of 41 /41
Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e Disabilità Le Nuove Tecnologie e Il Ritardo Mentale NTeD L’Aquila feat. Claudia Valentini

NTeD_AQ il ritardo mentale

Embed Size (px)

Text of NTeD_AQ il ritardo mentale

  • Centro Territoriale di SupportoNuove Tecnologie e DisabilitLe Nuove Tecnologie e Il Ritardo Mentale

    NTeD LAquila feat. Claudia Valentini

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaPerch utilizzare le nuove tecnologie nel ritardo mentale?

    Ogni persona, bambino o adulto, anche con RM, presenta abilit e difficolt e pu e deve servirsi di tutti gli ausili possibili per potenziare le abilit e compensare le difficolt.Il computer e gli strumenti informatici rientrano tra i possibili e validi supporti per il potenziamento delle abilit e per la compensazione delle difficolt.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

    Definizione di Ritardo Mentale

    E difficile descrivere in generale le caratteristiche del RM, poich diverse possono essere le sindromi che vengono accomunate ad esso, quindi diverse possono essere le manifestazioni possibili.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaIl RM viene diagnosticato secondo i manuali diagnostici internazionali [DSM-IV (1994) e ICD-10 (1993)] e si caratterizza per:

    funzionamento intellettivo significativamente al di sotto della media, QI inferiore a 70, rilevato attraverso strumenti validi e standardizzati;

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

    concomitanti limitazioni nelladattamento riscontrato in due o pi delle seguenti aree:comunicazione; cura di s; abilit domestiche; abilit sociali; uso delle risorse della comunit;autodeterminazione; salute e sicurezza; capacit di funzionamento scolastico; tempo libero; lavoro

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

    esordio prima dei 18 anni.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

    Il RM si pu dividere in 4 gradi di gravit che riflettono il livello della compromissione intellettiva:

    RM Lieve: QI da 50-55 a circa 70

    RM Moderato: QI da 35-40 a 50-55

    RM Grave o Severo: QI da 20-25 a 35-40

    RM Gravissimo o Profondo: QI sotto 20-25

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

    lo sviluppo intellettivo della maggior parte delle persone con ritardo mentale non va oltre la "preoperatoriet" del pensiero;

    presentano notevoli difficolt a comprendere le interconnessioni causa ed effetto, e ad anticipare le conseguenze delle azioni;

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

    alla base dei loro deficit sembrano risiedere problemi

    relativi ad una scarsa capacit di esplorazione;

    anche carenti risultano le abilit di organizzazione e

    di classificazione degli stimoli in categorie.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

    Il Ritardo Mentale non va affrontato in termini di deficit: non si tratta di persone a cui manca qualcosa, ma di persone che funzionano in modo diverso dagli altri. E pi corretto definire il Ritardo Mentale in termini di funzionamento, ed osservare come i soggetti affrontano i problemi con gli strumenti e con l'intelligenza che possiedono.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

    In presenza di Ritardo Mentale necessaria unanalisi sia delle difficolt che delle abilit, scomponendo artificialmente i livelli di analisi in varie aree:

    Cognitiva Comunicazione Autonomia Motoria Sociale

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

    In presenza di un disturbo specifico, come la dislessia, una sola area compromessa (quella cognitiva).

    In presenza di RM il disturbo generalizzato a diverse aree di funzionamento se non a tutte (cognitiva, della comunicazione, dellautonomia, motoria, sociale).

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

    Deficit specificoDeficit globale

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

    Lanalisi delle reali capacit, nelle sue componenti, permetter di individuare dei punti di partenza (ci che il bambino sa fare) e degli obiettivi realistici (trasformare ci che emergente in abilit acquisita, secondo un progetto a lungo termine: maggioreautonomia possibile e migliore adattamento sociale, ad esempio) condivisi da tutti gli agenti coinvolti.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaOgni strumento che viene inserito nel percorso formativo di uno studente, anche e soprattutto in difficolt, deve essere pensato in vista del raggiungimento di obiettivi a breve, medio e lungo termine.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaUtilizzare tecnologie informatiche con la persona con RM a supporto di:

    Abilit: allenamento, fa sperimentare, potenzia, valorizza;

    Deficit: sostituisce funzioni carenti con strumenti

    compensativi.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaLa proposta informatica rivolta a persone con RM deve tenere in considerazione due aspetti:

    cognitivo

    affettivo-relazionale

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaDa un punto di vista cognitivo richiede che ogni concetto sia proposto attraverso una opportuna sequenza di passaggi, che ne aumentino la comprensibilit, ed un approccio concreto e operativo.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaDa un punto di vista affettivo-relazionale, vanno privilegiate modalit e situazioni coinvolgenti, rassicuranti, che aiutino la persona ad avere fiducia nelle sue capacit e ad esprimere in tal modo il meglio di s. Un'attenzione agli aspetti emotivi e di coinvolgimento permette, infatti, di migliorare l'apprendimento.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

    Le potenzialit delle nuove tecnologie consentono unaserie di opportunit:

    una personalizzazione del compito, grazie alla possibilit di poter programmare compiti con la frequenza, i ritmi, le facilitazioni opportune; lo sviluppo dell'autonomia nell'apprendere attraverso il monitoraggio dei risultati e la possibilit di feedback immediato; una ottimizzazione del conflitto cognitivo mediante la proposta di esercizi che presentino diversi gradi di

    difficolt secondo un criterio di sfida ottimale.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaAdattamento del computer in base alle esigenze dellutente

    Personalizzare il computer tramite una serie di adattamenti che migliorano la percezione della schermata e aiutano l'utente a individuarne pi facilmente gli elementi principali.

