of 20/20
Politiche attive 2011 Dote Dote Ricollocazione Ricollocazione e e Dote Dote Riqualificazione Riqualificazione

Politiche attive 2011

  • View
    37

  • Download
    0

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Politiche attive 2011. Dote Ricollocazione e Dote Riqualificazione. Obiettivi. - PowerPoint PPT Presentation

Text of Politiche attive 2011

  • Politiche attive 2011Dote RicollocazioneeDote Riqualificazione

  • LAccordo Quadro del 25 febbraio 2011 e il Patto per le Politiche Attive del 25 marzo 2011 sottoscritti tra Regione Lombardia e le Parti Sociali hanno definito nuovi criteri per laccesso agli ammortizzatori sociali in deroga e per le politiche attive (periodo dal 1 aprile 2011 al 31 dicembre 2011).

    Gli interventi di politica attiva sono connotati dai seguenti orientamenti:indirizzo deciso verso la ricollocazione dei lavoratori espulsi attraverso un utilizzo finalizzato delle politiche attiveconcorso delle risorse pubbliche (Stato, Regione, Province), private (imprese) e paritetiche sociali (Enti bilaterali, Fondi interprofessionali)centralit degli accordi sindacali aziendali. Gli accordi sindacali, oltre a contenere unindicazione dei percorsi, potranno anche indicare loperatore con cui stato concordato il percorso.

    LAccordo Quadro prevede percorsi di ricollocazione e di riqualificazione che potranno essere: interamente finanziati con risorse pubblicheinteramente finanziati con risorse private e/o paritetiche sociali finanziati con la partecipazione di risorse pubbliche e privateObiettivi

  • Per consentire a tutti i lavoratori interessati dalla crisi di accedere alle politiche attive, Regione Lombardia attiva una nuova linea di dote per percorsi interamente finanziati con risorse pubbliche o con la partecipazione di risorse pubbliche e private (cofinanziamento):

    Dote ricollocazione, fornisce servizi al lavoro finalizzati al reinserimento lavorativo (importo massimo pari a 3.200 ) operatori accreditati ai servizi al lavoro

    Dote riqualificazione, fornisce servizi formativi finalizzati al mantenimento del posto di lavoro attraverso laccrescimento professionale del destinatario allinterno dellazienda (importo massimo pari a 3.000 ) operatori accreditati ai servizi di formazioneObiettivi

  • Il lavoratore che si trovi in CIG in deroga o il lavoratore che ha presentato domanda di mobilit in deroga, tenuto ad effettuare politiche attive: RL mette a tal fine a disposizione lo strumento della Dote.Sono quindi destinatari della nuova linea di dote i lavoratori:in Cassa integrazione guadagni in deroga occupati presso unit produttive/operative ubicate in Lombardia per le quali il datore di lavoro ha presentato domanda di CIGD a Regione:Destinatari Possono accedere alla Dote Riqualificazione anche i lavoratori in CIG in deroga per i quali stato richiesto lintervento A qualora, in assenza di percorso definito nellaccordo sindacale, desiderino comunque intraprendere un percorso formativo compatibile con le modalit della sospensione in corso.

    Dote riqualificazioneDote ricollocazioneper crisi strutturale, ristrutturazione/riorganizzazione, accordi di solidariet (intervento B)

    per cessazione, parziale o totale di attivit, o procedura concorsuale (intervento B), o per crisi/ristrutturazione/ riorganizzazione con dichiarazioni di esuberoin mobilit in deroga provenienti da unit produttive/operative ubicate in Lombardia

  • Il percorso dovr essere definito nel rispetto di quanto stabilito negli accordi sindacali sottoscritti. La Dote si attiver:se indicato nellaccordo: presso lOperatore con il quale stato concordato un percorso;dove non indicato nellaccordo (o per i lavoratori in mobilit): il lavoratore individua autonomamente un operatore accreditato da Regione Lombardia.

