi, peluche…)

    Individuazione della funzione degli organi di senso.

    Collegare ogni organo al rispettivo senso. Individuazione

    della proprietà degli oggetti, attraverso giochi mirati (una

    tombola speciale, indovina l’oggetto più pesante/leggero,

    liscio/ruvido…)

    Costruzione di oggetti vari, cartelloni per le diverse attività

    scolastiche, biglietti d’auguri o semplici lavori per le

    festività.

  • AREA STORICO-GEOGRAFICA

    Competenze Ob. di apprendimento Contenuti Attività G

    EO

    GR

    AF

    IA

    L'alunno si

    orienta nello

    spazio circostante,

    utilizzando

    riferimenti

    topologici

    Saper utilizzare gli organizzatori

    spaziali (sopra, sotto, avanti, dietro,

    sinistra, destra, ecc.).

    Riconoscere la posizione degli

    elementi nello spazio.

    Sapersi orientare nello spazio aula

    attraverso punti di riferimento.

    Esplorare i diversi spazi della

    scuola per riconoscere confini e

    regioni.

    Orientarsi nella scuola secondo gli

    indicatori spaziali.

    Riconoscere e descrivere gli

    spostamenti propri e altrui.

    Gli organizzatori spaziali (sopra, sotto,

    davanti, dietro, vicino, lontano…)

    La posizione degli oggetti nello spazio.

    Lo spazio aula.

    Gli spazi comuni della scuola.

    Aiutiamo i bambini a familiarizzare con il nuovo ambiente.

    Esploriamo l’aula con giochi di percezioni che favoriscono il

    confronto e l’analisi sugli elementi che la caratterizzano.

    Proponiamo ai bambini una attività che consenta la

    rappresentazione dell’aula.

    Invitiamo i bambini a usare gli indicatori spaziali per la

    collocazione degli elementi.

    Osserviamo questi elementi da punti di vista diversi.

    Usciamo dall’aula e aiutiamo i bambini a identificare i confini

    degli altri spazi. Esploriamo gli spazi della scuola fuori dell’aula

    attraverso percorsi e invitiamo i bambini a rappresentare

    graficamente il tragitto.

    ST

    OR

    IA

    Usa la linea del

    tempo, per

    collocare un fatto.

    Sa raccontare i

    fatti e gli aventi

    Conosce un

    documento

    Comprende la

    funzione dei

    documenti nella

    ricostruzione

    storica

    Sviluppare la percezione oggettiva

    del tempo e la consapevolezza che

    il tempo è una grandezza misurabile

    Acquisire i concetti di : tempo

    ciclico, tempo lineare

    Conoscere le strutture

    convenzionali per l’organizzazione

    temporale

    Saper ordinare sulla linea del tempo

    fatti ed eventi, cogliendone la

    successione di contemporaneità.

    Il tempo: dalla percezione soggettiva

    del tempo alle reali durate e alla

    struttura convenzionale: la giornata, la

    settimana, il mese, la data

    Ordinamento di fatti e fenomeni

    prima, dopo, mentre, lettura diacronica

    e sincronica di fatti ed eventi relativi a

    vissuti del gruppo classe, uso della

    linea del tempo come schema

    temporale organizzativo di fatti ed

    eventi vissuti nell’ambito del gruppo

    classe

    Saranno proposte attività ludico ricreative e multimediali per la

    ricostruzione della giornata scolastica, la settimana, il mese. Le

    attività saranno condivise con gli alunni della scuola slovena che è

    gemellata con noi in eTwinning come da progetto. L’alunno

    verbalizza, prima in forma orale e poi scritta, su fatti ed

    esperienze, disegna ed ordina nel tempo i disegni realizzati.

    In un secondo tempo l’alunno costruisce, con la guida

    dell’insegnante, fabule (disegni e brevi testi) relative ad

    esperienze oggettive e verbalizzazione orale e scritta.

    Si farà la raccolta delle parole del tempo sul quaderno e in un

    cartellone murale. Saranno lette storie e ordinate nel tempo.

    INF

    OR

    MA

    TIC

    A

    Utilizza strumenti

    informatici e di

    comunicazione in

    situazioni

    significative di

    gioco e di

    relazione con gli

    altri.

    Conoscere strumenti informatici e

    la loro funzione.

    Seguire istruzioni d’uso e saperle

    fornire ai compagni. Utilizzare

    semplici materiali digitali per

    l’apprendimento.

    Le parti del PC

    Giochi didattici, Internet.

    Le attività di informatica saranno sempre in relazione alle attività

    di italiano, storia, geografia, scienze, matematica: si utilizzeranno

    giochi didattici .