    Impostare lo schermo con un buon contrasto testosfondo, caratteri chiari e abbastanza grandi.

    Inserire un puntatore del mouse di dimensioni pi

    grandi del normale e di colore vivace.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaNon sempre gli adattamenti del computer sono sufficienti; in alcuni casi si rende necessario utilizzare dispositivi di input (periferiche) che possono essere utilizzati in aggiunta ad un computer standard per migliorare l'efficacia dellacomunicazione e la funzionalit d'uso.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaTali strumenti non sono indispensabili, ma in molti casi possono essere molto utili.

    Per facilitare l'uso del computer si possono usare:

    tastiere

    mouse

    sensori

    comunicatori

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaTastiera espansa: con tasti di grandi dimensioni. E pensata per persone con gravi difficolt motorie e di ipovisione. I tasti sono tondi con bordo incurvato, leggermente rientranti sul piano di appoggio.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaTastiera facilitata: Con tasti di grandi dimensioni (cm 2 x 2). I tasti sono di 5 diversi colori che vanno a caratterizzare gruppi di tasti con funzioni differenti.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaTastiera programmabile: la tastiera a membrana programmabile fornisce un accesso facilitato al computer sul piano motorio, visivo e cognitivo. Questa dispone di 6 overlay intercambiabili corrispondenti a 6 diverse tastiere: numerica, alfabetica, scrittura, tasti freccia.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaTastiera ridotta: la tastiera ridotta ha tasti molto piccoli. E' pensata per persone che hanno limitata forza e difficolt nei movimenti ampi. I tasti collocati molto vicini tra loro, sono a membrana.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaEmulatore: sistema di puntamento mono-oculare che permette la comunicazione alfabetica e la gestione del PC in ambiente windows soltanto attraverso il movimento della pupilla. Il sistema prodotto dalla LC Technologies, la ditta americana che per prima al mondo nel 1988 ha sviluppato questa particolare tecnologia.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaMouse ergonomico: Questo mouse dalla forma simile ad un Joystick permette una comoda presa con la mano e la gestione di tutte le funzioni del mouse attraverso il movimento del pollice.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila Touch screen: trasforma il monitor in uno strumento di input. Consiste in uno schermo aggiuntivo da applicare al videoterminale. Permette di emulare le funzioni del mouse toccando la superficie sensibile. Per spostare il cursore del mouse sufficiente toccare o trascinare il dito sullo schermo.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaTrackball: permette di muovere il puntatore ruotando la sfera di grande diametro posta al centro della base dello strumento. Con questo strumento la mano non compie movimenti ampi sul piano.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaSensore Singolo: Sensore a pressione di grandi dimensioni adatto per persone che hanno problemi nel controllo fine dell'avambraccio. Si attiva premendo una parte qualsiasi della superficie superiore.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaSensore Multiplo: Sensore multiplo a pressione costituito da cinque aree sensibili. E composto di cinque dischi adesivi colorati.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaComunicatore semplice: E' un comunicatore multimessaggio, per una serie di messaggi (fino a 20) da riascoltare in sequenza; permette di registrare fino a 75 secondi.Attraverso la prima pressione si ottiene l'ascolto del primo messaggio, con la seconda quello del messaggio successivo e cos via.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaComunicatore simbolico: un comunicatore simbolico molto semplice da utilizzare, caratterizzato da unottima portabilit e robustezza; questo dispositivo pu gestire fino a 100 messaggi (pi 5 messaggi di uso frequente presenti su tutti e 5 i livelli) distribuiti su 5 livelli diversi.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaComunicatore dinamico: un tablet PC, dotato di sistema operativo e di memoria. Il display luminoso un touchscreen che pu essere usato sia con le dita sia con il pennino. Linstallazione di un software per strutturare griglie di comunicazione personalizzate con i simboli PCS permette di utilizzare questo strumento come un comunicatore simbolico con uscita in voce.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaComunicatore alfabetico: Questo ausilio permette alle persone che hanno difficolt ad esprimersi verbalmente di scrivere sullo strumento; i messaggi scritti vengono visualizzati su un doppio display, uno visibile da parte dell'utilizzatore, l'altro visibile da parte dell'interlocutore. Dotato di sintesi vocale.

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquilaIl cerchio di Qualisoft

    TASTIERA il sw predisposto per poter sostituire l'utilizzo del mouse, riproducendo le sue funzioni direttamente da tastiera AA il sw predisposto per la personalizzazione dei principali parametri di visualizzazione (dimensioni, colori di font , elementi grafici) AUDIO-NUVOLETTA il sw prevede l'utilizzo di sintesi vocale che pu riprodurre in audio i testi presentati a monitor SENSORE il sw ha un sistema di scansione interno mono e/o bitasto pilotabile sia da tastiera che da sensore esterno

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

    sd2.itd.ge.cnr.it/

    www.ivana.it/

    www.iprase.tn.it/

    www.vbscuola.it/

    www.didattica.org/

    Sitografia dinteresse

  • Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e DisabilitLAquila

    L'assistenza non difficile: procura tutto senza pretendere niente in cambio. L'educazione, invece, esige sempre dei ritorni, do ut des, ti insegno perch tu impari.A uno che ha fame non dargli dei pesci: insegnagli a pescare. Mi piacerebbe illudermi che i miei ragazzi siano diventati bravi pescatori."Vito Piazza

    Ernesta De Simone & Laura Parisse x NTeD