    Loperatore dovr formulare proposte coerenti con le specifiche necessit e gli specifici requisiti del soggetto, attestate dalla documentazione in suo possesso.Per i lavoratori in CIG in deroga : copia della DID sottoscritta presso il datore di lavorocopia dellaccordo sindacale (o dellaccordo ministeriale) per la parte relativa alle Politiche attivePer i lavoratori in mobilit in deroga: copia della Dichiarazione di Immediata Disponibilit sottoscritta presso i servizi competenticopia della domanda di mobilit consegnata a INPS

    N.B. Loperatore deve verificare la presenza del nominativo della persona in CIG in deroga nella banca dati regionale CIG in deroga oppure, qualora non sia possibile, raccogliere lautocertificazione della persona attestante il possesso dei requisiti. Destinatari

  • *Servizi obbligatori preliminari alla compilazione e allinvio della domanda di Dote a Regione Lombardia.

    Importo massimo dei servizi a processo: 375 I servizi obbligatori sono rimborsabili a processo quando conclusi, ovvero allinvio del PIP. Ai fini della liquidazione i servizi obbligatori dovranno essere tracciati nel diario di bordo con riferimento alle ore fruite.Dote Ricollocazione: servizi obbligatori

  • *Importo del servizio di inserimento lavorativo, al netto dei servizi obbligatori 2.825 euro, riconosciuto a risultato.

    Il risultato riconosciuto sulla base: Dellinstaurazione di un rapporto di lavoro subordinato di almeno 6 mesi fornendo:copia della lettera di assunzione sottoscritta dallimpresa /datore di lavoro e dal lavoratore copia del modulo C/ASS e ID identificativo del C/ASSMissione di somministrazione di 6 mesi (anche in caso di missione prorogata, senza soluzione di continuit, presso la stessa azienda) fornendo: dichiarazione dellagenzia di somministrazione con indicazione di tutti gli elementi necessari ad attestare la missione continuativa presso lo stesso datore di lavoro copia del/i modulo/i C/ASS e ID identificativo del C/ASS.

    Ai fini della liquidazione loperatore entro il 180 giorno: compila il diario di bordo con lerogazione del servizio di inserimento lavorativo allega la documentazione comprovante il risultatoDote Ricollocazione: servizi a risultato

  • *La durata massima della dote Ricollocazione di 6 mesi, ovvero 180 giorni, dallerogazione del servizio di accoglienza. Entro tale termine loperatore dovr: dichiarare la chiusura dei servizi a processo;comunicare leventuale raggiungimento del risultato dellinserimento lavorativo, fornendo i relativi documenti giustificativi.

    Trascorsi 6 mesi dalla data di attivazione del PIP senza il raggiungimento dellinserimento lavorativo, il beneficiario pu effettuare una seconda domanda di Dote, presso il medesimo o diverso operatore.

    Seconda domanda di dote: Non sono riconosciuti i servizi a processo, dunque la seconda domanda, indipendentemente dal fatto che loperatore sia o meno il medesimo, ha un valore di 2.825 riconoscibili esclusivamente a risultato raggiunto.

    Dote Ricollocazione: durata

  • Per favorire linserimento lavorativo dei destinatari pi difficili da collocare, si prevede una premialit aggiuntiva.Viene riconosciuta alloperatore che colloca :persone che abbiano compiuto 50 anni detpersone che abbiano compiuto 45 anni di et e siano in possesso di un titolo di studio inferiore al diploma di istruzione di secondo ciclo o alla qualifica professionale.

    *Dote Ricollocazione: Premialit

    Tipologia di inserimento occupazionaleValore della quota linserimento lavorativo raggiuntoContratto di lavoro di 12 mesi (contratto di lavoro subordinato o missione di somministrazione presso lo stesso datore di lavoro) 2.000 Contratto di lavoro a tempo indeterminato 3.000

  • La Dote ha un valore massimo pari a 3.000,00.

    Il PIP per tutti i destinatari individuati si compone di servizi di formazione riconosciuti a processo.

    In caso di cofinanziamento:contributo regionale massimo pari a 1.800,00 (60% dellimporto massimo della dote) 40% a carico dellazienda/fondi interprofessionali/ altre fonti di finanziamento privato.