  • OBIETTIVO FORMATIVO

    Leggere e scrivere brevi testi per esprimere

    vissuti, sentimenti e rappresentare la realtà.

    ITALIANO

    Ascoltare e parlare

    – Interagire in una conversazione formulando

    domande e dando risposte pertinenti su

    argomenti di esperienza diretta

    – Comprendere l’argomento e le informazioni

    principali di discorsi affrontati in classe.

    – Seguire la narrazione di testi ascoltati o letti

    mostrando di saperne cogliere il senso globale.

    Leggere

    – Leggere semplici parole e brevi frasi

    cogliendone il significato Scrivere

    – Scrivere frasi semplici e compiute

    Riflettere sulla lingua – Compiere semplici osservazioni sui testi

    GEOGRAFIA Orientamento

    – Muoversi consapevolmente nello spazio circostante,

    sapendosi orientare attraverso punti di riferimento e

    utilizzando gli organizzatori topologici (sopra, sotto, avanti,

    dietro, sinistra, ecc.)

    Paesaggio

    – Esplorare il territorio circostante attraverso l'approccio

    senso-percettivo e l'osservazione diretta.

    STORIA Organizzazione delle informazioni

    - Rappresentare graficamente e verbalmente le attività, i fatti vissuti

    e narrati

    - Riconoscere relazioni di successione, mutamenti, permanenze in

    fenomeni ed esperienze vissute e narrate.

    Produzione – Rappresentare conoscenze e concetti appresi mediante grafismi,

    racconti orali, disegni.

    ARTE E IMMAGINE

    Percettivo visivi

    – Esplorare immagini, forme e oggetti presenti

    nell’ambiente

    Produrre

    – Esprimere sensazioni, emozioni, pensieri in

    produzioni di vario tipo (grafiche, plastiche,

    multimediali…) utilizzando materiali e tecniche

    adeguate e integrando diversi linguaggi.

    TECNOLOGIA

    Esplorare il mondo fatto dall’uomo

    – Usare oggetti, strumenti e materiali

    coerentemente con le funzioni e i

    principi di sicurezza che gli vengono

    dati.

    – Utilizzare semplici materiali digitali

    per l’apprendimento e conoscere a

    livello generale le caratteristiche dei

    nuovi media e degli strumenti di comunicazione.

    SCIENZE

    Sperimentare con oggetti e materiali

    – Attraverso interazioni e manipolazioni individuare

    qualità e proprietà di oggetti e materiali

    Osservare e sperimentare sul campo

    - Osservare, descrivere, confrontare, correlare

    elementi della realtà circostante

    L’uomo, i viventi e l’ambiente

    – Osservare e interpretare le trasformazioni

    ambientali di tipo stagionale

    RELIGIONE

    Dio e l’uomo

    – Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore

    e Padre – Conoscere Gesù di Nazareth come Emmanuele e

    Messia

    La Bibbia

    – Ascoltare, leggere e saper riferire circa alcune pagine

    bibliche fondamentali, tra cui i racconti della creazione

    MUSICA

    – Eseguire in gruppo semplici brani

    vocali curando l’espressività e

    l’accuratezza esecutiva in relazione ai

    diversi parametri sonori.

    – Riconoscere e discriminare oggetti

    sonori

    CORPO MOVIMENTO SPORT

    Il corpo e le funzioni senso-percettive

    – Riconoscere e denominare le varie parti del corpo su di sé e sugli altri

    e saperle rappresentare graficamente

    Il movimento del corpo e la sua relazione con lo spazio e il tempo

    – Coordinare e utilizzare diversi schemi motori combinati tra loro (correre/saltare, afferrare/lanciare, ecc) Il linguaggio del corpo come modalità comunicativo-espressiva

    – Utilizzare in modo personale il corpo e il movimento per esprimersi, comunicare stati d’animo, emozioni e sentimenti, anche nelle forme

    della drammatizzazione

    Il gioco, lo sport, le regole

    –Nei giochi di movimento individuali e di squadra assumere un

    atteggiamento positivo e cooperativo consapevoli del “valore” delle

    regole e dell’importanza di rispettarle

    MATEMATICA

    Spazio e figure

    - Comunicare la posizione di oggetti nello spazio fisico, sia rispetto al soggetto, sia rispetto ad altre persone o oggetti,

    usando termini adeguati (sopra/sotto, davanti/dietro,

    destra/sinistra, dentro/fuori).

    – Riconoscere, denominare e descrivere figure geometriche – Disegnare figure geometriche Relazioni, misure, dati e previsioni

    – Classificare figure, oggetti in base a una o più proprietà,

    utilizzando rappresentazioni opportune, a seconda dei

    contesti e dei fini.

