Apprendere da adulti

  • View
    4.857

  • Download
    0

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Slide del Corso per i docenti del CTP

Transcript

  • 1. APPRENDERE DA ADULTI RIFERIMENTI TEORICI E STRATEGIE DELL APPRENDIMENTO IN ETA ADULTA
  • 2. APPRENDIMENTO IN ETA ADULTA
    • Processo di conoscenza creato attraverso la trasformazione dellesperienza
    • Apprendimento come"potenzialit" che si pu realizzare nel corso della vita .
  • 3. APPROCCIO ALLAPPRENDIMENTO
    • Ladulto affronta il momento formativo provvisto di un bagaglio di conoscenze ed esperienze che sono una base di partenza ma anche, a volte, una zavorra di preconcetti e pregiudizi difficile da scaricare.
  • 4. EVENTO O..INTERVENTO FORMATIVO ?
    • INTERVENTO FORMATIVO ha degli obiettivi di apprendimento, i partecipanti devono imparare qualcosa.
    • EVENTO FORMATIVO si identifica con il coinvolgimento dei partecipanti in una situazione: seminario, convegno, conferenza.
  • 5. APPRENDIMENTO SEMPLICE
    • Elementi nuovi vanno ad ampliare il bagaglio di conoscenze; esempio:
    • un manager che da anni gestisce team di lavoro o un allenatore di una squadra apprendere una nuova tecnica di gestione dei collaboratori risulta un apprendimento semplice
  • 6. APPRENDIMENTO COMPLESSO
    • I nuovi elementi non trovano possibilit di elaborazione da parte del soggetto:
    • Una persona priva di conoscenze in campo legislativo ha difficolt a comprendere i cambiamenti introdotti da nuove leggi e regolamenti.
  • 7. CONTRIBUTI TEORICI
    • Malcom Knowles e la teoria andragogica
    • Peter Jarvis e l'experential learning
    • L'apprendimento riflessivo Schon
  • 8. MALCOM KNOWLES E LA TEORIA ANDRAGOGICA
    • Teoria dellautoapprendimento: insieme di tecniche per coinvolgere gli adulti in processi mentali attivi;
    • Si possono individuare alcuni presupposti che permettono agli adulti di attivare processi di apprendimento
  • 9. PRESUPPOSTI (CORE PRINCIPLES)
    • Bisogno di conoscenza
    • Concetto di s
    • Esperienze pregresse
    • Disponibilit ad apprendere
    • Orientamento verso la vita reale
    • Motivazione ad apprendere
  • 10. Peter Jarvis e l'experential learning
    • Apprendimento che scaturisce dallesperienza e dalla riflessione su di questa;
    • La rielaborazione personale genera coinvolgimento e interiorizzazione.
    • Lesperienza sia attivit di apprendimento che risorsa
    • Fasi (circolari)dellexperential learning:
      • Esperienza concreta
      • Osservazione riflessiva
      • Concettualizzazione astratta
      • Sperimentazione attiva.
  • 11. DONALD SHON LAPPRENDIMENTO RIFLESSIVO
    • Apprendimento che si realizza attraverso lanalisi del vissuto desperienza e che quindi comporta acquisizione di nuove conoscenze e cambiamenti significativi negli schemi di interpretazione e di orientamento del soggetto.
    • Agire riflessivo e conversazione con la situazione
    • Il professionista riflessivo: i professionisti migliori sanno pi di quanto riescano ad esprimere.
  • 12.
    • METODI CENTRATI SULLA SCOPERTA DI SE
    • ORIENTAMENTO NARRATIVO
    • LAUTOBIOGRAFIA
    • BILANCIO DELLE COMPETENZE
    • METODO PAS
    • METODO DELLA PROGETTAZIONE DI PERCORSI FORMATIVI PERSONALIZZATI
    METODI, STRATEGIE E TECNICHE DIDATTICHE
  • 13. ORIENTAMENTO NARRATIVO
    • Percorso di costruzione dellidentit attraverso lattribuzione di senso e significato alle conoscenze; processo continuo che collega longlife e lifewide (Batini); orientare vuol dire lavorare sullidentit della persona.
    • La narrazione contribuisce a :
      • Stabilire un ordine e dei rapporti tra le esperienze;
      • esplorare se stessi, le proprie aspirazioni e desideri..., e ricostruire la propria identit raccontandosela continuamente. (Federico Batini)
  • 14. LAUTOBIOGRAFIA
    • Metodo di autoformazione (dimensione individuale)
    • Lautobiografia ha una curiosa caratteristica. E un resoconto fatto dal narratore del qui ed ora che esistito nel l ed allora (Bruner).
    • Lautobiografia orienta a sistemare le informazioni raccolte durante il racconto, permette di mettere ordine nelle esperienze vissute,... costruzione di significato e attribuzione di senso allesperienza
    • Es. Insegnare L2 -Costruzione identit, Espressione di s
  • 15. BILANCIO DELLE COMPETENZE
    • Anni 80 Francia: diritto del lavoratore
    • Perno il concetto di competenza
    • Metodologia di carattere qualitativo
    • Dimensioni : retrospettiva, prospettica
    • Destinatari: adulti, giovani laureati, disoccupati..
    • Fasi: preliminare, dinvestigazione, di conclusione.
    • Finalit:
      • Inserimento sociale e professionale
      • Presa di coscienza delle proprie risorse e potenzialit
      • Elaborazione progetto professionale
  • 16. BILANCIO DELLE COMPETENZE si configura come:
    • METODOLOGIA: uno spazio di riflessione del soggetto per la costruzione di un progetto futuro attraverso la propria autobiografia;
    • STRUMENTO: acquisire coscienza delle competenze maturate ma non certificate;
    • METODO : usa strumenti narrativi, test, griglie, questionari, prove di valutazione, colloqui, attivit di gruppo.
    • nasce per rispondere a esigenze di impiegabilit.
  • 17. BILANCIO DELLE COMPETENZE COME STRATEGIA FORMATIVA
    • Trasferibilit delle skill e consapevolezza del soggetto.
    • Sostegno alla persona nellanalisi di competenze spendibili o trasferibili.
    • Consulenza/facilitazione al soggetto nella costruzione di un progetto realistico.
    • Nel focus sono compresi i saperi impliciti.
    • Nella dimensione formativa il paradigma interpretativo relazionale: esplicitare limmagine che ognuno ha di s ( Rogers)
    • Autoefficacia: piena consapevolezza del S, delle capacit e delle risorse inespresse.
    • Azione di counseling: aiutare la persona ad aiutarsi
  • 18. BILANCIO DELLE COMPETENZE COME STRATEGIA FORMATIVA
    • Focalizza lattenzione su alcune aree tematiche:
    • La storia personale come analisi dellesperienza formativa e accertamento delle conoscenze
    • Gli interessi, le motivazioni e le rappresentazioni del lavoro
    • Le competenze e le risorse
    • Conoscenza del contesto e delle sue opportunit
    • Elaborazione di un progetto e costruzione di una pista
  • 19. Metodo PAS di Reuven Feuerstein Programma di arricchimento strumentale
    • Programma di educazione cognitiva
    • I materiali del PAS sono organizzati in 14 eserciziari detti Strumenti, che comprendono esercizi carta-matita focalizzati su specifiche aree cognitive, come la percezione analitica, l'orientamento nello spazio e nel tempo, il comportamento comparativo, la classificazione, ecc.
    • Gli esercizi vengono mediati da un applicatore PAS e possono essere svolti in classe o all'interno di un intervento in