    Loperatore che ha preso in carico la persona dovr dare evidenza nel PIP dei servizi finanziati con altre fonti.Le risorse provenienti da fonti diverse dal FSE dovranno essere rendicontate secondo le regole proprie della fonte finanziaria.La liquidazione della quota regionale comunque subordinata alla comunicazione dei dati di sintesi relativi alla parte a carico privato (importi e ore) nel sistema informativo regionale (diario di bordo).

    Il destinatario NON deve partecipare finanziariamente alla dote

    Dote Riqualificazione

  • La durata massima della dote Riqualificazione corrispondente al periodo di CIG in deroga richiesto. Dunque le attivit di riqualificazione dovranno chiudersi entro il 31.12.2011 come i periodi di sospensione autorizzati.

    Reiterazione della dotePu essere presentata una seconda domanda di dote pari allimporto massimo della dote di 3.000 euro ridotto del valore dei servizi gi fruiti. (c.d. Borsellino dote).E possibile presentare una seconda domanda di dote solo se lazienda del lavoratore ha presentato una seconda domanda di CIGD che si conclude comunque entro il 31.12.2011.Loperatore che prende in carico la persona per la seconda domanda di dote, valuter insieme ad essa quali servizi necessitano di essere erogati nel nuovo PIP.Non sar possibile nella nuova dote fruire di servizi gi fruiti nella dote precedente.

    In seguito al cambiamento dei requisiti, le persone potrebbero essere beneficiari di entrambi le doti, fermo restando il limite dei 5.000 nellanno solare previsti dal ManualeDote Riqualificazione: durata

  • Presentazione della domanda di Dote Il destinatario elabora con il supporto dellOperatore accreditato il proprio Piano di Intervento Personalizzato (PIP) che viene sottoscritto sia dalla persona sia dallOperatore.Il destinatario firma inoltre la domanda di partecipazione allavviso.

    ATTENZIONE: tali documenti vengono conservati agli atti in originale dalloperatore che ha preso in carico il destinatario

    LOperatore invia la domanda di Dote a RL mediante la trasmissione della Dichiarazione Riassuntiva Unica firmata digitalmente dal rappresentante legale o da altro soggetto con potere di firma tramite il sistema informativo, secondo le modalit indicate nel nuovo Manuale Operatore.

    La domanda pu essere presentata a partire dal 16 maggio 2011, fatta salva, per la Dote Ricollocazione, la possibilit di avviare i servizi a partire dalla data di pubblicazione dellavviso (29/04)

  • La conclusione dellavviso prevista per il 31/12/2012, salvo chiusura anticipata che Regione Lombardia potr disporre nel caso di esaurimento delle risorse disponibili. In particolare:

    Dote riqualificazione dovr terminare entro il 31.12.2011 in stretto collegamento con i periodi autorizzati da RL ai sensi dellAccordo quadro del 25.2.2011.

    Dote ricollocazione, non essendo legata ai periodi di CIGD, dovr essere attivata entro il 31.12.2011 ma potr protrarsi anche nel 2012 nel rispetto della durata complessiva prevista.

    Tutte le attivit dovranno essere rendicontate entro i successivi 45 giorni dalla conclusione della dote. Conclusione Avviso

  • Dote Ricollocazione e Dote Riqualificazione Semplificazione della Dote

  • Principali misure di semplificazione della Dote: modifiche gestionaliAtto di adesioneModalit precedente:Latto di adesione presentato per ogni singola domanda di dote.Nuova modalit:Tutti gli operatori che intendono erogare servizi nellambito di un avviso devono trasmettere un Atto di Adesione unico:valido per tutte le doti richieste nellambito dellavviso per cui stato sottoscritto; condizione necessaria per poter erogare servizi nellambito di una dote;condizione necessaria per poter inviare la Dichiarazione Riassuntiva Unica.Latto di adesione unico deve essere sottoscritto digitalmente e trasmesso tramite il sistema informativo.