    INGLESE

    Acquisire abilità comunicative orali attraverso il gioco

    Acquisire a livello orale parole e frasi da utilizzare nel giusto

    contesto comunicativo

    Acquisire conoscenze lessicali e utilizzarle in situazioni

    comunicative ludiche e reali.

    Acquisire semplici strutture linguistiche a livello orale in

    situazioni comunicative reali.

  • MUSICA CITTADINANZA E COSTITUZIONE

    ARTE E

    IMMAGINE

    ITALIANO (testi oggettivi e

    soggettivi

    GEOGRAFIA INGLESE

    SCIENZE

    STORIA INFORMATICA (utilizzo delle TIC per lavori di vario genere) RELIGIONE MATEMATICA

    UA 2

    IL MONDO

    DELLE

    EMOZIONI

    CONNOTAZIONE

    DENOTAZIONE

    Musica e vissuti

    Emozioni e colori: colori caldi e colori

    freddi. Dai colori primari ai colori

    secondari.

    Riconoscere i propri vissuti ed esprimerli

    attraverso il linguaggio delle immagini.

    Consa

    pev

    ole

    zza

    dei

    rap

    port

    i

    logic

    i/sp

    azia

    li/t

    empora

    li c

    he

    legan

    o t

    ra l

    oro

    gli

    avven

    imen

    ti

    Elementi naturali e artificiali

    nell’ambiente con individuazione

    relazioni logiche / spaziali / temporali.

    Destra- sinistra. Percorsi. Simboli e

    piante

    Viventi e non viventi con individuazione

    relazioni logiche / spaziali / temporali.

    Costruzione di fabule per relazionare su

    esperienze oggettive

    Periodizzazione, ricostruzione storica ed

    utilizzo delle fonti

    Raggruppamenti e rappresentazione numerica in basi diverse. La base 10.

    Rappresentazione numeri in base10. I numeri dal 10 al 20. Addizioni (con insiemi-

    unione, regoli, sulla linea dei numeri, problemi). Sottrazioni (con insiemi, regoli,

    sulla linea dei numeri, problemi)

    Riconoscere i propri vissuti ed esprimerli attraverso la lingua

    scritta, organizzando i dati nelle unità espressive. Costruzione

    di fabule per raccontare l’immaginario o esperienze reali.

    IL TESTO PRAGMATICO -

    SOCIALE

    Fruizione e produzione di testi pragmatico

    - sociali in relazione a scopi e destinatari

    diversi

    Io e gli altri,

    collaborazione e

    interazione in giochi,

    comportamenti corretti,

    alcune norme di igiene

    saluti, colori, numeri,

    oggetti, giocattoli, il viso,

    azioni e abilità, animali

    lessico pasquale

    tradizioni pasquali

    I racconti della

    creazione, i segni

    della Pasqua

  • AREA LINGUISTICO - ARTISTICO – ESPRESSIVA – CORPO MOVIMENTO E SPORT - INGLESE

    Competenze Ob. di apprendimento Contenuti Attività IT

    AL

    IAN

    O

    - L’alunno esprime verbalmente

    vissuti ed esperienze

    - L’alunno comprende storie/testi

    ascoltati

    - L’alunno legge frasi e brevi testi

    in contesti diversi

    - L’alunno si esprime attraverso la

    lingua scritta

    A - Ascoltare e parlare

    -Raccontare esperienze personali

    -Esprimere preferenze

    -Ascoltare e comprendere una storia

    -osservare e verbalizzare

    un’illustrazione

    - Esprimere oralmente emozioni

    desideri

    -Arricchire il lessico

    B – Leggere

    -Leggere e comprendere semplici

    testi narrativi fantastici, descrittivi,

    poetici e regolativi con maggiore

    correttezza e rapidità

    - Leggere comprendere e

    memorizzare semplici poesie tratte

    dalla letteratura per l’infanzia

    C - Scrivere

    -scrivere parole e semplici frasi

    -Arricchire il lessico

    -Completare un testo inserendo le

    parole o le frasi mancanti, con

    l’aiuto dei disegni

    -Completare frasi per rispondere a

    domande

    -Completare un testo inserendo le

    parole mancanti

    -Completare, manipolare semplici

    testi

    -Rispondere a domande

    -Scrivere semplici frasi

    consolidare la conoscenza e l’uso

    delle convenzioni ortografiche

    -Acquisire una prima conoscenza

    della struttura della frase

    -Riconoscere la funzione dei primi

    segni di punteggiatura

    Semplici storie, brevi testi

    per l’approfondimento del

    lessico

    Esperienze personali:

    inverno, l’ambiente intorno

    a me (famiglia, amici,

    scuola), carnevale, Pasqua,

    primavera

    Brevi testi per il

    completamento

    dell’apprendimento

    strumentale, narrativi,

    realistici, regolativi,

    descrittivi e poetici

    Frasi da completare

    Testi da completare

    Elaborazione di semplici

    frasi

    Struttura della frase

    Manipolazione di semplici

    testi

    Divisione in sillabe

    L’accento

    L’apostrofo

    L’uso dell’h

    I primi segni di

    punteggiatura

    Tutte le letture del testo sono caratterizzate da una forte

    valenza affettiva che guida il bambino nel passaggio dal

    mondo della fantasia a quello della realtà. In questo modo

    l’insegnante condurrà con facilità gli alunni all’osservazione

    dell’ambiente vicino al bambino facendogli rilevare valori e

    sentimenti positivi.

    I vari digrammi e trigrammi verranno introdotti partendo da

    situazioni significative e rappresentazioni grafiche e con

    l’utilizzo di apposite schede. La scrittura di parole con varie

    difficoltà ortografiche avverrà con il ricorso a strategie

    didattiche diverse che utilizzano la forma del gioco per

    agevolarne la comprensione e l’utilizzo.

    L’uso della punteggiatura sarà introdotto con la

    rappresentazione di una scena con vari elementi attraverso il

    disegno, i timbrini o incollando immagini ritagliate dai

    giornali e la verbalizzazione di ogni elemento separando con

    il punto, gioco della macchina fotografica: un foglio con un

    foro al centro. Ogni azione o elemento viene “fotografato”.

    Nel momento della verbalizzazione il clic della macchinetta

    e la durata tra un clic e l’altro è rappresentato con il punto.

    La virgola: gioco della macchina fotografica. Un foglio con

    un foro al centro. Ogni azione o elemento viene

    “fotografato”. Nel momento della verbalizzazione il clic

    della macchinetta e la durata (minore della precedente) tra un

    clic e l’altro è rappresentato con la virgola, il punto

    interrogativo ed esclamativo per connotare.

    Sarà costruito un teatrino per sceneggiare le favole .

  • ING

    LE

    SE

    L’alunno saluta e si presenta, usa

    formule di cortesia, segue istruzioni

    in lingua inglese

    Usa strutture per brevi scambi

    dialogici

    Conosce i nomi dei numeri fino a

    dieci e i nomi dei colori

    Conosce il lessico relativo alla

    famiglia, ai giocattoli, agli oggetti

    scolastici

    Conosce il lessico relativo alle

    festività

    Comprendere e nominare

    riconoscere e nominare alcuni

    animali

    riconoscere e nominare alcune

    azioni e abilità

    consolidare il lessico di base

    comprendere ed usare termini

    riguardanti la Pasqua

    alcune norme di igiene

    saluti, colori, numeri,

    oggetti, giocattoli, il viso,

    azioni e abilità, animali

    lessico pasquale

    tradizioni pasquali

    Gli alunni verranno accompagnati, nel loro percorso, da

    personaggi fantastici in una “magic forest” e, insieme a loro,

    vivranno coinvolgenti avventure.

    L’apprendimento del lessico e di alcune semplici strutture

    della lingua inglese avverrà attraverso una serie di attività

    basate su storie, canzoni e giochi o attraverso attività

    manuali quali il disegnare e il colorare, il ritaglio di sagome

    di carta o l’uso di autoadesivi.

    MU

    SIC

    A

    -Esegue, da solo e in gruppo,

    semplici brani vocali.

    -Gestisce diverse possibilità

    espressive della voce

    -Usare la voce e gli oggetti sonori

    per produrre, riprodurre, creare e

    improvvisare fatti sonori ed eventi

    musicali di vario genere

    -Cogliere all’ascolto gli aspetti

    espressivi di un brano musicale,

    traducendoli con parola, azione

    motoria e segno grafico.

    -Giochi di vario tipo e

    musica d’insieme

    -Filastrocche, favole,

    racconti: canti e

    filastrocche per i mezzi

    linguistici (le vocali, le

    consonanti)

    -Suoni per raccontare

    vissuti.

    Gli alunni saranno guidati nell’esecuzione di giochi

    accompagnati da brani musicali.

    Il bambino scopre le emozioni attraverso l’ascolto di fiabe,

    filastrocche canti e brani musicali adeguati.

    Il bambino, guidato dall’insegnante, viene stimolato,

    attraverso forme giocose, a raccontare le proprie emozioni e

    a rappresentarle graficamente.

    AR

    TE

    E I

    MM

    AG

    INE

    L’alunno utilizza gli elementi

    grammaticali di base del linguaggio

    visuale per osservare, descrivere e

    leggere immagini.