  • Principali misure di semplificazione della Dote: modifiche gestionaliDichiarazione riassuntiva unica (DRU)Modalit precedente:Loperatore invia a Regione: domanda di partecipazione sottoscritta dalla persona, PIP sottoscritto dalla persona e dalloperatore e atto di adesione.Regione verifica la documentazione e valuta lassegnazione della dote.Nuova modalit:Loperatore che prende in carico il destinatario:verifica i requisiti del destinatario e conserva la documentazione comprovantedefinisce con il destinatario il PIP, lo formalizza nel sistema informativo, lo stampa, lo sottoscrive con il destinatario e lo conserva agli atti;stampa la domanda di partecipazione, la fa sottoscrivere al destinatario e la conserva agli atti;invia attraverso il sistema informativo solo la Dichiarazione Riassuntiva Unica firmata digitalmente dal solo operatore.Il sistema informativo verifica la completezza e la conformit dei dati dichiarati rispetto ai requisiti dellavviso e restituisce alloperatore una comunicazione di accettazione, da conservare agli atti e da consegnare in copia al destinatario.

  • Principali modifiche gestionaliBorsellino doteModalit precedente:La persona deve prevedere nel PIP iniziale tutte le risorse cui ha diritto.La persona non pu fruire di pi di una dote nellanno solare.Nuova modalit:La persona pu utilizzare tutte le risorse a cui ha teoricamente diritto nellambito di uno specifico avviso e presentare diversi PIP fino a concorrenza dellimporto complessivo. Il Borsellino valido:entro i termini di validit dello specifico avviso ;laddove il PIP originario non preveda lutilizzo integrale delle risorse a disposizione;fatta salva la disponibilit effettiva di risorse al momento della nuova richiesta.In questo specifico Avviso il Borsellino scala in relazione alle risorse fruite e non a quelle assegnate. Le persone possono fruire di diverse doti consecutivamente fino ad un valore massimo cumulativo di 5.000 nellarco di un anno solare.

  • Principali misure di semplificazione della Dote: modifiche gestionaliDiario di bordo Modalit precedente:La compilazione in capo alloperatore accreditato.Il diario di bordo compilato su base giornaliera. Non sono previste le ore di assenza giustificata per i servizi formativi.Nuova modalit:La compilazione in capo ad ogni operatore coinvolto.Il Diario di bordo deve essere compilato con i dati relativi alle ore fruite dal destinatario in forma riassuntiva e su base mensile. Il diario di bordo d evidenza delle ore di assenza giustificata del destinatario dalle attivit formative.

  • Principali misure di semplificazione della Dote: modifiche gestionaliModifiche del PIPModalit precedente:L'iter di modifica prevede linvio del nuovo PIP sottoscritto dalla persona e dalloperatore ed soggetto ad approvazione di Regione.Nuova modalit:Le modifiche vengono compiute direttamente dallOperatore mediante il sistema informativo, previo consenso scritto da parte della persona interessata, a condizione che avvengano: nellambito dello stesso operatore principale; nel rispetto dellimporto stabilito nel PIP originario.Il nuovo PIP deve essere sottoscritto dalla persona e dalloperatore e conservato agli atti dellOperatore. Non deve pertanto essere trasmesso a Regione.

  • Principali misure di semplificazione della Dote: modifiche gestionaliLiquidazione dei serviziModalit precedente:I servizi sono riconosciuti solo a realizzazione.Per i servizi formativi la liquidazione avviene al 50% e dopo il 75% del corso.Nuova modalit:I servizi possono essere riconosciuti a realizzazione o a risultato.Per i servizi riconosciuti sulla base del criterio della realizzazione: la domanda di liquidazione pu essere inviata solo quando si raggiungono le condizioni definite in tabellale ore di assenza giustificata sono riconosciute come fruite fino ad una quota massima del 10% del monte ore complessivamente previsto dal PIP.

    Per i servizi riconosciuti sulla base del criterio del risultato:la domanda di liquidazione pu essere inviata solo al raggiungimento del risultato.

    Servizi erogatiLavoroAlla conclusione di ogni singolo servizioFormazioneI domanda di liquidazione: al raggiungimento di almeno il 25% del percorsoII domanda di liquidazione: a conclusione del percorso