    Utilizza le conoscenze sul

    linguaggio visuale per produrre e

    rielaborare in modo creativo le

    immagini attraverso molteplici

    tecniche, di materiali e di strumenti

    diversificati (grafico-espressivi,

    pittorici e plastici, ma anche

    audiovisivi e multimediali).

    Percettivo visivi

    Esplorare immagini, forme e

    oggetti presenti nell’ambiente

    utilizzando le capacità visive,

    uditive, olfattive, gestuali, tattili e

    cinestetiche.

    Leggere

    Riconoscere attraverso un

    approccio operativo linee, colori,

    forme, volume e la struttura

    compositiva presente nel linguaggio

    delle immagini.

    Produrre

    Esprimere sensazioni, emozioni,

    pensieri in produzioni di vario tipo

    (grafiche, plastiche, multimediali)

    utilizzando materiali e tecniche

    adeguate e integrando diversi

    linguaggi

    I colori primari

    Colori caldi e colori freddi

    Distinzione della figura

    dallo sfondo

    La figura umana

    Autunno

    Inverno

    Dipingere con i colori a tempera oggetti rossi, gialli e blu

    presenti nell’ambiente

    Usare creativamente il colore per esprimere vissuti

    Utilizzare la linea di terra e di cielo e inserire elementi del

    paesaggio fisico (anche ricorrendo a software multimediali)

    Rappresentazione di figure umane con uno schema corporeo

    strutturato

    Rappresentazione grafica della primavera e dell’estate.

  • CO

    RP

    O M

    OV

    IME

    NT

    O E

    SP

    OR

    T

    Conosce le varie parti

    del corpo

    Conosce i propri sensi

    e le modalità di

    percezione sensoriale

    Sa utilizzare il

    linguaggio corporeo e

    il movimento per

    rappresentare

    situazioni

    Sa coordinare e

    collegare il maggior

    numero di movimenti

    naturali

    Conosce le posizioni

    che il corpo può

    assumere in rapporto

    allo spazio e al tempo

    Sa muoversi secondo

    una direzione

    Partecipa al gioco

    collettivo rispettando

    indicazioni e regole

    Riconoscere e denominare le varie

    parti del corpo.

    Rappresentare graficamente il

    corpo fermo e in movimento.

    Conoscere i propri sensi e le

    modalità di percezione sensoriale.

    Utilizzare il linguaggio corporeo e

    il movimento per rappresentare

    situazioni

    comunicative reali e fantastiche.

    Coordinare e collegare in modo

    fluido il maggior numero di

    movimenti naturali

    (camminare, correre, saltare,

    lanciare, afferrare, strisciare,

    rotolare, arrampicarsi).

    Conoscere le posizioni che il corpo

    può assumere in rapporto allo

    spazio e al tempo:

    collocarsi in posizioni diverse in

    rapporto ad altri e/o ad oggetti.

    Muoversi secondo una direzione

    controllando la lateralità e

    adattando gli schemi

    motori in funzione di parametri

    spaziali e temporali: consolidare la

    propria dominanza

    laterale; distinguere la destra dalla

    sinistra.

    Partecipare al gioco collettivo

    rispettando indicazioni e regole.

    Conoscere e padroneggiare

    globalmente i principali schemi motori di base.

    Le parti del corpo

    I sensi

    I movimenti naturali

    Giochi collettivi

    Giochi di esplorazione e riconoscimento di parti del corpo su di sé e sugli altri.

    Giochi di socializzazione.

    Esercizi e giochi sulla discriminazione senso percettiva.

    Giochi e attività di espressività corporea.

    Giochi motori e percorsi sulla percezione dello spazio vissuto.

    Esercizi a circuito sugli schemi motori del camminare, correre e saltare.

    Giochi individuali e a coppie per discriminare la destra dalla sinistra.

    Giochi per individuare e consolidare la dominanza laterale.

    Esecuzione di giochi collettivi rispettando le regole.

    Giochi, percorsi e circuiti in cui siano presenti schemi motori di base.

  • AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA

    Competenze Ob. di apprendimento Contenuti Attività

    MA

    TE

    MA

    TIC

    A

    Si muove con sicurezza

    nel calcolo con i numeri

    naturali.

    Riesce a risolvere facili

    problemi (non

    necessariamente ristretti

    a un unico ambito)

    spiegando a parole il

    procedimento seguito.

    A - Numeri

    Contare oggetti o eventi, con la

    voce e mentalmente, in senso

    progressivo e regressivo entro il

    20.

    Leggere e scrivere i numeri

    naturali entro il 20, con la

    consapevolezza del valore delle

    cifre in relazione alla loro

    posizione; confrontarli e ordinarli

    sulla retta.

    Eseguire semplici operazioni con

    i numeri naturali entro il 20.

    Riconoscere semplici situazioni

    problematiche nell’esperienza

    quotidiana

    B - Spazio e figure Localizzare oggetti rispetto a se

    stessi, ad altre persone e oggetti.

    Orientarsi sul piano quadrettato.

    C- Relazioni, misure, dati e

    previsioni Classificare elementi sulla base di

    proprietà stabilite.

    Rappresentare relazioni e dati con

    diagrammi, schemi e tabelle.

    Riflettere sul significato degli

    enunciati e stabilirne il valore di

    verità.

    Individuare e rappresentare

    grandezze.

    Sperimentare misurazioni con

    campioni non convenzionali.

    I numeri naturali fino al 20.

    Numeri cardinali e ordinali.

    Addizioni e sottrazioni

    entro il 20.

    Analisi e risoluzione di

    semplici situazioni

    problematiche.

    I punti di riferimento.

    La posizione di oggetti nello

    spazio.

    Le mappe.

    Classificazioni e

    rappresentazioni.

    Misurazioni, confronti.

    Attraverso attività ludiche, introduciamo la decina.

    Rappresentazione di numeri in basi diverse. Rappresentazione di

    numeri in base 10.

    Uso dell’abaco.

    I numeri sulla linea dei numeri.

    Attraverso storie e racconti affrontiamo i concetti di addizione e

    sottrazione.

    Esecuzione di addizioni come insieme unione, con i regoli, sulla linea

    dei numeri

    Esecuzione di sottrazioni con gli insiemi, con i regoli, sulla linea dei

    numeri.

    Analizziamo vissuti dei bambini per ricavarne situazioni

    problematiche, da risolvere poi, con disegni, parole e numeri.

    Risoluzione di problemi con l’addizione e con la sottrazione.

    Costruiamo sul pavimento una tabella a doppia entrata,all’interno delle

    cui celle i bambini possono entrare o mettere disegni o oggetti.

    Chiediamo di indicarne la posizione, individuando le coordinate,

    lettere-numeri. Poi passiamo al piano rappresentativo per individuare i

    punti d’incrocio.

    Usiamo materiali, oggetti che i bambini hanno portato a scuola,

    riorganizzandoli in scatole diverse, secondo caratteristiche comuni.

    Utilizziamo blocchi logici per effettuare classificazioni.

    Osserviamo gli oggetti per determinare quale sia il più lungo, il meno

    lungo, il più pesante, il meno pesante, il più capiente, il meno

    capiente…

    Guidiamo i bambini a lavorare sul valore delle diverse grandezze e

    costruiamo le prime unità di misura arbitrarie.

    Avviciniamo i bambini alla statistica attraverso il gioco, proponendo

    loro la raccolta dei dati e loro rappresentazione attraverso grafici.

  • SC

    IEN

    ZE

    E T

    EC

    NO

    LO

    GIA

    L’alunno ha capacità

    operative, progettuali

    e manuali, che utilizza

    in semplici contesti di

    esperienza-

    conoscenza per un

    primo approccio

    scientifico ai

    fenomeni.

    Effettua semplici

    osservazioni,

    associazioni e

    descrizioni. Partecipa a

    una conversazione

    riportando esperienze o

    facendo ipotesi.

    Osservare, descrivere,

    confrontare, correlare elementi

    della realtà circostante..

    Riconoscere la diversità dei

    viventi e non.

    Osservare e descrivere il proprio

    corpo.

    Percepire la presenza degli organi

    interni del proprio corpo.

    Osservare e interpretare le

    trasformazioni ambientali sia di

    tipo stagionale, sia in seguito

    all’azione modificatrice

    dell’uomo.

    Sperimentare il comportamento di

    materiali diversi messi nell’acqua.

    Esseri viventi e non viventi.

    Le relazioni che legano tra

    loro gli esseri viventi e i non

    viventi.

    Il proprio corpo.

    Il mondo e le trasformazioni

    dell’uomo.

    Il fenomeno del

    galleggiamento.

    Osserviamo l’ambiente esterno alla scuola, annotiamo gli elementi

    presenti e rileviamo il materiali di cui sono fatti e le loro qualità.

    Cogliamo le trasformazioni dei materiali e ricerchiamo i materiali

    dannosi per l’ambiente, i materiali che si possono riciclare …

    (progetto ambiente).

    Facciamo raggruppare, poi, gli elementi osservati, in esseri viventi e

    non viventi. Sperimentiamo, poi, le risposte date dai bambini per

    verificarne la validità o meno. Rappresentazione grafica, con tabella

    a doppia entrata degli esseri viventi e non

    Facciamo, poi, descrivere i propri vissuti con gli animali.

    Classifichiamoli in base al movimento, all’alimentazione…e, di alcuni

    animali scelti, creiamo la loro carta d’identità.

    Facciamo, poi, descrivere i propri vissuti con i vegetali, definendone le

    caratteristiche. Inviiamo a osservare le caratteristiche esterne del corpo

    umano e a descriverlo nelle sue parti principali. Accompagniamoli, poi,

    a fare ipotesi su come pensano sia fatto internamente il loro corpo e su

    come pensano che funzioni.

    Attraverso esperienze dirette, aiutiamo i bambini a capire come si

    comportano alcuni materiali posti in acqua.

    INF

    OR

    MA

    TIC

    A

    Utilizza strumenti

    informatici e di

    comunicazione in

    situazioni significative di

    gioco e di relazione con

    gli altri.

    Conoscere strumenti

    informatici e la loro funzione.

    Seguire istruzioni d’uso e saperle

    fornire ai compagni. Utilizzare

    semplici materiali digitali per

    l’apprendimento.

    Le parti del PC

    Giochi didattici, Internet.

    eTwinning

    Le attività di informatica saranno sempre in relazione alle attività di

    italiano, storia, geografia, scienze, matematica: si utilizzeranno giochi

    didattici .

  • AREA STORICO-GEOGRAFICA

    Competenze Ob. di apprendimento Contenuti Attività G

    EO

    GR

    AF

    IA

    Rappresenta lo spazio

    vissuto attraverso mappe

    e simboli.

    Riconoscere e nominare gli spazi

    scolastici.

    Individuare elementi e funzione

    dei locali scolastici.

    Individuare la relazione tra la

    posizione degli elementi e la loro

    funzione.

    Riconoscere e rappresentare con il

    disegno un percorso.

    Rappresentare un percorso

    attraverso una mappa.

    Gli elementi e le funzioni

    degli spazi della scuola.

    Punti di riferimento e

    percorsi.

    Dal disegno alla mappa: la

    visione dall’alto.

    Usciamo dallo spazio aula per conoscere gli altri spazi, individuando la

    funzione e gli elementi che li caratterizzano.

    Riflettiamo sulla relazione tra posizione degli elementi di uno spazio e

    la loro funzione.

    A partire dalla funzione degli spazi, definiamo regole condivise per un

    buon uso di ogni ambiente scolastico.

    Rappresentazione grafica di alcuni ambienti e dei loro elementi.

    Riproduzione di impronte degli oggetti più piccoli, utilizzando la

    farina.

    Riconoscimento di impronte.

    Proponiamo l’ascolto di un racconto e rappresentiamo graficamente la

    mappa dell’ambiente dove si svolge la storia, evidenziando i percorsi

    dei protagonisti.

    ST

    OR

    IA

    Sa riconoscere il periodo

    Comprende la funzione

    dei documenti per la

    ricostruzione storica di

    fatti ed eventi

    Sa raccontare fatti ed

    eventi in modo coerente

    e coeso

    Acquisire il concetto di periodo

    Acquisire il concetto di

    documento

    Comprendere la funzione dei

    documenti nella ricostruzione

    della storia

    Saper raccontare fatti ed eventi in

    modo coerente e coeso

    Periodizzare un anno di

    scuola eventi e periodi

    Lettura critica ed

    utilizzazione delle fonti un

    anno di scuola:

    documentazione (foto,

    disegni, annotazioni,

    quaderni, blog di classe) di

    fatti ed eventi

    Ricostruzione storica un

    anno di scuola ricostruzione

    attraverso i documenti

    Racconto storico un anno di

    scuola racconti di fatti ed

    eventi, emozioni, incontri,

    cambiamenti

    Attraverso la lettura di documenti quali foto, quaderni, disegni,

    annotazioni, blog della classe, il racconto di fatti ed eventi di

    particolare importanza e delle emozioni provate, i bambini

    ricostruiranno la storia del primo anno scolastico trascorso nella scuola

    primaria in periodi.

  • STRUMENTI

    Scatole, strisce, cartelloni, postazione multimediale con collegamento Internet, software didattico, colori, cartoncini, cartelloni, macchina

    fotografica, regoli, blocchi logici, lettore CD, scatole, strisce.

    METODOLOGIA

    Didattica laboratoriale

    Si farà ricorso preferibilmente ad una didattica laboratoriale per una scuola che non si limita alla trasmissione dei saperi, ma diventa un luogo dove operare, intendendo il

    laboratorio non solo come luogo fisico ma anche come luogo mentale, concettuale e procedurale, dove si adotta il metodo del “compito reale”.

    Si farà uso delle nuove tecnologie che fungono da amplificatore delle capacità cognitive, espressive, comunicative.

    Gruppi di lavoro

    Le attività saranno spesso svolte per piccoli gruppi di alunni all’interno del gruppo classe per favorire da un lato la personalizzazione del lavoro scolastico, permettendo a

    ciascun alunno di operare secondo i propri ritmi e le proprie capacità, dall'altro la capacità di collaborare (nel gruppo e tra i gruppi) per un obiettivo comune.

    Costruttivismo

    Si progetterà un ambiente in cui gli alunni costruiscono la propria conoscenza lavorando insieme ed usando una molteplicità di strumenti comunicativi ed informativi (i nuovi

    strumenti tecnologici in particolare) per creare un ambiente di apprendimento costruttivista nel quale si costruisce il sapere collaborando e cooperando

    Cooperative learning

    All’interno del gruppo e tra i gruppi, l’impegno di alunni e docenti, finalizzato al raggiungimento di nuove abilità e conoscenze attraverso la condivisione del proprio lavoro,

    porterà a modalità di apprendimento collaborativo caratterizzato dai seguenti elementi:

    - superamento della rigida distinzione dei ruoli tra insegnante/alunno - il docente diventa un facilitatore dell’apprendimento - superamento del modello trasmissivo della conoscenza - il sapere si costruisce insieme in una “comunità di apprendimento”

    TEMPI: primo e secondo quadrimestre

    CONTROLLO DEGLI APPRENDOMENTI:

  • PRESTAZIONI PER L’ACCERTAMENTO DEGLI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

    Operare analisi e sintesi di semplici parole; riconoscere e leggere vocali, consonanti, sillabe, semplici parole

    Completare testi con vocali o consonanti mancanti

    Ordinare disegni secondo la successione temporale

    Usare correttamente i connettivi PRIMA/DOPO/INFINE

    Usare correttamente i principali indicatori spaziali

    Operare classificazioni di oggetti naturali e artificiali

    Costruire e definire insiemi e sottoinsiemi

    Definire l’insieme vuoto e unitario

    Operare confronti tra insiemi

    Conoscere numeri entro il 9

    Confrontare numeri e regoli, individuando la relazione di maggiore, minore, uguale

    Conoscere gli organi di senso e le parti principali del proprio corpo

    Scrivere e leggere parole contenenti difficoltà ortografiche

    Dividere in sillabe semplici parole

    Riconoscere e saper usare la punteggiatura

    Scrivere e leggere semplici testi

    Produrre semplici unità espressive e verbalizzare

    Verbalizzare situazioni di contemporaneità

    Produrre semplici fabule relative alla propria esperienza e verbalizzare

    Riconoscere e costruire la fabula di semplici storie

    Inserire un fabula in un’unità espressiva e verbalizzare

    Riconoscere e descrivere parti di un oggetto, usando lo schema descrittivo

    Riconoscere e verbalizzare relazioni causa fatto

    Conoscere i giorni della settimana, le stagioni, i mesi, individuando il precedente e il successivo

    Completare schemi semivuoti per il riconoscimento di relazioni logiche, spaziali, temporali

    Riconoscere e usare simboli in una pianta.

    Sapere effettuare e rappresentare un semplice percorso

    Riconoscere elementi naturali e artificiali

    Conoscere i numeri fino a 20

    Operare confronti tra numeri e regoli

    Eseguire addizioni e sottrazioni entro il 20 sulla linea dei numeri e con i regoli

    Risolvere semplici problemi con addizioni e sottrazioni

    Riconoscere viventi e non viventi

  • MODALITA’ DI VERIFICA

    Per l’accertamento degli obiettivi di apprendimento delle diverse discipline:

    - osservazioni

    - esercitazioni orali

    - esercitazioni pratiche

    - esercitazioni scritte

    MODALITA’ DI VALUTAZIONE

    iniziale – diagnostica

    in itinere – formativa

    finale – sommativa

    La situazione iniziale è stata rilevata con esercitazioni che si riferiscono:

    - Al curricolo esplicito

    - Al curricolo implicito

    - Al curricolo trasversale

    La valutazione finale - sommativa sarà effettuata alla fine di ogni quadrimestre.

    Per la comunicazione della valutazione alle famiglie saranno svolti colloqui nel corso dell’anno, due dei quali per la consegna del documento di

    valutazione.

    Per aiutare l’alunno all’autovalutazione si cercheranno opportunità per:

    - riflettere sulle proprie esperienze per dar loro un significato - misurarsi con le proprie possibilità

    Lauria 28 ottobre 2010 Le insegnanti